Archive for the ‘Immigrazione’ Category

Rimpatri di massa, la Corte europea dei diritti dell’uomo ammette i ricorsi dei migranti sudanesi

giovedì, gennaio 11th, 2018

di ALESSANDRA ZINITI

Era il 24 agosto 2016 quando 40 cittadini sudanesi, fermati dalla polizia a Ventimiglia, vennero espulsi e rimpatriati a seguito di un accordo di cooperazione firmato dal capo della Polizia Gabrielli con il suo omologo sudanese. Ora la Corte europea dei diritti dell’uomo vuol vederci chiaro, ha dichiarato ammissibili i ricorsi presentati dagli espulsi assistiti da avvocati dell’Asgi e dell’Arci, e ha chiesto al governo italiano di fornire giustificazioni al proprio operato entro il prossimo 30 marzo.

Allora, si era nel piano caos accoglienza a Ventimiglia, l’espulsione dei 40 sudanesi suscitò accese proteste e venne interpretata come una sorta di respingimento collettivo e illegittimo. Il capo della polizia Gabrielli ha sin dall’inizio rivendicato l’assoluta correttezza del suo operato che avrebbe rispettato le procedure di diritto nazionale e internazionale. L’accordo di cooperazione con la polizia sudanese avrebbe soltanto contribuito a velocizzare le operazioni di identificazione ed espulsione. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Razzisti della porta accanto, un italiano su due giustifica violenze e aggressioni sui social

lunedì, gennaio 8th, 2018
mattia feltri
roma
 

Dei 55 italiani su cento che, rispondendo a un sondaggio di Swg (15 novembre 2017), hanno giustificato il razzismo, la gran parte probabilmente escluderebbe di essere razzista. La domanda era diretta: «Determinate forme di razzismo e discriminazione possono essere giustificate?». Per il 45 per cento è «no mai». Per il 29 «dipende dalle situazioni». Per il 16 «solo in pochi specifici casi». Per il 7 «nella maggior parte dei casi». Per il 3 «sempre». Se la domanda fosse stata «lei è razzista?» è presumibile che avrebbe risposto sì il 3 per cento per cui il razzismo è giustificabile sempre, e forse alcuni del 7 per cento per cui è accettabile nella maggior parte dei casi. Il razzismo è una malattia insidiosa, dà sintomi vaghi, talvolta deboli o indecifrabili: non si prende il razzismo come un’influenza, dall’oggi al domani.

 Matteo Salvini esclude di essere razzista (in buonissima fede, si deve presumere) eppure il primo gennaio ha scritto un tweet che, nella sua apparente innocuità (fra centinaia ben più aggressivi scritti dal capo leghista), spiega bene la noncuranza del pensiero e del linguaggio: «Vado a Messa a Bormio, e sento dire dal prete che bisogna “accogliere tutti i migranti”. Penso ai milioni di italiani senza casa e senza lavoro, al milione di bambini che in Italia vivono in povertà, e prego per loro». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Migranti, il dossier Onu: nel mondo sono 258 milioni. Aumento del 49 per cento dal 2000

martedì, dicembre 19th, 2017

Circa 258 milioni di persone hanno lasciato i loro Paesi di nascita e ora vivono in altre nazioni con un aumento del 49 per cento rispetto al 2000, quando erano 173 milioni, e del 18 per cento rispetto al 2010, quando se ne contavano 220 milioni. A rivelarlo è il rapporto Onu sulle migrazioni internazionali pubblicato in occasione della Giornata internazionale dei migranti.

Dai dati emerge che oltre il 60 per cento di tutti i migranti internazionali vive in Asia (80 milioni) ed Europa (78 milioni). Nel Nord America se ne contano 58 milioni, in Africa 25. Significativo come due terzi di questi emigranti viva nel 2017 in appena venti Paesi: il numero più elevato (50 milioni) si trova negli Usa, poi Arabia Saudita, Germania e Russia ne ospitano ciascuno attorno ai dodici milioni. Segue la Gran Bretagna con 9 milioni. L’Italia è all’undicesimo posto (dietro anche a Emirati Arabi, Francia, Canada, Spagna) con 5,9 milioni di migranti che vivono stabilmente sul territorio nazionale. Erano 2,1 milioni nel 2000.

Il numero di rifugiati e richiedenti asilo, conteggiato nel 2016, è stato stimato in poco meno di 26 milioni di persone. La Turchia ne ospita la maggior parte (3 milioni), seguita da Giordania, Palestina, Libano e Pakistan. Nessuno Stati Ue, né gli Usa figurano nei primi posti di questa classifica. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Paura dei migranti, non dell’euro. Ecco la benzina del populismo

lunedì, dicembre 18th, 2017
il 40% si vede multietnico. Dubbi anche tra gli elettori Pd sulle frontiere aperte
AFP

Il 41 per cento dei nostri lettori ritiene l’immigrazione più un’opportunità che una minaccia, ma ben il 38% una minaccia (o una preoccupazione), e il 21 ha un punto di vista neutrale, o incerto. Quasi il 40 per cento crede in un’Italia multi-etnica, ma il restante 60 per cento rifiuta questa idea, o almeno ha dei dubbi seri

jacopo iacoboni, james politi
 

Più che il no all’euro, un atteggiamento di crescente, forte chiusura sull’immigrazione. Secondo un’inchiesta del Financial TimesLa Stampa, l’ostilità verso i migranti, e dubbi diffusi sul fatto che l’Italia possa diventare con successo una società multietnica, stanno dando benzina alle forze populiste molto più che la spinta a uscire dall’euro. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Bolzano, la Provincia sistema la casa gratis a chi vuole ospitare i migranti

sabato, dicembre 16th, 2017

“Hai una casa sfitta da ristrutturare, un piccolo hotel o una pensione in crisi? Nessun problema, la Provincia di Bolzano ristruttura tutto gratuitamente e ti paga anche l’affitto.

Dopo qualche mese il bene ti torna in pieno possesso ma come nuovo: paga il contribuente, affari garantiti. E su tutto decide una persona sola: il Presidente della Provincia”. Basta ospitare i migranti.

La legge della provincia

L’affondo viene da Alessandro Urzì, consigliere della provincia di Bolzano e della regione Trentino Alto Adige. L’esponente del movimento L’ Alto Adige nel Cuore Fratelli d’Italia ha fatto emergere un disegno di legge provinciale approvato dal Consiglio provinciale di Bolzano in cui vengono messi a disposizione circa 5 milioni di euro per di chi si dedicherà all’accoglienza oltre a corsie preferenziali sulle autorizzazioni e i permessi edilizi. E non riguarda solo gli edifici pubblici, ma anche quelli privati. “Basta accogliere i profughi qualche mese per ottenere dalla Provincia la strada spianata sul fronte amministrativo per i permessi edilizi e su quello economico sotto forma di sostegno alla spesa per la ristrutturazione del proprio edificio“, attacca Urzì. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Berlusconi: “Serve un piano Marshall per l’Africa o ci sarà un’invasione”

giovedì, dicembre 14th, 2017

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, all’ingresso della riunione del Partito popolare europeo, prima del vertice dei capi di Stato e di governo, si è soffermato sul tema immigrazione.

“Senza un grande piano Marshall per l’Africa, l’Europa corre il rischio di essere invasa dai sei miliardi di persone che vivono nella miseria”.

“Porteremo una proposta che implicherà anche un grande piano Marshall per l’Africa e altri paesi per far nascere delle economie locali e affinché ne loro stessi territori i cittadini di questi paesi possano trovare lavoro”, ha spiegato ancora Berlusconi. “Se questo non sarò fatto in futuro i sei miliardi di persone che vivono nella miseria e una volta non conoscevano come si vive nel paese del benessere ci invaderanno”. Berlusconi ha fatto sapere di averne già parlato con il presidente russo Vladimir Putin, che condivide questa impostazione, e ha chiesto che il Ppe si attivi nei vari paesi per promuovere questo grande piano per aiutare l’Africa. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Così la malavita degli stranieri cancella la messa di Natale

mercoledì, novembre 29th, 2017

A volte accade che tra le polemiche politiche e le accuse incrociate di populismo, buonismo o razzismo faccia capolino la realtà.

A raccontare che nel cuore di Bari c’è un parroco che ha paura. Di tenere aperta la chiesa quando fuori cala il buio, quando i banchi si svuotano e lui si ritrova a chiudere i portoni guardandosi le spalle. Ne ha quanto basta da convincersi quest’anno a non celebrare la messa la notte di Natale.

Ci sono luoghi dove il disagio non è un sentito dire, come «qui, dove a una certa ora scatta il coprifuoco». «Qui» è il cuore del multietnico quartiere Libertà, zona popolare ad alta densità di immigrati, malavita e degrado. È stato il vice parroco della chiesa di Santa Cecilia, don Giovanni Lorusso, il primo ad avvertire che la liturgia di mezzanotte con ogni probabilità non si farà: «Abbiamo deciso di eliminare la celebrazione perché ormai, complici le abitudini dei baresi, ci sarebbe venuta pochissima gente». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Summit Ue-Africa, Mogherini: “I paesi africani facciano la loro parte riprendendosi i migranti”

mercoledì, novembre 29th, 2017
marco bresolin
INVIATO AD ABIDJAN
 

Alla vigilia del summit Ue-Africa, Emmanuel Macron ha annunciato un’iniziativa «euro-africana» per far uscire dalla Libia tutte «le persone che si trovano in pericolo». Un progetto che contiene un messaggio chiaro, ad effetto. Ma che in realtà non porta nulla di nuovo sotto il sole di Abidjan, la capitale economica della Costa d’Avorio che oggi accoglierà i leader europei e africani. «È esattamente quello che stiamo facendo: dall’inizio dell’anno abbiamo finanziato e sostenuto tredicimila rimpatri volontari» ricorda Federica Mogherini, Alto Rappresentante Ue per la politica estera, che guida i lavori dal lato europeo in questo vertice multicontinentale. Dove la questione migratoria è solo uno dei tanti capitoli, ma certamente quello più “caldo”. L’Europa ha chiesto ai partner africani «di fare la loro parte», accogliendo i connazionali attualmente bloccati in Libia. Dall’altra parte, però, sale il pressing per aprire canali di immigrazione regolare: «Credo che i Paesi europei, tutti, non possano più tirarsi indietro – sostiene Mogherini -. Perché l’Europa ha bisogno dell’immigrazione regolare».

 Sarà, ma nessun governo sembra pronto a spalancare le proprie porte…

«Sappiamo benissimo che l’apertura di canali legali è una battaglia politica in Europa, in ogni Paese. Ma due anni fa, durante il summit in Valletta, ci siamo presi un impegno: abbiamo promesso di aprire questi canali. E ora dobbiamo farlo, gli africani lo attendono. Personalmente credo che l’Europa abbia bisogno di immigrazione regolare. Per vari motivi: perché ci siamo presi un impegno, perché è un modo per combattere quella illegale, ma anche perché ci serve dal punto di vista economico e demografico». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

La Raggi apre le porte dei romani: “Mille euro al mese a chi accoglie migranti”

martedì, novembre 28th, 2017

La situazione è ormai al collasso. Virginia Raggi e compagni pentastellati stanno mettendo a punto un piano d’emergenza per spargere gli immigrati, già presenti a Roma, in tutti i Municipi della Capitale.

Come spiega il Messaggero, i centri di accoglienza al Tiburtino III e a Tor Bella Monaca verrebbero, gradualmente, svuotati “portando per la prima volta gli Sprar (le strutture per i richiedenti asilo) anche ad Acilia (nel complicato X Municipio, quello di Ostia) e a Ottavia nel territorio del XIV”. Non solo. In una intervista sempre al Messaggero l’assessore ai Servizi sociali Laura Baldassarre ha annunciato che “le famiglie romane, che potranno ospitare i migranti, avranno mille euro al mese”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

L’inviato di Striscia la Notizia ​aggredito e derubato da stranieri

mercoledì, novembre 15th, 2017

Brutale aggressione da parte di un gruppo di stranieri ai danni di “Striscia la Notizia“.

Al parco della Montagnola di Bologna, luogo famoso per essere centrale di spaccio di droga, Vittorio Brumotti è stato aggredito e rapinato mentre cercava di realizzare un servizio sullo spaccio di froga nella zona.

L’inviato e i due cameraman avevano filmato alcuni momenti in cui, fingendosi potenziali clienti, avevano acquistato sostanze stupefacenti. Quando Brumotti però si è svelato, nel suo classico modo con un megafono in mano, una decina di stranieri gli hanno sottratto le telecamere in modo violento. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.