Archive for the ‘Spettacoli -Eventi -TV’ Category

Il fascino della Corona e quel giro d’affari da 1.155 miliardi

domenica, maggio 20th, 2018
francesco de leo
windsor

Centomila persone hanno raggiunto ieri la piccola incantevole località inglese del Berkshire, il cui nome proviene dall’antico inglese windles-ore, argano presso il fiume, che grazie ad Edoardo I nel 1277 acquisì lo status di città reale.

 

 

Con il fatidico sì pronunciato davanti all’Arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, Meghan Markle, la ragazza californiana che ha spezzato il cuore del Principe Henry del Galles, ha scelto di far parte della Famiglia Reale più conosciuta al mondo e di entrare nella sue epica storia di quasi 1200 anni.

Anche se l’aforista e poeta polacco Stanislaw Jerzy Lec scrisse un giorno che “il sistema divino somiglia alla monarchia inglese: Dio regna, ma non governa”, quella marea umana arrivata a Windsor sin dalle prime ore dell’alba, dimostra come qui la monarchia non sia solo forma, ma sostanza. Secondo lo storico Alessandro Mola, quella che inorgoglisce i britannici è una storia “fatta, si, di conflitti anche sanguinosi (la guerra delle Due Rose, la decapitazione di Maria Stuarda, quella di Carlo I, la cacciata di Giacomo II), ma soprattutto di diritti fondamentali, inalienabili e inviolabili, dalla Magna Carta all’ Habeas corpus, che non è solo parte di un mercato comune ma di una “idea”: espressa dal sorriso mite ma fermo della sovrana Elisabetta II”.</ (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Primi 60.000 alpini arrivati a Trento per l’adunata

venerdì, maggio 11th, 2018

A Trento sono già arrivate 60.000 persone per l’adunata nazionale degli alpini, in programma da oggi a domenica. Il dato è stato ufficializzato nel primo pomeriggio dal comitato organizzatore, mentre il centro della cittadina è già costellato di tendoni, punti ristoro e da un viavai di alpini felici di incontrarsi e interagire con la popolazione. L’atmosfera di festa è stata interrotta la notte scorsa da un episodio che ha coinvolto un negozio che vende prodotti ufficiali dell’adunata, preso a sassate. Sono rimasti i segni nei vetri antisfondamento nelle due vetrine e sulla porta, e non risultano rivendicazioni.

Per solidarietà, il governatore del Trentino, Ugo Rossi, è passato al negozio lasciando un mazzolino di fiori alla titolare. Scritte ingiuriose contro gli alpini, non firmate, erano apparse nei giorni scorsi su alcuni muri in centro e alla facoltà di Sociologia alcuni universitari ieri avevano occupato l’aula studio Rostagno per protesta contro l’adunata. Al lavoro per garantire la sicurezza c’è intanto anche una sala interforze di polizia di Stato, carabinieri, finanza, polizia stradale, polizia locale, polizia penitenziaria e comitato organizzatore dell’adunata, collegata con quella della protezione civile. Personale esterno si è aggiunto a quello locale e per sabato e domenica sono pronti anche un elicottero e un aereo per il monitoraggio stradale. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Al via la 91° Adunata, inaugurate le cittadelle degli Alpini e della Protezione civile

venerdì, maggio 11th, 2018

TRENTO. Al via quest’oggi la 91° Adunata degli Alpini con una doppia inaugurazione che ha visto il taglio del nastro alla “Cittadella della Protezione civile” e alla “Cittadella degli Alpini”. Si tratta di due aree, la prima in Piazza Dante e la seconda al Parco Santa Chiara, che permetteranno ai cittadini di conoscere il mondo della Protezione civile e gli Alpini di oggi e di ieri.

 

Per la prima volta nella storia dell’Adunata è stata inaugurata una cittadella interamente dedicata alle tante importanti attività che la Protezione civile svolge in tutta l’Italia. In piazza Dante, a presenziare all’evento il Coordinatore Protezione Civile Ana, Gianni Gontero, il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta, il presidente della Provincia, Ugo Rossi e il presidente Ana, Sebastiano Favero.

Inaugurazione della “Cittadella della Protezione civile” e la “Cittadella degli Alpini”

“Con la realizzazione di questa cittadella – ha spiegato Gontero – vogliamo mostrare che la Protezione Civile è sempre presente e disposta ad aiutare con tutti i mezzi possibili”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Lutto nel mondo del cinema, è morto Ermanno Olmi

lunedì, maggio 7th, 2018

È morto ad Asiago il regista Ermanno Olmi. Aveva 86 anni, era nato il 24 luglio 1931 a Bergamo. Da tempo malato, venerdì era stato ricoverato per l’aggravarsi delle sue condizioni. Nonostante l’assistenza dei sanitari tuttavia non c’è stato niente da fare e il regista bergamasco è morto nella notte di domenica.

Regista e sceneggiatore, Ermanno Olmi nasce in una famiglia contadina profondamente cattolica. Nel 1933 i suoi genitori si trasferiscono a Milano per il lavoro del padre ferroviere, che poi muore durante il secondo conflitto mondiale. Trascorre l’infanzia tra il mondo operaio della periferia milanese e quello contadino, a Treviglio, nella campagna bergamasca. Giovanissimo desidera studiare arte drammatica e per mantenersi trova lavoro alla Edison, dove già lavorava la madre. Qui deve organizzare le attività ricreative dei dipendenti e documentare le produzioni industriali per cui fonda la Sezione cinema della EdisonVolta e realizza una trentina di documentari tecnico-industriali.

L’universo degli umili e delle tradizioni raccontate dai film di Ermanno Olmi

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Roma, addio a Paolo Ferrari: grande attore di teatro, cinema e tv

domenica, maggio 6th, 2018

Si è spento a Roma all’età di 89 anni Paolo Ferrari, grande attore di teatro, cinema e televisione. Nato a Bruxelles il 26 febbraio del 1929, ha lavorato con registi del calibro di Blasetti, Zeffirelli e Petri. Nel corso della sua carriera fu anche un famoso doppiatore. Lascia tre figli maschi: Fabio e Daniele avuti dalla prima moglie, Marina Bonfigli, e Stefano, concepito con Laura Tavanti. Entrambe le donne sono state sue compagne sulla scena.

Roma, addio a Paolo Ferrari: grande attore di teatro, cinema e tv

Ha iniziato la sua carriera a soli 9 anni debuttando in “Ettore Fieramosca” di Blasetti; l’anno successivo era nel cast di “Kean” di Brignone. Nello stesso anno in cui Franco Zeffirelli lo sceglie per “Camping” diventa anche doppiatore, prestando la voce a Jean Louis Trintignant nel “Sorpasso” di Dino Risi. Della sua carriera non si possono dimenticare le serie tv, come quella dedicata a “Nero Wolf” in cui ricopre il ruolo di Archie Goodwin, “Orgoglio”, “Incantesimo”, “Disokkupati” e “Notte prima degli esami”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Scintille tra Mentana e Berlusconi: “Ma lei lo sa con chi sta parlando?”

giovedì, maggio 3rd, 2018

Scintille tra Silvio Berlusconi e Enrico Mentana durante la trasmissione Bersaglio mobile. Mentana contesta il programma del centrodestra (flat tax, pensioni minime a mille euro, raddoppio dell’assegno per i disabili ecc.) : «Se le mette in pratica finiamo in bancarotta». Berlusconi sbotta: «Ma lei lo sa con chi sta parlando? Sono una persona che ha realizzato cose difficilissime, le pare che verrei a presentare il mio programma se non avessi la matematica certezza che si può realizzare». E poi incalza: «Ma se lei dovesse dare i suoi soldi a qualcuno li darebbe a me o a Di Maio?», chiede poi Berlusconi. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il rock di Gianna Nannini al Concertone, parolacce per Sfera Ebbasta, il finale è dance

mercoledì, maggio 2nd, 2018

di

Apertura con polemica immediata al Primo Maggio 2018 in piazza San Giovanni a Roma. Lodo, il cantante dello Stato Sociale che con Ambra Angiolini conduce il Concertone, ha iniziato alle 15 in punto in diretta su Rai3 con il suo gruppo interpretando il brano Mi sono rotto il cazzo ma cambiando il testo, e attaccando la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, Luca Cordero di Montezemolo, Giacinto della Cananea, Luca Cordero di Montezemolo.

Queste le parole di Lodo nella parte del testo modificato: “Mi sono rotto il cazzo della legge elettorale, di Maria Elisabetta Alberti Casellati, di Giacinto della Cananea, di Luca Cordero di Montezemolo: prima dei vitalizi sarebbe giusto tagliare i vostri cognomi, mi sono rotto il cazzo che difendiamo i confini, odiamo i neri e amiamo i gattini, della spesa militare, che è sempre colpa degli immigrati, che mia mamma dopo trent’anni a Bologna è sempre “la marocchina”. Mi sono rotto il cazzo della formazione del nuovo governo, che lo faccio con la Lega, con il PD ma senza Renzi, con Berlusconi, lo faccio con Casa Pound ma giuro senza il Duce. Mi sono rotto il cazzo di viva il lavoro ma senza i diritti, di viva i profitti ma senza tasse”. Tre anni fa il gruppo bolognese era stato censurato proprio per quel brano nel concerto di piazza San Giovanni.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Flash mob di Bolle sulle note di ‘Fame’: Piazza della Scala diventa un teatro all’aperto

lunedì, aprile 30th, 2018

“Portati un paio di cuffie, una maglietta senza marchi visibili e il tuo stile di danza, qualunque esso sia! Più danze siamo, più ci divertiamo”. Questo l’invito apparso ieri sulla pagina ufficiale di Roberto Bolle. In occasione della giornata mondiale della danza, in Piazza della Scala a Milano, l’Étoile del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York, accompagnato dai ballerini di danza classica e street dance della ‘Red Bull Dance Your Style’, ha dato vita, sulle note della celebre colonna sonora del musical ‘Fame’, a un insolito flash mob per accendere la città di danza in vista di OnDance, un grande contest che vedrà sfidarsi i migliori ballerini di street dance d’Italia.
di Edoardo Bianchi

Rating 3.00 out of 5

Mediaset, via Giordano: cade la terza testa dopo Belpietro e Del Debbio

sabato, aprile 14th, 2018

Belpietro, Del Debbio e ora Giordano. Detto in modo brutale cade la terza testa a Mediaset. Chiuso in largo anticipo il Dalla vostra parte di Belpietro, mandata in vacanza prima delle consuete ferie la Quinta colonna di Del Debbio, ora tocca a Mario Giordano. Le letture, come accade sempre in questi casi, sono diverse. Chi sottolinea il tono troppo populista dell’approfondimento di Mediaset che avrebbe favorito Lega e 5 Stelle; chi rimarca gli scarsi risultati dei programmi alla verifica dell’Auditel. Il risultato — al netto delle divergenze — è lo stesso: si cambia. Come riporta Tiscali news, il terzo nome a saltare è quello di Mario Giordano, sollevato dalla responsabilità della striscia quotidiana Stasera Italia in onda su Rete4.

Al termine di una riunione definita da chi c’era «burrascosa», Mauro Crippa, super plenipotenziario per l’informazione in casa Mediaset, ha tagliato la testa al toro, ovvero al direttore del Tg4: «A partire da ora, Mario Giordano non è più responsabile del programma. Il nuovo responsabile è Marcello Vinonuovo» (altro…)

Rating 3.00 out of 5

L’ultimo saluto a Frizzi, gentiluomo della tv

mercoledì, marzo 28th, 2018

Oggi alle ore 12 nella Chiesa degli Artisti di Piazza del Popolo a Roma si terranno i funerali di Fabrizio Frizzi, gentiluomo con il sorriso amato da tutti. Ci si aspetta una grande folla per l’ultimo saluto così come già successo alla camera ardente.

 

 

 

 

LEGGI Gerry Scotty a Frizzi: “Ti abbraccio amico mio. Sappi che hai lasciato un segno molto profondo” (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.