Archive for the ‘Abruzzo’ Category

病院に車突入、13人けが 70代女性運転か 大分

martedì, maggio 2nd, 2017

写真・図版病院に突っ込んだ軽乗用車。病院の外に運び出されていた=2日午前11時16分、大分市大手町3丁目

2日午前10時40分ごろ、大分市大手町3丁目の総合病院「大分中村病院」に軽乗用車が突っ込み、待合室にいた人が次々とはねられた。大分県警によると、運転していた女性を含め、13人が軽傷を負ったという。

大分中央署によると、軽乗用車を運転していたのは70代とみられる女性。軽乗用車は入り口付近のガラス扉を突き破り、1階の待合室を約20メートル進んで止まった。同乗していた知人男性にけがはなかったという。 (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il governo manda i migranti fra i terremotati dell’Emilia

mercoledì, febbraio 8th, 2017
Rating 3.00 out of 5

Terremoti: 11 scosse stanotte, magnitudo 3.2 ad Amatrice

giovedì, gennaio 26th, 2017

Si sono registrate 11 scosse di terremoto (considerando solo quelle di magnitudo non inferiore a 2) da mezzanotte nel Centro Italia.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), la scossa più intensa è stata alle 2:35 con magnitudo 3.2 ed epicentro 4 km da Amatrice (Rieti) e 7 da Campotosto (L’Aquila). Non si segnalano al momento nuovi crolli.

REP.IT

Rating 3.00 out of 5

Rigopiano, «Asfissia, ipotermia e schiacciamento». Così sono morte le 25 vittime

mercoledì, gennaio 25th, 2017

di Alessandro Fulloni, Annalisa Grandi e Giusi Fasano, inviata

I funerali di Gabriele D’Angelo (La Presse) I funerali di Gabriele D’Angelo (La Presse)

Venticinque vittime, 12 uomini e 13 donne, cinque persone ancora disperse, undici i sopravvissuti. A una settimana dalla tragedia dell’hotel Rigopiano proseguono incessanti le ricerche tra neve e ciò che resta del resort. Mercoledì mattina recuperati sei corpi, tra cui quello del proprietario Roberto Del Rosso, mentre nel pomeriggio estratto e recuperato il cadavere della 25esima vittima, una donna. Intanto resi noti i risultati dei primi sei esami autoptici: le vittime risultano essere morte per un concorso di cause, asfissia, schiacciamento e ipotermia.

Rating 3.00 out of 5

Sindaci in piazza: “Fate presto, siamo in guerra”. E il governo: “Sveltiremo la burocrazia”

mercoledì, gennaio 25th, 2017
Rating 3.00 out of 5

LʼAquila, precipita un elicottero del 118: morte le sei persone a bordo

martedì, gennaio 24th, 2017

Un elicottero del 118 è precipitato nell’Aquilano, tra il capoluogo e Campo Felice, provocando la morte delle sei persone presenti a bordo. L’apparecchio è caduto in un canalone da un’altezza di 600 metri mentre era in fase di recupero di un ferito su un campo da sci proprio a Campo Felice. Lo sciatore soccorso e poi deceduto nello schianto si chiamava Ettore Palanca, 50enne di Roma.

Stava recuperando un ferito su un campo da sci, cade un elicottero

Rating 3.00 out of 5

“Slavina? Inventata da imbecilli” Così è stato ignorato l’allarme

martedì, gennaio 24th, 2017
Rating 3.00 out of 5

Terremoto, inagibile il 40% di case e scuole, 10 miliardi per sisma e gelo

lunedì, gennaio 23rd, 2017

L’emergenza non è ancora terminata, ma è già tempo di fare il conto dei danni. Perché dopo le tre scosse di mercoledì scorso e le bufere di neve che hanno travolto il Centro Italia, bisogna prevedere nuovi stanziamenti per fare fronte alle necessità della popolazione e soprattutto trattare con l’Unione europea che ha chiesto una correzione dei conti pubblici pari allo 0,2.

Oltre 13mila sfollati

La stima parla di oltre 10 miliardi di euro che sono indispensabili per affrontare le urgenze e poi la ricostruzione. La lista della spesa è contenuta nelle ordinanze che il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio emette ormai quasi quotidianamente per provvedere alle necessità dei vari Comuni devastati prima dal terremoto e poi dal maltempo. Il numero degli sfollati continua a salire, ieri erano 13.523 le persone assistite: 7.144 nelle Marche, 2.085 in Umbria, 597 nel Lazio e 3.697 in Abruzzo.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

“La strada andava chiusa”. E spunta il primo allarme lanciato alle 7 del mattino

lunedì, gennaio 23rd, 2017

francesco grignetti
inviato a pescara

C’è un elemento nuovo a illuminare meglio la realtà di Rigopiano, dove, a detta del pm Cristina Tedeschini, è «assodato che fosse zona di valanghe». Un tempo, i 9 chilometri di strada che collegano il centro abitato di Farindola al resort, in presenza di neve erano considerati «a rischio».

 E si preferiva chiuderli al traffico piuttosto che garantirne la percorribilità.

Chi sa, tra i vertici delle amministrazioni locali, ne parla a mezza voce: «Sul ciglio c’è ancora il segnale stradale, pronto all’occorrenza». Ma così accadeva un tempo, appunto, quando Rigopiano non era ancora sinonimo di un albergo di lusso, la strada portava soltanto a una locanda nel cuore di una riserva naturale e a nessuno sarebbe venuto in mente di dannarsi per battere la neve in campo aperto. Le cose erano facili, al tempo: scendeva la neve, la sbarra bloccava la strada, la locanda chiudeva i battenti.

 

LEGGI ANCHE – L’Hotel Rigopiano aveva lanciato l’allarme con una mail al prefetto: “Situazione preoccupante” (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Seconda inchiesta su allarme meteo e tempi dei soccorsi

sabato, gennaio 21st, 2017

Rinforzi. Nelle ultime ore è aumentata la presenza dell’esercito e dei suoi mezzi

francesco grignetti
inviato a pescara

Sulla scrivania dei magistrati che indagano sulla catastrofe di Rigopiano, Cristina Tedeschi e Andrea Papalia, c’è una cartellina in evidenza. Il titolo è esplicito: «Bollettino valanghe». Dentro c’è la serie di avvisi di gennaio del servizio Meteomont, specifico per il rischio delle valanghe e slavine, a cura di truppe alpine e Forestale (oggi nei carabinieri). «Vorremmo capire – si spiega in procura – se tutti questi warning servono a riempire i cassetti o se qualche cosa si era attivato per la prevenzione». Domanda retorica. Il 9 gennaio, il warning recitava: «Appennino abruzzese a rischio forte per caduta valanghe». Il 12 gennaio: «Majella, la montagna italiana con il maggior rischio valanghe». Il 16 e il 17, l’allerta per Gran Sasso e dintorni arriva a grado 4, un passo sotto il massimo. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.