Archive for the ‘Cronaca’ Category

Incidente aereo a Bergamo, la corsa dell’ex poliziotto nel fuoco: «Ne ho salvati tre, poi mi sono arreso»

domenica, Settembre 22nd, 2019

Dieci anni alla Narcotici di Milano, altri dieci alla Squadra mobile e tredici in Procura a Bergamo.Ma anche per un poliziotto, una scena come questa è un pugno nello stomaco. Quando corre al piccolo aereo precipitato, Angelo Pessina non può sapere che all’interno sono intrappolati Stefano Mecca, con le figlie Marzia e Silvia, gemelle di 15 anni, e Chiara, di 18. Non sa nemmeno quante persone ci siano nella cabina. Sa solo che deve fare in fretta, perché le fiamme hanno già divorato mezzo velivolo e un albero contro il quale si è schiantato. Con il serbatoio da 300 litri quasi pieno di carburante, l’aereo rischia di esplodere.

Ispettore capo in pensione, 56 anni, Pessina è il primo ad arrivare con l’amico Francesco Defendi. Una sorella, un’altra, il padre: riescono ad estrarli dal finestrino e a metterli al sicuro nel prato a bordo strada, il più lontano possibile dal fuoco e dal pericolo. Ma quando tutto sembra finito, un’immagine accompagna le urla: «Siamo in quattro», implorano padre e figlie salvati.

Rating 3.00 out of 5

Incendio a Trezzano sul Naviglio, esplosione in un’azienda di cannabis light: tre i feriti

venerdì, Settembre 20th, 2019

Una forte esplosione seguita da un incendio si è verificata alle 15.45 di venerdì pomeriggio all’interno di una fabbrica a Trezzano sul Naviglio, in viale Edison. A scoppiare sarebbe stato, da una prima ipotesi, un serbatoio di gpl all’interno della ditta «Tree of Light», un’azienda che si occupa della lavorazione della cannabis light. La ditta ha uno spazio all’interno di un capannone condiviso con altre società. I testimoni raccontano di aver sentito prima alcuni botti, «come petardi», poi un’esplosione violentissima. C’è anche chi racconta di aver visto fisicamente «volare» via gli operai vicini all’area dello scoppio.

Rating 3.00 out of 5

Indagato per traffico di influenze illecite il presidente della fondazione che organizzava la Leopolda

venerdì, Settembre 20th, 2019

di ERNESTO FERRARA e FRANCA SELVATICI

L’avvocato Alberto Bianchi, 65 anni, pistoiese di nascita e fiorentino di adozione, uno dei professionisti più vicini a Matteo Renzi, già presidente della fondazione Open, è indagato dalla procura di Firenze per traffico di influenze illecite per i suoi rapporti professionali e con Open, che per anni è stata la cassaforte degli eventi renziani e organizzatrice delle Leopolde.

Ieri, mercoledì 18 settembre, il suo studio è stato perquisito, alla presenza del procuratore aggiunto di Firenze Luca Turco. Alberto Bianchi è difeso dall’avvocato Antonio D’Avirro. “L’avvocato Bianchi è indagato per una ipotesi di reato fumosa qual è il traffico di influenze per prestazioni professionali a mio avviso perfettamente legittime – il commento del difensore di Bianchi – L’avvocato ha messo a disposizione degli inquirenti la documentazione richiesta nella convinzione di poter chiarire al più presto questa vicenda che lo sta profondamente amareggiando”.

REP.IT

Rating 3.00 out of 5

Venezia, barca contro la diga di San Nicolò: tre morti e un ferito. Tra le vittime il pilota Fabio Buzzi

mercoledì, Settembre 18th, 2019

VENEZIA – Tre persone sono morte ed una quarta è rimasta ferita in un incidente nautico avvenuto stasera a Venezia. Secondo le prime informazioni riferite dai vigili del fuoco, uno scafo offshore sarebbe finito contro la diga di San Nicoletto, e nello schianto tre occupanti della barca sono morti. Sul posto si trovano i vigili del fuoco e mezzi della Capitaneria di Porto. Il gravissimo incidente è avvenuto intorno alle 21 appena fuori dalla bocca di porto tra Punta Sabbioni e il Lido.

Tra le vittime il progettista e pilota motonautico Fabio Buzzi, detentore di numerosi record nell’offshore. Lo ha riferito all’Ansa Giampaolo Montavoci, campione del mondo di motonautica e presidente della commissione nazionale offshore e endurance. Buzzi stava tentando il record della Venezia-Montecarlo.

Venezia, barca contro la diga di San Nicolò: tre morti e un ferito. Tra le vittime il pilota Fabio Buzzi

Fabio Buzzi  

Incidente Venezia, tra le vittime pilota Fabio Buzzi (2)

Rating 3.00 out of 5

Roma, lo scandalo di Buca Capitale: fondi dirottati su altre spese

martedì, Settembre 17th, 2019

di Lorenzo De Cicco

I soldi delle multe ai romani, che in teoria dovrebbero essere sfruttati, almeno in larga parte, per mettere in sicurezza le strade slabbrate e divorate dai crateri, finiscono invece per finanziare tutt’altro: «arredi», «accessori per uffici», «cancelleria per la polizia locale», «musei, mostre e pinacoteche», addirittura «generi alimentari». Una carrellata di anomalie finite ora al vaglio della Procura di Roma, che ha deciso di aprire un’inchiesta dopo un esposto presentato dal Codacons.

Roma, finisce in coma per una buca riparata male: denunciata la ditta

Calciatori della Roma vittime delle buche a Trigoria: auto ko per Dzeko e Perotti
 

Rating 3.00 out of 5

Pavia, l’esplosione poi le fiamme alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi

martedì, Settembre 17th, 2019

Esplosione alle prime luci dell’alba alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi, una delle più grandi d’Italia. Dopo lo scoppio, è divampato un incendio. A comunicarlo è il comune pavese: “Alle ore 6,35 circa, sì è sentito un forte boato in Raffineria. Abbiamo attivato le procedure interne comunali. È stato attivato l’allarme interno Eni e ora sta rientrando. Nessun ferito, tutto sotto controllo. Vi terremo aggiornati”.

Fortissimo il boato avvertito dai residenti che hanno poi visto alzarsi in cielo una colonna di fumo nero che ha reso l’aria irrespirabile. L’incendio si sarebbe verificato all’Isola 7. Sul posto sono al lavoro le squadre interne del servizio anticendio e i vigili del Fuoco di Pavia.

Rating 3.00 out of 5

Mafia, operazione a Palermo: 11 arresti per estorsione

martedì, Settembre 17th, 2019

Operazione antimafia a Palermo, dove i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza cautelare in carcere nei confronti di 11 persone accusate di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Le indagini hanno fatto emergere gli interessi di Cosa nostra sul controllo e la gestione dei locali della movida palermitana, di cui l’organizzazione riusciva a controllare i servizi di sicurezza privata imponendo gli addetti e le tariffe per ogni operatore impiegato.

Il trucco delle associzioni di volontari – La figura di spicco dell’organizzazione, secondo gli inquirenti, era Andrea Catalano che avrebbe sfruttato solidi legami con gli esponenti di vertice dei mandamenti mafiosi di Porta Nuova. Per eludere la normativa di settore erano state fondate due associazioni di volontari antincendio nell’ambito delle quali venivano formalmente impiegati, in qualità di addetti antincendio, quei “buttafuori” che a causa dei loro precedenti penali si trovavano nell’impossibilità di ottenere la necessaria autorizzazione prefettizia.

Rating 3.00 out of 5

Vimercate, sacche di sangue scambiate per un caso di omonimia: donna muore in ospedale

lunedì, Settembre 16th, 2019

Una trasfusione sbagliata letale. Una donna è morta venerdì, 13 settembre, all’ospedale di Vimercate, a due passi da Milano, per lo scambio di sacche di sangue . La paziente era ricoverata nel reparto di Ortopedia. Ci sono accertamenti in corso da parte di Regione Lombardia. Dalle prime informazioni, la donna era stata sottoposta a un intervento per la rottura di un femore, come spesso capita in età avanzata.

La morte in terapia intensiva
Rating 3.00 out of 5

Ponte Genova, “falsi report su altri due ponti”: Gdf esegue nove misure cautelari

venerdì, Settembre 13th, 2019

La guardia di finanza di Genova ha eseguito nove misure cautelari nell’ambito dell’inchiesta bis riguardante i report “ammorbiditi” sulle condizioni dei viadotti Pecetti della A26, e il Paolillo della A16, gestiti da Autostrade. Eseguite anche misure interdittive. L’inchiesta bis era partita dopo il crollo del ponte Morandi, avvenuto il 14 agosto 2018, e aveva portato all’iscrizione nel registro degli indagati di 15 persone tra dirigenti e tecnici di Aspi e Spea.

In particolare, sono finiti ai domiciliari Massimiliano Giacobbi (Spea), Gianni Marrone (direzione VIII tronco) e Lucio Torricelli Ferretti (direzione VIII tronco). Le misure interdittive, sospensione dai pubblici servizi per 12 mesi, riguardano tecnici e funzionari di Spea e Aspi: Maurizio Ceneri, Andrea Indovino, Luigi Vastola, Gaetano Di Mundo, Francesco D’antona e Angelo Salcuni.

Rating 3.00 out of 5

Pavia, incidente in unʼazienda agricola: operai cadono in una vasca, 4 morti

giovedì, Settembre 12th, 2019

Incidente in un’azienda agricola di Arena Po (Pavia): quattro operai sono morti annegati in una vasca di decantazione dei liquami. Due corpi sono stati recuperati in breve tempo, per gli altri due è stato necessario svuotare la vasca dove tutti e quattro erano finiti. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Tra le vittime anche i due titolari – Le vittime, tutte di origini indiane, sono due fratelli di 47 e 45 anni, che erano i titolari dell’azienda (un allevamento di bovini), e due dipendenti di 29 e 28 anni. Secondo una prima ricostruzione, in attesa di conferma, uno dei quattro sarebbe caduto accidentalmente nella vasca, particolarmente profonda. Gli altri tre sarebbero poi a loro volta caduti e morti nella vasca, nel vano tentativo di salvare il loro connazionale. Sul posto, oltre ai tecnici della Asst, sono arrivati alcuni familiari delle vittime.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.