Archive for the ‘Cronaca’ Category

Mafia, duro colpo al “clan dei Casamonica”: 31 arresti, 6 ricercati

martedì, luglio 17th, 2018

E’ di 31 arresti e di 6 persone ricercate il bilancio di una maxi operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Roma contro il “clan dei Casamonica”. Le misure cautelari in carcere, emesse dal gip di Roma su richiesta della locale Dda, sono state eseguite tra la Capitale, Reggio Calabria e Cosenza. Gli arrestati sono accusati di aver costituito un’organizzazione dedita al traffico di droga, estorsione, usura, con l’aggravante del metodo mafioso. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Pedalare sospesi sull’acqua, apre il primo tratto della ciclopista sul Lago di Garda

lunedì, luglio 16th, 2018

È stato aperto, sul Lago di Garda, il primo tratto della “ciclopista dei sogni” come è stata ribattezzata la “Garda by Bike”, la pista ciclabile più spettacolare d’Europa. Costruita a 60 metri sopra il lago, larga 2,6 metri, in legno e acciaio sembra galleggiare sulle scogliere scoscese. Alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, sono stati inaugurati i primi due chilometri dell’anello di 140 chilometri che ruoterà a filo d’acqua attorno uno dei laghi più suggestivi e visitati del Paese, che collegherà Lombardia, Veneto e Trento.

 

ANSA

Il ministro dei Trasporti Toninelli all’inaugurazione della Garda by Bike

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maxi-inchiesta per riciclaggio di denaro sporco, l’allenatore del Milan Gattuso tra i 53 indagati

domenica, luglio 15th, 2018
massimliano peggio

C’è anche l’allenatore del Milan, Rino Gattuso, tra i 53 indagati dalla procura di Ivrea nell’ambito di un’inchiesta sul riciclaggio di denaro sporco in varie attività imprenditoriali, tutte riconducibili ad un personaggio chiave dell’indagine, Pasquale Motta, originario di Cosenza, ritenuto vicino a clan di ‘ndrangheta, arrestato su ordine di misura cautelare.

Irregolarità nella casa di cura

L’indagine, condotta dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Torino e della caserma di Rivarolo, nasce dalla denuncia di un imprenditore che aveva segnalato delle irregolarità nella gestione di una casa di cura a Favria, nel torinese. L’imprenditore, stando alla sua denuncia, era stato estromesso con un pretesto dall’amministrazione comunale per favorire una nuova gestione riconducibile a Motta. I fatti risalgono al 2010. Da questa attività d’indagine gli investigatori hanno ricostruito la fitta rete di società riconducibili a Motta, che ricicla denaro, dalla casa di riposo ad alcuni ristoranti. Fa una bella vita prendendo in affitto Ferrari e Range Rover. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Qual è il Paese più pacifico del mondo?

domenica, luglio 15th, 2018
Paolo Magliocco

Nel 2017 il mondo è diventato un po’ meno pacifico dell’anno precedente ed è la quarta volta consecutiva che succede, secondo l’ultimo rapporto del Global Peace Index . L’indice è calcolato dal centro di ricerca internazionale Institute for Economics and Peace e tenta di verificare la situazione a livello dell’intero pianeta e dei singoli Stati. È un indicatore basato non solo sull’esistenza di una vera e propria situazione di conflitto con un altro Stato o di una guerra civile interna, ma anche su altri parametri. Se uno Stato sia più o meno pacifico e se faccia o meno progressi rispetto all’anno precedente dipende anche dagli omicidi e dai crimini violenti in generale che si registrano al suo interno, dalle relazioni che ha con gli altri Paesi, dalle spese militari e da altri 20 indicatori che vengono raggruppati in tre categorie: sicurezza, conflitti in corso, militarizzazione.

La richiesta di aumentare le spese militari dei Paesi della Nato avanzata dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, se venisse accolta, farebbe perdere punti in questo indice.

 

LEGGI ANCHE: Trump rilancia sulle spese della Nato: “Dovete investire il 4 per cento del Pil” (Paolo Mastrolilli)

Gli Stati Uniti (che hanno spese militari attorno al 3,5% del Pil) sono al 121esimo posto su 163 Stati presi in considerazione, collocati tra l’Armenia e la Birmania, a un livello di pacificità definito “medio”.
(altro…)

Rating 3.00 out of 5

A Palermo sequestro da 21 milioni di euro: sigilli ad aziende, case, auto, conti correnti e polizze

sabato, luglio 14th, 2018

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Palermo, su delega della Procura, hanno dato esecuzione a un provvedimento emesso dal locale tribunale, sottoponendo a sequestro tre complessi aziendali, oltre che 66 immobili (fra cui una villa di pregio con piscina panoramica, appartamenti e terreni), 19 autoveicoli, 36 rapporti bancari e 5 polizze vita, per un valore complessivamente stimato in circa 21 milioni di euro. Il destinatario del sequestro è Pietro Formoso, già sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno e con precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona.

Più collaboratori di giustizia lo hanno indicato come «uomo d’onore» della famiglia mafiosa di Misilmeri (Pa), legato da stretti vincoli di amicizia con l’allora capo del mandamento Benedetto Spera. Inoltre, gli stessi hanno riferito come Formoso avesse una consistente capacità economica, conseguita grazie ai profitti illeciti derivanti dalle attività criminali poste in essere soprattutto nel traffico di sostanze stupefacenti.

Il 5 aprile di quest’anno, l’uomo è stato arrestato per «associazione a delinquere di tipo mafioso», al termine di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Gli accertamenti patrimoniali ora condotti sono il frutto, oltre che delle tradizionali attività di ricostruzione dei patrimoni illecitamente accumulati dalla criminalità organizzata, di approfondimenti in materia tributaria e di repressione dei fenomeni di riciclaggio. Le investigazioni svolte dal Gico di Palermo, coordinate dalla Procura presso il Tribunale di Palermo, hanno permesso di evidenziare come il Formoso si sia avvalso di prestanome ai quali ha fittiziamente intestato due compendi aziendali operanti nel settore della commercio all’ingrosso di carne ed un’impresa attiva nel comparto delle vendite di fabbricati e terreni, oltre che un vastissimo patrimonio immobiliare e finanziario. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Ecco gli otto italiani con una super memoria

venerdì, luglio 13th, 2018
ANDREA FIORAVANTI
TORINO

Ci sono almeno otto persone in Italia che ricordano ogni dettaglio della loro vita. Sanno cosa hanno mangiato il 12 aprile del 1989 o come erano vestiti il 28 marzo del 2003. Fanno gli ingegneri, i medici, i consulenti, i giornalisti. Sono persone normali, come tutti noi, ma hanno una dote speciale: l’ipertimesia. Tradotto: una super memoria autobiografica. Dal 2015 al 2018 il dottor Valerio Santangelo e la dottoressa Patrizia Campolongo della fondazione Santa Lucia hanno studiato le loro menti e quelle di altri 21 persone dotate di una memoria “normale” rispetto ai canoni tradizionali. Dopo tre anni hanno scoperto che la corteccia prefrontale e l’ippocampo delle menti di questi otto (ma potrebbero essercene fino a 40 in Italia) funzionano in maniera diversa rispetto alla media e permettono a loro di accedere più facilmente a tracce di memoria, irraggiungibili dalle persone comuni.

Rating 3.00 out of 5

Stadio Roma, Cassazione: imprenditore Parnasi deve restare in carcere

giovedì, luglio 12th, 2018

Deve restare in carcere Luca Parnasi, l’imprenditore al centro dell’inchiesta sulla realizzazione del nuovo stadio della Roma. Lo ha stabilito la sesta sezione penale della Cassazione, rigettando il ricorso della difesa, che chiedeva l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip. Nell’udienza a porte chiuse la procura generale aveva chiesto di dichiarare inammissibile il ricorso.

Stadio Roma, Cassazione: imprenditore Parnasi deve restare in carcere

Parnasi è detenuto dal 13 giugno con l’accusa di aver creato un sistema corruttivo ‘trasversale’ nella Capitale. Nel ricorso in Cassazione gli avvocati Emilio Ricci e Giorgio Tamburrini lamentano la carenza di motivazioni sulle esigenze cautelari; la difesa aveva depositato l’istanza nei giorni successivi all’arresto, scegliendo di non fare ricorso al tribunale del riesame ma chiedendo direttamente alla Cassazione di verificare se fossero fondate e adeguatamente motivate le esigenze alla base della misura cautelare in carcere. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

La bolletta della luce ora è una spia del Fisco: cosa si rischia

martedì, luglio 10th, 2018

Consumi bassi di energia elettrica? Addio a tutte le agevolazioni del Fisco sulla prima casa.

Una sentenza della Cassazione di fatto ha messo nel mirino chi prova fare il furbo con la residenza anagrafica. Così come riporta Italia Oggi, una recente sentenza della Spurema Corte ha messo con le spalle al muro chi di fatto indica un luogo di residenza con prima casa e gode delle agevolazioni su Ici, Imu e Tari senza risiedere effettivamente nell’appartamento. E in questo quadro anche il consumo di energia elettrica, sempre secondo la Cassazione, può diventare una prova per revocare le agevolazioni. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

IL CORDOGLIO DELLA COMUNITA’ PER PAOLO MANFRINI

martedì, luglio 10th, 2018

Il Presidente della Comunità della Vallagarina, insieme all’intero esecutivo, dà voce al cordoglio per la scomparsa di Paolo Manfrini.

“Uomo di grande cultura, attento ai cambiamenti della società, curioso e mai pago di imparare cose nuove. La Comunità della Vallagarina e prima ancora il Comprensorio avevano condiviso con Paolo il valore del Festival Oriente e Occidente sostenendolo nei suoi esordi e poi promuovendo il teatro amatoriale attraverso la rassegna del Sipario d’Oro.  Alle ultime edizioni proprio Paolo era stato il più fervido sostenitore della partecipazione dei giovani al teatro che definiva “arte antica e nobile”.  (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Napoli, Ospedale del Mare: il primario Francesco Pignatelli chiude un reparto per un party

lunedì, luglio 9th, 2018

Un importante reparto di un ospedale pubblico chiuso, con i pazienti ricoverati dimessi o spostati e quelli da ricoverare dirottati altrove, per consentire all’intero staff di partecipare alla festa per la nomina del primario. Denunciata dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, la vicenda trova conferma nel provvedimento di sospensione cautelativa del primario, disposta d’urgenza dalla direzione generale della Asl, e dall’apertura di una inchiesta interna che partirà formalmente stamattina con un’ispezione in reparto. Succede tutto all’Ospedale del Mare di Napoli, struttura nuovissima alla periferia della città che, quando andrà a regime, dovrebbe riuscire ad alleggerire l’enorme mole di lavoro che oggi grava sul Cardarelli, e servire un importante bacino d’utenza, tra periferia orientale e provincia.

Attualmente il pronto soccorso non è ancora operativo, ma i reparti sì, compreso quello di Chirurgia vascolare, dove di recente è stato nominato primario il dottor Francesco Pignatelli, 60 anni, medico di buona fama con alle spalle anche interventi molto importanti, e che in passato ha già ricoperto incarichi di responsabilità in un altro ospedale. Un professionista esperto, quindi, che però stavolta, se verrà confermato lo scenario emerso in queste ore, avrebbe piegato l’attività di un servizio pubblico di rilevanza potenzialmente vitale, al proprio interesse di avere l’intero staff del reparto presente alla festa organizzata la sera di venerdì scorso in un locale di Pozzuoli (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.