Archive for the ‘Cronaca’ Category

Incendio nella notte a Cogoleto: chiuse le scule e una parte della A10. Abitanti evacuati

martedì, Marzo 26th, 2019

GENOVA. Spaventoso incendio a Cogoleto, comune dell’estremo ponente della provincia di Genova, spinto dalle raffiche di forte vento delle ultime ore che ha soffiato a 100 km orari. Dal bosco si è velocemente propagato dalle alture fino alle case a ridosso della collina e dell’Aurelia, provocando l’evacuazione precauzionale di diversi abitati e la chiusura del tratto autostradale della A10, Genova-Savona, tra i caselli di Arenzano e Varazze.

L’incendio è divampato intorno alle 23 di ieri sera, un grosso fronte di fuoco che è partito dalle alture tra la località Maxetti e il quartiere di Capieso (la collina che si affaccia sul golfo) per arrivare a lambire due quartieri oltre ad alcune case indipendenti che si trovano in pieno bosco. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco, con squadre da Genova, La Spezia, Massa e Piacenza, volontari antincendio, Croce Rossa e Croce d’Oro per dare assistenza oltre alla protezione civile e alla prefettura di Genova allertate.

Rating 3.00 out of 5

Catania, stupro di gruppo su 19enne: filmano tutto con il telefonino, arrestati tre ragazzi

martedì, Marzo 26th, 2019

di NATALE BRUNO

Violentata in una strada buia vicino piazza Europa a due passi dal salotto buono della città. Vittima di violenze di gruppo una giovane americana di 19 anni che a Catania, da tre mesi, era ospite alla ‘pari’ di una famiglia per la quale faceva la baby sitter.

Accuse infamanti per tre giovani della città bene: Roberto Mirabella di 20 anni, Salvatore Castrogiovanni e Agatino Spampinato tutti e due di 19 anni. Sono stati arrestati per violenza sessuale di gruppo: i tre sono stati fermati dai carabinieri della stazione di piazza Verga lo scorso 21 marzo, sottoposti ad interrogatorio di garanzia sono stati rinchiusi nel carcere di piazza Lanza su disposizione del gip che ha convalidato il fermo ed emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere.

La ragazza americana che non parla italiano, ma comprende perfettamente la lingua, nella tarda serata dello scorso 15 marzo insieme con un’amica, in un bar di via Teatro Massimo, è stata avvicinata dai tre giovani che si sono intrttenuti con lei dopo che era rimasta da sola. Dopo averle offerto da bere l’hanno convinta a spostarsi in un altro bar della zona. Una volta in strada si sono avvicinati con una banale scusa alla loro auto e l’avrebbero obbligata a salire. Sarebbe iniziato così l’incubo per la giovane.

Rating 3.00 out of 5

Un altro impianto dei rifiuti va a fuoco a Roma: brucia il Tmb di Rocca Cencia

lunedì, Marzo 25th, 2019

Incendio all’impianto tmb di Rocca Cencia a Roma. L’area interessata dalle fiamme, la cui grandezza risulta essere isolata. Dalle 19.40 sono state al lavoro squadre dei vigili del fuoco del comando di Roma. Non risultano feriti. Sul posto l’assessore della regione lazio ai rifiuti, Massimiliano Valeriani e la sindaca di roma, Virginia Raggi.

Rating 3.00 out of 5

LʼIsola delle Femmine è in “svendita”: un milione di euro ed è vostra

domenica, Marzo 24th, 2019

L’Isola delle Femmine torna in vendita. Ed è pure in saldo. Costa come un attico di Manhattan o una villa in Toscana. Con 1 milione di euro questo pezzo di terra circondato dalle acque azzurre del Mar di Sicilia potrebbe essere vostro. Sono due anni che la famiglia di aristocratici che la possiede cerca di venderla, finora senza successo. Da qui l’idea dello sconto. Dai 3,5 milioni di euro chiesti nel 2017, oggi l'”Isolotto”, come lo chiamano i Palermitani, viene via a meno della metà.

L'Isola delle Femmine è in "svendita": un milione di euro ed è vostra
Rating 3.00 out of 5

Metro Roma, disagi senza fine: chiuse fermate Spagna e Barberini dopo l’incidente della scala mobile “impazzita”

domenica, Marzo 24th, 2019

Metro di Roma, disagi senza fine. Oltre alla stazione Barberini della metro A, Atac ha deciso di chiudere anche la stazione Spagna, a seguito dell’incidente che giovedì scorso che, proprio alla fermata Barberini, ha causato la rottura di un gradino di una scala mobile che ha provocato la disarticolazione dell’intera rampa. Per un puro caso non ci sono stati dei feriti.

Le due stazioni chiuse all’accesso dei viaggiatori si aggiungono, sulla stessa linea, alla fermata Repubblica, sotto sequestro da ottobre 2018 in seguito al primo grave incidente della scala mobile, in cui rimasero feriti, anche gravemente, decine di tifosi russi del Cska. Da Termini, sulla linea A la prima fermata possibile per la discesa è a piazzale Flaminio.

Rating 3.00 out of 5

Attentato su bus, papà 13enne egiziano chiede la cittadinanza per figlio

venerdì, Marzo 22nd, 2019

Federico Garau

Emergono nuovi dettagli sull’attentato di cui si è reso protagonista ieri il senegalese di 47 anni Ousseynou Sy, intenzionato a compiere una strage ai danni dei 51 bambini a bordo del bus del quale si trovava al volante.

A sventare il tentativo del pregiudicato autista straniero sarebbe stato un 13enne di nazionalità egiziana, ovvero Ramy Shehata. Fingendo di pregare in arabo, l’adolescente avrebbe invece comunicato telefonicamente al padre che cosa stava accadendo a bordo del mezzo delle Autoguidovie. Per questo motivo proprio quest’ultimo, Khalid Shehata, chiede ora che al figlio venga riconosciuta un’onorificenza, magari proprio la tanto agognata cittadinanza italiana, per aver sventato l’attentato. “Siamo egiziani, sono arrivato in Italia nel 2001”, ha dichiarato l’uomo, come riportato da “Il Secolo d’Italia”. “Mio figlio è nato qui nel 2005 ma siamo ancora in attesa di un documento ufficiale. Vorremmo tanto restare in questo Paese. Quando ieri l’ho incontrato l’ho abbracciato forte”.

Rating 3.00 out of 5

Ora arriva la targa personale per la tua automobile: ecco tutto quello che devi sapere

giovedì, Marzo 21st, 2019

Pina Francone

D’ora in poi le targhe saranno personali. Già, secondo una proposta di Danilo Toninelli, Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, la targa di un veicolo dovrà andare di pari passo allìintestatario e, quindi, non saranno più legate a doppio filo alla vettura.

La cosa, in realtà, non è una novità assoluta. Nel 2010, infatti, la riforma del Codice della Strada introdusse la targa personale, ma in seguito venne meno il decreto attuativo necessario all’entrata in vigore della norma. Oggi, dunque, la mossa per uscire dall’impasse.

Come spiega Il Sole 24 Ore, se il regolamento già esistente non verrà modificato, chi comprerà un nuovo mezzo (auto, moto o rimorchio che sia) otterrà anche una targa nuova, con la differenza che quella sarà la sua targa personale per ben 15 anni. Al termine dei tre lustri, il proprietario dovrà richiedere il rinnovo della stessa, un po’ come funziona per la patente e la carta d’identità, per intenderci.

Rating 3.00 out of 5

Stadio Roma, indagato per corruzione lʼassessore allo Sport Daniele Frongia

giovedì, Marzo 21st, 2019

L’assessore allo Sport di Roma, Daniele Frongia, è indagato dalla Procura per corruzione nell’ambito dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. Frongia, che ha anche ricoperto la carica di vicesindaco, è finito nel mirino delle autorità che hanno arrestato l’ex presidente di Acea Luca Lanzalone e l’imprenditore Luca Parnasi che ora sono ai domiciliari. Il procedimento è stato avviato per una vicenda raccontata da Parnasi ai pm.

“Con il rispetto dovuto alla magistratura inquirente, avendo la certezza di non aver mai compiuto alcun reato e appurato che non ho mai ricevuto alcun avviso di garanzia, confido nell’imminente archiviazione del procedimento risalente al 2017“, ha affermato il braccio destro di Virginia Raggi commentando l’indagine.

Rating 3.00 out of 5

La commovente lettera ai carabinieri eroi: “Orgogliosi dell’uniforme”

giovedì, Marzo 21st, 2019

Giuseppe De Lorenzo

Una lettera commovente. Vera. Dedicata ai quattrocarabinieri “eroi” che hanno salvato i 51 ragazzini a bordo del bus dato alle fiamme, lungo la Paullese, dal senegalese Osseynou Sy. Il loro intervento è stato fondamentale: come raccontato dal Giornale.it, hanno prima raggiunto il bus dopo la chiamata al 112 da parte di un alunno a bordo del pullman.

Poi sono stati speronati, sono scesi dalla gazzella “armi in pugno” e “a mani nude” hanno divelto il vetro posteriore del mezzo estraendo i bambini terrorizzati. Il senegalese agitava un accendino, teneva due studenti in ostaggio, aveva cosparso il bus di benzina. Poco dopo è divampato l’incendio. La lettera dei colleghi ai quattro carabinieri è stata pubblicata dall’account ufficiale dell’Arma.

Rating 3.00 out of 5

Castelvetrano, scoperta una superloggia segreta. Ai domiciliari l’ex deputato Cascio, rivelò l’indagine

giovedì, Marzo 21st, 2019

dal nostro inviato SALVO PALAZZOLO

Castelvetrano, la città dei misteri. Non solo attorno al superlatitante Matteo Messina Denaro. Ora, salta fuori pure una superloggia segreta formata da massoni, politici e professionisti che riusciva ad orientare le scelte del Comune, ma anche nomine e finanziamenti a livello regionale. Una loggia in grado di ottenere persino notizie riservate sulle indagini in corso della magistratura. Questa notte, 27 persone sono state arrestate dai carabinieri del nucleo Investigativo di Trapani, altre dieci sono indagate a piede libero: a capo del gruppo ci sarebbe stato l’ex deputato regionale di Forza Italia Giovanni Lo Sciuto; dell’associazione segreta avrebbe fatto parte anche l’ex sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, finito ai domiciliari. Stessa misura cautelare per l’ex deputato di Forza Italia Francesco Cascio, accusato di aver favorito il gruppo di Lo Sciuto: avrebbe rivelato l’esistenza delle intercettazioni di Trapani, dopo averlo saputo – questa l’accusa – dall’allora segretario del ministro dell’Interno Angelino Alfano, Giovannantonio Macchiarola, che è indagato per rivelazione di notizie riservate, sarà interrogato domani.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.