Archive for the ‘Cultura’ Category

Vittorio Sgarbi: “Avvicino Michelangelo alla gente e metto in scena lʼarte…”

mercoledì, ottobre 4th, 2017

Dopo lo straordinario successo dello spettacolo teatrale “Caravaggio”, Vittorio Sgarbi conduce il pubblico in una nuova avventura artistica alla scoperta dell’universo “Michelangelo”. Questo il titolo del suo nuovo spettacolo, in scena al Teatro Manzoni dal 4 all’8 ottobre, con il quale il celebre critico d’arte avvicina il pubblico alla vita e alle opere dell’artista con un intento preciso: “Ripartire dalla bellezza del Rinascimento”

La stupefacente arte di Michelangelo Buonarroti, scultore, pittore, architetto e poeta, si farà palpabile alle molteplicità sensoriali, grazie al coinvolgente racconto e all’innata capacità dialettica del celebre critico d’arte, oltre che alla suggestiva colonna sonora di Valentino Corvino (compositore e interprete in scena).

A cosa assisterà il pubblico a teatro?
Sarò accompagnato dal vivo dalle musiche del compositore Valentino Corvino, che per l’occasione ha creato delle musiche non propriamente rinascimentali, ma neanche romantiche, le quali però hanno la capacità di esprimere la forza e l’energia delle opere di Michelangelo. A questo si aggiungono le video installazioni del visual artist, Tommaso Arosio, ancora più definite e precise di quelle realizzate per “Caravaggio”… (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Ecco il primo racconto del piccolo Hemingway

domenica, ottobre 1st, 2017

Il giovane (anzi il giovanissimo, il bambino) e il mare. Ma il mare, questa volta, non è quello di Cuba, teatro di The Old Man and the Sea, che al maturo Ernest Hemingway valse prima il Pulitzer, nel 1953, e poi il Nobel, nel ’54.

È quello d’Irlanda. Lassù, quasi sul tetto della vecchia Europa, è ambientato quello che, fino a prova contraria, dobbiamo considerare il primo racconto dello scrittore. Il quale tale si sentiva già a dieci anni, nel 1909, con tanto di aspirazione a vincere un concorso scolastico.

La scoperta, di cui ha dato notizia il New York Times, si deve a Sandra Spanier, direttrice dell’Hemingway Letters Project e docente di Letteratura inglese alla Pennsylvania State University. Scoperta casuale, come quasi sempre accade per quelle più intriganti, e che risale al maggio scorso. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maria Callas, il genio nascosto dietro la fragilità

venerdì, settembre 15th, 2017

Maria Callas nel 1958 al galà della Legion d’Onore a Parigi dove interpretò l’aria della Casta Diva dalla Norma di Bellini

alberto mattioli
 

D’accordo: diamo per detti il dimagrimento, la mamma stronza, il divorzio da Meneghini, gli amori sbagliati, quindi l’orrido Onassis, e quelli impossibili, vedi Visconti e Pasolini, i tailleur della Biki, la morte misteriosa. Tutto ha già tracimato su inutili inserti giornalistici, libri deplorevoli, film sciropposi, perfino fiction tivù, come dire il massimo del minimo. E poi diciamolo: quarant’anni fa, quel 16 settembre 1977, al 36 dell’avenue Georges Mandel di Parigi, morì una donna che in effetti era già morta. La vera domanda da porsi su Maria Callas è: perché, dopo tanto tempo, resta la cantante lirica più famosa del mondo? Perché il mito? Perché la Callas è la Callas? (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Ezio Mauro racconta la rivoluzione russa. Decima puntata: Trotzkij, il grande stratega

mercoledì, settembre 6th, 2017

Entriamo nell’immenso palazzo dove è stata ideata la rivoluzione d’ottobre: l’Istituto Smolnyi a San Pietroburgo, quartier generale dei bolscevichi. Nelle sue stanze, nei suoi lunghissimi corridoi, Lev Davidovic Bronstejn, conosciuto come Trotskij, organizzava nel 1917 il colpo di stato. Con una strategia precisa: non attaccare frontalmente i palazzi del potere, ma neutralizzare la macchina statale occupando i suoi gangli vitali. Stazioni, centrali del telefono, centrali elettriche. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Apertura straordinaria serale di Villa Giulia

venerdì, settembre 1st, 2017

Credits Pasquale De Bellis

Roma- Riapre il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia in una visita guidata che si terrà sabato 2 settembre previa prenotazione. La visita parte alle 19.30 con la spiegazione di alcuni aspetti significativi della storia della Villa nonché anticipando gli eventi previsti per i prossimi mesi. Alle ore 20.00 solo gli abbonati al museo potranno visitare i 10 capolavori etruschi, fiore all’occhiello del museo, favorendo quelle opere meno appariscenti ma di indubbia rilevanza storica. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Pompei, scoperta la tomba del “principe”: le prime immagini

mercoledì, luglio 26th, 2017

La tomba di Gneo Alleio Nigidio Maio è fuori Porta Stabia, a Pompei. Scoperta nel corso dei lavori di ristrutturazione dell’edificio San Paolino, ha una lunga iscrizione, 4 metri, ancora al suo posto, che racconta di uno dei personaggi più in vista dell’età neroniana-flavia, gli ultimi decenni di vita di Pompei, sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo: si tratta del più noto degli impresari di spettacoli gladiatori dell’antica città romana. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Ezio Mauro racconta la rivoluzione russa. Quinta puntata: arriva Lenin, la rivolta cambia faccia

sabato, luglio 1st, 2017

Dopo 17 anni di esilio, Vladimir Il’ic Ul’janov, Lenin, torna a Pietrogrado. Il leader dei bolscevichi, che nell’aprile del 1917 sono ancora una forza minoritaria, arriva in Russia dopo aver attraversato l’Europa sul leggendario “treno piombato”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Camilleri e lo strano caso delle ceneri di Pirandello

mercoledì, giugno 28th, 2017

Lo scrittore racconta: “Così, in una bara in affitto, riportammo ad Agrigento le sue ceneri. Malgrado i divieti prima del gerarca, poi del prefetto, e infine del vescovo”. Con un finale davvero pirandelliano

Intervista di Angelo Melone
Riprese di Maurizio Tafuro e Leonardo Meuti
Montaggio di Elena Rosiello

REP TV

Rating 4.00 out of 5

Il Museo Egizio mette in scena i dialoghi impossibili con le mummie

mercoledì, giugno 21st, 2017
A Torino racconti (e provocazioni) d’autore da ascoltare in cuffia

Maschera-funeraria-di-Merit al Museo Egizio

paola italiano
torino

Cosa direbbe una mummia egizia al suo scopritore, se potesse parlare? «Io ho pensato che penserebbe di trovarsi finalmente davanti uno di quegli dei che per tutta la vita si è preparata a incontrare, mettendo da parte vestiti, biancheria, lini, spazzole, attrezzi, cibo, insomma tutto il corredo funebre per il viaggio nell’aldilà», dice la regista Alice Rohrwacher. «Solo che quella divinità che porta finalmente la luce in un buio lungo millenni, invece di avere testa di falco o di cane o di gatto, ha la fronte spaziosa e gli occhi increduli dell’archeologo Ernesto Schiaparelli, di fronte alla scoperta sensazionale della tomba dell’architetto Kha e di sua moglie Merit».

Non è però la trama di un film. Rohrwacher ha usato questa suggestione per un racconto che ogni visitatore del Museo Egizio di Torino può ascoltare in cuffia nel momento stesso in cui entra nella vita di Merit guardando a tutte le sue cose custodite dietro i vetri delle teche. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Piero Angela e la vocazione dei ‘perché’: così nacque ‘Quark’

venerdì, giugno 16th, 2017

di

Casa borghese con un tocco esotico. Circondato da maschere africane, mestoli tibetani, statuette, ricordi di accumulati in una vita di viaggi, Piero Angela ha l’aria dell’esploratore pronto a rifare la valigia. La moglie Margherita, grandi occhi azzurri, elegante e minuta, è stata la sua complice. “Siamo andati ovunque” spiega la signora d’acciaio che ha scalato montagne e, tra tende e escursioni nel deserto, ha dormito ovunque. Aveva 19 anni quando si sono conosciuti: si sposano, lei abbandona la Scala di Milano e la danza classica. Lui, schivo e discreto, nella sua autobiografia Il mio lungo viaggio-90 anni di storie vissute che ha scalato le classifica dei libri più venduti, sintetizza così l’incontro: “Fu una decisione presa con il cuore, più che con la testa”. Non usa la parola amore. “Ho sempre avuto pudore. Non scriverei mai un romanzo d’amore, sono sentimenti veri che uno esprime senza andare a cantare a Sanremo”. Il figlio Alberto ha seguito le sue orme, la figlia Christine ha studiato grafica.

Divulgatore amato da generazioni di spettatori, Piero Angela dal 21 giugno torna su RaiUno con Superquark (nove puntate in onda il mercoledì) in cui continua a spiegare con semplicità i segreti della scienza e a svelare i misteri della natura. Una formula ispirata da “Quark” nato nel 1981. Debutta dopo “Dallas”, in seconda serata e conquista il pubblico – nove milioni di spettatori – segnando una piccola rivoluzione. “A me veramente sembrava di aver scoperto l’acqua calda” dice il giornalista con ironia. “Lavoro con lo stesso gruppo, poi sono nati i nipotini di Quark. Superquark, le pillole di Quark, gli speciali sui dinosauri, il viaggio nel corpo umano”. (altro…)
Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.