Headlines nonsolofole

La Lega supera il Movimento 5 stelle nelle intenzioni di voto

La versione di Di Maio

Controlli e respingimenti: pugno duro della Germania contro i migranti

Salvini: “Nuovo censimento rom, quelli italiani purtroppo dobbiamo tenerli”

La Lega supera il Movimento 5 stelle nelle intenzioni di voto

Posted in: Politica | Comments (0)

La Lega supera il Movimento 5 stelle in un sondaggio di Swg per il tg di La7, anticipato su Facebook dal direttore, Enrico Mentana.

Il partito di Salvini si attesta al 29,2% mentre Movimento 5 stelle è al 29%. Rispetto alla rilevazione dello scorso 11 giugno, i 5 stelle perdono il 2,5% mentre la Lega cresce del 2,2%.

Il Pd si posiziona al 18,8% in aumento di 4 decimali.Anche Forza Italia sale dello 0,6% e vale il 9,2% mentre Fratelli d’Italia risale al 4,1% dal 3,9%. More on page 380042

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

La versione di Di Maio

Posted in: Politica | Comments (0)

“Il primo ad essere scontento sono io”. Di Maio, lo abbiamo ormai imparato, non è un tipo da evitare difficoltà. Se avesse quel difetto avrebbe gettato da parecchio la spugna – cosa di cui è consapevole, come ricorda spesso, anche in questa intervista, ripetendo la battuta: “E quando mai non è colpa di Di Maio?”. Così, quando risponde a una domanda sullo scontento dentro il Movimento sulla inchiesta romana con quel “il primo scontento sono io”, intende, appunto, riconoscere le difficoltà e, insieme, assumersele. Parte della reazione a questa inchiesta è, per dire, l’annuncio di un nuovo codice sulle donazioni, che obblighi alla trasparenza sui nomi delle donazioni ai partiti politici. Il codice, dice Di Maio, sarà “retroattivo, di almeno due legislature”. Una bomba a orologeria sull’attuale parlamento, e sulla recente storia del nostro paese.

Tante difficoltà. Diciassette giorni di governo sono stati turbolenti come mai prima nella vita di questa forza politica. A una campagna elettorale fatta “in carrozza”, sulla rotta di un successo che appariva inarrestabile, dal giorno Uno del Governo si è scaricata sui pentastellati una tempesta di atti, polemiche, decisioni, e, infine, dubbi. Dal giorno Uno, il leader leghista ha settato l’agenda dell’intero governo sull’immigrazione, dilagando in campi e competenze di ministeri – Esteri, Difesa, Palazzo Chigi, Infrastrutture – con scarsissima collegialità, dando l’impressione di non consultarsi con i suoi alleati né con l’inquilino di Palazzo Chigi Conte. Al punto da divenire, agli occhi dell’opinione pubblica, il premier “di fatto” del paese. Ma ” è un complesso che io non ho”, risponde, in merito, con certa ironia Di Maio. More on page 380040

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Controlli e respingimenti: pugno duro della Germania contro i migranti

Posted in: Esteri, Immigrazione | Comments (0)

In attesa dell’incontro con Giuseppe Conte, a Berlino si prepara la linea dura contro l’emergenza immigrazione.

Dopo anni di politica a favore dell’accoglienza dei profughi, Angela Merkel è costretta a cedere alle pressioni del ministro dell’Interno (esponente bavarese della Csu) Horst Seehofer e a cambiare linea. Il ministro dell’Interno – che da giorni promette il pugno di ferro contro i migranti – ha lanciato un ultimatum alla Cancelliera. Ultimatum che la leader Cdu ha dovuto accettare. More on page 380038

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Salvini: “Nuovo censimento rom, quelli italiani purtroppo dobbiamo tenerli”

Posted in: Politica | Comments (0)

Matteo Salvini fissa già i prossimi obiettivi del governo. Dopo il nuovo corso sul fronte immigrazione, la chiusura dei porti e lo sbarco della Aquarius a Valencia, il ministro degli Interni parla del piano dell’esecutivo sul fronte della legittima difesa e della flat tax: “Con il mio collega titolare della Giustizia, Alfonso Bonafede, faremo di tutto per rendere concreti entro quest’anno le novità sulla legittima difesa, per eliminare gli sconti di pena per reati gravi come stupro e omicidio e per un intervento fiscale, a partire dalle partite Iva.

La flat tax per i cittadini probabilmente partirà dall’anno fiscale successivo”, ha affemato ai microfoni di Telelombardia.

Poi parla delle prossime mosse del Viminale: “L’obiettivo del governo è avere maggiori controlli, minori sbarchi, meno morti e maggiori espulsioni. L’Europa finalmente torna ad ascoltarci, il premier Conte era a Parigi la settimana scorsa, ora va a Berlino. Io incontrerò i ministri olandese e austriaco e finalmente tutti dicono che l’Italia non può rimanere sola e che dobbiamo controllare le frontiere”. More on page 380036

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Fabrizio Corona, il ritorno in tv ​del fotografo dei vip

Posted in: Spettacoli -Eventi -TV | Comments (0)

Fabrizio Corona fa il suo ritorno in televisione. E parla dei suoi processi, della sua vita e di don Mazzi.

Entrando in studio di La7 a Non è l’Arena, l’ex fotografo dei Vip non fa sconti a nessuno. Non li fa don Mazzi, con la cui lettera al Corriere della Sera si apre l’ultima parte del programma condotto da Giletti.

Non ho avuto nessun rapporto con don Mazzi“, dice Corona. “In carcere l’avrò visto due volte. Io quando sono andato in comunità non l’ho mai visto in cinque mesi di comunità. Se si fa pubblicità col mio nome mi chiama, facciamo un contratto“.

E pensare che don Mazzi una volta aveva definito “amore” il rapporto nato con Corona. “Mi manchi, pochi ti conoscono dentro l’anima come ti conosco io – scrive Don Mazzi – Perchè non mi chiami”. Nonostante più volte abbia detto di essere “arrabbiato” e di aver “perso tempo” con l’ex fotografo dei Vip, poi il parroco aveva sempre cercato di riallacciare i rapporti. More on page 380034

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Dieselgate: arrestato il ceo di Audi, gruppo Volkswagen

Posted in: Esteri | Comments (0)

L’amministratore delegato di Audi, Rupert Stadler, è stato arrestato in Germania, nell’ambito dell’indagine sullo scandalo Dieselgate.

Lo scandalo che coinvolge il gruppo automobilistico Volkswagen era scoppiato nel 2015, qundo erano state scoperte la possibilità di falsificare le emissioni in alcune vetture appartenenti al marchio tedesco, equipaggiate con un software non autorizzato che permetteva di manipolarne i reali valori. Pochi giorni fa, la magistratura tedesca aveva inflitto una pesante multa al gruppo automobilistico, pari a un milione di euro, che andava ad aggiungersi alle precedenti, facendo salire la somma dovuta a 26 milioni. La Volkswagen, come riportato dal Giornale, aveva dichiarato che avrebbe pagato la sanzione senza fare ricorso. More on page 380032

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Massimo Giletti, ascolti mostruosi con il Corona-Show: concorrenza ko

Posted in: Spettacoli -Eventi -TV | Comments (0)

Ascolti mostruosi per Massimo Giletti con lo show di Fabrizio Corona. Non è l’Arena ha raggiunto infatti il 9,19% in una serata dominata dai Mondiali di Calcio. Su Raiuno I bastardi di Pizzofalcone ha fatto il 10,48%. Su Canale 5 Brasile-Svizzera il 36,33% e 7,4 milioni. Dunque Non è l’Arena è stato il terzo programma più seguito nella serata di ieri.

Per approfondire leggi anche: Ascolti, il botto di Giletti: sorpassa pure Fabio Fazio

LIBERO.IT

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Stadio Roma, Martina: “Raggi lasci”. Fico d’accordo con Cantone: “Serve legge su finanziamento ai partiti”

Posted in: Politica | Comments (0)

ROMA – “La sindaca Raggi dovrebbe valutare seriamente la possibilità di lasciare il campo”. Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, ai microfoni di Rtl 102.5 va all’attacco della prima cittadina della Capitale. Nel commentare l’inchiesta giudiziaria sullo stadio della Roma, infatti afferma: “La responsabilità politica di Raggi è evidentissima. È una città allo sbando. Pur essendo da un’altra parte, non tifo per il disastro, non gioisco perché la Capitale viene gestita male, ma la sindaca Raggi deve prendere atto delle sue difficoltà a gestire Roma”.

Intanto cresce l’ipotesi di riformare il finanziamento ai partiti. “C’è davvero bisogno di una legge per le fondazioni e per i partiti, e di una legge molto forte per la corruzione”, ha detto a Napoli il presidente della Camera, Roberto Fico, rispondendo ai giornalisti a proposito della proposta avanzata dal presidente dell’Anac Raffaele Cantone, in una intervista a Repubblica, di cambiare le regole sulle modalità di finanziamento dei partiti politici.

È solo uno dei risvolti del caso Roma, che vede la sindaca Raggi in grande difficoltà. “Abbiamo sempre cercato di stare sul tema della responsabilità politiche e amministrative – dice Martina –  Stiamo dicendo da giorni alla sindaca di prendere atto di una situazione che non riesce a gestire, in una realtà difficilissima”. “Secondo me – conclude Martina- la Raggi dovrebbe tenere conto di quello che non è stata in grado di fare e dovrebbe valutare seriamente la possibilità di lasciare il campo”. More on page 380028

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Terremoto Marche, contributi illeciti per assegnare case: 120 indagati

Posted in: Cronaca | Comments (0)

Dopo il terremoto del 24 agosto 2016 avevano dichiarato che, vista l’inagibilità della loro abitazione, erano costretti a trovare un nuovo alloggio in affitto. E per questo avevano presentato delle richieste per ricevere il Contributo di autonoma sistemazione (Cas). La Guardia di finanza di Camerino, dopo le indagini iniziate dopo le prime erogazioni del Cas, ha accertato però che in 120 casi tali richieste erano illecite. E che oltre 500mila euro sono stati erogati a persone che non ne avevano diritto. Sono questi i primi numeri dell’operazione ‘Anubi” delle Fiamme Gialle della Tenenza di Camerino, che ha portato ad eseguire sequestri per 120mila euro.

Anomalie importanti erano emerse sin dai primi accertamenti, facendo scattare controlli capillari sulle istanze presentate. Anomalie per lo più legate al fatto che molti dei comuni inseriti nel cratere sismico sono mete turistiche e di villeggiatura, estive e invernali, con la conseguente presenza di numerose seconde case, vissute solamente per brevi periodi dell’anno da persone che avevano in realtà dimora e interessi principali in altre località, in Italia o anche all’estero. More on page 380026

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Bonafede duro con i corrotti ma tace ancora su Lanzalone

Posted in: Politica | Comments (0)

«I corrotti devono andare in carcere: occorre certezza della pena per i colletti bianchi».

Tre giorni fa, proprio mentre deflagrava su tutti i media l’inchiesta sullo stadio della Roma che coinvolge nomi eccellenti della politica, il ministro pentastellato della Giustizia, Alfonso Bonafede tuonava contro la corruzione della Pubblica Amministrazione durante il suo intervento per la presentazione della Relazione al Parlamento del Garante dei detenuti. E dato che repetita iuvant il ministro ha ritenuto di rilanciare le sue parole di fuoco contro la corruzione prima su Facebook, sabato scorso, e poi di nuovo ieri sul Blog delle Stelle. «La prevenzione ed il contrasto alla corruzione è uno dei punti qualificanti del programma di governo», afferma il Guardasigilli che si dice «conscio che nessuna lotta al malaffare potrà dirsi credibile se alla condanna per i reati contro la pubblica amministrazione dei cosiddetti colletti bianchi non seguirà un’adeguata o alcuna pena detentiva», ricordando pure che «il numero di questi detenuti è oggi di 370, lo 0,6 per cento del totale». Il ministro afferma che «I cittadini oggi si aspettano una risposta molto chiara e precisa nella lotta alla corruzione». More on page 380024

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ giugno 18, 2018

Marquee Powered By Know How Media.