Headlines nonsolofole

Il rigore e la calunnia

Moschee, si riparte da zero. La rabbia dei musulmani

Le profezie di De Benedetti

L’inversione a U di Renzi sul ponte sullo Stretto

Il rigore e la calunnia

Posted in: Editoriali - Opinioni | Comments (0)

di MARIO CALABRESI

GIUSEPPE D’Avanzo leggeva i quotidiani, i libri, gli atti giudiziari e ogni documento che avesse un interesse giornalistico da cima a fondo, sottolineandoli con una matita rossa e blu. Non alla ricerca di errori, ma per evidenziare cosa era importante e cosa era fondamentale. Giuseppe D’Avanzo curava meticolosamente le sue fonti, non lasciava mai che il tempo diradasse i legami. Aveva un metodo caparbio, ricordo di averlo visto chiamare ogni sera alla stessa ora un numero di Bagdad per parlare con Nicola Calipari che lavorava alla liberazione degli italiani rapiti in Iraq. Chiamava senza sosta anche se suonava a vuoto. Aveva un metodo ossessivo per puntualità e precisione, un metodo dettato dalla passione. More on page 353233

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Moschee, si riparte da zero. La rabbia dei musulmani

Posted in: Cronaca, Lombardia | Comments (0)

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Le profezie di De Benedetti

Posted in: Politica | Comments (0)

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

L’inversione a U di Renzi sul ponte sullo Stretto

Posted in: Politica | Comments (0)

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Renzi: «Crescita prevista dell’1% nel 2017, chiederemo indebitamento all’Europa per sisma e immigrati»

Posted in: Politica | Comments (0)

di LORENZO SALVIA

ROMA Il governo osa ma non troppo. Nella nota di aggiornamento al Def, il Documento di economia e finanza, approvata ieri notte, il governo fissa un obiettivo di deficit per il prossimo anno pari al 2% del Pil, il prodotto interno lordo. Non troppo distante dall’1,8% promesso all’Unione europea sei mesi fa, quando la congiuntura era migliore. Ma si riserva, subordinandolo al via libera della commissione di Bruxelles, di portarlo al 2,4%: 7 miliardi di euro di maggior deficit per coprire le spese per emergenza immigrazione e il terremoto che il governo considera «eccezionali» e chiederà di scomputare dal deficit del prossimo anno. «Oggi è san Prudenzio, linea Padoan», scherza il presidente del consiglio Matteo Renzi al termine della riunione di Palazzo Chigi aggiungendo tuttavia che «l’Europa è gravemente in debito con l’Italia sui temi dell’immigrazione» e «ci prenderemo quel che serve».

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

La partita della legge elettorale

Posted in: Editoriali - Opinioni | Comments (0)

ANGELO PANEBIANCO

Finalmente ci siamo arrivati. Si può dire che si tratta di un elemento di chiarezza. I fautori del No alla riforma costituzionale si stanno anche schierando, dai Cinque Stelle a una parte del centrodestra (che comprenderebbe, o così si dice, anche Silvio Berlusconi) a favore di un sistema elettorale proporzionale. A suo modo, è una cosa lodevole. È giusto infatti che chi sia a favore della conservazione costituzionale, della conservazione della Costituzione così come essa è (compreso il «mostro», il cane a due teste, ossia il bicameralismo paritetico) sia anche un nostalgico del ritorno alla proporzionale. È giusto perché quella Costituzione e la legge elettorale proporzionale sono fratelli siamesi, sono comunque fatte l’una per l’altra. Tanto è vero che la separazione chirurgica dei primi anni Novanta, allorché si abbandonò la proporzionale a favore di una legge maggioritaria, mantenendo però invariata la Costituzione, non diede buoni risultati. I riformatori di allora ne erano consapevoli. E difatti, pensarono (o sperarono) che la riforma elettorale in senso maggioritario fosse solo il primo passo. Si auspicava che il mutamento della legge elettorale potesse spianare la strada a una riforma della Costituzione. Fu proprio quello il tentativo, poi fallito, della Commissione bicamerale nata nel 1997 e presieduta da Massimo D’Alema: adattare una costituzione , costruita a misura di una legge elettorale proporzionale, a differenti regole (maggioritarie) di competizione politica

More on page 353223

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

De Benedetti: «Una nuova grave crisi economica metterà in pericolo le democrazie»

Posted in: Politica | Comments (0)

«L’Occidente è a una svolta storica: è in gioco la sopravvivenza della democrazia, anche a causa della situazione economica e finanziaria. La globalizzazione, di cui tutti noi, e mi ci metto anch’io, eravamo acriticamente entusiasti e ci siamo affrettati a raccogliere i frutti, ha creato una deflazione che ha ridotto i salari della media di tutti i lavoratori del mondo, e ha accresciuto le ingiustizie sociali sino a renderle insopportabili. Si sta verificando la previsione di Larry Summers, l’ex segretario al Tesoro di Clinton: una stagnazione secolare».

Ingegner De Benedetti, è sicuro che lo scenario sia così negativo?
«Siamo alla vigilia di una nuova, grave crisi economica. Che aggraverà il pericolo della fine delle democrazie, così come le abbiamo conosciute».

Addirittura?
«La democrazia nasce con il declino delle monarchie e della nobiltà e con l’ascesa della borghesia. Anche in Italia la democrazia si afferma dopo la guerra, quando si è creata una classe media. Oggi proprio la progressiva distruzione della classe media mette a rischio la democrazia; senza che si sia risolto il problema della stagnazione. Peggiorato dalla folle scelta europea dell’austerity in un periodo di piena deflazione, il che equivale a curare un malato di polmonite mettendolo a dieta».

Ma ci sono Draghi e la Fed. La politica monetaria espansiva: il quantitative easing.
«Le banche centrali hanno tentato di cambiare mestiere: dopo cinquant’anni in cui il grande nemico era l’inflazione, hanno combattuto la deflazione secondo le vecchie teorie, creando moneta. Ma così hanno costruito una trappola. Hanno immesso sul mercato trilioni di dollari, una cifra inimmaginabile e incalcolabile. Non ci sono più titoli da comprare. Ma questo, oltre a mettere in ginocchio il settore bancario, non ci ha fatto uscire dalla stagnazione e dalla deflazione».

More on page 353221

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Israele, è morto Shimon Peres Il falco che divenne colomba

Posted in: Esteri | Comments (0)

di Francesco Battistini

È morto nella notte a 93 anni l’ex presidente israeliano Shimon Peres. Lo statista premio Nobel per la pace nel 1994 era ricoverato da due settimane a Tel Aviv in seguito a un ictus e le sue condizioni erano considerate irreversibili.

La politica

Tra i parenti in lacrime, sulle panche d’attesa della terapia intensiva, s’accascia anche una colomba della pace: piange e ha un ramoscello d’ulivo nel becco, che lascia cadere per terra. L’addio in vignetta di Guy Morad, pubblicato giorni fa sul giornale Yedioth Ahronot, sarebbe piaciuto a Shimon Peres. Uno che la pace e la morte le ha frequentate per l’intera vita, sfiorandole entrambe, con quel tocco d’umorismo amaro e un po’ disincantato che gli ebrei riservano alle grandi svolte dell’esistenza. «Sapete come incontrai Ben Gurion? – raccontò una volta a una delegazione in visita – Ero un giovane immigrato polacco e facevo l’autostop. Presi quell’autobus e non scesi mai più…». More on page 353219

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Compleanno di Totti, gli auguri dei romanisti di Testaccio

Posted in: Sport, video | Comments (0)

Il capitano oggi festeggia 40 anni: gli aneddoti dei tifosi di uno dei quartieri più giallorosso della Capitale – Benvegnù – Guaitoli – Leone /Jpeg Fotoservizi – CorriereTv

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Auguri a Totti, tra Drag Queen e calciatori un buon compleanno al Capitano

Posted in: Lazio, Sport, video | Comments (0)

Il mega party di Francesco Totti al Castello di Tor Crescenza – di Benvegnù/Bruno/Panegrossi /Jpeg Fotoservizi – CorriereTv

Cena per 26 invitati con mamma Fiorella, papà Enzo e i parenti più stretti. Poi il party «Disco inferno» con gli amici e i colleghi.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ settembre 28, 2016

Marquee Powered By Know How Media.