Headlines nonsolofole

Seconda settimana in rosso per le Borse. A Milano nuovo crollo Creval

Carige, accordo per l’aumento: “Un impegno per 140 milioni”

La Chiesa nega i funerali pubblici: ​”Riina era un pubblico peccatore”

Una meteora sulle Dolomiti innevate, la foto al confine tra sogni e realtà

Seconda settimana in rosso per le Borse. A Milano nuovo crollo Creval

Posted in: Economia - Lavoro | Comments (0)

–di e

Dopo il sollievo di ieri, i listini azionari europei tornano in discesa e chiudono la seduta in contenuto calo appesantiti dalle performance di utility e banche. Prosegue dunque la fase di correzione: in due settimane lo Stoxx600 è arretrato di oltre il 3% e il Ftse Mib di Piazza Affari del 3,8%. Nella seduta odierna Milano ha ceduto lo 0,51%. In rosso anche gli altri indici a cominciare da Madrid (-0,7%) mentre Parigi e Francoforte hanno accusato flessioni intorno allo 0,3-0,4%. E’ stata Exor la migliore tra le big di Piazza Affari: le perdite inferiori alle previsioni della controllata americana PartnerRe nel terzo trimestre sono state accolte positivamente dai broker e Kepler ha confermato la raccomandazione “Buy” con target alzato a 60,9 euro. Bene alcuni istituti bancari nonostante sia rimasta alta la tensione sul Credito Valtellinese, crollato di un altro 25% dopo una seduta passata interamente in asta di volatilità, e su Carige (rimasta sospesa dalle contrattazioni) che sembra tuttavia essere avviata verso l’accordo con il consorzio di garanzia per l’aumento dopo l’impegno dei principali soci a sottoscrivere l’operazione. Sulla performance del Ftse Mib hanno pesato però i cali di Telecom Italia (-1,5%), che dalla pubblicazione dei conti una settimana fa ha perso oltre il 6%, e di Enel (-1,5%).
Verso quota 1,18 il cambio euro/dollaro che segna 1,1794 (+0,2% rispetto a ieri). Rally del petrolio: il Wti dicembre sale del 2,2% a 56,3 dollari al barile.

Wall Street, avvio in rosso. Dow verso seconda settimana di fila in calo

La seduta a Wall Street è iniziata in calo, con il Dow Jones Industrial Average che si appresta ad archiviare la seconda settimana di fila in ribasso. L’attenzione degli investitori resta sulla riforma fiscale: ieri la Camera ha approvato la sua bozza; il Senato dovrebbe mettere al voto la sua versione della riforma nella settimana successiva alla prossima ma in quest’aula l’iter sembra in salita. Il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, si è detto comunque fiducioso; secondo lui il presidente Donald Trump sottoscriverà la legislazione entro Natale. Intanto trader e gestori sono alle prese con dati macroeconomici e risultati societari. I nuovi cantieri edilizi a novembre sono balzati del 13,7%, massimo di un anno, segno che l’effetto negativo dato dagli uragani è venuto meno. Se ieri Wal-Mart e Cisco avevano brindato ai conti migliori delle stime, oggi a farlo sono Foot Locker e Abercrombie & Fitch. More on page 371623

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Carige, accordo per l’aumento: “Un impegno per 140 milioni”

Posted in: Economia - Lavoro | Comments (0)

Proprio come fece lo scorso dicembre con Mps, Consob sospende le negoziazione di Banca Carige in Borsa fino a quando “non sarà ripristinato un corretto quadro informativo” sull’aumento di capitale da 560 milioni di euro.

“L’attuale contesto informativo – scrive la Commissione – non garantisce la trasparenza, l’ordinato svolgimento delle negoziazioni e la tutela degli investitori, in ragione dell’incertezza in merito all’operazione di aumento di capitale e alle eventuali iniziative in corso da parte della Banca e delle competenti autorità per la vigilanza prudenziale”. More on page 371621

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

La Chiesa nega i funerali pubblici: ​”Riina era un pubblico peccatore”

Posted in: Cronaca | Comments (0)

“Mi trovo in visita pastorale in un comune della mia arcidiocesi. Con la morte di Totò Riina è finito il delirio di onnipotenza del capo dei capi di cosa nostra, ma la mafia non è stata sconfitta e quindi non bisogna abbassare la guardia”.

Foto d’archivio

È il commento inviato al Sir da monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, alla morte di Totò Riina. “Il compito della Chiesa è quello di educare le coscienze alla giustizia e ala legalità e di contrastare la mentalità mafiosa. Ancora non ho informazioni se e quando la salma di Riina sarà trasferita a Corleone. Trattandosi di un pubblico peccatore non si potranno fare funerali pubblici. Ove i familiari lo chiedessero si valuterà di fare una preghiera privata al cimitero”. More on page 371619

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Una meteora sulle Dolomiti innevate, la foto al confine tra sogni e realtà

Posted in: Cronaca, Trentino-Altoadige | Comments (0)

Una meteora attraversa le Dolomiti innevate (Ansa)

Bolzano, 16 novembre 2017 – Se c’è un confine tra sogni e realtà, deve essere per forza nascosto qui, da qualche parte. Lo scatto del fotografo inglese Ollie Taylor viene dall’Alta Badia e non concede parole, ma solo silenzi ammirati. E’ stato cercato, voluto e afferrato la notte del 14 novembre. Per catturare una meteora che graffia il cielo sopra le Dolomiti innevate, Taylor si è arrampicato fino a 2.200 metri, sfidando il gelo a -6 gradi. Ha dovuto toccarlo, quell’orizzonte, per consegnare ai posteri lo straordinario istante. Voleva ‘solo’ fotografare l’Orsa Maggiore in una serata particolarmente limpida. Il caso ha voluto che si trovasse al cospetto di un eccezionale fenomeno astronomico/atmosferico. Che non si è lasciato sfuggire, immortalando la meteora in transito.  More on page 371617

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Quattro bombe pronte a esplodere nell’auto, arrestato

Posted in: Cronaca, Toscana | Comments (0)

Livorno, 17 novembre 2017 – Cosa ci faceva quel materiale esplosivo in una Smart bianca trovata al porto di Livorno giovedì pomeriggio? Ci sono legami tra il livornese arrestato dalla Guardia di finanza e gruppi organizzati, magari di matrice terroristica o comunque criminale? Sono domande alle quali le Fiamme Gialle labroniche stanno cercando di dare risposta. Le prime risultanze dicono di no: i quattro ordigni rudimentali non sarebbero ricollegabili né ad ambienti dell’ estremismo islamico né a esponenti anarco-insurrezionalisti, secondo quanto riferirisce l’Ansa citando “diverse fonti investigative e lo stesso procuratore di Livorno Ettore Squillace Greco”.

Come anticipato da Il Telegrafo, la Finanza ha trovato il materiale esplosivo a bordo di una Smart al porto. E’ stata una pattuglia della sezione operativa Pronto Impiego del Gruppo a scoprirla: stava eseguito un posto di controllo lungo viale Italia, importante direttrice portuale, nei pressi della rotonda di Porta a Mare. Tra i numerosi mezzi controllati, c’era anche la Smart. Patente e libretto, come al solito, per iniziare il controllo. Sul sedile del passeggero, in una busta della spesa, c’erano quattro ordigni esplosivi di fattura artigianale, che potevano essere attivati a distanza con un telecomando. More on page 371615

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Attentato in Vaticano, la simulazione choc del Mossad

Posted in: Esteri | Comments (0)

Roma, 17 novembre 2017 – Un poster di propaganda dell’Isis sollecita un attacco terroristico in Vaticano a Natale. Fin qui nulla di nuovo, con le minacce dello Stato Islamico che si susseguono da anni. Il rischio specifico, stavolta, sembra però essere preso sul serio dai servizi segreti internazionali. Al punto che il Mossad, l’intelligence di Israele, avrebbe simulato nei mesi scorsi un attacco nello Stato indipendente del Papa, ricreando in dimensioni reali nella regione di Herzliya, in Israele, il Vaticano e tutti i possibili scenari di un attentato. Una simulazione – come riportato dal Jerusalem Post – che, coinvolgendo l’intelligence di vari Paesi avrebbe l’obiettivo di rafforzare la prevenzione strategica in caso di un possibile attacco, anche in Vaticano.

“Cosa succede se l’Isis attacca il Vaticano?”, è il titolo del pezzo del Jerusalem Post, che spiega come l’International Institute for Counter-Terrorism (ICT) di Israele, insieme al decano della scuola di governo Boaz Ganor, ha organizzato un summit nel settembre scorso con gli 007 italiani, francesi, britannici e i servizi segreti del Vaticano per simulare il “wargame”. Il professore tedesco avrebbe indossato i panni del capo dell’Isis al-Baghdadi, e avrebbe fatto un appello al suo Consiglio militare per un attacco rivoluzionario.  More on page 371613

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Allarme bomba a Milano: granata trovata fuori dal tribunale

Posted in: Cronaca | Comments (0)

Un ordigno è stato trovato all’esterno del Tribunale di Milano. Si tratta di una granata, di una cosiddetta bomba-ananas. Sul posto gli artificieri e il magistrato dell’Antiterrorismo Alberto Nobili.

TGCOM

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Comunicato stampa – Pressemitteilung : Alto Adige – Elezioni amministrative a Bronzolo

Posted in: Comunicati stampa, Trentino-Altoadige | Comments (0)

2017.11.16  Alto Adige – Elezioni amministrative a Bronzolo

 

Questo fine settimana a Bronzolo si vota per le elezioni amministrative.

In questi ultimi giorni di campagna elettorale ho, purtroppo, visto associare il nome della Lega Nord a fianco dell’una o dell’altra lista, “Forza Italia” e “Centrodestra Bronzolo”.

Mi vedo allora in dovere di ribadire quanto già dichiarato a settembre, ovvero che il partito che in Alto Adige rappresento si è chiamato fuori dalla competizione elettorale del piccolo comune della bassa atesina. More on page 371609

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Il ricatto dello “Ius Pd”

Posted in: Editoriali - Opinioni | Comments (0)

Pare che la condizione per riunire in una unica coalizione la sinistra, e dare quindi a Renzi una vaga possibilità di vincere le elezioni, sia di approvare lo «ius soli», la legge per dare la cittadinanza italiana agli immigrati.

Gentiloni avrebbe dato il suo via libera a mettere la fiducia, ben sapendo che potrebbe anche non superare l’ostacolo e andare a casa qualche settimana prima del previsto. Perché le cose, a sinistra, sono più complesse di quelle che appaiono. Renzi e il Pd non sono per nulla entusiasti di sostenere una legge che sanno essere sbagliata e impopolare proprio alla vigilia delle elezioni. Sull’altro fronte però, Bersani, Boldrini, Grasso, Pisapia e soci pensano di allargare il loro modesto consenso intestandosi una legge di ultrasinistra da sbandierare in campagna elettorale. Così Renzi deve decidere: fare un danno al Paese (e a se stesso) e salvare l’alleanza facendo in modo che la legge passi, oppure cedere al ricatto sperando in cuor suo che il Senato tra opposizioni e franchi tiratori non approvi. More on page 371607

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Ostia, Di Maio e Di Battista a Mdp: “I vostri voti non avranno nulla in cambio”

Posted in: Politica | Comments (0)

I vertici del M5S ribadiscono la loro linea dura sull’ipotesi coalizioni o alleanze con altri partiti dopo che il deputato di Mdp D’Attorre ha invitato gli elettori di sinistra a votare M5s al ballottaggio di domenica 19 novembre a Ostia. In occasione della cena elettorale per sostenere la loro candidata Giuliana Di Pillo, Luigi Di Maio ha così commentato l’ipotesi di voti provenienti da Mdp: “Chi dice di votare M5s non si aspetti niente in cambio, non c’è nessuno scenario per le politiche, nessuna prova generale”. More on page 371605

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ novembre 17, 2017

Marquee Powered By Know How Media.