Headlines nonsolofole

Governo in bilico, scintille con Italia Viva sulla manovra

«Da Trump abuso di potere», disco verde di Pelosi all’impeachment

Istat: “Cresce il reddito delle famiglie, ma quello dei più ricchi è sei volte quello dei poveri”

Roma, pacco bomba destinato al Viminale disinnescato dagli artificieri

Governo in bilico, scintille con Italia Viva sulla manovra

Posted in: Politica | Comments (0)

Federico Giuliani

Il governo giallorosso è attraversato da nuove e improvvise tensioni, con Italia Viva che questa mattina ha abbandonato il tavolo sul ddl Bilancio al Senato, dove era in corso una riunione di maggioranza sugli emendamenti.

Il partito di Renzi è poi tornato al tavolo. Per le 17 è in programma un vertice di maggioranza a palazzo Chigi a cui parteciperà anche il premier Conte, il quale cercherà di rimettere insieme i cocci ed evitare il naufragio politico. L’obiettivo è trovare una soluzione sulla manovra gradita a tutti, anche perché il rischio di uno strappo è dietro l’angolo. A questo proposito la senatrice di Italia Viva, Donatella Conzatti, ha spiegato la situazione dal punto di vista dei renziani: “Dopo una sospensione, ora abbiamo ripreso regolarmente. Abbiamo fatto un chiarimento tra parlamentari e alle 17 le delegazioni della maggioranza andranno a Palazzo Chigi per il vertice con il Premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri”.

Le tre tasse oggetto della contesa

Il motivo del dissidio è da ricercare nelle proposte avanzate per il taglio delle tasse. Italia Viva fa muro e chiede la totale abrogazione di plastic tax e tassa sulle auto aziendali, oltre all’eliminazione della sugar tax.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

«Da Trump abuso di potere», disco verde di Pelosi all’impeachment

Posted in: Esteri | Comments (0)

di Giuseppe Sarcina

«Da Trump abuso di potere», disco verde di Pelosi all'impeachment

Nancy Pelosi accelera. Oggi, giovedì 5 dicembre, la Speaker della Camera, leader parlamentare del partito democratico, ha chiesto alla Commissione Affari giudiziari di chiudere le audizioni e preparare gli articoli dell’impeachment contro Donald Trump. «I fatti sono chiari – ha detto Pelosi – Il presidente ha violato il giuramento di fedeltà. Consentirgli di rimanere in carica metterebbe in pericolo la nostra Repubblica. I suoi misfatti colpiscono al cuore la nostra Costituzione. A questo punto è in gioco la nostra democrazia. Il presidente non ci lascia altra scelta, se non quella di agire perché ha cercato di corrompere, ancora una volta, il processo elettorale a suo favore».

Lunedì 2 dicembre la Commissione Intelligence della Camera aveva diffuso il rapporto finale, dopo due mesi di indagini e dopo aver raccolto una lunga serie di testimonianze, in diretta televisiva. Al momento sono due i capi di imputazione: «abuso di potere» e «ostruzione della giustizia». Il caso ruota sulla telefonata del 25 luglio scorso, in cui Trump chiese «un favore» al neo presidente ucraino, Volodymyr Zelensky: riaprite le indagini per corruzione a carico di Hunter Biden, consigliere di amministrazione fino alla scorsa primavera della Burisma, una società del gas, e soprattutto figlio di Joe Biden, candidato democratico alla Casa Bianca tra i più quotati.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Istat: “Cresce il reddito delle famiglie, ma quello dei più ricchi è sei volte quello dei poveri”

Posted in: Economia - Lavoro | Comments (0)

Cresce il reddito netto delle famiglie, ma non diminuisce la disuguaglianza. Lo rileva l’Istat, spiegando come nel 2017 il reddito netto medio delle famiglie, pari a 31.393 euro annui, sia cresciuto ancora in termini nominali (+2,6%) e come potere d’acquisto (+1,2%). Tuttavia, precisa l’istituto statistico, la disuguaglianza non si riduce: il reddito totale delle famiglie più abbienti continua a essere più di sei volte quello delle famiglie più povere. 

In Italia nel 2017 il 20% delle famiglie più abbienti aveva 6,1 volte i redditi del 20% meno abbiente con riferimento ai redditi equivalenti netti senza affitti figurativi. Includendo nei redditi anche gli affitti figurativi tale rapporto – rileva l’Istat – è più basso, pari a 5,2, a causa della minore dispersione di questa componente aggiuntiva rispetto agli altri redditi. 

La popolazione a rischio povertà Diminuisce la percentuale di popolazione a rischio di povertà o esclusione sociale (dal 28,9% al 27,3%) per una minore incidenza di situazioni di grave deprivazione materiale. Resta ferma al 20,3% la quota di individui a rischio povertà.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Roma, pacco bomba destinato al Viminale disinnescato dagli artificieri

Posted in: Cronaca, Lazio | Comments (0)

Un pacco bomba destinato al Viminale è stato intercettato nell’ufficio smistamento delle Poste in via Ostiense, a Roma, e disinnescato dagli artificieri della polizia. Il ritrovamento, scrive il quotidiano  Leggo, risale a fine ottobre ed è stato confermato dagli investigatori. Il pacco poteva esplodere: all’interno c’era un innesco collegato ad un contenitore con polvere pirica. Dai primi accertamenti si escluderebbe una matrice anarcoinsurrezionalista.

Il plico era indirizzato genericamente “al ministero dell’Interno”, senza che vi fosse indicato un destinatario. Ad intercettarlo è stato uno degli impiegati delle Poste, insospettito da quanto aveva visto quando il pacco è stato esaminato ai raggi X.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Sfottò e liti risvegliano la Nato dalla “morte cerebrale”

Posted in: Esteri | Comments (0)

All’apertura del summit Nato a Londra, il padrone di casa Boris Johnson  riscopre lo spirito dei Moschettieri: “Se la Nato ha un motto, questo è uno per tutti, tutti per uno”. Alla fine del lavori ufficiali, Donald Trump cancella polemicamente la conferenza stampa finale. Nel mezzo, tra i tanti bilaterali e le diverse dichiarazioni, c’è un fuorionda in cui, prima della cena a Buckingham Palace, il primo ministro canadese Justin Trudeau, il presidente francese Emmanuel Macron, il premier olandese Mark Rutte e il primo ministro britannico Boris Johnson sparlano e ironizzano su Donald Trump e il suo staff.

L’audio fra i leader non passa affatto inosservato. A farne le spese è soprattutto Trudeau. Ha “una doppia faccia”, ha tagliato corto il presidente Usa interpellato sulla questione, ”è un simpatico ragazzo ma probabilmente è irritato per le mie parole. La verità è che io gli ho rinfacciato il fatto che non sta pagando il 2% e non è molto felice per questo”. Dal canto suo il premier canadese ha assicurato ai cronisti di avere un’ottima relazione con Trump di aver avuto un grande colloquio con lui.

Fonti vicine a Johnson si sono invece affrettate a chiarire che “erano gli altri che hanno avuto questa conversazione e non era certo Boris a guidarla”.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Primi mea culpa M5s su Bibbiano

Posted in: Politica | Comments (0)

C’è un video che torna indietro come un boomerang, che fa molto male al Movimento 5 Stelle e a Luigi Di Maio che lo ha girato. “Linea comunicativa totalmente sbagliata”, lo accusa il deputato Luca Carabetta. Ma ricostruiamo i fatti. A fine luglio il capo politico M5s, per smentire le voci di una futura alleanza con il Pd, disse in diretta Facebook che quello dei dem era il “Partito di Bibbiano” e che mai, dunque, avrebbe fatto nascere un governo con loro. Cavalcò l’inchiesta sugli affidi illeciti approfittando del fatto che il sindaco dem del piccolo comune di Reggio Emilia, Andrea Carletti, era stato accusato di abuso di ufficio e falso.

Al di là del fatto che esattamente un mese dopo è nato l’esecutivo giallorosso, ora il primo cittadino di Bibbiano non ha più l’obbligo di dimora e può riprendere il suo mandato. Così le parole utilizzate nel famoso video si ritorcono contro l’ex vicepremier e il suo partito non gli perdona quell’uscita quanto mai affrettata: “Non ho mai scritto un post su Bibbiano o sul Pd perché non ho mai condiviso la linea comunicativa di Di Maio. Ha sbagliato”, dice il deputato grillino Luca Carabetta.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Milano, un fiume di banconote da 100 euro: mistero sui Navigli

Posted in: Cronaca, Lombardia | Comments (0)

Sorpresa questa mattina intorno alle 7,30 sul Naviglio Pavese, a Milano. Nell’acqua del canale sono comparse migliaia di banconote (poi rivelatesi false) da 100 euro. Lo ‘strano fenomeno’ è andato avanti per almeno cinque minuti, raccontano le poche persone presenti a quell’ora. Qualcuno ha provato a pescarne una per verificare se fosse autentica. “Alcune erano addirittura raccolte in mazzette trattenute nelle fascette”, spiega un residente. Una banda di falsari che si è disfatta del bottino illegale o lo scherzo di qualche buontempone? Il mistero resta. Almeno per ora. Video di Andrea Lobello

REPTV

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Gioco illegale,sequestrate centinaia di slot in tutta Italia Trovati apparecchi anti-ludopatia falsi, 5 indagati

Posted in: Cronaca | Comments (0)

ROMA – Avevano installato centinaia di apparecchi del tutto simili a slot machine, ma in realtà non avevano alcuna autorizzazione né il collegamento con la rete telematica dello Stato, perché spacciati per fantomatici “dispositivi medicali contro la ludopatia”. Per questo la polizia ha proceduto al sequestro di centinaia di videoslot in Piemonte, Calabria, Emilia Romagna e Toscana. Cinque le persone indagate. L’operazione nasce in seguito alle indagini condotte dalla polizia di Roma, Torino e Vercelli e dalla Guardia di Finanza di Torino.

Gli apparecchi illeciti, in sostanza, si differenziavano da quelli legali unicamente per il fatto che accettavano gettoni al posto di monete e, se da una parte non venivano in alcun modo garantite le probabilità di vincita fissate esplicitamente dalle norme di settore, dall’altra erano scollegate dalla rete telematica dello Stato evadendo completamente il pagamento delle imposte.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Usa, spari a Pearl Harbour: due morti e un ferito

Posted in: Esteri | Comments (0)

HONOLULU – Paura a Pearl Harbour, la storica base navale a 13 chilometri da Honolulu, nelle Hawaii, che ospita la flotta statunitense nel Pacifico. Nel primo pomeriggio un militare ha aperto improvvisamente il fuoco uccidendo due civili dipendenti dal dipartimento della Difesa di Washington e ferendone una terza prima di togliersi la vita sparandosi alla testa.

Si sa ancora poco della dinamica e del movente dell’episodio, che cade tre giorni prima del 78/mo anniversario dell’attacco aereo giapponese alla base: quel 7 dicembre 1941 in cui morirono oltre 2.300 americani e che segnò l’ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Proprio in queste ore, come ogni anno, erano già in corso i preparativi per le celebrazioni che coinvolgono gran parte delle migliaia di militari e civili che operano e vivono nella base con le loro famiglie.

Secondo i testimoni a sparare, nei pressi dell’ingresso sud dell’enorme area militare, è stata una persona che indossava la divisa della Us Navy, la marina militare statunitense. Una versione poi confermata dalle autorità militari che però non hanno ancora identificato l’uomo. Le due vittime e il ferito sono tre dipendenti civili del Dipartimento alla difesa. Nulla si sa per ora sulle loro generalità e se fossero persone legate all’uomo che ha sparato.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Roma, appalti pilotati e corruzione: arrestati imprenditori e funzionari pubblici

Posted in: Cronaca, Lazio | Comments (0)

ROMA – Appalti pilotati e corruzione, truffa ai danni dello Stato e reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto. Dall’alba di oggi i poliziotti della Sezione Anticorruzione della Squadra Mobile di Roma stanno eseguendo un’ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal Gip della Capitale, nei confronti di 10 persone ritenute. Si tratta di tre imprenditori che operano nel settore dell’edilizia, manager privati e Funzionari Pubblici dell’Agenzia delle dogane e monopoli. Nell’ambito dell’operazione “Cassandra” sono stati inoltre sequestrati beni per oltre nove milioni di euro.

Rating 3.00 out of 5

nonsolofole @ Dicembre 5, 2019

Marquee Powered By Know How Media.