Archive for the ‘Lombardia’ Category

Vaccini, morto a Monza il bimbo leucemico colpito da morbillo «Contagiato da fratelli non vaccinati»

venerdì, giugno 23rd, 2017

Una battaglia, difficile fin da subito, durata tre mesi. Una storia già tragica nella sua «evoluzione» che aveva commosso tanti, a cominciare dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Un’agonia che si è conclusa ieri: si è spento il bambino di sette anni, colpito dalla leucemia e poi ammalatosi anche di morbillo, preso da altri bimbi che non erano stati vaccinati. Forse sono stati i suoi stessi fratelli, una femmina e un maschio poco più grandi d’età. Il piccolo era ricoverato all’ospedale San Gerardo di Monza. C’è, in questa tragedia famigliare, un’eco pubblica. Giulio Gallera è l’assessore lombardo al Welfare. Dice: «Il bambino è deceduto per complicanze polmonari e cerebrali da morbillo. Questa morte è l’esempio di come la cosiddetta “immunità di gregge” (cos’è: l’articolo) sia fondamentale per la protezione di tutti quei bambini che, per la loro malattia oppure per lo stato di trattamento nel quale si trovano, non sono protetti, anche quando fossero stati vaccinati in precedenza». È ancor più drammatico, nel registrare la scomparsa del piccolo, il ricorso alle percentuali. Più drammatico ma al contempo obbligatorio. Prosegue Gallera: «Il piccolo era affetto da leucemia linfoblastica acuta, una malattia che oggi ha una probabilità di guarigione in oltre l’85% dei casi con forme simili». Quell’«immunità di gregge», ovvero la vaccinazione di oltre il 95% dei bambini della quale parla l’assessore della Regione, «è l’unica strada per tutelare soggetti immunodepressi che hanno contratto malattie come il bimbo del San Gerardo».

(altro…)
Rating 3.00 out of 5

Eluana Englaro, il consiglio di Stato dà ragione al padre: “La Lombardia lo risarcisca”

giovedì, giugno 22nd, 2017

di PIERO COLAPRICO

L’idea di Beppino Englaro, di rivolgersi ai giudici e “fare tutto alla luce del sole”, perché “solo nella legalità esiste la libertà” ha dato ancora una volta ragione al papà di Eluana: il Consiglio di Stato, respingendo il ricorso della Regione Lombardia, ha confermato, come aveva già fatto il Tar, il diritto al risarcimento e l’ha fissato in 133mila euro.

Bisogna ricordare che, dopo la sentenza della Cassazione, che consentiva la fine della nutrizione forzata della paziente, ammettendo che potesse essere lasciata andare dopo diciassette anni di stato vegetativo, l’allora presidente Roberto Formigoni non ottemperò alla decisione dei giudici. Impedì che Eluana Englaro venisse ricoverata in un hospice, dichiarò che non sarebbe morta in alcuna struttura sanitaria lombarda, come se la Lombardia non facesse parte dello Stato Italiano.

ARCHIVIO – L’intevista a Englaro: “Così nessuno soffrirà più come noi” (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il Refettorio di Bottura punta sul freddo: avanzi di frutta e verdura surgelati e dati ai poveri di Milano

domenica, maggio 28th, 2017

di ZITA DAZZI

Dopo gli empori della solidarietà dove si fa la spesa con la tessera a sconto punti, dopo le mense dei poveri dove si fa la coda per un piatto di minestra, dopo la distribuzione dei pacchi alimentari in parrocchia, arrivano i surgelati “Made in Caritas”. È l’ultimo frutto del progetto nato attorno al Refettorio Ambrosiano di Greco, ideato dallo chef stellato Bottura assieme alla diocesi di Milano durante Expo. L’ultimo pezzo dell’intervento è l’accordo con Sogemi, la società che gestisce l’Ortomercato, per il recupero di due quintali di verdura e frutta fresche alla settimana. Prodotti che vengono messi sotto vuoto o surgelati (con un costoso macchinario a norma donato da un’azienda) e regalati a una parte delle circa 30mila persone che chiedono aiuti alimentari alle parrocchie, le quali distribuiscono 63mila pacchi di cibo al mese.

Il Refettorio di Bottura punta sul freddo: avanzi di frutta e verdura surgelati e dati ai poveri di Milano

L’Ortomercato di Milano

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Milano, via alla marcia buonista E la sinistra sfila con i migranti

sabato, maggio 20th, 2017
Rating 3.00 out of 5

Milano, militari e agente accoltellati da un ventenne in Stazione Centrale

venerdì, maggio 19th, 2017

I soccorsi in Stazione Centrale (foto Daniele Bennati)
Una felpa nera. Il cappuccio calato sulla testa. «Attaccava briga con chi passava», hanno raccontato i poliziotti. E per questo dopo averlo seguito per un po’ la pattuglia mista — un soldato semplice e un caporalmaggiore dell’Esercito più un agente della Polfer di 20 anni — hanno deciso di fermarlo. «Teneva una mano nella tasca della felpa, come se nascondesse qualcosa».
La dinamica

Milano, ore 20.06, piano ammezzato della stazione Centrale. Il corridoio è quello che porta al bar Segafredo. I soldati e il poliziotto si avvicinano. «Scusa, documenti?». Ismail Tommaso Ben Yousef Hosni, 21 anni il prossimo 17 agosto, nato a Milano da padre tunisino e madre italiana, si volta, estrae la mano che stringe un coltello da cucina. Non dice una parola. Sferra un colpo al collo del soldato: la ferita è a pochi centimetri dalla giugulare.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Infiltrazioni mafiose, amministrazione giudiziaria per 4 direzioni generali Lidl

lunedì, maggio 15th, 2017

Quindici arresti nel corso di un’operazione interforze di Polizia e Finanza e due fermi tra la Lombardia e la Sicilia nell’ambito di un’indagine contro le attività criminali della famiglia mafiosa catanese dei Laudani coordinata dalla Dda di Milano. Le accuse: associazione per delinquere che ha favorito gli interessi, in particolare a Milano e provincia, della famiglia mafiosa catanese dei “Laudani” o “Mussi i ficurinia”. In particolare, sono state poste in amministrazione giudiziaria per sei mesi quattro direzioni generali della società di grande distribuzione Lidl, cui afferiscono circa 200 punti vendita.  (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Sala consegna le chiavi della città a Obama: “Ha cambiato la storia”

martedì, maggio 9th, 2017
Rating 3.00 out of 5

A Musocco un 25 Aprile di tensioni Le «anime» della sinistra in corteo

martedì, aprile 25th, 2017

Due fronti per il 25 aprile che cade nel 70° della Costituzione Repubblicana. Da una parte, le tensioni tra centri sociali e forze di estrema destra al Cimitero Maggiore Musocco, dove sono sepolti i partigiani e — al Campo X — i caduti della Repubblica di Salò. Dall’altra, il corteo del pomeriggio, organizzato dal Comitato permanente antifascista, che nel corso delle ore ha raccolto nuove adesioni e dove si ritroveranno le varie anime della sinistra. Con un concentramento di chi lavora ad un’alternativa alla vocazione maggioritaria del Pd. Massiccia, infatti, s’annuncia la presenza di esponenti di Mdp (Movimento democratico e progressista): con l’ex segretario del Pd Luigi Bersani ci saranno il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, Massimo D’Alema e Roberto Speranza oltre al capogruppo di Mdp alla Camera, Laforgia.

Tornando a Musocco, tensioni quasi inevitabili nonostante l’ordinanza decisa dal prefetto Lamorgese al termine del tavolo dell’Ordine pubblico e della sicurezza, che vieta parate d’ogni sorta. Mentre aumentano le adesioni a «Porta un fiore al Partigiano» organizzata da diverse associazioni contro «ogni parata nazifascista», il leader di CasaPound Gianluca Iannone annuncia su Affari Italiani: «Non retrocederemo di un centimetro».

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Meningite, un caso ogni 7 giorni Vaccini low cost: posti esauriti

martedì, aprile 25th, 2017

Di nuovo la meningite. Lo studente 18enne del liceo scientifico Leonardo da Vinci di via Respighi, ricoverato in rianimazione all’ospedale Niguarda da domenica, è in condizioni stazionarie, vigile e con respiro spontaneo. Ma la prognosi rimane riservata. Con il nuovo caso, torna anche la paura: dall’inizio dell’anno i contagi sono stati diciotto (8 di tipo C, 6 B, 1 W e tre di cui non è stato possibile identificare il ceppo). Bisogna sapere, però, che dopo l’allarme di fine febbraio (con un caso ogni 4,5 giorni ), i casi sono rallentati: in base agli ultimi dati dell’assessorato alla Sanità guidato da Giulio Gallera ce n’è uno alla settimana. Numeri meno allarmanti, dunque, anche se continua a colpire il confronto con gli anni precedenti: nel 2016 l’andamento è stato di un malato ogni 9 giorni e mezzo (39 in totale), l’anno precedente di uno ogni 12 giorni (31 in totale). In ogni caso, sarà possibile misurare l’incidenza reale solo alla fine del 2017, perché il periodo invernale è il momento più a rischio.

Rating 3.00 out of 5

Genova, brucia la casa nella notte, genitori lanciano figlio da finestra: è gravissimo

sabato, aprile 22nd, 2017

Prigioniera delle fiamme divampate nella notte nella propria casa al secondo piano, una coppia con un figlio di otto anni, è stata costretta a lanciare il bimbo dalla finestra e poi a gettarsi a sua volta nel vuoto per cercare di salvarsi. Il bambino nella caduta ha riportato ferite gravissime, grave anche il padre, mentre le condizioni della donna sono meno disperate perché la sua caduta è stata attutita dalle corde da stendere. E’ successo alle 3 di notte nel centro di Casella, nell’entroterra di Genova.

La mamma pochi minuti prima aveva chiesto aiuto ai vigili del fuoco con una telefonata: “Correte, qui brucia tutto”. Quando i pompieri sono giunti sul posto hanno trovato i tre corpi a terra. Pochi istanti dopo l’edificio, alto due piani e con un bar al pianterreno, è crollato rischiando di travolgere i vigili del fuoco che sono riusciti a mettersi in salvo scappando solo poco prima del cedimento della casa. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.