Archive for the ‘Lombardia’ Category

Milano, è allarme per i ricatti hacker: studi legali, notai e alberghi nel mirino

sabato, ottobre 21st, 2017

Un palazzo nobiliare a quattrocento metri di distanza dalla Scala e dal Comune; impronte di scarpe su un muretto vicino alla grondaia e la portafinestra di uno studio associato di notai trovata aperta all’arrivo al mattino delle prime impiegate. Negli uffici, scrivanie rovesciate e cassetti buttati sul pavimento. Un furto? No, una messinscena: quegli intrusi non erano dei ladri ma hacker. Dagli uffici non è sparito niente. L’obiettivo erano i computer che custodivano dati preziosi e unici — contratti immobiliari, estratti conto, visure — e che sono stati riempiti di un virus «Cryptolocker» nella sua versione più recente e feroce. Gli intrusi hanno rivendicato l’agguato con un’email e il consiglio-ordine di pagare un riscatto per ottenere la chiave d’accesso e sbloccare il «baco» immesso nel sistema. Non è l’unico caso, in quest’ottobre. C’è una nuova ondata di attacchi. Nel mirino per appunto studi notarili e uffici di avvocati e commercialisti, aziende e alberghi. Con una particolare tendenza a colpire in centro.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Smog record a Milano e in Pianura Padana La foto dallo spazio dell’astronauta Nespoli

venerdì, ottobre 20th, 2017

«La pianura Padana qualche ora fa: nebbia o smog?»: la foto scattata dall’astronauta italiano Paolo Nespoli, in orbita attorno alla Terra rende perfettamente l’idea della situazione meteo ma anche ambientale in cui si trova il Nord Italia: un «coperchio» di aria stagnante e carica di elementi inquinanti (come dimostrano i dati delle centraline antismog delle città) preme su una vasta area che va da Torino all’Adriatico interessando Piemonte, Lombardia, Emilia, Veneto e Friuli. Sul resto dell’Europa invece il cielo è libero e i contorni di coste e catene montuose sono perfettamente visibili. A riprova che la qualità dell’aria e i suoi effetti sulla salute sono un’emergenza esclusiva dell’Italia settentrionale.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

COMUNICATO STAMPA: Rezia Cantat, la grande carovana corale delle Alpi

giovedì, ottobre 19th, 2017

Chiavenna e Piuro invase da 3.500 coristi italiani e svizzeri 

“Rezia Cantat, la grande carovana corale delle Alpi”

 

 

Basterebbero i numeri per presentare Rezia Cantat, il festival della coralità italo-svizzero in programma nel giugno 2018 tra Chiavenna e Piuro in provincia di Sondrio: 132 cori e oltre 3.500 coristi provenienti dai Grigioni e dalla Valtellina, oltre a grandi cori nazionali e internazionali che si esibiranno in 70 ore di concerti consecutivi.

Un evento unico, che vedrà esibirsi nello stesso luogo tutti i cori delle due zone confinanti, che fin d’ora si annuncia come una grande festa che unirà, attraverso il cordone ombelicale della musica, due popoli legati da secoli.

Una manifestazione all’insegna del folklore e della cultura che rivestirà anche un carattere storico, rievocando le gesta del passo Sublime nell’800, quando i due territori iniziarono a “parlarsi” attraverso lo Spluga, per arrivare alla prossima estate, quando canteranno insieme. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Emergenza Pm10, Milano anticipa il piano anti smog

martedì, ottobre 17th, 2017
andrea rossi
 

La battaglia di Milano comincia oggi. Quella di Torino domani. Non era più rinviabile, o comunque sarebbe stato difficile spiegare perché far decorrere dal primo novembre i divieti alla circolazione pensati per provare ad arginare lo smog quando la situazione è già critica e i requisiti per fermare le auto più inquinanti sono già tutti sul tavolo.

 Non a caso, giorni fa, il sindaco Giuseppe Sala ha deciso di anticipare l’entrata in vigore del protocollo firmato in estate dal ministero dell’Ambiente con Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto per introdurre misure omogenee di contrasto al Pm10, le polveri sottili, dannose perché così fini da superare i filtri nasali e finire dritte in bronchi e polmoni. Da oggi dunque Milano ferma dalle 8,30 alle 18,30 tutti i diesel fino all’Euro 4 adibiti al trasporto delle persone e dalle 8,30 alle 12,30 quelli per il trasporto merci fino all’Euro 3 diesel. E, unica in Italia, aggiunge un tassello: vieterà in modo permanente l’accesso in centro a tutti veicoli diesel fino all’Euro 4 senza il filtro anti particolato.

 

LEGGI ANCHE – Caldo e siccità, il Piemonte è in crisi idrica (A. Mondo, M. Tropeano) (altro…)

Rating 3.00 out of 5

L'(in)sicurezza sui mezzi Atm approda anche alla Camera

venerdì, ottobre 13th, 2017

Nella migliore delle ipotesi un passeggero su quattro non paga il biglietto e per fare un sopralluogo serale a bordo della 90/91 e chiedere il ticket ai passeggeri, mettendosi nei panni dei controllori, anche il direttore generale di Atm Arrigo Giana giorni fa era accompagnato (il centrodestra ha tradotto forse meglio con «scortato») dagli uomini della security.

La dice lunga sulla percezione di insicurezza sulla linea che attraversa 24 ore su 24 la circonvallazione. «Probabilmente – ha ammesso ieri il sindaco Beppe Sala – bisogna trovare una formula mista, bisognerebbe che Atm avesse un pò più di persone a disposizione e, di concerto con le forze dell’ordine e i vigili, aggiungerne delle altre. Non credo che ci possano essere idee molto più intelligenti che rafforzare la presenza del nostro personale e delle forze dell’ordine». A chi critica Giana per essersi fatto accompagnare dai vigilantes risponde che «io andrei da solo, ma pensiamo alla concretezza e cerchiamo di trovare una soluzione». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Trezzano sul Naviglio, incendio nella ex fabbrica: rischio amianto, scuole chiuse per precauzione

venerdì, ottobre 13th, 2017

«State in casa e tenete chiuse le finestre». L’allarme, diffuso dai sindaci di Trezzano sul Naviglio, Buccinasco e Corsico sui social, arriva alle 19.30. Poco dopo le auto dei vigili del fuoco iniziano a girare nella zona ripetendo la stessa raccomandazione con gli altoparlanti. Dopo 4 ore, l’incendio della ex Scapa di via Cellini, a Trezzano sul Naviglio, un’azienda dismessa che distribuiva pasti per le mense, non è ancora domato. «I vigili del fuoco stanno verificando la possibile presenza di amianto nell’aria», afferma il sindaco di Trezzano Fabio Bottero che in serata ha attivato un’unità di crisi. E venerdì sono rimaste chiuse le scuole a Trezzano sul Naviglio, mentre i vigili del fuoco sono ancora al lavoro con 5 mezzi. Sul posto anche la squadra Nbcr (Nucleare Batteriologico Chimico Radiologico) dei pompieri che ha rilevato la presenza di amianto nella struttura andata a fuoco e sono ancora in corso le analisi dell’Arpa sulla quantità di fibre che si sono sprigionate nell’aria. Anche se in mattinata la quantità di fumo provocata dall’incendio era minima, poco prima di mezzanotte il sindaco di Trezzano Fabio Bottero ha firmato comunque l’ordinanza di chiusura delle scuole e dei nidi comunali, chiedendo inoltre ai cittadini la chiusura delle porte e finestre delle abitazioni ed attività commerciali, industriali e di servizi.

Rating 3.00 out of 5

Dai miti all’allarme: «C’è mandragora negli spinaci, via dagli scaffali»

giovedì, ottobre 5th, 2017

Una pianta di mandragora fiorita (Getty Images) Una pianta di mandragora fiorita (Getty Images)

Tutta colpa della mandragora, pianta a cui nell’antichità venivano attribuiti poteri magici ma che in realtà è un’erba velenosa. Un’intera famiglia a Milano è finita all’ospedale in stato di confusione mentale e amnesia, dopo avere mangiato degli spinaci surgelati che hanno provocato effetti allucinogeni. Secondo le autorità sanitarie, come raccontato mercoledì dal Corriere, il problema è stato provocato proprio dalla presenza della mandragora (o mandracola) tra le foglie di spinaci.

Machiavelli le ha dedicato il titolo di una commedia sulla corruttibilità della società italiana nel Cinquecento, nel romanzo fantasy Harry Potter e la camera dei segreti viene rinvasata dagli studenti della professoressa Sprite per creare antidoti che guariscono le persone pietrificate. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Poste, Sda: “In un mese di sciopero persa la metà del fatturato, situazione sanitaria preoccupante a Milano”

mercoledì, ottobre 4th, 2017

Perdere il 50% del fatturato e dei volumi da oltre un mese “è devastante”. Lo ha detto l’amministratore delegato della Sda, Paolo Rangoni, a proposito dello sciopero proclamato dai sindacati di base dell’azienda in una sede di Milano. “Nel sito milanese il diritto al lavoro è negato, c’è un diffuso senso di impunità e una situazione sanitaria preoccupante a causa dei pacchi bloccati con materiale deperibile”, ha aggiunto.

Si segnalano situazioni critiche su tutta la rete di Sda, il corriere di proprietà di Poste italiane, dal momento che accanto a costi variabili ci sono anche costi fissi incomprimibili. “Alcuni operatori – ha spiegato Rangoni – stanno licenziando in attesa che tornino i volumi, e ci sono clienti che non stanno pagando le fatture come ritorsione”. I sindacati di base, ha spiegato l’a.d. in un’audizione in commissione Lavori pubblici al Senato, hanno organizzato lo sciopero che sta bloccando il sito milanese da tre settimane. “Vengono commessi ogni giorno reati”, ha aggiunto, puntando il dito contro il “diffuso senso di impunità” tra i rappresentanti dei lavoratori. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Torna libero il 54enne fermato a Milano per tentata violenza sessuale: era solo un litigio

lunedì, ottobre 2nd, 2017

E’ tornato libero ieri sera l’uomo di origini sudamericane finito in cella sabato scorso con l’accusa di aver cercato di violentare una 21enne in auto a Quarto Oggiaro, dove sono intervenuti gli abitanti del quartiere milanese prendendo anche a sprangate l’auto. Il pm di turno, Sergio Spadaro, non ha chiesto la convalida del fermo né la misura cautelare per l’uomo, accusato di violenza sessuale e fermato dalla Polizia locale. L’uomo era stato fermato sabato scorso: quel mattino alcuni abitanti del quartiere di Quarto Oggiaro erano scesi in strada dopo essere stati svegliati dal suono di un clacson di un’auto dentro cui un uomo stava cercando di tenere ferma una ragazza. Di fronte alle urla della 21enne, seminuda, gli abitanti del quartiere hanno pensato a un tentativo di stupro e alcuni di loro hanno iniziato a prendere a sprangate la vettura. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Un referendum per riaprire i Navigli. Sala: “Pronti per una città slow”

sabato, settembre 30th, 2017
michele sasso
milano

C’è una idea che il sindaco di Milano Beppe Sala accarezza da qualche anno e che lunedì porterà in consiglio comunale: riaprire una (piccola) parte dei Navigli, come ai tempi di Leonardo, e trasformare la città in una Amsterdam in formato ridotto. Una suggestione tanto affascinante da scriverci un libro nel 2014 («Milano sull’acqua. Ieri, oggi e domani») e metterla nero su bianco nel programma elettorale che l’ha portato a Palazzo Marino.

 E’ sola una piccolissima parte del “groviglio idrico” di 370 chilometri fatto di fiumi, torrenti, fontanili e rogge che scorrono nelle viscere della metropoli, ma scalda i cuori di tanti milanesi. E periodicamente ecco che torna in auge la riapertura del sistema di canali irrigui e navigabili. Lunedì, quando inizierà la discussione in Consiglio comunale, quella idea diventerà un progetto concreto con tanto di tempistiche sui cantieri e costo dell’operazione: entro il 2022 saranno riaperti 2,2 chilometri di canali investendo 150 milioni di euro, finanziati dall’amministrazione che li recupererà dai propri bilanci, «anche se pensiamo di attingere ai fondi europei – precisa il sindaco – e alla collaborazione di qualche privato».

(altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.