Archive for the ‘Lombardia’ Category

Incidente aereo a Bergamo, la corsa dell’ex poliziotto nel fuoco: «Ne ho salvati tre, poi mi sono arreso»

domenica, Settembre 22nd, 2019

Dieci anni alla Narcotici di Milano, altri dieci alla Squadra mobile e tredici in Procura a Bergamo.Ma anche per un poliziotto, una scena come questa è un pugno nello stomaco. Quando corre al piccolo aereo precipitato, Angelo Pessina non può sapere che all’interno sono intrappolati Stefano Mecca, con le figlie Marzia e Silvia, gemelle di 15 anni, e Chiara, di 18. Non sa nemmeno quante persone ci siano nella cabina. Sa solo che deve fare in fretta, perché le fiamme hanno già divorato mezzo velivolo e un albero contro il quale si è schiantato. Con il serbatoio da 300 litri quasi pieno di carburante, l’aereo rischia di esplodere.

Ispettore capo in pensione, 56 anni, Pessina è il primo ad arrivare con l’amico Francesco Defendi. Una sorella, un’altra, il padre: riescono ad estrarli dal finestrino e a metterli al sicuro nel prato a bordo strada, il più lontano possibile dal fuoco e dal pericolo. Ma quando tutto sembra finito, un’immagine accompagna le urla: «Siamo in quattro», implorano padre e figlie salvati.

Rating 3.00 out of 5

Incendio a Trezzano sul Naviglio, esplosione in un’azienda di cannabis light: tre i feriti

venerdì, Settembre 20th, 2019

Una forte esplosione seguita da un incendio si è verificata alle 15.45 di venerdì pomeriggio all’interno di una fabbrica a Trezzano sul Naviglio, in viale Edison. A scoppiare sarebbe stato, da una prima ipotesi, un serbatoio di gpl all’interno della ditta «Tree of Light», un’azienda che si occupa della lavorazione della cannabis light. La ditta ha uno spazio all’interno di un capannone condiviso con altre società. I testimoni raccontano di aver sentito prima alcuni botti, «come petardi», poi un’esplosione violentissima. C’è anche chi racconta di aver visto fisicamente «volare» via gli operai vicini all’area dello scoppio.

Rating 3.00 out of 5

Pavia, l’esplosione poi le fiamme alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi

martedì, Settembre 17th, 2019

Esplosione alle prime luci dell’alba alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi, una delle più grandi d’Italia. Dopo lo scoppio, è divampato un incendio. A comunicarlo è il comune pavese: “Alle ore 6,35 circa, sì è sentito un forte boato in Raffineria. Abbiamo attivato le procedure interne comunali. È stato attivato l’allarme interno Eni e ora sta rientrando. Nessun ferito, tutto sotto controllo. Vi terremo aggiornati”.

Fortissimo il boato avvertito dai residenti che hanno poi visto alzarsi in cielo una colonna di fumo nero che ha reso l’aria irrespirabile. L’incendio si sarebbe verificato all’Isola 7. Sul posto sono al lavoro le squadre interne del servizio anticendio e i vigili del Fuoco di Pavia.

Rating 3.00 out of 5

Vimercate, sacche di sangue scambiate per un caso di omonimia: donna muore in ospedale

lunedì, Settembre 16th, 2019

Una trasfusione sbagliata letale. Una donna è morta venerdì, 13 settembre, all’ospedale di Vimercate, a due passi da Milano, per lo scambio di sacche di sangue . La paziente era ricoverata nel reparto di Ortopedia. Ci sono accertamenti in corso da parte di Regione Lombardia. Dalle prime informazioni, la donna era stata sottoposta a un intervento per la rottura di un femore, come spesso capita in età avanzata.

La morte in terapia intensiva
Rating 3.00 out of 5

Pavia, incidente in unʼazienda agricola: operai cadono in una vasca, 4 morti

giovedì, Settembre 12th, 2019

Incidente in un’azienda agricola di Arena Po (Pavia): quattro operai sono morti annegati in una vasca di decantazione dei liquami. Due corpi sono stati recuperati in breve tempo, per gli altri due è stato necessario svuotare la vasca dove tutti e quattro erano finiti. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Tra le vittime anche i due titolari – Le vittime, tutte di origini indiane, sono due fratelli di 47 e 45 anni, che erano i titolari dell’azienda (un allevamento di bovini), e due dipendenti di 29 e 28 anni. Secondo una prima ricostruzione, in attesa di conferma, uno dei quattro sarebbe caduto accidentalmente nella vasca, particolarmente profonda. Gli altri tre sarebbero poi a loro volta caduti e morti nella vasca, nel vano tentativo di salvare il loro connazionale. Sul posto, oltre ai tecnici della Asst, sono arrivati alcuni familiari delle vittime.

Rating 3.00 out of 5

Milano, i grattacieli di Citylife crescono a vista d’occhio: dieci anni in timelapse

martedì, Settembre 3rd, 2019

di Sara Regina

Le «Tre Torri» di Citylife (foto Alberto Fanelli)

Le «Tre Torri» di Citylife (foto Alberto Fanelli)

Mancano ormai pochi mesi al battesimo del terzo grattacielo di Citylife, il «Curvo» di Daniel Libeskind, 31 piani per 175 metri di altezza. Lo skyline dell’ex Fiera Campionaria di Milano si è completamente trasformato negli ultimi 10 anni, con la nascita del nuovo quartiere con parco pubblico, residenze e le «Tre Torri» che danno il nome alla fermata della metropolitana lilla. E proprio a luglio 2009, dieci anni fa, il fotografo Alberto Fanelli, che abita al nono piano di un palazzo di via Leon Battista Alberti, ha avuto l’idea di piazzare una macchina fotografica professionale sul tetto per scattare, ogni ora, un’immagine del cantiere dei grattacieli.

Rating 3.00 out of 5

COMUNICATO STAMPA:Altro Festival Valmalenco: la montagna va in città

mercoledì, Agosto 7th, 2019

Il 5 e 6 ottobre 2019, tra Sondrio e Valmalenco, la montagna va in città. “Altro Festival” nasce dal desiderio di far conoscere la Valmalenco fuori dagli schemi consueti, scoprendo angoli nascosti e dimenticati, dettagli poco appariscenti e assaporando ogni luogo per la sua unicità e bellezza. Un evento diffuso, a stretto contatto con l’ambiente, nel quale l’auto non sarà necessaria. Ogni viandante potrà scegliere il proprio sentiero: boulder e arrampicata, racconti d’autore, percorsi di scoperta, musica e sapori, esperienze in natura o semplicemente cammino. Ad “Altro Festival” il territorio è un teatro da esplorare e da vivere con il proprio passo, ritmo e attitudine, il cui centro focale sarà il percorso, dimenticando la necessità di avere una meta. Si partirà da Sondrio per risalire la Valmalenco fino a Chiareggio al cospetto del Disgrazia, a piedi o in bicicletta, percorrendo tutti quei luoghi che si attraversano abitualmente in auto. La traccia di cammino segue il sentiero Rusca. Lungo il cammino accompagneranno il viandante appuntamenti diffusi, incontri e spazi inesplorati. Eventi Pic-nic diffuso. Silent disco. Street boulder nelle contrade. Boulder meeting lungo la strada Cavallera – Sentiero Rusca.

Rating 3.00 out of 5

Sciopero dei trasporti a Milano: oggi fermi metrò, tram e bus dalle 8,45 alle 12,45

giovedì, Giugno 13th, 2019

Uno sciopero di quattro ore nei trasporti è stato proclamato per giovedì 13 giugno. A Milano incroceranno le braccia i dipendenti di Atm: i treni delle metropolitane e i trasporti in superficie rischiano di fermarsi nella fascia oraria dalle 8,45 alle 12,45. Lo sciopero è stato indetto dalle segreterie regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e UilTrasporti per “la condizione di grave incertezza circa le risorse da destinare al settore del trasporto pubblico locale, a seguito del congelamento dei finanziamenti nazionali al comparto operato con legge di bilancio 2019. Ma anche per la mancanza di garanzie sulla clausola di salvaguardia occupazionale e di mantenimento dell’attuale qualità del servizio agli utenti garantito attraverso la contrattazione di secondo livello”.

REP-IT

Rating 3.00 out of 5

“Onore a Mussolini”: a Milano lo striscione-oltraggio degli ultrà neofascisti alla vigilia del 25 Aprile

giovedì, Aprile 25th, 2019

di MATTEO PUCCIARELLI

Un blitz di pochi minuti, a due passi da un luogo simbolico come piazzale Loreto e alla vigilia del 25 Aprile. Un gruppo di una settantina di neofascisti ha srotolato uno striscione nella centralissima corso Buenos Aires all’ora di pranzo con su scritto “Onore a Benito Mussolini”. Hanno cantato per pochi minuti slogan fascisti, fatto saluti romani e poi se ne sono andati. Una chiara provocazione il giorno prima del 25 Aprile. Gli autori del gesto appartengono alle curve ultrà, visto che in fondo allo striscione c’è anche la scritta ‘Irr’, che fa pensare agli ‘Irriducibili’: e stasera in città la Lazio, che ha una tifoseria notoriamente di estrema destra gemellata con l’Inter, gioca contro il Milan.

Milano, saluti romani e omaggio a Mussolini dagli ultrà laziali

Rating 3.00 out of 5

Milano, agguato in via Cadore: affiancano un automobilista e gli sparano

venerdì, Aprile 12th, 2019

Milano, 12 aprile 2019 – Agguato acolpi di pistola in via Cadore a Milano, questa mattina alle 8. Due uomini a bordo di uno scooter si sono affiancati a un’auto, fermo al semaforo all’incrocio con via Bergamo, e hanno sparato al conducente, attraverso il finestrino,per poi darsi alla fuga. Secondo alcuni testimoni, i colpi espolosi sarebbero stati almeno quattro, forse sei. 

Enzo Anghinelli, un 46enne con precedenti per droga, è stato soccorso dal 118, e portato al Policlinico dove è stato sottoposto a intervento chirurgico. A prestargli i primi soccorsi è stato un medico che si trovava in uno dei palazzi della zona, attirato dagli spari, il quale ha raccontato che l’uomo era ancora cosciente. Sull’episodio, accaduto in una zona centrale non lontana da Porta Romana, indaga la Polizia di Stato che ha inviato sul posto la Squadra Mobile per i rilievi del caso. Le modalità con cui è avvenuto fanno pensare a un agguato premeditato, una vera e propria esecuzione, probabilmente maturata negli ambienti dello spaccio di droga. Ancora da chiarire la dinamica dell’agguato: secondo alcuni testimoni l’uomo sarebbe stato raggiunto da un colpo dipistola allo zigomo sinistro mentre la prima persona intervenuta a soccorrerlo, un medico che si trovava in un palazzo nella zona, ha parlato di colpi alla spalla e al torace

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.