Archive for the ‘Lazio’ Category

Colombo a 30 e 50 km/h, la politica non decide ed è caos: “Così quei limiti diventano definitivi” „

mercoledì, aprile 19th, 2017

 

I nuovi limiti sulla Colombo si trasformano, giorno dopo giorno, in un vero e proprio pastrocchio di mala amministrazione. A rimetterci, come sempre, sono i cittadini. E proprio loro si sono attivati per chiarire il “pasticciaccio brutto” che da qualche giorno, tra mancanza di chiarezza e comunicazione inesistente, costringe migliaia di automobilisti ad improvvisare andature a 30 e 50 all’ora. In particolare l’associazione “La voce della Colombo” ha incontrato ieri il dirigente del Simu Paolo Fantini.

Facciamo un passo indietro. La necessità di nuovi limiti era stata comunicata, a fine febbraio, dal Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione urbana ai gruppi di polizia locale (LEGGI QUI). Questi ultimi hanno emesso tre determine dirigenziali (una per gruppo VIII, IX e X) che fissavano i limiti a 30 km/h, nel tratto che va da viale di Porta Ardeatina all’Eur e a 50 km/h dallo svincolo Pontina verso Ostia. I limiti però sarebbero entrati in vigore solo con l’apposizione della segnaletica. Pochi giorni dopo la notizia di alcuni lavori in programma sulla Colombo tra marzo e inizio aprile. Arriva la segnaletica e partono questi lavori. I cartelli vengono incappucciati, i lavori in qualche caso si chiudono, e dopo qualche giorno vengono scappucciati i cartelli. Da metà aprile in pratica sulla Colombo si viaggia a 30 e 50 km all’ora. Obbligatoriamente. Infuriati e preoccupati gli automobilisti che non capiscono il perché di quelle limitazioni. Da qui la richiesta di un incontro e i chiarimenti.  (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Tensione al corteo “Euro stop”. Così la polizia evita gli scontri

sabato, marzo 25th, 2017
Rating 3.00 out of 5

Roma città chiusa: quattro quartieri blindati e sei manifestazioni per l’anniversario dell’Europa

sabato, marzo 25th, 2017

Come altri musei, siti archeologici e monumenti, il Colosseo resterà chiuso durante tutta la manifestazione. È stata potenziata la sorveglianza, nella foto una pattuglia della polizia ferma il traffico

flavia amabile
roma

Chi poteva è partito già ieri mattina. Lontano da Roma, dai blocchi e dai black bloc, dall’assedio e da tutti i pericoli di sei manifestazioni nel raggio di pochi chilometri dove si segnala la presenza di centinaia di infiltrati. Roma è «lockdown», con decine di delegazioni straniere negli hotel del centro, cortei di auto blindate a sirene spiegate, cecchini sui tetti, l’esercito a presidio dei punti sensibili, mentre l’agenda di oggi mette i brividi a chi deve gestire l’ordine pubblico: il cartello No Tav e centri sociali contro l’Europa, ma anche le manifestazioni dei federalisti europei, dei sovranisti di Azione nazionale, la sinistra di «Nostra Europa», il sit-in di Fratelli d’Italia, per non parlare di possibili incursioni di Forza Nuova o dell’ultradestra di «Roma ai romani».

 Anche i musei chiusi

Chi proprio non può andare via, resta in una Roma delirante dove saranno chiusi musei e siti archeologici, a partire dal Colosseo, alcune vie sono state murate con pannelli di metallo e grate. Quattro grandi quartieri, per centinaia di migliaia di abitanti, da ieri sono blindati e in preda a un misto tra scetticismo, rabbia, paura, disorientamento e sconforto. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Roma, scatta l’allerta terrorismo ma fanno più paura i black bloc

venerdì, marzo 24th, 2017
ANSA

Agenti e militari dovranno garantire la sicurezza della città contro il pericolo del terrorismo islamico, ma anche impegnarsi per l’ordine pubblico

francesco grignetti
roma

Il livello di allerta è massimo in vista delle celebrazioni per i sessant’anni dei trattati europei. Gli esperti dicono che è talmente elevato, che anche dopo l’attentato di Londra c’era ben poco di nuovo da aggiungere. E così nella riunione di ieri del Comitato di analisi strategica antiterrorismo, il «Casa», al Viminale, passate in rassegna tutte le predisposizioni già effettuate, si è deciso genericamente di intensificare «tutte le misure di sicurezza e vigilanza» in particolare per gli obiettivi ritenuti più sensibili.

 Alla riunione di ieri ha partecipato anche un ufficiale di collegamento di Scotland Yard, ed è stata una prima volta importante. Un segnale simbolico di vicinanza alla Gran Bretagna, ma anche un passaggio terribilmente concreto: erano scattati fin da subito, nei primi minuti dopo l’attacco a Westminster, tutti i contatti tra i servizi italiani e quelli dell’intelligence britannica per prevenire eventuali colpi anche in Italia e per capire le possibili ripercussioni dell’attentato.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

„Affitti ‘gonfiati’ nei piani di zona, 10 indagati: 4 sono funzionari comunali“

venerdì, marzo 10th, 2017

 

Dieci persone iscritte nel registro degli indagati, tra costruttori e funzionari comunali, e 4 tra società e cooperative finite sotto la lente d’ingradimento della Procura. A distanza di qualche settimana dal sequestro di tre edifici realizzati nel piano di zona di Monte Stallonara, la magistratura ha notificato la chiusura di tre fascicoli di indagine relativi alla costruzione di due quartieri di edilizia ‘agevolata’ della capitale: ‘C25 Borghesiana-Pantano’ e  ‘C24 Via Longoni’. Quartiere, quest’ultimo, finito agli onori della cronaca per una serie di sfratti tra cui quello dell’abitazione eletta ‘residenza parlamentare’ dalla deputata del M5S Roberta Lombardi. A muovere le indagini, il sospetto che i prezzi di locazione siano stati ‘gonfiati’ facendo scomparire dal conteggio i finanziamenti regionali erogati per un totale di oltre 5 milioni di euro (5.113.481 euro).

Tutto è iniziato da una serie di denunce presentate dall’avvocato Vincenzo Perticaro, che difende gli inquilini assistiti da Asia Usb. Una battaglia che il sindacato porta avanti ormai da anni, con numerose proteste presso le sedi di Comune e Regione. Le indagini, portate avanti dal Sostituto Procuratore della Repubblica Francesco Dall’Olio, hanno portato ad iscrivere nel registro degli indagati 6 ‘rappresentanti legali’ delle società di costruzione (all’epoca dei fatti) con l’accusa di truffa e 4 funzionari, responsabili a vari gradi dei procedimenti in questione, degli uffici all’Urbanistica del Comune di Roma per il reato di omissioni di atto d’ufficio. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Stadio Roma, il patto Parnasi-Frongia: ridotte le cubature per il sì al nuovo impianto

giovedì, febbraio 9th, 2017

di DANIELE AUTIERI

Dietro le schermaglie pubbliche tra Paolo Berdini e Virginia Raggi si nasconde una guerra privata combattuta sull’affare degli affari: lo stadio della Roma.

A dispetto delle dichiarazioni della sindaca, che rimandano la decisione alla prossima conferenza dei servizi, l’accordo sulle cubature del maxi-impianto è stato già trovato, e tradisce non solo le posizioni dell’assessore all’Urbanistica, ma anche il programma elettorale dell’allora candidata cinquestelle che proprio sul “no” alle cubature extra aveva combattuto una delle sue battaglie più dure. Il patto, secondo quanto ricostruisce oggi una fonte diretta che ha seguito le questioni finanziarie dell’operazione, è stato siglato dopo Natale nel corso di un incontro tra l’assessore allo Sport ed ex-vice sindaco Daniele Frongia e il costruttore Parnasi.

Il sondaggio Siete favorevoli o contrari?

L’imprenditore sarebbe uscito da quella riunione non solo rinfrancato, ma tenendo stretto nella tasca un accordo di massima sulle cubature dell’area commerciale, la carne viva dell’intera operazione stadio. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Roma, sette condanne per i clan del mare di Ostia

venerdì, febbraio 3rd, 2017

di RORY CAPPELLI

L’VIII sezione collegiale del tribunale di Roma, presieduta dalla giudice Paola Roja, ha riconosciuto la tesi della Procura condannando per associazione mafiosa tutti gli imputati nel processo sull’assegnazione di alcuni chioschi a Ostia, anche se con pene meno pesanti di quelle richieste dalla procura. Condannati, dunque, Aldo Papalini (otto anni e sei mesi di reclusione), ex direttore tecnico e dell’unità operativa ambiente del municipio XIII, Cosimo Appeso, luogotenente della Marina Militare Italiana (cinque anni e cinque mesi), Ferdinando Colloca, Damiano Facioni, amministratore della società Bludream, Matilde Magni, moglie di Appeso (tre anni e quattro mesi), e l’imprenditore Angelo Salzano (otto mesi, con sospensione della pena) e Armando Spada, esponente dell’omonimo clan vicino agli Spada, considerato esponente di spicco a Ostia (cinque anni e otto mesi).

L’indagine – nata da un’inchiesta di Repubblica –  è stata coordinata dai pm Mario Palazzi e Ilaria Calò. I reati contestati, a seconda delle singole posizioni, erano abuso d’ufficio, turbativa d’asta, falso ideologico, concussione e corruzione con l’aggravante del metodo mafioso. Erano state sollecitate per gli imputati condanne che variavano dai 17 anni e sei mesi a un anno e mezzo di reclusione. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

„Stadio della Roma, il Comune di Roma dice no: ecco i motivi della bocciatura“

venerdì, febbraio 3rd, 2017

„Fabio Grilli“
Stadio della Roma, il Comune di Roma dice no: ecco i motivi della bocciatura

Il Comune boccia il progetto definitivo sullo stadio. A distanza di appena due giorni dalla richiesta di slittamento della Conferenza dei servizi, Roma Capitale ha fatto la sua mossa ed ha indicato, attraverso una dettagliata relazione tecnica inoltrata alla Regione,  il suo “parere unico” . Negativo. 

LE RICHIESTE – La bocciatura, argomentata per punti, pone comunque “le condizioni per addivenire al parere favorevole”. Per riuscirvi, si dovranno assicurare adeguati livelli di sicurezza stradale, inclusi i ‘livelli di servizio’ delle infrastrutture stradali”. E,non meno importante, si chiede “la ridefinizione del perimetro delle zone che interessano le aree di sedime, già soggette a rischio di interventi idraulici”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Fori Imperiali colabrodo, così si entra di notte senza controlli

lunedì, gennaio 30th, 2017

flavia amabile
roma

Entrare al Foro Romano, di notte e senza biglietto? Non è poi così difficile. Basta essere in grado di scavalcare qualche cancello o saltare giù da uno-due muri. Esistono almeno cinque-sei punti deboli attraverso i quali si può passare senza temere controlli, sorveglianze e videocamere.

 Padroni del sito deserto

La zona del carcere Mamertino, per esempio. Da poco tempo esiste un ingresso con controllo biglietti ma alle sei di domenica mattina da queste parti ci sono solo cancelli chiusi e porte sbarrate. Nemmeno gli addetti alle pulizie hanno ancora preso servizio. Il punto debole è un po’ oltre l’ingresso ufficiale. C’è un muretto in mattoni, due metri circa di dislivello rispetto alla zona sottostante. Si salta, il tappeto erboso attutisce il colpo. È quasi fatta. Si scende giù per una scala interna, la stessa percorsa dai turisti di giorno. Si finisce davanti a un cancello. È chiuso ma accanto c’è un muretto che sembra fatto apposta per aiutare chi vuole scavalcare. Al di là del cancello non ci sono altre barriere. Si è padroni dell’arco di Settimio Severo e di tutta la distesa del Foro nel momento di massima bellezza, di notte, con la luce che esalta i dettagli dei rilievi, il silenzio così inusuale in questa zona e la lieve ebbrezza di sapere che nessun altro può avere accesso a una simile meraviglia. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Terremoto, 3 forti scosse avvertite a Roma: chiuse le metro A e B, musei e scuole evacuati. Verifiche in corso

mercoledì, gennaio 18th, 2017

di Carlotta De Leo e Rinaldo Frignani

Tre intense e lunghe scosse di terremoto con magnitudo superiore al 5 avvertite distintamente nella Capitale: evacuati, in maniera precauzionale, alcuni musei e sospese le visite del Palazzo del Quirinale. Alunni fuori dalle scuole in tutta la città: alcuni istituti, come il liceo Righi di via Campania, il Falcone-Borsellino e altri ai Castelli, stanno contattando i genitori per far tornare i ragazzi a casa. Evacuate le aule dell’università di Tor Vergata e della Sapienza. Ferme le linee A e B della metropolitana per le verifiche tecniche, attivati i bus sostitutivi. Sospesi anche i treni della linea Roma-Viterbo. Il Campidoglio ha aperto la Ztl in centro storico per agevolare il traffico. Il numero unico per le emergenze è stato sommerso da chiamate di cittadini spaventati, i vigili del fuoco sono già al lavoro per verificare le situazioni più critiche segnalate: un intervento al minuto dalla prima scossa delle 10.25. Al vaglio anche la chiusura di alcune strade, anche importanti come la Tangenziale, per effettuare le verifiche sulla stabilità di viadotti e sottopassi.

Persone in strada e black out

(altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.