Archive for the ‘Lazio’ Category

Al funerale di Luca Sacchi assente la fidanzata Anastasia

mercoledì, Novembre 6th, 2019

Francesca Bernasconi

È iniziato poco dopo le 14.00, nella chiesa del Santissimo Nome di Maria, all’Appio, a Roma, il funerale di Luca Sacchi, il personal trainer 24enne, ucciso con un colpo di pistola alla testa nella notte del 23 ottobre, fuori da un pub.

Il funerale di Luca

Centinaia le persone presenti in chiesa. Intorno alla semplice bara in legno chiaro si sono radunati il padre, la madre e il fratello del ragazzo, inermi di fronte a tanto dolore. Insieme a loro, anche la nonna del giovane, che non smette di ripetere “figlio mio”. Al loro fianco, una folla di parenti e amici. Ma c’è una grande assente al funerale: si tratta di Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata del ragazzo, che è considerata dagli inquirenti una figura chiave, per capire la dinamica dell’aggressione. Si cerca, inoltre, di far luce sul suo ruolo in tutta la vicenda, che sembra essere legata a una compravendita di droga finita male.

L’omelia del sacerdote

Rating 3.00 out of 5

Omicidio Luca Sacchi, l’autopsia: colpito con la mazza da baseball, cosa cambia per Anastasiya

giovedì, Ottobre 31st, 2019

Arrivano i risultati dell’autopsia sul corpo di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma la scorsa settimana davanti al pub John Cabot. E gli esami confermano che il ragazzo si è difeso parandosi faccia e braccia da una serie di colpi sferrati con la mazza da baseball. Proprio quella mazza da baseball con cui anche la fidanzata, Anastasiya Kylemnyk, afferma di essere stata colpita (ha riferito di essere svenuta e di non aver visto il momento in cui Valerio Del Grosso e Paolo Pirino aprivano il fuoco su Luca). Nell’autopsia sono emersi diversi lividi sulle braccia, compatibili con un colpo da mazza da baseball che avrebbe provato a parare. In mattinata, dunque, è arrivato il nulla osta della procura di Roma alla restituzione del corpo del ragazzo alla famiglia: adesso potranno essere fissati i funerali, che dovrebbero svolgersi la prossima settimana.

Leggi anche: Luca Sacchi, il killer: “Voglio guardare negli occhi mia madre”

LIBERO.IT

Rating 3.00 out of 5

Omicidio Sacchi, la famiglia contro la fidanzata: “Impossibile difenderla”

martedì, Ottobre 29th, 2019

Inizialmente hanno pianto insieme, ora, però, i genitori di Luca Sacchi, il 24enne ucciso a Roma la sera del 23 ottobre in circostanze ancora da chiarire, hanno preso le distanze dalla fidanzata Anastasia Kylemnyk. Lunedì infatti un testimone ha smentito il racconto della baby sitter ucraina. “Impossibile a livello morale difenderla“, affermano i legali della famiglia.

Troppi buchi nel racconto di Anastasia – Troppi buchi e incongruenze nella testimonianza di Anastasia, che è stata smentita sia da un testimone sia dalle immagini delle telecamere. La ragazza aveva affermato che era con il 24enne al momento dello sparo, ma dalla testimonianza e dalle immagini è risultato il contrario.

Rating 3.00 out of 5

Omicidio Sacchi, un video smentisce la ricostruzione di Anastasia: al momento dello sparo non era con Luca

lunedì, Ottobre 28th, 2019

Nelle indagini sull’omicidio di Luca Sacchi, il 24enne ucciso con un colpo di pistola alla testa mercoledì sera a Roma, spunta un video. Le immagini sono state catturate dalla telecamera di sicurezza di un negozio di tatuaggi e smentiscono la ricostruzione di Anastasia, la fidanzata della vittima. La giovane, che nelle prossime ore verrà sentita nuovamente dagli inquirenti, al momento dello sparo non sarebbe stata con Luca.

 Anastasia Kylemnyk, luca sacchi, omicidio, roma

All’atto istruttorio, che dovrebbe avvenire a piazzale Clodio, la giovane verrà accompagnata da un avvocato che ha nominato nelle scorse ore. La ragazza potrebbe essere indagata, ma nulla trapela. Sembra essere proprio lei una delle figure chiave di quella notte.

Rating 3.00 out of 5

Luca Sacchi, una vita tra famiglia e palestra. E quei post di solidarietà ai negozianti aggrediti

venerdì, Ottobre 25th, 2019

di Goffredo Buccini

Luca Sacchi, una vita tra famiglia e palestra. E quei post di solidarietà ai negozianti aggrediti

C’è il sangue sulle strisce e la vita tutta attorno. I carabinieri nella notte hanno coperto le chiazze con lo spray bianco, troppo bianco: e adesso quelle macchie candide disegnano quasi la traiettoria del proiettile che ha ammazzato Luca, dall’incrocio tra via Mommsen e via Bartoloni fino al pub John Cabot, il colpo di calibro grosso gli ha passato la testa ed è finito nella vetrina.

A nemmeno cento metri, ora che è mattina, si sentono le vocine e le risate di cristallo dei bambini dell’asilo: ludoteca e scuola d’infanzia di Roma Capitale, municipio VII. Una maestra fa segno di no col dito, da dietro gli scivoli, per fermare intrusioni e domande. E ha ragione. Morte e vita non andrebbero mischiate, le due facce di Roma dovrebbero restare separate, finché si può.

Rating 3.00 out of 5

Sciopero 25 ottobre a Roma: oggi a rischio scuole e trasporti, ferma 24 ore la raccolta dei rifiuti

venerdì, Ottobre 25th, 2019

Oggi Roma rischia lo stop totale: dai rifiuti ai trasporti, dalle farmacie alle scuole, tutto potrebbe essere bloccato dalla protesta dei circa 30 mila lavoratori delle partecipate capitoline indetta dai sindacati confederali — stamani dalle 10 in piazza sotto il palazzo del Comune — dopo lo scoppio del caso Roma Metropolitane, municipalizzata messa in liquidazione dal Campidoglio. Nonostante gli appelli della sindaca, dei Garanti degli Scioperi e dell’Infanzia, e dei responsabili delle scuole («Ci aspettiamo caos, assenze per stop trasporti e chiusure per agitazione bidelli», ieri l’allarme del presidente dell’Associazione presidi del Lazio, Mario Rusconi), la possibile revoca della serrata è collassata a causa del muro contro muro tra Comune e sindacati. Uno scontro dai toni accesi culminato, mercoledì sera, con la questione relativa a Roma Multiservizi: l’azienda è al 51% proprietà dell’Ama e, secondo i sindacati, era sul punto di inviare ai dipendenti «3.500 lettere di licenziamento» a causa del prossimo termine (31 dicembre) del contratto di servizio e delle mancate garanzie di rinnovo da parte del Comune. Per il Campidoglio trattasi di «fake» fatta uscire dalle sigle per lanciare la giornata di sciopero di oggi. Che, tra mille tensioni, è confermato. (Qui gli orari e le informazioni su Milano e qui sull’agitazione che riguarda voli aerei e avvocati, oggi)

Rating 3.00 out of 5

Roma, reagisce a rapina e gli sparano in testa: gravissimo un 25enne

giovedì, Ottobre 24th, 2019

Fabio Franchini

Stava passeggiando con la sua fidanzata, quando due uomini hanno iniziato a seguirli. Poco a poco, i due si sono fatti sempre più vicini, finché si sono scagliati contro di loro.

La rapina con aggressione attorno alla mezzanotte di ieri a Roma, in via Teodoro Mommsen.

I malviventi hanno colpito violentemente la ragazza alle spalle e alla testa con un oggetto non ancora identificato: le hanno strappato così lo zaino. Nel tentativo di proteggerla, il ragazzo ha avuto la peggio: il fidanzato ha reagito all’assalto e uno dei due bruti gli ha sparato alla testa.

Dunque la chiamata al 112 e la disperata corsa in ospedale, al San Giovanni, dove il 25enne è stato immediatamente operato: è tuttora in pericolo di vita.

Rating 3.00 out of 5

Roma, venerdì 25 ottobre sarà sciopero generale: “Servizi scadenti, lavoratori umiliati: blocchiamo la città”

lunedì, Ottobre 21st, 2019

“Mi scuso a nome di tutti i sindacati con i cittadini per i disagi che ci saranno il 25, non ci divertiamo a bloccare la città”. Così i sindacati hanno presentato lo sciopero generale di venerdì 25 ottobre per la difesa delle partecipate.

“E’ il primo sciopero generale di Roma, non c’era mai stato – ha detto il segretario della Uil Lazio Alberto Civita – perché quello che facemmo con Marino era uno sciopero dei dipendenti pubblici. E’ uno sciopero politico da quando ci hanno mandato la polizia a forzare il cordone di lavoratori al presidio di Roma Metropolitane”.

Roma Metro e sciopero generale: tutte le spine di Raggi

di MARINA DE GHANTUZ CUBBE

Lo sciopero generale del 25 ottobre

“Non è uno sciopero a cuor leggero – ha aggiunto Natale Di Cola della Cgil – Questa volta anche i consumatori stanno sostenendo questa protesta. E’ uno sciopero per Roma, dove i cittadini hanno servizi scadenti e i lavoratori lavorano in condizioni umilianti, basta con il degrado di questa città”.

Rating 3.00 out of 5

Roma, bus finisce contro un albero sulla Cassia: 14 i feriti

mercoledì, Ottobre 16th, 2019

di FLAMINIA SAVELLI

16 ottobre 2019 Ha sbandato ed è finito contro un albero il bus della linea 301 dell’Atac che questa mattina stava percorrendo la via Cassia. Al momento il bilancio è di 14 feriti, 4 in codice rosso, ma nessuno in pericolo di vita, e gli altri in codice giallo.

Roma, autobus contro albero sulla Cassia: polizia e vigili del fuoco al lavoro


Sul posto sono intervenute 12 ambulanze e sono stati trasportati tra il policlinico Gemelli,  il San Filippo Neri, il Sant’Andrea e il Villa San Pietro. Alcuni dei passeggeri sono stati medicati sul posto.

Rating 3.00 out of 5

Roma Metropolitane, Fassina ferito negli scontri tra forze dell’ordine e lavoratori

mercoledì, Ottobre 2nd, 2019

Scontri davanti alla sede di Roma Metropolitane. Le forze dell’ordine hanno sfondato il cordone di dipendenti che stavano manifestando contro l’azienda dopo lo stop ai lavori della Metro C. Tra gli attivisti è rimasto coinvolto anche il capogruppo di Sinistra Italiana in Campidoglio, Stefano Fassina, trascinato dalla polizia mentre forzava il blocco tra i manifestanti.

(Agenzia Dire)

REPTV

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.