Archive for the ‘Esteri’ Category

«Lo stop alla Tav costerebbe all’Italia più che finire i lavori»

lunedì, maggio 21st, 2018

PARIGI– «Sono molto sorpreso perché sulla Tav Francia e Italia lavorano da una trentina d’anni. È una questione di sviluppo economico ma anche di una storia ancestrale tra l’Italia del Nord e la nostra regione. Grazie alla Torino-Lione formeremmo una regione tra le più ricche al mondo, senza pari in Europa e al livello della Silicon Valley». Etienne Blanc, 63 anni, è il vicepresidente di destra (Les Républicains) della regione Auvergne-Rhône-Alpes, e ha la delega a seguire e sostenere i lavori della «Lyon-Turin».

Negli ultimi mesi anche in Francia ci sono stati tentennamenti. Per esempio il rapporto Duron raccomanda una sospensione fino al 2038.
«Ma quel rapporto ha solo un valore consultivo. I deputati della République En Marche, il partito di Macron, sono d’accordo con noi, così come il presidente della Repubblica e il governo: vogliamo andare fino in fondo».

Prima dello stop italiano a che punto era la posizione ufficiale della Francia?
«Siamo in attesa della legge d’orientamento delle mobilità (LOI) che comincerà a essere dibattuta all’Assemblea nazionale a luglio, e che deciderà sulle vie di accesso al tunnel da parte francese. Quante farne, e quando. Il rapporto Duron consigliava un rinvio al 2030 o 2038 ma non aspetteremo tutto questo tempo, al massimo sceglieremo le vie di accesso da costruire subito e penseremo in seguito alle altre. Quanto al tunnel principale, è disciplinato dai trattati internazionali con l’Italia. Andremo fino in fondo». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Corea, Moon va in missione da Trump per preparare il summit di Singapore

lunedì, maggio 21st, 2018

Il presidente sudcoreano Moon Jae-in è atteso martedì a Washington per un incontro col suo omologo americano Donald Trump, in quella che si configura come una missione finalizzata a contribuire alla definizione dell’accordo sul nucleare in vista del summit del 12 giugno di Singapore tra il tycoon e il leader nordcoreano Kim Jong-un.

La visita di Moon, a poche settimane dal vertice intercoreano del 27 aprile con Kim, cade anche in un momento di ritorno dei dissapori tra le parti dopo che Pyongyang ha cancellato la scorsa settimana un dialogo di alto livello con il Sud e minacciato di far saltare il summit di Singapore per le esercitazioni militari congiunte ancora in corso tra Washington e Seul e per le posizioni americani di «imposizione» sulla denuclearizzazione.
(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Accordo Usa-Cina, Rampini: “Pechino aumenterà l’import dagli Usa per evitare i super dazi di Trump”

domenica, maggio 20th, 2018

“Il metodo Trump ha funzionato, la Cina accetta di ridurre il deficit commerciale degli Stati Uniti, aumentando le proprie importazioni, sia di derrate agricole ma anche di energia. L’obiettivo era prevenire l’entrata in vigore dei super dazi che Trump era pronto a infliggere sulle importazioni cinesi. Per evitare questa guerra comerciale Trump aveva chiesto il dimezzamento del disavanzo bilaterale, mentre la Cina aveva promesso di aumentare le proprie importazioni”.

Il commento di Federico Rampini

REP TV

Rating 3.00 out of 5

Il fascino della Corona e quel giro d’affari da 1.155 miliardi

domenica, maggio 20th, 2018
francesco de leo
windsor

Centomila persone hanno raggiunto ieri la piccola incantevole località inglese del Berkshire, il cui nome proviene dall’antico inglese windles-ore, argano presso il fiume, che grazie ad Edoardo I nel 1277 acquisì lo status di città reale.

 

 

Con il fatidico sì pronunciato davanti all’Arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, Meghan Markle, la ragazza californiana che ha spezzato il cuore del Principe Henry del Galles, ha scelto di far parte della Famiglia Reale più conosciuta al mondo e di entrare nella sue epica storia di quasi 1200 anni.

Anche se l’aforista e poeta polacco Stanislaw Jerzy Lec scrisse un giorno che “il sistema divino somiglia alla monarchia inglese: Dio regna, ma non governa”, quella marea umana arrivata a Windsor sin dalle prime ore dell’alba, dimostra come qui la monarchia non sia solo forma, ma sostanza. Secondo lo storico Alessandro Mola, quella che inorgoglisce i britannici è una storia “fatta, si, di conflitti anche sanguinosi (la guerra delle Due Rose, la decapitazione di Maria Stuarda, quella di Carlo I, la cacciata di Giacomo II), ma soprattutto di diritti fondamentali, inalienabili e inviolabili, dalla Magna Carta all’ Habeas corpus, che non è solo parte di un mercato comune ma di una “idea”: espressa dal sorriso mite ma fermo della sovrana Elisabetta II”.</ (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Nozze Harry-Meghan, le curiosità in cifre del Royal wedding

sabato, maggio 19th, 2018

Tutto pronto per il matrimonio di Harry e Meghan. Aspettando il grande passo scopriamo alcune curiosità: dal vestito della sposa al numero degli invitati. Senza dimenticare che grazie alla torta il ricevimento avrà un tocco italiano

a cura di Antonella Mautone

REPTV

Rating 3.00 out of 5

Cuba, aereo di linea si schianta in fase di decollo da LʼAvana con 104 passeggeri a bordo | Si teme una strage

venerdì, maggio 18th, 2018

Un aereo di linea con 104 persone a bordo si è schiantato in fase di decollo dall’aeroporto della capitale cubana, L’Avana. Lo ha annunciato l’agenzia di stampa ufficiale del Paese. Secondo la stampa locale si tratterebbe di un Boeing 737 della compagnia Cubana de Aviaciòn diretto a Holguìn. L’incidente sarebbe avvenuto sulle piste del terminal 1 dell’aeroporto internazionale José Martì. Il presidente Miguel Diaz-Canel: “Si temono molte vittime”.

Cuba, aereo di linea si schianta in fase di decollo da LʼAvana

l velivolo si è schiantato in un campo non distante dallo scalo e secondo le prime informazioni non ci sono vittime tra le persone che si trovavano a terra. L’equipaggio, composto da nove membri, sarebbe straniero. Lo riporta la tv di Stato. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Texas, sparatoria in una scuola a Santa Fe: almeno 8 morti | Fermato lʼaggressore

venerdì, maggio 18th, 2018

E’ di almeno otto morti e diversi feriti il bilancio provvisorio di una sparatoria avvenuta in una scuola superiore di Santa Fe, vicino a Houston, in Texas. La polizia è intervenuta sul posto isolando la zona mentre l’istituto è in “lockdown”, ovvero chiuso. Alcuni testimoni hanno raccontato alla Cnn di aver visto un uomo armato entrare in una classe e iniziare a sparare. L’aggressore è stato poi fermato.

“Il distretto ha iniziato un lockdown (la procedura di isolamento per mettere al sicuro gli ospiti di un edificio da una sparatoria”, si legge nella pagina Facebook dell’istituto. Secondo alcuni notizie non confermate, ci sarebbe stato anche un conflitto a fuoco tra gli agenti e l’assalitore.
(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Un nuovo colosso tedesco dei mobili economici lancia la sfida a Ikea

venerdì, maggio 18th, 2018
walter rauhe
berlino

Piccole, si fa per dire, Ikea crescono. E per il colosso svedese del mobile e dell’arredamento la concorrenza sul mercato europeo si fa sempre più agguerrita. Con la definitiva fusione tra il colosso austriaco dei mobilifici XXXLutz e la catena tedesca Poco, in Germania nasce un nuovo concorrente in grado di avvicinarsi al fatturato degli svedesi in terra tedesca.

 Per Ikea la Germania continua a rappresentare il principale mercato d’esportazione nel quale la catena di mobili fai-da-te fattura oltre il 15% del suo bilancio complessivo: lo scorso anno ben 4,9 miliardi di euro.

A confronto il gigante austriaco XXXLutz e la sua nuova controllata tedesca Poco potrebbero sembrare come dei nani. Insieme possono contare ora su 28mila dipendenti (Ikea ne ha 149mila), 217 filiali (Ikea oltre 400) e su un fatturato di circa sei miliardi di euro (Ikea 36,3). Se ci si concentra però solo sul mercato chiave tedesco la distanza tra i due concorrenti si riduce notevolmente. Qui i grandi magazzini di mobili XXXLutz e Poco raggiungono assieme un fatturato di 3,8 miliardi (contro i 4,9 miliardi del colosso svedese come detto).

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Immigrazione, l’accordo Ue-Turchia non funziona più. Aumentano gli arrivi via mare e terra

giovedì, maggio 17th, 2018
emanuele bonini
bruxelles

«La situazione rimane fragile». Il commissario europeo per l’Immigrazione, Dimitris Avramopoulos, non si nasconde e non lo nasconde. In questi anni dei progressi sono stati compiuti, ma non abbastanza per poter dire di aver trovato la quadra alla non semplice gestione del fenomeno migratorio. I numeri, gli ultimi forniti dalla Commissione Ue nel rapporto sui progressi compiuti nella gestione dei flussi, sono lì a ricordare quanto tutto è ancora lontano dall’essere risolto. Solo ieri lo stesso Avramopoulos ha chiesto all’Italia di non cambiare politiche in tema di immigrazione. Interventi che non sono piaciuti a chi oggi è impegnato a preparare il governo di domani, ma la situazione dipinta nel documento prodotto a Bruxelles rischia di essere ancora più indigesto.

 L’accordo con la Turchia non funziona più?

Nel 2016 Ue e Turchia hanno sottoscritto un patto per arginare gli arrivi dei migranti. Rispetto ad allora il numero dei richiedenti asilo «è ancora estremante inferiore», segno che ha funzionato. Adesso però qualcosa sembra non funzionare più. Gli arrivi dalla Turchia, rilevano a Bruxelles, «hanno visto un aumento significativo dal marzo 2018 sia per le isole greche (9.349 dall’inizio del 2018) che per il confine terrestre (6.108 fino a oggi)». Qui in particolare il numero di cittadini extra-comunitari è aumentato di nove volte rispetto allo stesso periodo del 2017. Un campanello d’allarme.
(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Vince due volte alla lotteria e intasca un milione e mezzo: «Ora vado alle Hawaii»

martedì, maggio 15th, 2018
di Domenico Zurlo

Quante volte compriamo un biglietto della lotteria, scommettiamo sugli eventi sportivi o tentiamo la fortuna al Superenalotto, sognando di vincere cifre che potrebbero più o meno cambiarci la vita? È certamente capitato ad un 40enne australiano, che è stato notevolmente baciato dalla Dea bendata: tra il 6 e il 12 maggio ha infatti vinto ben due volte alla lotteria.

LEGGI ANCHE: Superenalotto, sette consigli a un supervincitore

Di lui non si sa molto, solo che ha 40 anni, è un uomo e viene da Bondi, alla periferia di Sidney. «Cosa ho pensato? Che era troppo bello per essere vero… – ha detto – senza dubbio la probabilità di vincere due volte in una settimana è inesistente. Non ho consigli su come fare». (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.