Archive for the ‘Esteri’ Category

Russia, Putin: “Entro settembre via 755 diplomatici Usa”

lunedì, luglio 31st, 2017

ROMA – Saranno 755 i diplomatici americani che dovranno lasciare la Russia. E’ la risposta, annunciata oggi dal presidente Vladimir Putin, alle nuove sanzioni contro la Russia approvate due giorni fa dal Senato americano. Il presidente russo ha motivato la ritorsione contro Washington parlando ai media russi. “E’ venuto il momento di mostrare agli Usa che non lasceremo le loro azioni senza risposta”, ha detto Putin, “senza alcuna provocazione, hanno assunto nuove decisioni che peggiorano le nostre relazioni bilaterali. Possiamo mettere in campo anche altre misure per rispondere agli Usa, ma ad oggi sono contrario”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Voto nel sangue in Venezuela: 12 morti. Maduro esulta, l’opposizione: falsi i dati dell’affluenza

lunedì, luglio 31st, 2017

Dopo la guerriglia in strada, la guerra dei numeri. In seguito al voto per l’Assemblea costituente, il governo venezuelano parla di un’affluenza pari al 41,5%, con oltre otto milioni di persone alle urne. Dati smentiti dall’opposizione, che ha boicottato il voto, accusando Maduro di fornire numeri falsi: «Non ci sono stati più di due milioni di voti, l’astensione è stata dell’87%», hanno detto. Molti hanno fatto notare che i dati forniti dal governo superano anche i voti ottenuti da Chavez nelle presidenziali del 2012 (7,4 milioni) e dallo stesso Maduro in quelle del 2013 (7,5 milioni). Sui social network, domenica, l’opposizione aveva pubblicato numerose foto di seggi semi deserti, chiedendo ai venezuelani di non recarsi alle urne.

 LA CONDANNA ALL’ESTERO

La comunità internazionale ha rifiutato l’esito del voto. Messico, Colombia, Perù e Argentina avevano annunciato alla vigilia che non avrebbero riconosciuto i risultati. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Caso transgender, Zucconi: “Trump, il macho troppo debole per guidare l’America”

venerdì, luglio 28th, 2017

Con un tweet il presidente Usa ha messo al bando gli omosessuali e i transgender, sostenendo che l’esercito non li vuole più. Ma è stato smentito dal Pentagono. Un nuovo capitolo in quella che è diventata una lotta quotidiana all’interno della Casa Bianca e che si aggiunge ai recenti attacchi al ministro della Giustizia Jeff Sessions. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

La missione italiana in acque libiche Almeno sei navi militari, aerei e droni

giovedì, luglio 27th, 2017

Una nave «comando» e almeno cinque navi leggere per pattugliare le acque libiche e fornire supporto ai mezzi della guardia costiera locale: è questa la missione militare che l’Italia sta organizzando dopo aver ricevuto la richiesta del premier Fayez al-Sarraj con una lettera recapitata il 23 luglio scorso dopo una trattativa gestita direttamente dal premier Paolo Gentiloni e dal titolare del Viminale Marco Minniti. Il consiglio dei ministri potrebbe esaminare già domani la delibera preparata dallo staff del ministro della Difesa Roberta Pinotti in coordinamento con i colleghi di palazzo Chigi, Interno ed Esteri. Tempi strettissimi nel tentativo di ottenere l’approvazione del Parlamento prima della pausa estiva anche se i nodi da sciogliere sono ancora diversi. Chiaro appare invece l’obiettivo: fermare le partenze dei migranti dalle coste della Libia e far finire in retroguardia le ong che al momento hanno conquistato il predominio nelle operazioni di soccorso e salvataggio di chi si imbarca su gommoni e pescherecci anche a rischio naufragio pur di raggiungere l’Italia e così entrare in Europa. Per questo si prevede di utilizzare nel controllo del Mediterraneo anche aerei, elicotteri e droni in un’operazione che alla fine potrebbe impegnare tra i 500 e i mille uomini.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

La Nord Corea: “Attacco nucleare al cuore dell’America se provano a cambiare regime”

mercoledì, luglio 26th, 2017

Nuove minacce dalla Corea del Nord. Secondo l’agenzia di stampa nordcoreana Kcna, che cita un portavoce del ministero degli Esteri, se Washington dovesse tentare un cambio di regime, Pyongyang risponderebbe con un attacco nucleare contro «il cuore degli Stati Uniti». «Se gli Stati Uniti dovessero mostrare anche il minimo segno di un tentativo di rimuovere la nostra leadership suprema – ha avvertito il portavoce – colpiremo senza pietà al cuore degli Stati Uniti con la nostra potente arma nucleare, affinata e rafforzata».  (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Diecimila persone evacuate nella notte per un vasto incendio in Costa Azzurra

mercoledì, luglio 26th, 2017

fulvio cerutti

Almeno 10.000 persone sono state evacuate nella notte per un vasto incendio scoppiato a Bormes-les-Mimosas, nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra nel sud della Francia. Al lavoro circa 600 vigili del fuoco, riferisce France Info. Nell’area la popolazione si raddoppia, o addirittura triplica in questo periodo di vacanze. La situazione più critica è segnalata a Cape Benat, un promontorio roccioso che sovrasta la località.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Gb: medici rinviano stop macchine per Charlie. Papa: “Difendere vita soprattutto nella malattia”

sabato, luglio 1st, 2017

di PIERA MATTEUCCI e ANNA LOMBARDI

LONDRA – I medici che hanno in cura Charlie Gard, il bambino britannico di 10 mesi affetto da una rara malattia genetica incurabile, hanno deciso di rinviare il momento in cui staccheranno le macchine che lo tengono in vita. Secondo un’amica di famiglia, forse accadrà nel fine settimana. “Morirà sapendo che lo abbiamo amato”, hanno detto Connie Yates e Chris Gard, che volevano portare il figlio negli Stati Uniti per una cura sperimentale e invece hanno perso la battaglia legale terminata davanti alla Corte europea per i diritti umani.

“Abbiamo parlato con l’ospedale, ci hanno dato un po’ di tempo in più da trascorrere con Charlie – si legge sul Daily Mail –. Siamo davvero grati per il sostegno del pubblico in questo momento terribilmente difficile. Stiamo raccogliendo preziosi ricordi che potremo tenere con noi per sempre, con il cuore pesante”. Giovedi scorso sono stati messi al corrente dell’intenzione dei medici di staccare il respiratore oggi. L’ultima notte accanto al suo letto, al Great Ormond Street Hospital, l’hanno passata furenti con i dottori che gli hanno anche rifiutato il permesso di portarlo a casa, a morire nella sua stanza, circondato “da tutti i familiari che vorrebbero vederlo un’ultima volta”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Parigi, cerca di investire folla fuori dalla moschea: arrestato Parigi, cerca di investire folla fuori dalla moschea: arrestato

venerdì, giugno 30th, 2017

PARIGI – Un uomo ha tentato di investire con il suo fuoristrada una piccola folla di persone davanti a una moschea di Creteil, nella banlieue a sud-est di Parigi. Lo riferisce la Prefettura di polizia di Parigi sottolineando che non ci sono feriti, e che l’uomo poi è fuggito ma è stato arrestato poco dopo.

Secondo il quotidiano Le Parisien, l’attentatore, di origine armena, ha spiegato il suo gesto come una vendetta “per il Bataclan e gli attacchi agli Champs Elysées”. Un’informazione che non è stata confermata dalle autorità. È stato fermato dalla polizia nella sua abitazione e non ha opposto alcuna resistenza. Non è risultato positivo né a droghe né ad alcool. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

“Dopo Brexit preferiamo tornare”. La contro-fuga dei cervelli italiani

venerdì, giugno 30th, 2017

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA. La Brexit potrebbe spingere i docenti e ricercatori italiani che insegnano in Gran Bretagna ad andarsene da un’altra parte. Un sondaggio condotto dall’Ufficio Scientifico dell’Ambasciata d’Italia a Londra rivela che l’82 per cento dei nostri connazionali nel mondo accademico britannico vuole trasferirsi o considera la possibilità di farlo come effetto della decisione di questo Paese di lasciare l’Unione Europea. E circa un terzo di quelli che pensano di traslocare hanno in mente di tornare in Italia: quasi un contro esodo rispetto alla proverbiale “fuga dei cervelli” da casa nostra. Le ragioni sono molteplici: fine dei finanziamenti Ue alla ricerca, calo di studenti dal continente, diminuzione degli scambi scientifici, oltre a un crescente dissenso verso la politica del governo britannico nei confronti dell’università. La “love story” che aveva portato molti italiani a prendere una cattedra qui sembra cedere a disillusione e disamore.

Naturalmente i “professori” italiani d’Inghilterra non sono gli unici a lamentarsi della Brexit. Testimonianze analoghe arrivano da molti ambienti di lavoro in cui opera il mezzo milione o più di immigrati del nostro paese nel Regno Unito. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Caos Venezuela: elicottero attacca la Corte Suprema, soldati in Parlamento

mercoledì, giugno 28th, 2017

Alta tensione a Caracas dopo che un elicottero ha sganciato granate contro la sede della Corte Suprema venezuelana, vicina al presidente Maduro. Un attacco messo a segno da un poliziotto dissidente che su Instagram ha chiesto le dimissioni del presidente e l’unione del popolo e delle forze armate contro il regime.
Proprio la decisione presa a fine marzo della Corte suprema di esautorare il Parlamento venezuelano, controllato dall’opposizione, è all’origine dell’ondata di proteste anti Maduro proseguite senza sosta e represse nel sangue.
Proteste condotte finora in modo pacifico. L’attacco armato di stanotte invece, per quanto non abbia causato feriti, ha offerto un pretesto a Maduro — che ha parlato di «attacco terroristico» — per dispiegare le forze armate nel centro di Caracas e far entrare militari in Parlamento dove si sono registrati scontri con deputati e senatori.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.