Wilmington (Nord Carolina), 14 settembre 2018 – Il conto alla rovescia in America è terminato: l’uragano Florence è arrivato questa mattina sulla costa orientale statunitense, con l’occhio del ciclone che ha toccato terra in Nord Carolina, vicino a Wrightsville Beach, alle 7.15 locali (le 13.15 italiane). Lo ha fatto sapere il direttore del centro nazionale uragani (Nhc), Ken Graham, in una diretta live su Facebook. La tempesta aveva già colpito duramente le coste Usa con il cosiddetto ‘eyewall’, un anello di temporali dove avvengono i fenomeni più forti, che precede l’arrivo dell’occhio del ciclone. Ma si parla di ‘landfall’, ovvero di approdo sulla terra, solo all’arrivo del centro dell’uragano, ha specificato il National Weather Service.

460MILA CASE AL BUIO – Nonostante Florence sia stato declassato a categoria 1 prima dell’impatto, l’allerta resta altissima. Anche perché, secondo gli esperti, il declassamento renderà più complessa la situazione in Nord e Sud Carolina, i due Stati dove l’uragano stazionerà per maggior tempo, carico delle sue violente piogge, e dove vivono circa 10 milioni di persone (di cui 2 milioni già evacuate). (altro…)