Archive for the ‘Sardegna’ Category

Strade bloccate e sit in violenti: gli immigrati incendiano la Sardegna

mercoledì, novembre 2nd, 2016
Rating 3.00 out of 5

Porto Torres, le aziende rinascono dalla crisi ricreate dagli ex lavoratori

giovedì, ottobre 20th, 2016
nicola pinna
porto torres

La popolazione aumentò del cinquanta per cento in pochi anni. Il grande petrolchimico era diventato il cuore pulsante di tutto il Nord Sardegna: fabbriche in funzione a pieno ritmo, migliaia e migliaia di assunzioni e un indotto sempre più largo. Cinquant’anni dopo, la zona industriale di Porto Torres è un cimitero di ferro: industrie ferme, disoccupazione a livelli record, terreni contaminati, bonifiche mai concluse, progetti di riconversione annunciati e quasi subito bloccati. Le proteste degli operai hanno alimentato le discussioni nei talk show, ma a parte l’eco mediatico anche l’Isola dei cassintegrati è finita nel solito dimenticatoio. Tutti sono stati licenziati, i sindacati hanno quasi perso la voglia gridare e ancora si aspetta che parta il grande piano della chimica verde. Nel frattempo qualcuno ha reagito. Mettendo insieme le poche forze di tanti. I licenziati sono diventati imprenditori e dalle macerie della vecchia zona industriale parte ora l’attività di due nuove aziende: una offre già lavoro a cinquanta persone. «Questo è il bel risultato della sinergia di molti soggetti che hanno lavorato insieme – ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, arrivato in Sardegna per battezzare una delle due nuove aziende – Queste esperienze sono davvero un bell’esempio: è stata premiata la perseveranza. La volontà è bastata a superare tutte le difficoltà affrontate nel progetto giorno per giorno». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Sardegna: auto perde il controllo alla festa del paese, 31 feriti tra la folla

venerdì, settembre 9th, 2016

L’incidente a Nule (da twitter @mariomossa57)

Chi se l’è vista arrivare addosso ha subito pensato a quanto era successo a Nizza in luglio. Per fortuna il bilancio è molto meno grave, ma lo stesso pesante. Sono 31 infatti i feriti a Nule, in provincia di Sassari, investiti da un’auto che verso l’una di venerdì è piombata in mezzo alla folla che si trovava ancora in piazza per la festa del paese, dedicata a Santa Maria Bambina.

Sulla folla

La vettura, una Panda, come riporta l’Unione Sarda, era condotta da Santino Gattu, veterinario di Orune, un paese vicino. Forse per un malore, forse per un colpo di sonno, il guidatore ha perso il controllo ed è finito tra la gente. Tra gli investiti c’è anche qualche minorenne. Dei feriti, nessuno è in pericolo di vita.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Sardegna, riemerge un sommergibile inglese della II Guerra Mondiale

sabato, maggio 28th, 2016
Nicola Pinna
TAVOLARA (OLBIA)

Era arrivato al largo della Sardegna per attaccare: per affondare due incrociatori italiani e, forse, per devastare La Maddalena. Il sommergibile P311 era sparito nel nulla a gennaio del 1943, nel corso della sua prima missione: era partito da Malta a dicembre, poi era misteriosamente affondato. Ma in che punto nessuno l’ha mai saputo con precisione. Si sospettava che non fosse lontano dalla Sardegna perché in quei giorni alcuni pescatori di La Maddalena avevano sentito un’esplosione fortissima, ma dalla Seconda guerra mondiale a oggi nessuno aveva trovato una sola traccia del siluro della Royal Navy. Il sub genovese Massimo Domenico Bondone lo ha cercato ovunque: ha studiato tutti i documenti disponibili e ha compiuto più di una missione per trovarlo. Ore e ore passate negli abissi alla ricerca questo gigante di ferro che sembrava svanito nel nulla.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Uno squalo a Santa Maria di Leuca

mercoledì, aprile 6th, 2016

IL MESSAGGERO

Rating 3.00 out of 5

Gigi Riva al funerale del piccolo Luca morto a 10 anni in rovesciata

venerdì, marzo 18th, 2016

di Elvira Serra

Foto di Giuseppe Ungari

L’ossimoro in chiesa. Centinaia di bambini in tuta da ginnastica e non volava una mosca. L’oltraggio nel piazzale. Grappoli di palloncini bianchi lasciati liberi per salutare una piccola bara bianca. Tra la folla che si è raccolta nella Basilica di Sant’Elena Imperatrice a Quartu ai funerali di Luca Pusceddu, dieci anni, morto martedì sera davanti al padre dopo una rovesciata su un campetto sintetico, c’era anche Gigi Riva, il Rombo di Tuono che della Sardegna ha fatto la sua Terra di elezione. La faccia di pietra, immobile nel dolore. «Dopo una disgrazia del genere non potevo non stare vicino ai familiari, e al ragazzino stesso. Era un mio dovere, se non fossi andato avrei avuto il rimorso. L’ho pensato subito, appena ho saputo cosa era successo», racconta adesso, al telefono da casa. «Ho il malumore, come fai a non fartelo venire? Non è giusto pensare che si possa morire giocando al calcio, per quanto ci puoi credere».

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il vecchio pastore sardo vince la battaglia contro il colosso dei resort

sabato, febbraio 6th, 2016
nicola pinna
TEULADA (CAGLIARI)

Ovidio ne era convinto fin dall’inizio, anche perché ignorava un dettaglio che a sta a cuore agli avvocati: l’iter della giustizia può riservare brutte sorprese. «Se ho ragione è giusto che vinca io questa battaglia. Devo vincerla per forza, anche se quelli hanno molti soldi». Non aveva neanche un grosso pool di avvocati a difenderlo, il vecchio pastore di Capo Malfatano. Ma ha vinto lo stesso e ha vinto contro un colosso economico che aveva progettato di costruire un gigantesco resort intorno ai suoi terreni. A pochi passi da Tuerredda, in uno degli angoli più affascinanti del sud della Sardegna, a ridosso della spiaggia che in tante classifiche è considerata tra le più belle del mondo.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Cagliari, scontro fra treni della metropolitana: 70 feriti

martedì, gennaio 19th, 2016

Due convogli della metropolitana leggera di Cagliari si sono scontrati questa mattina, intorno alle 8.15, in via Vesalio. Circa 70 passeggeri sono rimasti contusi o feriti nell’incidente. Due persone sono in gravi condizioni tra i quali il conducente di uno dei due treni rimasto incastrato nelle lamiere per poi essere estratto dai vigili del fuoco immediatamente intervenuti sul luogo dell’incidente. Da quanto si apprende, l’uomo non è comunque in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti, oltre ai vigili, sette ambulanze del 118 e gli agenti della polizia municipale. Con tutta probabilità, essendo quello in cui viaggia la metropolitana un binario unico, non ha funzionato uno scambio per cui i treni che, pure non viaggiano a velocità sostenuta, si sono trovati l’uno di fronte all’altro per cui l’impatto è stato inevitabile. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Sassari, scuola nega visita di Natale all’arcivescovo: «Inopportuna, non tutti sono cattolici»

lunedì, novembre 30th, 2015

di Alessandro Fulloni

Su 250 bambini 122 non sono cattolici e il consiglio dei docenti di una scuola di Sassari decide di non ospitare la tradizionale benedizione natalizia del vescovo. «Non opportuno». Semmai si faccia in chiesa, coinvolgendo i genitori. Succede nella primaria di San Donato, centro storico basso della città, quartiere assai simile a un melting pot di gente che viene da Cina, India, Sri Lanka, Africa, paesi arabi. Il consiglio dei docenti, guidato dalla dirigente Patrizia Mercuri, ha detto no alla visita dell’arcivescovo Paolo Atzei all’interno della scuola pubblica, preferendo concordare con la curia una visita dei bambini nella vicina chiesa di San Donato, coinvolgendo dai genitori. «Decisione pessima, qui siamo davanti ad autocensura preventiva», sbotta l’ex governatore sardo Cappellacci (Fi).
La scuola, attiva da anni nei progetti di integrazione, è un laboratorio di etnie e religioni, spesso portata ad esempio dal Comune come efficace laboratorio di culture diverse, dove i bambini italiani convivono con gli stranieri, in particolare nordafricani e cinesi.

«Ci sono equilibri particolari e molto fragili»

«Non sono mai stata contattata direttamente con la Curia. Ho sempre interagito con persone che sono state inviate dai diversi parroci a parlare coi docenti», ha precisato Mercuri riferendosi alla visita dell’arcivescovo. «Abbiamo ritenuto opportuna quella decisione -ha aggiunto- visto che la nostra scuola è un mondo molto particolare riconosciuta per le sue attività multiculturali. Ci sono equilibri particolari e molto fragili. Chi si vuole interfacciare con la nostra scuola deve cercare di capire. Qui tutte le culture hanno spazio. Collaboriamo con tutte le agenzia del territorio che si occupano di multiculturalità, comprese quelle cattoliche».

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

In Sardegna cresce la paura per l’allerta meteo

giovedì, ottobre 1st, 2015
ANSA

L’emergenza a Olbia dopo l’esondazione del Rio Siligeddu

nicola pinna
olbia
 

Strade deserte, famiglie in fuga, scuole chiuse e visite mediche sospese in tutti gli ospedali. Dopo una notte di paura, la Sardegna aspetta con angoscia che il ciclone si sposti dalla sua testa. Ma il risveglio è stato traumatico: soprattutto nella zona orientale e nella Gallura, dove si concentra da alcune ore un violento temporale. L’apparato della Protezione civile questa volta si è fatto trovare preparato, ma la paura è ancora tanta. I meteorologi prevedono forti precipitazioni nel corso della giornata e tutti osservano lo spostamento minaccioso del ciclone in arrivo dalle Baleari.

 

Olbia è una città quasi sgomberata. Il rio Siligheddu, un corso d’acqua che attraversa il centro urbano, è uscito dagli argini e sta mettendo a rischio i quartieri Isticcadedddu, Baratta e la zona vicina allo stadio Nespoli. Le auto del Comune stanno passando con gli altoparlanti per invitare la popolazione a spostarsi ai piani alti, per precauzione. Le vie d’accesso al quartiere di Baratta, dalla zona del campo sportivo, è stata chiusa. Nelle strade non ci sono più auto parcheggiate, i canali che attraversano i quartieri sono tenuti sotto controllo costante. La notte è trascorsa in bianco ma tranquillamente. Dalle 6 del mattino, però, la pioggia si è fatta più intensa. E alla sala operativa allestita in municipio sono arrivate le prima richieste di aiuto: anziani in difficoltà e famiglie che si sono trovate la casa circondata dall’acqua. «Il centro di coordinamento sta lavorando a pieno ritmo – dice il direttore della Protezione civile regionale, Graziano Nudda – Aspettiamo aggiornamenti. Questa notte è piovuto molto in mare e le situazioni di maggiore criticità sono state registrate ieri in Baronia, a Torpè in particolare. Ma non ci sono stati danni alle persone

 

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.