Archive for the ‘Sicilia’ Category

“I delfini ci mangiano il lavoro”. I pescatori siciliani in sciopero

mercoledì, marzo 29th, 2017

Per i turisti i delfini che nuotano intorno alle isole Eolie sono uno spettacolo mozzafiato. Per i pescatori, invece, sono sinonimo di guai: «Appena le reti si riempiono – raccontano – i delfini le rompono e mangiano i pesci, facendo pure selezione e lasciando quelli meno pregiati come murene e scorfani»

fabio albanese
LIPARI (ISOLE EOLIE)

Da domani i pescatori delle isole Eolie sono in sciopero. Barche ferme nei porti, a tempo indeterminato, contro la voracità dei delfini che mangiano il pescato: la fame degli uomini contro la fame degli animali. «Ma non dite che gli eoliani sono contro i delfini, perchè per noi sono una risorsa al pari della pesca», avverte Marco Giorgianni, il sindaco di Lipari che è come dire il sindaco di sei delle sette isole dell’arcipelago. «Non ce l’abbiamo con i delfini – puntualizza Salvatore Rijtano, presidente del Co.ge.pa., il consorzio che riunisce buona parte dei pescatori delle Eolie – ma così non si può andare avanti e occorrono soluzioni definitive».

 

LEGGI ANCHE – Uomo contro “fera”, la guerra del cibo nel mare che diventa sempre più avaro (F. La Licata) (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Etna, esplosione dal cratere: dieci persone ferite

venerdì, marzo 17th, 2017

CATANIA – La furia dell’Etna ferisce dieci persone. Un’esplosione freatica dal cratere che si è verificata stamane, mercoledì, alle 11.30 nei pressi del fronte lavico del vulcano, precisamente nella zona Belvedere, a circa 2700 metri di quota. Sul posto erano presenti alcuni turisti e una squadra di vulcanologi dell’Ingv di Catania, impegnata nei rilievi e misurazioni scientifiche.

La prima foto satellitare dell’esplosione (la lingua di fuoco e in blu la neve)
La prima foto satellitare dell’esplosione (la lingua di fuoco e in blu la neve)

Si contano dieci feriti, in modo non grave. Sei saranno ricoverati negli ospedali di Catania e Acireale. Al momento del «botto» era presente una guida dell’Etna che è il ferito in modo più serio (ma comunque non grave) ed è ricoverato in codice giallo nell’ospedale Cannizzaro di Catania per un trauma cranico. Nello stesso nosocomio si trovano anche tre turisti tedeschi: due in codice giallo e uno in codice verde.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Dieci feriti nell’esplosione di un cratere dell’Etna

giovedì, marzo 16th, 2017

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Medico aggredito al Pronto soccorso: 7 arresti a Catania

giovedì, febbraio 16th, 2017

Sette arresti a Catania per l’aggressione di un medico al Pronto Soccorso. La Polizia ha infatti eseguito un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di 7 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di lesioni aggravate, violazione di domicilio, interruzione di pubblico servizio e minacce a Pubblico ufficiale. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

A Palermo tre fiction di mafia. Gli orrori di Cosa nostra sono il nuovo western italiano

lunedì, febbraio 13th, 2017
laura anello
palermo

Libero Grassi passeggia in piazza Bellini, con la schiena dritta ma carica di pensieri. Poco più in là, nel palazzo municipale, il cronista del Giornale di Sicilia Mario Francese fa domande scomode al sindaco mafioso Vito Ciancimino durante una conferenza stampa. Mentre l’agente Emanuela Loi – che morirà nella strage di via D’Amelio, unica poliziotta donna uccisa dalla mafia – si aggira pensosa sul lungomare dell’Addaura insieme con un collega. Lontani nel tempo e nello spazio reali, si incrociano in questi giorni a Palermo, con seguito di troupe e di cameramen. Si girano tre fiction su di loro, vittime oscurate dal mito dei grandi eroi, e adesso protagoniste del progetto di Taodue per Mediaset “Liberi sognatori. Le idee non si spezzano mai”. Un grande ritorno delle serie sulla mafia, che alimentano da un secolo l’immaginario sulla Sicilia.

 

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Taormina, tutto fermo a 100 giorni dal G7

domenica, febbraio 12th, 2017

A 100 giorni dal G7 che a maggio porterà a Taormina i grandi del mondo non è ancora partito nessuno dei cantieri delle opere indispensabili previste per il vertice. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Palermo: colpi di pistola in aria nella piazza blindata per il concerto di Capodanno /video

lunedì, gennaio 2nd, 2017

GIOACCHINO AMATO e ROMINA MARCECA

In una piazza blindata per le misure di sicurezza anti terrorismo spunta una pistola impugnata da un uomo che “festeggia” il nuovo anni sparando in aria. Accade a Palermo a pochi passi dal palco dove si sta svolgendo il concerto di Luca Carboni e Morgan dove uno sconosciuto ha sparato in aria una serie di colpi per ben due volte. È la scena che si è svolta pochi minuti dopo la mezzanotte in una piazza Politeama presidiata dalle forze dell’ordine. Una sequenza ripresa dall’operatore del Tgr Sicilia della Rai che stava documentando i festeggiamenti del Capodanno e trasmessa nelle varie edizioni del Tg regionale.

Palermo, Capodanno in piazza: un uomo spara in aria

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Parco dei Nebrodi, blitz della polizia: arrestati allevatori e veterinari

mercoledì, dicembre 14th, 2016

di Alessio Ribaudo

Un vero e proprio terremoto giudiziario è quello che, dalle prime ore di mercoledì mattina, sta sconvolgendo alcuni Comuni dei Nebrodi, nel Messinese. Gli agenti del commissariato di polizia di Sant’Agata di Militello e della squadra mobile di Messina, coordinati dalla procura della Repubblica di Patti, stanno eseguendo 33 misure cautelari, emesse dal gip Andrea La Spada, nei confronti di allevatori, macellai e veterinari in servizio presso dell’Azienda sanitaria provinciale di Sant’Agata di Militello. Le indagini condotte dai poliziotti del commissariato nebroideo, guidato dal vicequestore aggiunto Daniele Manganaro, hanno fatto emergere una catena della attività illegali che iniziava con i furti di bestiame – spesso maltrattato e ucciso – poi macellato clandestinamente e quindi immesso nei circuiti di vendita. Gli alimenti che raggiungevano le tavole, secondo gli inquirenti, erano pericolose per la salute perché prive dei controlli sanitari e, così, ad altissimo rischio per la trasmissione di malattie infettive gravi come la tubercolosi. In tutto gli indagati dell’operazione «Gamma Interferon» sono 50 e ognuno avrebbe avuto un preciso ruolo nell’organizzazione della filiera illegale e clandestina delle carni parallela a quella certificata.

La «squadra dei vegetariani»

In attesa della conferenza stampa che fra qualche ora svelerà i dettagli dell’operazione va ricordato che questo maxi-blitz è l’ultimo in ordine di tempo condotto dagli uomini del commissariato di Sant’Agata di Militello con competenza in quasi tutti i comuni del Parco dei Nebrodi: la più grande area protetta della Sicilia. Da quando, nel 2014, si è insediato il vicequestore aggiunto Daniele Manganaro è stata costituita una task force di investigatori con competenze diverse — fra cui anche esperti chimici — che ha condotto numerose indagini sui reati ambientali e, soprattutto, su quelli legati all’agricoltura e agli allevamenti. La «squadra dei vegetariani» — ribattezzata così perché non mangiano carne — in poco più di due anni ha sequestrato numerose centinaia di capi di bestiame, messo sotto sigilli 20 macelli clandestini, denunciato decine di allevatori per abigeato e maltrattamenti sugli animali. Soprattutto ha scoperto che le organizzazioni criminali hanno messo gli occhi sul traffico di farmaci illegali proveniente dall’Est europeo. I poliziotti hanno, infatti, sequestrato numerosi flaconi di un farmaco venduto clandestinamente, per una manciata di euro, da utilizzare al posto di un altro prodotto — legale in Italia — ma che costa quasi dieci volte tanto. Il farmaco viene usato contro i parassiti degli animali e deve essere somministrato prima dell’arrivo dell’estate, con una sospensione di 180 giorni. Il problema è che il farmaco dell’Est è simile solo nel nome a quello costoso e per giunta, se viene mal utilizzato sugli animali, si sospetta che possa diventare cancerogeno una volta che quelle carni (o latte di capra) arrivano sulle tavole.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Palermo, rissa con feriti ai campionati di arti marziali: sei denunciati

lunedì, novembre 28th, 2016

Sarebbe stato un colpo scorretto la causa della maxi rissa scoppiata ieri pomeriggio al Palamangano di Palermo, dove sono in corso i campionati internazionali WUMA di arti marziali. Quattro inglesi e due italiani (due atleti e dei loro familiari) sono rimasti feriti negli scontri e sono stati denunciati dalla polizia. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Molotov contro un rifugio di senzatetto: due feriti a Palermo

lunedì, ottobre 10th, 2016

Una forte esplosione seguita da un incendio in un casolare di Ciaculli, in via Tenaglia, ha provocato il ferimento di due giovani, un uomo e una donna, probabilmente due senzatetto che lo utilizzavano come ricovero. I due feriti, che dormivano in una tenda montata all’interno della struttura quando è divampato l’incendio, sono stati trasportati all’ospedale Civico con ustioni su tutto il corpo.  (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.