Archive for the ‘Friuli-Venezia Giulia’ Category

Trieste, scontro frontale tra tram 8 feriti, nessuno grave

martedì, agosto 16th, 2016

Uno scontro frontale tra due tram ha provocato otto feriti, nessuno in gravi condizioni, a Trieste. È accaduto martedì mattina sulla tratta tra il capoluogo e Opicina, lungo la via Commerciale.

I feriti curati sul posto

I feriti (tra cui i due autisti) sono stati curati sul posto dai sanitari del 118 e per nessuno è stato necessario il ricovero in ospedale. L’incidente ha provocato anche lunghe code lungo la via Commerciale, principale arteria di collegamento tra Opicina e Trieste. Il tram, noto anche come Trenovia di Opicina, è una delle principali attrazioni turistiche di Trieste, una linea panoramica urbana gestita da Trieste Trasporti

CORRIERE.IT

Rating 3.00 out of 5

Rom spendono 7mila euro in ristorante ma non pagano il conto

sabato, giugno 18th, 2016
Rating 3.00 out of 5

Udine, trovato morto l’atleta disperso: è stato colpito da un fulmine

lunedì, maggio 16th, 2016

di Valentina Santarpia

È stato ritrovato privo di vita, colpito da un fulmine, l’atleta disperso mentre stava partecipando al «Trail dei tre castelli» a Gemona del Friuli (Udine). La scoperta è stata fatta dai tecnici del Soccorso alpino. Mario Pantanali, 42 anni, di Noventa Vicentina (Vicenza) è stato centrato in pieno da una saetta, a quota 1.100 metri, non lontano dalla cima del monte Cuarnan. Pantanali era impegnato sul percorso più breve, di circa 32 chilometri, che da Gemona doveva condurlo a Venzone. Quando è stato ritrovato cadavere, Pantanali presentava gravi ustioni al torace e ad una gamba. Sarebbe morto all’istante. I carabinieri indagano. E sulla pagina Facebook dedicata alla competizione, 50 km di percorso impervio tra i boschi, spunta già qualche nota polemica: l’organizzazione avrebbe chiuso la gara e poi l’avrebbe riaperta, proprio per le cattive condizioni del tempo. «Organizzare gare non è facile, prendere decisioni da Organizzatore ancora più difficile. Non posso arrivare in cima al monte Cuarnan con la grandine, fulmini e i tuoni per sentirmi dire dall Organizzazione che prima ha chiuso la 50 km e poi l ha

Il traguardo
Il traguardo

riaperta. Per 3 volte!!! », scrive Tino Cerchia Cordenons. Ma è probabile che molti non si siano neanche accorti della sparizione di Pantanali: sulla pagina Facebook della gara domenica sera alle 22 non si accennava in nessun modo all’episodio, ma c’erano solo foto e post di felicitazioni per chi era riuscito a completare il percorso. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Niente scandali e ruberie: perché 40 anni dopo il Friuli è ancora un modello

venerdì, maggio 6th, 2016

Sopra le macerie. Una foto scattata il giorno dopo il terremoto che costò la vita a 990 persone nel 1976. Si scavava tra le macerie alla ricerca di corpi e sopravvissuti. Furono giorni di lutto, ma anche di rinascita. Da quell’esperienza nacque il Friuli di oggi

davide lessi, raphaël zanotti

La calce viva gettata sopra morti e macerie. L’aria mefitica e il caldo anomalo. «Ricorderò sempre che a Gemona c’era un elenco delle vittime. Si leggeva una sfilza di nomi, poi la dicitura: “Cadavere di sesso non riconosciuto”». Elia Tomai, quel 6 maggio 1976, era il trentenne sindaco di Fagagna, Comune confinante con Majano, uno dei 44 paesi rasi al suolo dal terremoto. Un «tuono» cui seguì la distruzione: 990 vittime, 2607 feriti, 75 mila edifici danneggiati, 18 mila cancellati.

Oggi, quarant’anni dopo, il Friuli ricorda quel sisma di magnitudo 6,4 della scala Richter, l’onda che sorprese un’Italia sonnolenta. Tre mesi dopo, l’11 settembre, arrivarono altre due scosse. Alle commemorazioni parteciperà anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: per ricordare le vittime, certo, ma anche per celebrare la ricostruzione esemplare, il cosiddetto modello Friuli.

 

LEGGI ANCHE 40 anni dopo spunta un’altra vittima del sisma (altro…)

Rating 3.00 out of 5

È Trieste la città italiana che paga di più i profughi

giovedì, aprile 14th, 2016
Rating 3.00 out of 5

Scontrino di 0,10 euro in meno: il Fisco vuole togliergli il bar

lunedì, marzo 21st, 2016
Rating 3.00 out of 5

Trieste, picchiato da 7 stranieri senza motivo: trauma cranico

domenica, dicembre 20th, 2015
Rating 3.00 out of 5

COMUNICATO STAMPA:British Open di volo libero a Gemona del Friuli (Udine)

venerdì, maggio 30th, 2014
 Al via a Gemona (UD) il British Open 2014, gara internazionale di Volo Libero
Dopo il campionato di volo acrobatico, La Città dello Sport si candida ad ospitare la Coppa del Mondo di Volo a distanza
Si svolgeranno a Gemona del Friuli (UD) dal 1 al 7 giugno i British Open 2014, gara internazionale di volo libero a distanza valida come Pre Coppa
del Mondo.
La competizione è organizzata dalla società sportiva Volo Libero Friuli in collaborazione con la British Hang Gliding and Paragliding Association
(Bhpa) di Leicester,  che gestisce una consistente rete di realtà associative legate al mondo del volo nel Regno Unito.
Non è la prima volta che la Bhpa viene in l’Italia per realizzare il suo grosso evento sportivo, ma stavolta la proposta di Volo Libero Friuli ha
convinto l’associazione inglese a scegliere il cielo delle Prealpi Giulie, un ambiente naturalistico a cui si aggiungono delle strutture finalizzate
alla pratica degli sport “estremi” inseriti nel progetto “Città dello sport e del benstare”, che vede coinvolti numerosi enti locali e realtà sportive
dell’alto Friuli.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

COMUNICATO STAMPA:Due piloti friulani stabiliscono i record del mondo di parapendio

martedì, agosto 20th, 2013
Sono italiani, precisamente friulani di Gemona (Udine), il pilota e la pilota che hanno stabilito i nuovi record mondiali di volo in parapendio andata e ritorno.

 

Lui si chiama Arduino Persello, 45 anni, impiegato in un’impresa meccanica,lei Nicole Fedele, 28 anni, traduttrice, già nota come campionessa europea in carica e detentrice della coppa del mondo. Hanno percorso rispettivamente

 

312 e 280 chilometri fino a tornare da dove erano decollati.

 

Il decollo è avvenuto a Sorica in Slovenia ad una settimana di distanza l’uno dall’altra, ma il volo si è svolto quasi sullo stesso tracciato,toccando punti salienti quali il Monte Nero, la diga del Vajont, il fiume Piave, sorvolando le Alpi Giulie, le montagne di Gemona, il lago di Cavazzo,la valle Agordina ed il maestoso panorama delle Dolomiti Friulane. (altro…)
Rating 3.00 out of 5

Commercio di latte tossico dal Friuli in tutta Italia: arrestato il leader del Cospalat

giovedì, giugno 20th, 2013

Latte tossico distribuito dal Friuli, dove veniva prodotto, fino a Veneto, Toscana, e poi, ancora più a Sud, Umbria, Campania e Puglia. È questa la mappa geografica dei luoghi dove veniva distribuito e venduto il latte con marchio Cospalat destinato ai caseifici, per produrre formaggio, e ai punti vendita dove veniva posto sugli scaffali come latte fresco.

Il latte veniva ritirato da imprenditori agricoli associati al Consorzio di allevatori Cospalat della provincia di Udine, per essere poi miscelato e trasportato ai caseifici di Selva del Montello (Treviso), Sacile (Pordenone) e Feletto Umberto (Udine), dove veniva destinato alla produzione del formaggio Montasio doc. Questo, nonostante si trattasse di latte proveniente anche da caseifici non certificati per la produzione dello stesso Montasio doc, violando così il disciplinare che garantisce al consumatore le caratteristiche chimico fisico e organolettiche del prodotto. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.