Archive for the ‘Economia – Lavoro’ Category

Morando punta alla decontribuzione al 50% per i giovani assunti

lunedì, luglio 31st, 2017

MILANO – Secondo il viceministro all’Economia, Enrico Morando, bisognerà puntare alcuni miliardi di risorse sui giovani per un taglio drastico dei contributi per i nuovi assunti per i primi due anni, cui far seguire un taglio strutturale più contenuto per chi viene stabilizzato in maniera definitiva. A colloquio con l’Adnkronos ha spiegato che sarà questa la “priorità assoluta” della prossima manovra di bilancio, dove – sebbene Calenda si sia detto scettico sulla possibilità di confermare in blocco gli sgravi – dovrebbe esser confermato il credito d’imposta per la ricerca, il superammortamento per le imprese e le agevolazioni ai contratti di secondo livello, oltre che tenere i conti in linea con le indicazioni di Bruxelles. “Dopo le misure adottate con le precedenti manovre (80 euro, Sia, e quattordicesima pensionati) che hanno migliorato le condizioni delle fasce più deboli ad eccezioni dei giovani – ha spiegato Morando – è giunto il momento di intervenire massicciamente e univocamente per migliorare l’occupazione dei giovani. La mia idea è che per ogni giovane che vie assunto occorre prevedere per i primi due anni una fiscalizzazione degli oneri contributivi dell’ordine del 50%. Passati i due anni in capo a quel giovane deve rimanere una riduzione strutturale dei contributi di 4 punti percentuali da dividere al 50% tra impresa e lavoratore”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il Fondo monetario: reddito pro capite come vent’anni fa

venerdì, luglio 28th, 2017

Gli italiani stanno peggio di venti anni fa. Lo dice il Fondo monetario internazionale nel suo ultimo rapporto sull’Italia. Le conseguenze della lunga crisi economica sono state molto pesanti sui redditi: «Gli italiani in media guadagnano ancora meno di due decenni fa». Non solo. L’istituto di Washington prevede che «potrebbe servire quasi un decennio» per un ritorno dei redditi ai livelli del 2007. Per il resto, il Fmi conferma la correzione al rialzo del Pil, visto in crescita dell’1,3% nel 2017 e dell’1% nel 2018, e sollecita il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2019, «tagliando la spesa primaria, le tasse sul lavoro e ampliando la base imponibile». Indicazioni sulle quali però pensano le «incertezze politiche» legate alle elezioni politiche della prossima primavera. Ma anche la crisi del sistema bancario che, nonostante l’approvazione definitiva ieri in Parlamento del decreto legge di salvataggio delle banche venete, non è ancora chiusa. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Wall Street da record e Milano ne approfitta (+0,3%). Fca in altalena

giovedì, luglio 27th, 2017

–di

Chiusura in ordine sparso per le Borse europee, nonostante a Wall Street i tre indici Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq (segui qui i principali indici) abbiano aggiornato nuovi massimi. Nel Vecchio Continente gli investitori hanno sposato un atteggiamento più cauto mentre procede a pieno ritmo la stagione delle trimestrali. In più gli investitori sono attenti all’andamento dell’euro, che nella notte si è rafforzato fino a quota 1,1769 sul biglietto verde, beneficiando delle indicazioni della Federal Reserve che, dopo avere confermato il costo del denaro nel range 1-1,25%, ha puntato l’indice sull’indebolimento dell’inflazione. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Rottamazione delle cartelle, ultima chiamata. Lunedì scade il termine

giovedì, luglio 27th, 2017

ROMA – Scadenza in vista per chi ha scelto la rottamazione delle cartelle. Scade infatti lunedì prossimo, 31 luglio, il termine entro il quale effettuare il pagamento sia per chi ha scelto di versare in un’unica soluzione sia per chi chiesto la rateizzazione. Il mancato o tardivo pagamento del totale o della prima rata fa perdere il diritto alla definizione agevolata e l’Agenzia delle entrate-Riscossione dovrà riprendere le procedure di riscossione.

Informazioni e servizi a portata di click. Per fornire la massima assistenza sono stati potenziati i servizi on line dell’ente della riscossione. In particolare sul sito è possibile richiedere la copia della comunicazione delle somme dovute direttamente dall’area pubblica, senza necessità di pin e password. Sempre dall’area pubblica del portale si può utilizzare ContiTu, il servizio che permette di scegliere di pagare in via agevolata solo alcune delle cartelle e degli avvisi indicati nella comunicazione delle somme dovute e avere, direttamente online, i nuovi importi da pagare e i relativi bollettini. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Braccio di ferro su Fincantieri-Stx. L’Italia attacca: c’era un accordo

giovedì, luglio 27th, 2017
simone gallotti
genova

Ora chi cede rischia di perdere anche la faccia. Ecco perché nella battaglia navale tra Francia e Italia sull’acquisizione di Stx da parte di Fincantieri, l’avvertimento lanciato in serata dal ministro Calenda riassume il livello di tensione raggiunta: «Non accettiamo ultimatum, anche per una questione di dignità e orgoglio nazionale».

Ieri la situazione ha cominciato a precipitare sin dal mattino. Da giorni è in atto il braccio di ferro politico e industriale, ma ancora martedì, nonostante tutto, qualche fiammella di speranza almeno Giuseppe Bono – e parte dell’azienda – continuavano ad alimentarla. Poi l’amministratore delegato del gruppo italiano ha preso atto della situazione e parlando con gli analisti mentre presentava i conti del gruppo, si è lasciato scappare: «La pazienza è finita». Bono ha ricordato il «lungo periodo di negoziazione», minato dalle «continue elezioni in Francia» che «non hanno facilitato il nostro lavoro». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Wall Street vola sulle ali di Boeing. Scontro con Parigi affossa Fincantieri (-8,7%)

mercoledì, luglio 26th, 2017

–di

Chiusura positiva per le Borse europee, mentre Wall Street ha segnato nuovi record con il Dow Jones e il Nasdaq. Mentre gli investitori aspettano la riunione della Federal Reserve di questa sera, l’attenzione è rivolta alle trimestrali, in generale positive. La big di oggi che sta trascinando il listino a stelle e strisce è Boeing, che ha pubblicato conti sopra le attese. La Banca centrale statunitense dovrebbe lasciare invariata la sua politica monetaria, ma potrebbe ammorbidire il suo orientamento nel comunicato che sarà diffuso al termine della riunione. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Ancora rialzi per l’Europa con il super-euro e il bond greco

martedì, luglio 25th, 2017

(LaPresse)

Ancora una chiusura decisamente positiva per i listini europei che hanno festeggiato il buon dato di luglio dell’indice tedesco Ifo e il primo ritorno della Grecia sul mercato del debito dal 2014. La prima emissione del Tesoro ellenico ha permesso di raccogliere 3 miliardi di euro a un tasso inferiore alle attese ed è stata salutata come un successo assoluto dal primo ministro greco Alexis Tsipras e un passo importante in vista della fine del terzo programma di aiuti internazionali previsto nel 2018. I listini europei hanno anche beneficiato dei buoni risultati trimestrali riportati da alcune blue chips americane, in particolare da Caterpillar e McDonald’s mentre i conti di Alphabet e General Motors non hanno pienamente convinto i mercati. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Google penalizzata dalla multa Ue. Preoccupa la crescita dei costi

martedì, luglio 25th, 2017

MILANO – La multa Ue che deprime gli utili come mai era accaduto dallo scoppio della crisi e un trend di crescita dei costi che lascia perplessi gli analisti. Sono gli ingredienti che hanno portato il titolo di Alphabet – la holding di Google – a indebolirsi nel dopo-mercato degli Usa, una volta pubblicata la trimestrale a scambi ufficiali già chiusi.

I risultati del secondo trimestre, spiega infatti Bloomberg, mostrano che la principale fonte di ricavi del gruppo sta registrando una crescita dei costi maggiore rispetto a quella che era la dinamica nel business originale della ricerca via internet. I ricavi di 20,92 miliardi di dollari erano in linea con le stime del consensus, sebbene sotto alcune aspettative ottimistiche. La principale divisuione di Google ha registrato costi per acquisizione del traffico (versati ai partner) pari al 22 per cento dei ricavi, contro il 21 per cento di un anno precedente. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il Fmi: la crescita economica dell’Italia accelera

lunedì, luglio 24th, 2017

Il riconoscimento della ripresa dell’economia italiana arriva dal Fondo monetario internazionale: la crescita è più elevata delle attese. Il Fmi alza infatti le stime per il Belpaese al 1,3% nel 2017 e al 1% nel 2018. Un’accelerazione che arriva nell’ambito di una ripresa globale che prende slancio, nonostante la frenata degli Stati Uniti bilanciata in parte da una crescita più sostenuta delle attese di Eurolandia.

 «La ripresa mondiale è su un terreno più stabile rispetto ad aprile» afferma Maurice Obstfeld, capo economista del Fmi.

I rischi

I rischi però restano al ribasso e sono legati all’incertezza della politica di bilancio americana e ai pericoli finanziari esistenti in Cina. «Le elevate valutazioni sui mercati e la bassa volatilità in un contesto di elevata incertezza politica aumentano la probabilità di una correzione di mercato, che potrebbe pesare sulla crescita e sulla fiducia» spiega il Fondo. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

In arrivo la quattordicesima per 3,5 milioni di pensionati

sabato, luglio 1st, 2017
sandra riccio

Per 3,5 milioni di pensionati è in arrivo la quattordicesima. La somma sarà accreditata sul conto già nelle prossime ore: già domani per chi ha il proprio conto corrente alle Poste con il rateo di pensione di luglio mentre per chi ha il conto in banca la somma arriverà lunedì, insieme alla pensione. La misura è stata introdotta nel 2016 (legge 11 dicembre 2016, n. 232). La somma sarà accreditata automaticamente dall’Inps senza che sia necessario fare domanda. Lo ricorda lo Spi-Cgil.

 La cifra in più che i pensionati si troveranno in tasca è una somma variabile tra 336 e 655 euro. Varia a seconda del reddito e degli anni di contributi versati. Viene erogata ogni anno nel mese di luglio. Spetta a tutti quelli che sono in pensione da lavoro privato, pubblico e autonomo che abbiano compiuto 64 anni di età e il cui reddito personale annuo complessivo non superi i 13.049,14 euro.

Chi ha un reddito personale fino a 752 euro lordi al mese (9.786,86 euro annui) avrà una somma maggiorata del 30% rispetto agli anni scorsi mentre chi ha tra 752 e 1.003 euro al mese (13.049,14 l’anno) la riceverà per la prima volta. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.