Archive for the ‘Puglia’ Category

Lecce, blitz dei carabinieri contro la Sacra corona unita: 33 arresti

lunedì, luglio 2nd, 2018

I carabinieri del Ros hanno arrestato 33 persone nell’ambito di un’operazione contro i clan leccesi della Sacra corona unita. In manette sono finiti esponenti di due gruppi criminali federati al clan “Tornese” di Monteroni, in provincia di Lecce. Tra le accuse contestate figurano associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, estorsione, detenzione e porto abusivo di armi e altri reati aggravati dal metodo mafioso. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maxiblitz contro i clan baresi: 104 arresti

lunedì, giugno 18th, 2018

 

I carabinieri del Ros stanno eseguendo, a Bari e in altre località del territorio nazionale, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 104 presunti affiliati ai clan «Mercante-Diomede» e «Capriati». Il provvedimento scaturisce da un’indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari, che ha ricostruito gli assetti organizzativi, le attività criminali e la capacità di infiltrazione dei clan nel tessuto economico e sociale della città e della provincia.

L’imprenditore antiracket affiliato

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Palagiustizia Bari, tendopoli allagata per temporale

venerdì, giugno 15th, 2018

La tendopoli allestita nel parcheggio sterrato del palagiustizia di Bari, dichiarato inagibile perché a rischio crollo, è completamente allagata a causa di un temporale che si è abbattuto sulla città. Negli ultimi 18 giorni nelle tre tende della Protezione civile si sono celebrate le udienze penali di rinvio. Da questa mattina le udienze si tengono all’ingresso del palazzo, nell’atrio dove abitualmente si svolgono i controlli di sicurezza.

Palagiustizia Bari, tendopoli allagata per temporale (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Crac delle Ferrovie Sud Est, arrestati l’ex amministratore Luigi Fiorillo e altre dieci persone

giovedì, febbraio 1st, 2018

di MARA CHIARELLI

Undici persone, tra cui l’ex commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico delle Ferrovie sud est Luigi Fiorillo, sono state arrestate (ai domiciliari) dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Bari per i reati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale, dissipazione e distrazione di ingenti quantità di denaro.

Le misure sono state disposte dalla gip del tribunale di Bari, Alessandra Susca. In corso la notifica di una misura interdittiva nei confronti di un’altra persona e sequestri patrimoniali per decine di milioni di euro. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Roberto Rossi, i pm Francesco Bretone, Bruna Manganelli e Luciana Sivestris, avrebbe accertato un crac da 230 milioni nella gestione della società partecipata dal ministero dei trasporti, concessionaria per la Regione Puglia del servizio ferroviario, acquistata un anno fa da Ferrovie dello stato e attualmente sottoposta a proceduta di concordato preventivo in continuità. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Inchiesta su tangenti e prostituzione in Puglia: 12 arresti tra cui due sindaci

lunedì, ottobre 23rd, 2017

Sono iniziate nel novembre del 2014 le indagini che oggi hanno portato in Puglia all’arresto di 12 persone, tra cui due sindaci, quello di Torchiarolo e di Villa Castelli, e hanno consentito di individuare una presunta associazione per delinquere finalizzata a compiere reati contro la pubblica amministrazione, tra cui la corruzione, con favori concessi da amministratori pubblici, sia dirigenti che politici, a una società di rifiuti di Carovigno (Brindisi). Sono emerse anche condotte di favoreggiamento della prostituzione. I fatti sarebbero stati commessi, secondo quanto accertato dai carabinieri, fino al novembre del 2015.

 12 in manette

Le manette sono scattate per 12 persone per il sindaco ed il vicesindaco di Torchiarolo, Nicola Serinelli e Maurizio Nicolardi; il sindaco di Villa Castelli, Vitantonio Caliandro; il vicesindaco di Poggiorsini (Area metropolitana di Bari), Giovanbattista Selvaggi; il direttore generale dell’Azienda di Servizi Ecologici – Ase di Manfredonia (Foggia), Giuseppe Velluzzi e vari altri incaricati di pubblico servizio.
(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Inchiesta rifiuti, sequestri di beni e impianti e 31 indagati in Puglia

giovedì, settembre 28th, 2017

La guardia di finanza ha posto sotto sequestro, con parziale facoltà d’uso, la centrale Enel “Federico II” di Cerano (Brindisi), la Cementir Italia spa e i parchi loppa d’altoforno dell’Ilva a Taranto. Le misure sono state disposte nell’ambito di un’inchiesta su un presunto traffico illecito di rifiuti. Gli indagati sono 31, membri delle tre società. I finanzieri hanno sequestrato inoltre beni per 523 milioni e 326mila euro.

Nel provvedimento viene contestata la qualità del tipo di ceneri arrivate alla Cementir di Taranto per produrre cemento, risultate non in linea con le norme di legge. Le materie prime erano state acquistate dall’Ilva e dallo stabilimento Enel di Cerano.

Per tutti i siti è stata disposta la facoltà d’uso provvisoria per un termine non superiore ai 60 giorni. L’oltre mezzo miliardo di euro sequestrato a Enel Produzione fa riferimento all’ingiusto profitto ricavato nell’arco di cinque anni, tra settembre 2011 e settembre 2016. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

La quindicenne non ce l’ha fatta. Colpita al volto dall’ex della madre è morta dopo una notte di agonia

giovedì, settembre 21st, 2017

È morta questa mattina la quindicenne di Ischitella (Foggia) ferita gravemente da un colpo di pistola in faccia sparato dal Antonio Di Paola, ex compagno della madre. L’uomo si è poi suicidato con la stessa arma. La ragazza è deceduta nel reparto di terapia intensiva della Rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia dopo l’ennesimo arresto cardiaco. Durante la notte, il cuore si era fermato altre volte e i medici erano riusciti a rianimare la quindicenne. Le sue condizioni fin da ieri mattina erano apparse gravissime.

LIBERO.IT

Rating 3.00 out of 5

Il papà di Noemi: “A ucciderla ​è stato il padre del fidanzato”

venerdì, settembre 15th, 2017

È stato il padre del fidanzato di mia figlia Noemi ad ucciderla. È un assassino. Lo ha dichiarato ai microfoni della trasmissione Mediaset “Quarto grado”, il papà della 16enne di Specchia (Lecce) ritrovata morta nelle campagne di Castrignano del Capo.

L’uomo sconvolto, questa mattina, voleva incontrare i genitori del 17enne che si è dichiarato colpevole dell’omicidio.

Sotto choc, si è recato ad Alessano, davanti alle porte di casa della famiglia, dicendo di essere intenzionato a perdonare il giovane per quello che ha fatto. Solo l’intervento dei carabinieri ha evitato che la situazione degenerasse. “Me l’ha uccisa, vieni fuori bastardo”, ha urlato più volte, cercando di arrivare alla casa. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Banche, il caso Popolare di Bari fa tremare la Puglia e 70mila azionisti: indagati i vertici

mercoledì, agosto 30th, 2017

di MARA CHIARELLI

Regge  da sola un pezzo importante dell’economia della città di Bari e della Puglia. Ha garantito prestiti a migliaia fra imprese e famiglie, può contare su 70mila soci e sul lavoro di 3.500 dipendenti. La Banca Popolare di Bari non può crollare: se ciò accadesse, i danni per l’economia regionale sarebbero incalcolabili. Ma una nuova inchiesta della Procura barese racconta anni di gestione irregolare, bilanci in perdita, prestiti anomali, aggravati dall’acquisizione di Tercas, la vecchia Cassa di Teramo. E sullo sfondo, una vicenda di maltrattamenti ed estorsione ai danni di un funzionario troppo solerte. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Salento, si scontrano due treni in provincia di Lecce: 27 tra contusi e feriti

mercoledì, giugno 14th, 2017

I soccorsi dopo lo scontro tra due treni tra Galugnano e San Donato (Ansa/Congedo)

Due convogli ferroviari delle Ferrovie Sud Est si sono scontrati all’uscita di Galugnano, frazione di San Donato, in provincia di Lecce. Sono 278 le persone rimaste ferite lievemente. Nessuna di loro è in gravi condizioni perché i convogli in quel tratto procedono a bassa velocità. Sul posto sono intervenuti i soccorritori, che per raggiungere il luogo dello scontro hanno dovuto percorrere un tratto di circa venti minuti a piedi, portando le attrezzature attraverso i campi.

La dinamica

L’incidente – avvenuto intorno alle 17.30 – su una tratta in cui il binario è unico. «Uno dei due convogli era fermo al segnale di ingresso della stazione di Galugnano, mentre l’altro è partito in direzione Lecce non rispettando il segnale rosso», spiega in una nota Ferrovie dello Stato, proprietaria da alcuni mesi delle Ferrovie del Sud Est. Le cause sono in corso di accertamento.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.