Archive for the ‘Calabria’ Category

Terremoto in Calabria, scossa di magnitudo 4 in provincia di Catanzaro

venerdì, Gennaio 17th, 2020

Roma, 17 gennaio 2020 – Paura nella notte in provincia di Catanzaro per una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 della scala Richter. Il sisma, con epicentro a 6 chilometri da Albi, è stato registrato a una profondità di 8 km alle ore 00.37.  Albi si trova a circa 20 chilometri da Catanzaro, nella zona della Presila.

La popolazione ha avvertito il terremoto, anche sulla costa ionica, ed in alcuni quartieri del capoluogo. In molti hanno telefonato ai centralini dei Vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. Non si registrano danni a persone o cose. 

I Vigili del fuoco e Carabinieri confermano che la scossa non ha provocato danni. I pompieri riferiscono di numerose le chiamate giunte al numero di emergenza 115. Sono in corso le verifiche anche da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro. Ad Albi, il centro maggiormente interessato dal sisma, le persone che abitano nei piani alti degli edifici sono state sorprese dalla scossa ancora a letto, e sono scese in strada in preda alla paura. 

Rating 3.00 out of 5

Arrestato magistrato: soldi per «aggiustare» le sentenze, sesso per diventare avvocate

mercoledì, Gennaio 15th, 2020

di Carlo Macrì

CATANZARO – Prestazioni sessuali, soldi, vacanze. Tutto questo in cambio di sentenze favorevoli. Il magistrato Marco Petrini, presidente della II sezione della Corte d’appello di Catanzaro, nonché presidente della commissione provinciale tributaria è stato arrestato con l’accusa di corruzione in atti giudiziari su ordine della procura di Salerno. Con lui sono finiti in manette altre sette persone, si tratta di Vincenzo Arcuri, Giuseppe Caligiuri, Marzia Tassone (avvocato del foro di Catanzaro), Luigi Falzetta, Emilio Santoro (ex dirigente dell’Azienda ospedaliera di Cosenza), Giuseppe Tursi Prato (ex consigliere regionale), Francesco Saraco (avvocato del foro di Locri, ai domiciliari). Nel corso della perquisizione in casa di Petrini i finanzieri hanno rinvenuto in una busta 7 mila euro in contanti.

L’inchiesta
Rating 3.00 out of 5

Ndrangheta, maxi blitz con oltre 300 arresti. Fermato ex parlamentare di Forza Italia

giovedì, Dicembre 19th, 2019

michele sasso

Una maxi operazione dei Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Vibo Valentia è in corso dalle prime luci dell’alba per l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Catanzaro su richiesta della Dda a carico di 334 persone. L’operazione ‘Rinascita-Scott’ ha disarticolato tutte le organizzazioni di ‘ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi.

Complessivamente sono 416 gli indagati, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, fittizia intestazione di beni, riciclaggio e altri reati aggravati dalle modalità mafiose. Pronto anche un provvedimento di sequestro beni per un valore di circa 15 milioni di euro. Politici, avvocati, commercialisti, funzionari infedeli dello Stato e massoni figurano tra gli arrestati della maxi operazione.

Rating 3.00 out of 5

Cosenza, il sindaco di Scalea arrestato per assenteismo

giovedì, Dicembre 12th, 2019

di ALESSIA CANDITO

Timbrava il cartellino e spariva, inventava missioni per conto dell’ufficio, godeva della copertura e dell’omertà dei colleghi dell’Asp. Per la procura di Paola, il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, eletto in una lista civica in area centrosinistra, era un “furbetto del cartellino” seriale ed organizzato, per questo i magistrati hanno chiesto e ottenuto per lui gli arresti domiciliari e la sospensione dell’esercizio di pubblico servizio. A farlo finire nei guai con una pesantissima accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato e falsa attestazione della presenza in servizio, non l’attività da amministratore, ma quella da dipendente dell’Asp, gestita in maniera assai “sportiva” e decisamente personale.

Arresto sindaco Scalea, la ministra Dadone: “Danno all’immagine terribile della pa, ma resto contraria a impronte digitali”

Rating 3.00 out of 5

Traffico di beni archeologici dalla Calabria, 23 misure cautelari

lunedì, Novembre 18th, 2019

Operazione dei carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale, diretta dalla Procura della Repubblica di Crotone, contro i presunti componenti di una holding criminale che gestiva un ingente traffico di beni archeologici. I reperti, provento di scavi clandestini in Calabria, venivano esportati illecitamente fuori dall’Italia. Eseguite 23 misure cautelari in Italia e all’estero.

Rating 3.00 out of 5

Gioia Tauro, sequestrata una tonnellata di cocaina

giovedì, Novembre 14th, 2019

GIOIA TAURO (Reggio Calabria) – Sequestro record di cocaina al porto di Gioia Tauro. Carabinieri e guardia di Finanza, con il supporto dei funzionari dell’Agenzia delle dogane e di funzionari Europol, hanno sequestrato 1.176 chili di stupefacente, nascosti in 144 imballi in un container refrigerato adibito al trasporto di banane. La droga è stata scoperta grazie alla scansione a raggi X effettuata sui container.

Il container, proveniente dal Sud America, era destinato secondo i documenti di viaggio in Germania. Si tratta di uno dei sequestri più ingenti mai effettuati sul territorio nazionale: la cocaina, purissima, una volta tagliata ed immessa sul mercato avrebbe fruttato ai trafficanti oltre 250 milioni di euro. Il bacino del Porto di Gioia Tauro si conferma strategico nelle rotte della droga: Guardia di finanza ed Agenzia delle Dogane solo negli ultimi 12 mesi hanno sequestrato oltre 2,5 tonnellate di cocaina.

Rating 3.00 out of 5

Terremoto a Cosenza e Scalea di magnitudo 4.4: gente in strada ma per ora nessun danno

venerdì, Ottobre 25th, 2019
La cartina con la localizzazione dell’epicentro

La cartina con la localizzazione dell’epicentro

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.4, secondo le stime dell’Ingv , si è verificata stamane alle 6,31 con epicentro nel Tirreno meridionale, al largo della costa calabrese. Il sisma è stato avvertito nella città di Cosenza, nel suo hinterland e nei centri della fascia costiera tirrenica. La scossa, verificatasi a 11 chilometri di profondità, è stata avvertita anche nel Catanzarese. Molta gente si è precipitata in strada soprattutto a Cosenza e nella vicina Rende. Al momento, comunque, non sono segnalati danni.

Rating 3.00 out of 5

Terremoto a Catanzaro, magnitudo 4,0: paura ma niente danni, evacuate le scuole

lunedì, Ottobre 7th, 2019

CATANZARO – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 si é verificata alle 8.11 nel territorio di Catanzaro. L’epicentro é stato localizzata a Caraffa di Catanzaro, un centro a pochi chilometri dal capoluogo. Non risultano, al momento, né feriti, né danni, ma gli istituti scolastici, a titolo cautelativo, sono stati fatti evacuare anche perché la scossa ha suscitato molta paura.

REP.IT

Rating 3.00 out of 5

Blitz contro l’ndrangheta in Calabria: decapitati vertici della cosca Mancuso

sabato, Aprile 13th, 2019

È in corso un’operazione della Polizia di Stato di Vibo Valentia e del Servizio operativo centrale, sotto le direttive della Dda di Catanzaro, contro la cosca di ’ndrangheta dei Mancuso. Decapitati, con alcuni arresti, i vertici del gruppo criminale, considerato tra i più influenti della criminalità organizzata calabrese.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in programma alle 11 nella Questura di Vibo Valentia, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica di Catanzaro e capo della Dda, Nicola Gratteri.

LA STAMPA

Rating 3.00 out of 5

Appalti pubblici pilotati, il governatore calabrese Oliverio indagato per abuso d’ufficio

lunedì, Dicembre 17th, 2018

gaetano mazzuca cosenza

Abuso d’ufficio, questa l’accusa che la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro ipotizza nei confronti del governatore calabrese Mario Oliverio, esponente del centrosinistra. Questa mattina all’alba gli uomini della guardia di finanza hanno notificato al presidente della giunta l’ordinanza del gip di Catanzaro che gli impone l’obbligo di dimora nel suo comune di residenza San Giovanni in Fiore. Nell’inchiesta sono finite altre quindici persone tra cui anche l’ex sindaco di Pedace, Marco Oliverio, l’imprenditore Giorgio Barbieri, e alcuni funzionari della pubblica amministrazione calabrese che sono stati raggiunti da provvedimenti di sospensione. Al centro della vicenda ci sarebbero i lavori di realizzazione della funivia di Lorica in Sila. Un appalto milionario che già in passato era finito nel mirino della Dda catanzarese. Quell’inchiesta che aveva svelato l’infiltrazione negli appalti pubblici della potente cosca Muto di Cetraro, guidata dal boss Franco conosciuto come il “re del pesce”.

Sedici in tutto le misure emesse dal gip distrettuale di Catanzaro, fra le quali una in carcere per l’imprenditore Barbieri, considerato contiguo al clan Muto, sei ai domiciliari e due obblighi di dimora.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.