Archive for the ‘Scuola’ Category

La seconda prova della maturità: al Classico c’è Seneca

giovedì, giugno 22nd, 2017

Seconda prova della Maturità 2017 stamani per circa mezzo milione di studenti impegnati con gli esami in tutta Italia. Al Classico i ragazzi dovranno vedersela con la versione di latino mentre allo Scientifico, come di consueto, con Matematica.

 Al Classico

È Seneca l’autore proposto al liceo Classico per la versione di latino, con un brano tratto da Il valore della filosofia,

La prova è iniziata alle 8.30 con l’apertura del plico telematico, come già avvenuto ieri per le tracce di italiano. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maturità al via, tutto quello che c’è da sapere sugli esami

mercoledì, giugno 21st, 2017
elena masuelli

500mila studenti italiani sono alle prese da questa mattina con l’Esame di Stato, tra questi oltre 26mila con cittadinanza non italiana. Più di 25mila le classi coinvolte e 12.675 le commissioni, composte da un presidente esterno più tre commissari interni e tre commissari esterni.Ammesso il 96,3% degli iscritti.

 

LEGGI ANCHE 98 studenti del ’98: “Cari adulti, ecco quello che non sapete di noi”!

 

Il via alle 8,30 con la prova scritta d’italiano, uguale per tutti, che avrà una durata massima di 6 ore. Ad ogni maturando verrà consegnato un fascicolo contenente le tracce elaborate dal Miur e gli studenti potranno scegliere quale svolgere, tra analisi del testo, saggio breve, tema storico o tema di attualità, a seconda del proprio interesse, della conoscenza dell’argomento e della propria capacità di scrittura, analisi e rielaborazione dei documenti messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maturità 2017, notte prima degli esami. È tototema: da Pirandello a Falcone

martedì, giugno 20th, 2017

Domani la prima prova scritta. Ammesso il 96,3% degli studenti 

di VERONICA PASSERI

Roma, 20 giugno 2017 – ‘Keep calm e.. ormai manca poco ragazzi’. Il motto spopola sui social quando è già iniziato il conto alla rovescia per la Maturità 2017: domani, a partire dalle 8,30, la prima prova scritta, il giorno successivo la seconda, diversa a seconda degli indirizzi di studio, il 26 giugno la terza (l’ultimo scritto preparato dalle commissioni delle scuole) e poi via, a breve distanza, agli orali. Saranno 12.675 le commissioni d’esame, più di 25 mila le classi e quasi 500 mila i ragazzi coinvolti. Stando alle prime rilevazioni del Miur il tasso di ammissione alla Maturità è del 96,3% a livello nazionale.

FOCUS Le date e le prove degli esami di Stato

Proprio la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli ha rinnovato il suo ‘in bocca al lupo’ agli studenti invitandoli a seguire le indicazioni della campagna ‘NoPanic’ lanciata dal Ministero che, con una serie di video e post pubblicati sui social, sta accompagnando i maturandi con consigli e spiegazioni per sostenere le prove. «Cari ragazzi, le tracce sono molto belle – spiega in un video Francesco Branca, a capo della struttura tecnica degli esami di Stato –, interessanti e coerenti con il percorso scolastico che avete svolto nell’ultimo anno, ma non posso dirvi di più». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Polemica sui maestri trasferiti al Sud. “Più della metà ha usato la legge 104”

venerdì, giugno 16th, 2017

SALVO INTRAVAIA

Record di (lunghi) trasferimenti verso le regioni meridionali grazie alla legge 104. Qualche giorno fa, il ministero dell’Istruzione ha reso noti i dati sui cosiddetti “movimenti” (trasferimenti, passaggi di cattedra e di ruolo, provinciali e interprovinciali) richiesti dai maestri di scuola elementare, molti dei quali spediti al Nord dalla Buona scuola del governo Renzi. E non mancano le sorprese. Perché, su oltre mille movimenti interprovinciali chiesti verso le regioni meridionali, oltre la metà (il 53 per cento) è stata possibile grazie alla norma che tutela alcune categorie di persone. In primis, chi deve assistere un conbiuge o figlio disabile grazie alla legge 104.

Un passo indietro. Parliamo di spostamenti che in genere si ottengono in base al punteggio per titoli e anzianità di servizio. Ma anche in base alle tutele (“precedenze”) previste per alcuni casi particolari. Il più comune è l’applicazione della legge 104 sulla tutela dei disabili. Gli altri casi disciplinati (perdenti posto, coniugi di militari, personale che ricopre cariche pubbliche e sindacalisti al rientro dal distacco) sono evidentemente residuali. A livello nazionale, la quota di trasferimenti agevolati è attorno al 21 per cento. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il piano di Fedeli: “Scuole aperte anche in estate”

sabato, giugno 10th, 2017
flavia amabile
roma

Scuole aperte tutto l’anno, anche d’estate, per venire incontro ai genitori. È l’obiettivo del piano che sta mettendo a punto la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli. Un obiettivo ambizioso ma su cui la ministra punta molto e su cui i tecnici del ministero stanno già lavorando.

 La richiesta delle famiglie

Centinaia di genitori hanno scritto al ministro per chiederle aiuto. La ministra ha letto e ha deciso di sostenere le richieste. Una prima bozza del piano potrebbe essere pronta dopo l’estate in modo da essere annunciata ufficialmente all’inizio del prossimo anno scolastico. E tra le associazioni di genitori si inizia a parlare della disponibilità della ministra e a raccogliere le adesioni per un futuro incontro.

Formazione o assistenza?

Qualcosa insomma si sta muovendo. Nessuno è in grado di dire se Valeria Fedeli riuscirà dove in tanti hanno fallito in passato ma la disponibilità e la voglia di farcela da parte sua c’è tutta. Il problema principale lungo la sua strada sarà superare gli ostacoli dei professori. Pino Turi, segretario generale della Uil scuola: «Per noi quello che conta è tenere ben distinta l’assistenza dalla scuola vera e propria . (altro…)

Rating 3.00 out of 5

La rivolta dei presidi

giovedì, maggio 25th, 2017
flavia amabile
roma

«I presidi non ne possono più». Lo hanno scritto sette dirigenti scolastici del Piemonte in una lettera inviata alla ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli sapendo di poter parlare anche a nome dell’intera categoria che in questi giorni ha organizzato diverse manifestazioni di protesta. L’associazione Dirigenti scuola da lunedì ha in corso un sit-in – che all’inizio è stato anche uno sciopero della fame – davanti al Miur a Roma. L’Anp, l’associazione nazionale presidi sarà oggi in due piazze diverse a Roma, una accanto al Miur, l’altra davanti alla Camera dei Deputati dove incontrerà i parlamentari. L’Udir, invece, ha indetto uno sciopero dei suoi iscritti.

 «Sono aumentati i carichi amministrativi e la molestia burocratica ha raggiunto vette ineguagliate – spiegano i dirigenti nella lettera -. Alcuni presidi sono stati sanzionati (in tema di sicurezza degli edifici – e quali edifici!) per inadempienze altrui, o sono stati raggiunti da ingiunzioni di pagamenti erariali che, con il nostro stipendio, saranno in grado di saldare dopo qualche secolo di lavoro». Come ricorda l’Udir, una delle sigle sindacali dei dirigenti che scenderanno oggi in sciopero, «sono più di un centinaio le sanzioni amministrative e penali in capo al Dirigente Scolastico sulla sicurezza». Secondo l’Udir è irragionevole «una norma che dà le responsabilità del datore di lavoro ma non i poteri di spesa per la manutenzione e la gestione degli edifici scolastici».

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Scuola, intesa Mef-Miur: saranno assunti 52mila insegnanti

giovedì, maggio 11th, 2017

Sono circa 52.000 i posti disponibili quest’anno per le assunzioni di docenti. Si tratta di cattedre che verranno coperte con contratti a tempo indeterminato, favorendo così la continuità didattica e una maggiore stabilità del personale.

 Lo rende noto il Miur, precisando che è stata raggiunta l’intesa con il Ministero dell’Economia e delle Finanze sull’attuazione della norma inserita in legge di Bilancio che prevede la trasformazione di 15.100 posti dell’organico di fatto, assegnati ogni anno a supplenti , in altrettanti posti dell’organico di diritto da coprire con docenti di ruolo con contratti a tempo indeterminato.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il prof D’Avenia e la ministra Fedeli

mercoledì, aprile 12th, 2017
sara ricotta voza
MILANO

La ministra e il professore in singolar tenzone. Una di fronte all’altro all’Università Statale di Milano, la titolare dell’Istruzione Valeria Fedeli e Alessandro D’Avenia, insegnante e scrittore. I due si sono incontrati per riprendere dal vivo un dialogo iniziato sulla Prima pagina de La Stampa il 15 e 16 marzo. Nel frattempo c’è stata l’approvazione in Consiglio dei ministri dei decreti attuativi della Buona Scuola. Invece di far proseguire il botta e risposta su carta li abbiamo invitati a incontrarsi. Hanno accettato.

A.D’A. Sono contento del nuovo reclutamento dei docenti, ma siccome questi arriveranno nel 2021-22, nel frattempo che cosa facciamo?

V.F. Mi fa piacere che anche lei ritenga il nuovo reclutamento un punto di cambiamento, io ci conto molto. Vuol dire immaginare di avere docenti più motivati, più formati e che sono già stati valutati sul saper stare in classe. Il mio obiettivo, poi, è far entrare quelli che hanno vinto gli ultimi concorsi, sono più giovani. Infine conto anche sul piano di formazione straordinario dei docenti in servizio. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Riforma scuola, le novità. Cambiano maturità e concorsi

sabato, aprile 8th, 2017

di MATTEO PALO

Roma, 8 aprile 2017 – ARRIVA la Buona scuola bis. Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva gli otto decreti legislativi che completano il percorso avviato due anni fa. Si compie, almeno sulla carta, l’ammodernamento del sistema scolastico italiano che tocca diverse questioni strategiche: dagli esami, a partire da quelli di maturità, alle assunzioni dei precari, passando i voti, le prove Invalsi, la scuola dell’infanzia e il sostegno dei disabili. Le parole d’ordine sono svecchiare e aumentare la presenza a supporto delle famiglie.

IL PREMIER Paolo Gentiloni ha parlato di «una notevole iniezione di qualità», rivendicando anche il rispetto dei tempi che erano stati fissati per completare la riforma. Un processo positivo sottolineato anche dalla ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli: «L’ampio confronto è servito a migliorare i testi, che qualificano ulteriormente il sistema di istruzione nel nostro Paese». Fedeli, con un fuori programma in conferenza stampa, ha rimproverato un giornalista che l’aveva chiamata «ministro». (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Vuoi diventare medico? Ecco un nuovo liceo

mercoledì, marzo 22nd, 2017
flavia amabile
roma

I futuri medici avranno potranno iniziare a formarsi già alle superiori seguendo un nuovo percorso, una sperimentazione studiata per i ragazzi decisi a tentare dopo la maturità il test di accesso alla Facoltà di Medicina. Il percorso si chiamerà «Biologia con curvatura biomedica», sarà adottato molto probabilmente a partire da settembre in alcuni licei scientifici italiani.

 La sperimentazione seguirà il modello seguito negli ultimi sette anni a Reggio Calabria dove il successo è stato notevole. «Il 90% dei ragazzi che hanno frequentato l’indirizzo, e hanno poi partecipato al test, l’ hanno superato senza difficoltà» racconta Giuseppina Princi, dirigente del liceo scientifico «Leonardo Da Vinci».

«In questi anni siamo sempre stati molto cauti nel promuovere nuove sperimentazioni per evitare il proliferare di indirizzi che si è verificato in passato – spiega Massimo Esposito , dirigente all’interno della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici del Miur – In questo caso però ci è sembrata una grande opportunità per gli studenti. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.