Archive for the ‘Scuola’ Category

Nuova Maturità: 2 scritti e più attenzione al percorso di studi

giovedì, ottobre 4th, 2018

Due prove scritte invece di tre, più l’orale. Più attenzione al percorso svolto dai ragazzi nell’ultimo triennio, con un punteggio maggiore assegnato al credito scolastico. Griglie di valutazione nazionali per la correzione delle prove scritte. Sono alcune delle novità dell’esame di Maturità in vigore da quest’anno scolastico. Lo comunica il Miur con una circolare inviata agli istituti. Il punteggio finale resterà in centesimi.

TGCOM

Rating 3.00 out of 5

Scuola, primo sciopero del nuovo anno scolastico: sit-in davanti al Parlamento

martedì, settembre 11th, 2018

Scuola, primo sciopero del nuovo anno scolastico: sit-in davanti al Parlamento

Un gruppo di precari della scuola ha organizzato un sit-in davanti al Parlamento, in quello che è il primo sciopero del nuovo anno scolastico. La mobilitazione, prevista dalle 9 alle 14, è stata indetta dall’Anief in occasione della discussione alla Camera del decreto Milleproroghe. “I precari sono giunti da tutta Italia per dimostrare di non essere dei fantasmi”, ha fatto sapere l’associazione sindacale. All’iniziativa partecipano anche i Cobas.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Nelle scuole scatta il blitz dei Nas. “Via i bimbi che non sono vaccinati”

giovedì, settembre 6th, 2018
Grazia longo, paolo russo
roma

Sui vaccini la maggioranza ingrana la retromarcia. Dopo avere di fatto cancellato l’obbligo con un blitz al decreto milleproroghe ora è arrivato il dietrofront per mezzo di un emendamento allo stesso provvedimento, che ripristina il divieto di iscrizione a scuole materne e asili dei bambini non in regola con la profilassi.

E per avere certezza che nessuno abbia dichiarato il falso, ha accolto di buon grado la proposta dei carabinieri del Nas di avviare una ricerca a campione su tutto il territorio nazionale a caccia dei furbetti dell’autocertificazione. Una decina, finora, i documenti falsi scoperti tra le 330 scuole sotto esame (asili nidi, materne ed elementari).

Il dietrofront del governo, a giudicare dai commenti al vetriolo sulla pagina Facebook del ministro della salute Giulia Grillo, non è stata presa bene dai No vax, che confidando in una imminente cancellazione dell’obbligo per decreto, pensavano di prendere tempo con l’autocertificazione, che in base alla circolare a doppia firma Salute-Istruzione, sarebbe sufficiente per iscrivere i piccoli. Uno stratagemma fatto saltare dall’emendamento presentato ieri dai due relatori del milleproroghe, i pentastellati Vittoria Baldino e Giuseppe Bompane, che quasi sicuramente incasserà il via libera con ampia maggioranza bi-partisan.< (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Presidi, al via il concorsone: 35mila candidati per 2.425 posti

lunedì, luglio 23rd, 2018

di SALVO INTRAVAIA

ROMA – Oltre 35mila aspiranti presidi all’assalto di più di 2mila poltrone. Parte questa mattina il concorso per il reclutamento di 2.425 dirigenti scolastici che colmeranno gli enormi vuoti d’organico presenti in tutta la Penisola. I 34.580 docenti laureati che hanno presentato domanda nel 2017 dovranno risolvere un rompicapo di 100 quesiti a risposta multipla in 100 minuti. E dopo si apre un lunghissimo percorso di formazione e ulteriore selezione che durerà, con tutta probabilità, oltre un anno. Per questa ragione, nella maggioranza, c’è chi pensa a ridurre i tempi apportando alcune modifiche in corso d’opera per concludere le operazioni entro il mese di agosto 2019 e avere i nuovi presidi al proprio posto per l’avvio del 2019/2020.

La prima scrematura avverrà oggi. La prova sarà computer-based e dopo i cento minuti il computer comunicherà al candidato il punteggio ottenuto. Saranno ammessi alla prova successiva coloro che si piazzeranno, nella graduatoria nazionale, entro i primi 8.700 posti. Seguirà una prova scritta e un colloquio. La prima, anche questa al computer metterà di fronte all’aspirante preside sette quesiti a risposta aperta di cui due nella lingua straniera prescelta dal candidato. Il colloquio, oltre a saggiare la conoscenza dei contenuti oggetto del concorso, verificherà le competenze informatiche e di lingua straniera. A questo punto, il Miur stilerà un’altra graduatoria nazionale. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maturità 2018, cresce il numero di diplomati che ottiene la lode | In Puglia gli studenti più bravi

domenica, luglio 22nd, 2018

E’ ormai tempo di vacanza per i circa 500mila studenti che quest’anno si sono trovati alle prese con gli esami di maturità. Chiusi i libri e voti assegnati, per la scuola è tempo di bilanci. Stando ai dati diffusi dal Miur è stato ammesso il 96% dei candidati scrutinati. Nel 2017 gli ammessi erano stati il 96,2%. Il 99,6% dei maturandi è stato promosso, contro il 99,5% di un anno fa. In lieve aumento studentesse e studenti diplomati con 100 e 100 e lode.

Maturità 2018, cresce il numero di diplomati che ottiene la lode | In Puglia gli studenti più bravi

Cresce il numero delle lodi – Le lodi sono passate ad essere l’1,3%, un anno fa erano l’1,2%. I 100 salgono al 5,7%, rispetto al 5,3% dell’anno scorso. Le ragazze e i ragazzi con un voto fra 91 e 99 sono il 9%, nel 2017 erano l’8,5%. Il 19,6% delle studentesse e degli studenti ha conseguito una votazione tra 81 e 90, rispetto al 18,9% dello scorso anno. In leggero aumento i 71-80: salgono al 28,8% dal 28,6% di un anno fa. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Scuola, Inps: dal primo settembre diritto alla pensione per 36.700

venerdì, luglio 13th, 2018

All’Inps sono pervenute 41mila domande di pensione per il personale della scuola, con un aumento delle richieste di oltre il 30% rispetto al 2017. Lo rende noto l’Inps, precisando di aver riconosciuto il diritto a pensione, con decorrenza dal 1° settembre, per 36.700 persone, mentre per le restanti 4.600 tale diritto non è stato al momento riconosciuto. La notizia di potenziali differenze di circa “200 giorni” è da ritenersi “priva di ogni fondamento”.

Per le 4.600 posizioni l’istituto, in stretta collaborazione con i competenti uffici ministeriali, sta provvedendo a ulteriori approfondimenti.

Gli esiti delle verifiche sono stati comunicati al Miur, tramite invii dei files contenenti gli elenchi, a partire dal 30 aprile scorso, con contestuale aggiornamento sulle lavorazioni via via effettuate dalle strutture territoriali dell’Istituto. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Con le magliette rosse a scuola: bufera sui prof alla maturità

lunedì, luglio 9th, 2018

Esami di Stato, insegnanti, migranti e magliette rosse. La polemica politica irrompe a scuola, come (forse) non dovrebbe mai accadere. Partinico, piccolo centro in provincia di Palermo. Una professoressa del liceo scientifico Santi Savarino pubblica sulla propria pagina Facebook la fotografia di alcuni colleghi “che indossano la maglietta rossa durante gli esami di maturità”.

Il motivo di tanto abbigliamento, pare evidente, è l’adesione all’iniziativa lanciata da don Luigi Ciotti in favore dei migranti morti in mare per fermare “l’emorragia di umanità”. E il caso, nato sui social, diventa immediatamente di dominio pubblico.

Il post, infatti, è diventato in breve tempo oggetto di discussione partitica. Molti si sono chiesti se sia giusto o meno che i professori, nel loro ruolo di pubblico ufficiale, espongano così esplicitamente la loro adesione ad un’iniziativa dal forte eco politico. “Bravissimi i colleghi che indossano la maglietta rossa durante gli esami di maturità! – ha scritto la prof del liceo su Fb a margine delle foto – Siete davvero un bell’esempio di una scuola che ha il compito di educare e trasmettere grandi valori ed ideali. Restiamo umani”. Contattato dal Giornale.it, dal Liceo fanno sapere che il fatto contestato non riguarda alcuna commissione d’esame all’interno della scuola. Ma la collaboratrice della preside al telefono ci conferma che si tratta di alcuni “docenti della nostra scuola nominati in commissione esterna presso altre istitituzioni scolastiche”. Il fatto, dunque, appare confermato. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

La fuga dei docenti: boom di pensionati e la scuola va in tilt

domenica, luglio 8th, 2018

di Lorena Loiacono

Prima la riforma Fornero, poi gli intoppi che arrivano dall’Inps: per le maestre della scuola parte la caccia ai contributi e la strada della pensione è sempre più in salita. E negli ex provveditorati è caos: “se non mandiamo in pensione chi ne ha diritto, saltano anche le assunzioni e i trasferimenti per il prossimo anno”. E la scuola trema: da un lato c’è chi sogna la cattedra e dall’altro, invece, chi sogna la pensione. Un miraggio che rischia di allontanarsi ancora di più. Quest’anno, come effetto della riforma pensionistica varata dal governo Monti, negli uffici scolastici si sta registrando una vera e propria impennata di richieste di pensionamenti: secondo le prime stime si tratta di oltre 35mila persone che hanno presentato domanda, a fronte delle 20 o 25 mila richieste presentate negli anni passati. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maturità, via alla seconda prova scritta

giovedì, giugno 21st, 2018

di PIERA MATTEUCCI

Greco al Classico, matematica allo Scientifico. La durata dipende dalle materie caratterizzanti degli indirizzi ed è variabile dalle 4 ore alle 8 ore. Nei licei musicali, coreutici e artistici, la prova può articolarsi in più giorni

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Maturità: per la prima prova Bassani con “Il giardino dei Finzi Contini”, la cooperazione internazionale e i volti della solitudine

mercoledì, giugno 20th, 2018

Lo scrittore Giorgio Bassani è stato scelto per una delle tracce della prima prova di italiano della maturità 2018. Si tratta di un brano del suo più famoso libro, Il giardino dei Finzi Contini. La Cooperazione Internazionale per il tema storico, con De Gasperi e Moro in particolare. I volti della solitudine per il componimento di Arte.

LA STAMPA

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.