Roma, 2 ottobre 2017 – Colpo di scena (forse), come spesso accade con le previsioni meteo. Ieri sembrava che un tempo generalmente asciutto e soleggiato (anche se con un po’ di variabilità) ci avrebbe accompagnato fino a metà ottobre. Ma le ultime indicazioni degli esperti dicono che potrebbe andare diversamente.

Meglio però procedere per gradi. In queste ore “le estreme regioni meridionali rimangono inglobate in una circolazione di bassa pressione responsabile di qualche nuovo rovescio o temporale“, spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. “In particolare la Sicilia sarà bersaglio di acquazzoni più frequenti almeno fino a mercoledi‘”. Nel frattempo “le regioni centro-settentrionali verranno lambite da una perturbazione atlantica, che se Oltralpe risulterà anche intensa, sull’Italia avrà effetti modesti” – prosegue l’esperto. “In particolare martedì si attende un passaggio nuvoloso dapprima al Nord poi al Centro con qualche pioggia più probabile su Alpi, Prealpi, Levante Ligure, medio-alta Toscana, estremo Nord Est.