Archive for the ‘Ambiente’ Category

Maltempo, ottomila interventi dei vigili del fuoco. In Alto adige treno deragliato per una frana, nessun ferito

lunedì, Novembre 18th, 2019

ROMA – Non accenna a diminuire l’ondata di maltempo che ha investito l’Italia. I vigili del fuoco hanno eseguito in tutta la Penisola 8 mila interventi in una settimana. Solo nelle ultime 36 ore, i soccorsi sono stati 450 in Emilia Romagna e 380 in Toscana. E le previsioni continuano a dare pioggia per tutta la settimana.

l treno dalla val Pusteria della Sad è deragliato questa mattina, a causa di una frana, nei pressi di Rio Pusteria. Non si segnalano feriti. Il treno era partito da Fortezza e diretto a Brunico. La Val Pusteria risulta attualmente isolata. Sono bloccati per motivi di sicurezza tutti gli accessi: la strada statale tra San Sigismondo e San Lorenzo, la Strada del Sole, come anche le strade interpoderali, che i pendolari usano di solito per bypassare eventuali chiusure della Ss48.

“Restate a casa, ogni auto in più crea caos”. E’ l’appello lanciato su Facebook dal sindaco di San Lorenzo in Sebato, Martin Ausserdorfer. L’incidente ferroviario è avvenuto verso le ore 6. A bordo fortunatamente si trovavano solo due persone che non sono state ferite e che sono state portate in sicurezza dai vigili del fuoco. Sul posto sono anche intervenuti i carabinieri. Nel 2010 un treno della linea della val Venosta finì contro una frana, nell’incidente morirono nove persone e 28 rimasero ferite.

Rating 3.00 out of 5

Maltempo, allarme fiumi in Emilia e in Toscana ma l’Arno non fa più paura

lunedì, Novembre 18th, 2019

Allarme fiumi in Toscana ed Emilia per il maltempo, dove per lunedì il meteo prevede temporali. La piena del Reno transita nel Bolognese. “Sarà una piena storica”, dice il presidente dell’Emilia-Romagna Bonaccini. L’Arno oltre il primo livello di guardia minaccia Firenze. A Pisa l’ondata di piena è passata senza troppi danni. In Alto Adige ancora blackout e oltre 12mila persone isolate. 

Nelle ultime ore i livelli del reticolo idraulico di Firenze e della provincia – l’Arno e suoi affluenti – sono scesi sotto il primo livello di guardia. Sull’asta dell’Arno, a valle di Firenze, rimane solo l’idrometro di Fucecchio sopra il primo livello di guardia ma dovrebbe rientrare in tarda mattinata. 

In Emilia Romagna la Protezione civile regionale sabato aveva diramato una allerta rossa per le aree centro orientali della regione, per problemi legati alle piene dei fiumi ingrossati dalle abbondanti piogge previste. E le previsioni si sono confermate, con le piene importanti che si sono verificate sui fiumi Secchia, Panaro, Naviglio, Tiepido nel Modenese e Samoggia, Sillaro, Savena, Savena abbandonato, Idice, Navile, Quaderna, Santerno e Senio nel Bolognese e Ravennate.

Rating 3.00 out of 5

Acqua alta a Venezia, suonano le sirene in attesa del picco di 160 cm

domenica, Novembre 17th, 2019

Suonano le sirene a Venezia dove ancora una volta cresce l’apprensione per l’acqua alta che potrebbe toccare i 160 cm di altezza. Il suono di allarme è scattato intorno a mezzanotte, seguito da una singola “nota” prolungata che serve ad indicare il livello della marea.

Video di Niccolò Lupone

REPTV



Video Local Team

Rating 3.00 out of 5

Alto Adige, per il maltempo isolate Val Badia e Val Senales

sabato, Novembre 16th, 2019

di Chiara Severgnini

Alto Adige, per il maltempo isolate Val Badia e Val Senales | Meteo

Resta tesa la situazione maltempo in Alto Adige. Sono isolate la Val Badia, la Val Senales, Valle dei Molini e la Val di Tures. La statale della Val Pusteria è bloccata da Prato Drava, la statale della Val di Fiemme da Fontane Fredde. Praticamente tutte le strade secondarie non sono attualmente percorribili. Ancora circa 13.000 utenze sono senza corrente elettrica, dopo le eccezionali nevicate di ieri. A Brunico invece nella notte è tornata la luce. La linea ferroviaria del Brennero è ancora interrotta all’altezza di Bolzano per una frana, è stato istituito un servizio di bus sostitutivi tra la stazione di Bolzano e quella di Bronzolo, una località a sud del capoluogo altoatesino. Risultano chiuse numerose valli, come la val Gardena, la val Badia, la val d’Ega, la val Senales, la val Martello. Sono in tutto 70 le strade chiuse per motivi di sicurezza.

Rating 3.00 out of 5

Maltempo a Saturnia, cascate allagate dal fango: danni alle terme

sabato, Novembre 16th, 2019

di Marco Gasperetti

Maltempo a Saturnia, cascate allagate dal fango: danni alle terme

FIRENZE – Trombe d’aria sulla costa, allagamenti nei centri storici, esondazioni in Maremma con un’onda di fango che non ha risparmiato neppure le cascate delle terme di Saturniane. Anche la Toscana è nella morsa del maltempo e le previsioni non sono rassicuranti.

Famiglie isolate

A Livorno auto della protezione civile stanno avvertendo i residenti dei quartieri più a rischio perché sono diversi i torrenti ingrossati e che rischiano di esondare nome accaduto della tragica alluvione dell’ottobre del 2017 che costò la vita a nove persone. Una famiglia è rimasta isolata alcune ore prima di essere salvata dai vigili del fuoco. Fino a ieri sera le zona più colpite erano comunque due: a sud la Maremma e a nord la provincia di Carrara.

Rating 3.00 out of 5

Venezia, ancora acqua alta: si teme la nuova ondata

venerdì, Novembre 15th, 2019

Peggiora la previsione di marea per la mattinata a Venezia. La stima di acqua alta è stata rivista a 160 sul medio mare, alle 11.20. Il centro maree del Comune ha attivato le sirene di allarme. Al momento il livello è di 115 centimetri, con piazza San Marco già abbondantemente allagata. Il cielo è plumbeo, con vento teso, anche se non da scirocco, e non piove. La marea sta crescendo velocemente, come segnalato dalle centraline in mare aperto. Anche i vaporetti sono costretti a variazioni di percorso.

REPTV

Rating 3.00 out of 5

Maltempo, atteso nuovo picco di marea a Venezia e neve in Alto Adige

venerdì, Novembre 15th, 2019

Oggi — venerdì 15 novembre — sarà un’altra giornata campale per il maltempo. Partiamo dalla zona più a rischio: Venezia. Viste le previsioni meteo avverse è stato deciso che l’attività scolastica degli istituti di ogni ordine e grado sarà sospesa. La misura coinvolgerà gli istituti del centro storico, delle isole, del Lido e di Pellestrina. Giovedì sera il Centro maree del Comune di Venezia ha rivisto la previsione, già alta, da 145 a 150, Ispra (Istituto superiore per la protezione ambientale di Venezia) invece anticipa livelli più preoccupanti: 157 centimetri alle 11.20. Se la cifra sarà confermata, la marea invaderà la città storica e le sue isole, già pesantemente provate e danneggiate dall’«Aqua granda» di martedì 12 con 187 centimetri e il secondo livello della storia dopo il 1966.

Leggi anche

Rating 3.00 out of 5

Italia prima in Europa per le morti da polveri sottili

giovedì, Novembre 14th, 2019

ROMA – Il clima che cambia è una delle più grandi minacce per la salute dell’umanità. A determinare questo stato di cose sono in buona parte le emissioni di CO2, quindi dall’inquinamento che fa già le sue vittime in maniera diretta, e l’Italia su questo fronte è drammaticamente in prima fila: è prima in Europa (e 11esima nel mondo) per morti premature da esposizione alle polveri sottili PM2.5. È questo l’allarme lanciato sulla rivista The Lancet nel report Countdown on Health and Climate Change sull’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute. “Solo nel 2016 – spiega all’Ansa uno degli autori del report, Marina Romanello della University College di Londra – nel nostro Paese sono stati ben 45.600 i decessi in età precoce, con una perdita economica di oltre 20 milioni di euro, la peggiore in Europa”.

Proprio i cambiamenti climatici hanno già fatto moltissime vittime nel mondo a colpi di ondate di calore, inondazioni, incendi, e tante altre ne faranno sferzando armi quali infezioni, povertà e denutrizione, se non si riuscirà a limitare il surriscaldamento del pianeta. La “salute futura di un’intera generazione è minacciata dai cambiamenti climatici – scrivono gli autori del report – se non saranno raggiunti gli obiettivi dell’accordo di Parigi, in primis limitare il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2 gradi centigradi rispetto ai livelli preindustriali”.

Rating 3.00 out of 5

Codice rosso a Venezia, suonano le sirene in piazza San Marco

giovedì, Novembre 14th, 2019
Alle 10.20 il nuovo picco | AGTW – CorriereTv
Dopo il picco straordinario di marea da 187 centimetri che ha colpito Venezia, alle 10.20 era previsto un nuovo picco di 145 centimetri. A renderlo noto sul suo account Twitter il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della città di Venezia che specifica: «Marea: mercoledì 13.11 marea eccezionale (145 cm), giovedì 14.11 marea molto sostenuta (130 cm), venerdì 15.11 marea molto sostenuta (140 cm)
Rating 3.00 out of 5

Veneto, il maltempo “cancella” il litorale: danni su tutta la costa | Bibione, Caorle e Jesolo verso lo stato di calamità

giovedì, Novembre 14th, 2019

L’ultima notte di maltempo è stata fatale per la costa veneta, con il mare che ha “cancellato” il litorale e raggiunto il centro di Bibione eJesolo. Ingenti danni sono stati registrati a Caorle, Eraclea Mare, ChioggiaUnionMare si è riunita per decidere come intervenire e probabilmente chiedere lo stato di calamità naturale.  “La costa veneta è stata pesantemente colpita da questa eccezionale ondata di marea”, afferma Alessandro Berton, presidente dell’associazione.  

Maltempo a Jesolo, litorale devastato 

Tutta la costa ha subito ingenti danni “Le condizioni sono ancora critiche in tutte le località balneari; c’è solo da sperare che il vento non sostenga ulteriormente l’azione del mare. Tutte le delegazioni riportano danni ingenti strutturali agli stabilimenti balneari ed alle strutture in genere, oltre ad una diffusa devastazione che necessiterà interventi manutentivi prolungati e impegnativi in tenermi di tempo e costi. Gli effetti sulla costa – spiega – sembrano essere addirittura maggiori di quelli riportati a seguito della mareggiata di un anno fa. La pineta di Jesolo, Caorle, Eraclea, Bibione, Chioggia: tutte, davvero tutte le località della costa veneta sono state colpite in maniera pesantissima”.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.