Archive for the ‘Sport’ Category

Morto Michele Scarponi: vinse il Giro d’Italia del 2011, travolto da un furgone mentre era in bicicletta

sabato, aprile 22nd, 2017

Michele Scarponi (Bettini)

Tragedia nel mondo del ciclismo: Michele Scarponi, vincitore del Giro d Italia 2011, è morto dopo essere stato investito da un’auto a un incrocio mentre si spostava in bicicletta a Filottrano, in provincia di Ancona.

Chi era

Il 37enne, soprannominato «l’aquila di Filottrano», era tornato nella sua cittadina natale proprio venerdì sera. Per lui inutili i soccorsi. Scarponi era diventato professionista dal 2002 e gareggiava per l’Astana, con cui si preparava ad affrontare il prossimo Giro d’Italia per sostenere Fabio Aru. Nel 2011 aveva vinto il Giro dopo la squalifica di Alberto Contador per doping. Estroverso e scanzonato, tra le sue particolarità negli ultimi tempi c’era quella di allenarsi facendosi accompagnare dal suo pappagallo, Frankje.

CORRIERE.IT

Rating 3.00 out of 5

Roma, Totti junior capocannoniere a Montecatini

mercoledì, aprile 19th, 2017

Cristian Totti, attaccante della Roma classe 2005, figlio di Francesco, ha vinto il premio di miglior cannoniere del Torneo Memorial Mariotti con 8 reti a Montecatini.

La Roma (categoria Esordienti) il torneo non lo ha vinto. Nella finale per il terzo e quarto posto ha perso contro l’Atalanta mentre il trofeo è andato al Milan, che ha avuto la meglio nel derby contro l’Inter, ma il piccolo Totti è stato il capocannoniere di tutta la competizione.

ROMATODAY

Rating 3.00 out of 5

Silvio Berlusconi: “Lascio con dolore il Milan ma resto il primo tifoso”

giovedì, aprile 13th, 2017
Rating 3.00 out of 5

F1, trionfo Ferrari in Australia: Vettel batte le Mercedes

domenica, marzo 26th, 2017

MELBOURNE (Australia) – Si apre nel migliore dei modi la stagione della Ferrari. Sebastian Vettel vince il Gran Premio d’Australia, a Melbourne, fulminando una Mercedes confusa, pasticciona e un pochino presuntuosa. E rovesciando alla grande tutti i pronostici del pre stagione.

LA GARA GIRO PER GIRO

Ma gli evidenti demeriti dei campioni del mondo non devono oscurare nemmeno per un attimo i meriti della Scuderia di Maranello. Anzi, in un certo senso li sottolineano. Perché dietro l’errore clamoroso che ha compromesso la gara di Lewis Hamilton – un inspiegabile pit stop anticipato che ha costretto l’inglese a rientrare alle spalle di Max Verstappen e ha aperto le porte alla marcia trionfale di Vettel – c’è tutta la pressione che la Ferrari è riuscita a creare in questi giorni sul muretto anglo tedesco.

Trionfo Ferrari in Australia, l’audio di Vettel che esulta in italiano: “Grandi, è per noi”

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Juventus, è scontro Figc-Antimafia. Bindi: “Pericoloso sottovalutare infiltrazioni”

venerdì, marzo 24th, 2017
Rating 3.00 out of 5

Sci, la Goggia concede il bis in Corea: suo anche il superG. Slalom, Gross secondo a Kranjska Gora

lunedì, marzo 6th, 2017
JEONGSEON – Ancora Sofia Goggia: l’atleta bergamasca vince il SuperG di Jeongseon, in Corea del Sud, e bissa il successo ottenuto in discesa libera ottenuto solo 24 ore prima. Una gara splendida, in cui ha preceduto di 4 centesimi Lindsay Vonn. Terzo gradino del podio per la slovena Ilka Stuhec. Quarta l’altra italiana Federica Brignone.
In stagione, Goggia aveva collezionato podi (cinque secondi posti e quattro terzi) senza mai riuscire a vincere. Fino alle gare in Corea, qui sulla pista che l’anno prossimo ospiterà le Olimpiadi invernali.  La 24enne campionessa bergamasca ha chiuso la sua prova con il tempo di 1:20.35, alle sue spalle per soli 4 centesimi la stella americana del circo bianco Lindsey Vonn, poi la campionessa del mondo in carica la slovena Ilka Stuhec che ha fermato il cronometro  a 1:20.86. Ottimo quarto posto per l’altra azzurra Federica Brignone in 1:21.15. (altro…)
Rating 3.00 out of 5

Una magia di Higuain condanna la Roma. La Juve allunga: è già campione d’inverno

domenica, dicembre 18th, 2016

La Juventus è campione d’inverno. Nel big match del 17esimo turno, i bianconeri si impongono di misura allo Stadium sulla Roma: termina 1-0 per i tricolori, che portano a casa l’intera posta in palio grazie alla rete messa a segno, dopo 14’, da Higuain. In classifica, i tricolori di Allegri allungano a +7 dai giallorossi di Spalletti, capaci nella ripresa di tenere testa ai padroni di casa.

 

Higuain scalpita e già al 1’, con un destro velleitario dal limite, chiama in causa Szczesny. Troppo timida la Roma, che al 10’ combina un pasticcio difensivo e permette a Mandzukic di mettere al centro dalla destra: Higuain c’è ma non riesce a trovare l’angolo. L’ex napoletano si riscatta al 14’: prima supera De Rossi, poi Manolas e infine spedisce laddove Szczesny non può arrivare. La reazione dei giallorossi non c’è ed è il solo Nainggolan, al 24’, a far venire un piccolo brivido a Buffon, penetrando in area e calciando sull’esterno della rete. Meglio i giallorossi nel finale di tempo e, al 41’, Manolas a botta sicura trova la deviazione sotto porta di Lichtsteiner. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

In corso a Madonna di Campiglio i Campionati italiani

venerdì, dicembre 9th, 2016

Robert Antonioli, campione italiano...

TRENTO. In attesa di ospitare la 3Tre di Coppa del Mondo di slalom del prossimo 22 dicembre Madonna di Campiglio, e in particolar modo il Canalone Miramonti, accenderanno i riflettori in occasione dei campionati italiani assoluti e giovani di sci alpinismo, da venerdì 9 a domenica 11 dicembre. Un evento suggestivo, che solo Campiglio riesce a mettere in cantiere per un appuntamento tricolore di questa disciplina, fra l’altro in versione notturna, con il fascino di gareggiare in un vero e proprio stadio dello sci. Merito dello Sci club Brenta Team, sodalizio che anche quest’anno è stato decretato il migliore d’Italia nello skialp, che avrà dunque il compito di assegnare i primi titoli italiani invernali di tutte le discipline Fisi della stagione.

Non è dunque un caso che ci sia il pienone a Campiglio, con iscrizioni che hanno superato quota 400, fra le varie categorie in programma, dai senior ai master, dagli espoir agli junior, senza dimenticare i cadetti. Ci saranno davvero tutti i migliori, a partire dagli azzurri Robert Antonioli, Michele Boscacci, Filippo Barazzuol, Pietro Lanfranchi, William Boffelli, Matteo Eydallin, Lorenzo Holzknecht, Damiano Lenzi, Nadir Maguet e Manfred Reichegger, quindi gli espoir Federico Nicolini, Pietro Canclini e Valentino Bacca, ed ancora gli junior Davide Magnini, Andrea Prandi e Nicolò Canclini. Fra le ladies Elena Nicolini, Katia Tomatis e Martina Valmassoi, le due forti espoir Giulia Compagnoni e Alba De Silvestro, e le junior Laura Corazza, Giulia Murada e Melanie Ploner. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Doping, rapporto Wada: coinvolti mille atleti russi

venerdì, dicembre 9th, 2016

LONDRA – Sono più di 1000 gli atleti russi coinvolti nel doping. Una vera e propria cospirazione ‘istituzionale’ quella che emerge dal rapporto sull’indagine della Wada reso noto oggi a Londra. Secondo quanto affermato dall’avvocato canadese Richard McLaren, che ha compilato il rapporto, il ”doping riguardava sport estivi, invernali, paralimpici. Più di 1000 atleti coinvolti o hanno beneficiato di un complotto istituzionale per nascondere test positivi. “Siamo ora in grado di confermare una copertura che risale almeno fino al 2011 ed è continuata anche dopo i Giochi Olimpici di Sochi. Abbiamo prove di più di 500 risultati positivi segnalati come negativi, tra cui quelli di atleti famosi e di alto livello, che hanno visto i loro test positivi automaticamente falsificati. La squadra russa ha danneggiato i Giochi di Londra in modo senza precedenti”, ha detto ancora McLaren (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Pellegrini infinita, l’oro che mancava

mercoledì, dicembre 7th, 2016

giulia zonca

Federica Pellegrini lascia il terrazzo da cui scrutava il malinconico orizzonte a Rio e risale sul podio. Sul primo gradino. Siamo ai Mondiali in vasca corta, non alle Olimpiadi, ma l’azzurra dimostra subito che non ha deciso di continuare a nuotare per capriccio o mancanza di alternative: ha deciso di insistere per riprendere in mano il proprio destino. Non si archivia una carriera stratosferica con un quarto posto.

 

Pellegrini riparte da un oro, l’unico che le mancava nella collezione di successi dei 200 stile libero. I 25 metri non sono mai stati la sua specialità, li ha prima snobbati, poi subiti, a tratti evitati però stavolta serviva dare un segnale immediato, a se stessa, ai tifosi alle avversarie. Federica non deve dimostrare più nulla eppure qui voleva esserci e soprattutto allontanare quell’immagine provata, sbiadita, la versione fragile di una campionessa abituata a mordere, non a sospirare.

 

Vince in 1’51″73 (passaggi 26″64, 55″01, 1’23″61), miglior prestazione italiana senza costumi gommati e suo miglior tempo dopo il cronometro del 2009, agli europei di Istanbul, firmato nell’era dei superbody. E nel biennio magnifico. Batte Katinka Hosszu (1’52″28), la lady di ferro, la maniaca della vasca, arrivata da leader mondiale e divorata da Federica. Per l’italiana è la quarantacinquesima medaglia internazionale tra Europei, Mondiali e Olimpiadi e ne aggiunge una pochi minuti dopo salendo a 46 con l’argento nella 4×100: “È il frutto del sacrificio e della voglia di non mollare mai che fanno parte del mio Dna, anche a 28 anni”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.