Archive for the ‘Esteri’ Category

L’esplosione a Beirut è stata un attentato o un incidente?

mercoledì, Agosto 5th, 2020

di Lorenzo Cremonesi

L'esplosione a Beirut è stata un attentato o un incidente?

Incidente o attentato? È la domanda che sorge nel guardare le immagini della gigantesca esplosione che ha sconvolto martedì pomeriggio il cuore di Beirut. Un enorme fungo rossastro di fuoco e detriti ha investito l’area del porto, non distante dal centro storico ricostruito dopo la guerra degli anni Settanta e Ottanta, che aveva ridotto in macerie larga parte della capitale libanese.

Decine le abitazioni distrutte o danneggiate. Tra i feriti leggeri un militare italiano. I danni sono così ingenti che l’intero porto è stato bloccato. Il presidente Michel Aoun chiede due settimane di stato di emergenza. Il ministro della Sanità Hamad Hassan invita chi può a lasciare la città, mentre l’ambasciata americana consiglia di «rimanere al chiuso e indossare maschere» per evitare di inalare gas tossici. Il premier Hassan Diab giura: «I responsabili pagheranno».

Rating 3.00 out of 5

Beirut, due forti esplosioni in città: molte vittime

mercoledì, Agosto 5th, 2020

TGCOM

Rating 3.00 out of 5

Spagna, l’ex re Juan Carlos lascerà il paese. L’annuncio con una lettera al figlio

martedì, Agosto 4th, 2020
Felipe e Juan Carlos (Ansa)

Madrid – Il monarca emerito spagnolo, Juan Carlos I, ha comunicato a re Felipe VI la volontà di risiedere fuori dal terriorio spagnolo, in una lettera in cui afferma di voler preservare la sua “eredità e dignità personale” di fronte allo scandalo di corruzione che lo vede coinvolto. “Con lo stesso spirito di servizio che ha ispirato il mio regno e viste le ripercussioni pubbliche di alcui eventi passati della mia vita privata, intendo manifestare la mia più assoluta disponibilità a facilitare l’esercizio delle tue funzioni”, scrive Juan Carlos nella lettera indirizzata al figlio e diffusa dal palazzo reale. Poi conclude: “Guidato dalla convinzione di prestare il servizio migliore agli spagnoli, alle istituzioni e a te come Re, ti comunico la mia meditata decisione di trasferirmi fuori dalla Spagna“. Felipe, da parte sua, ha sottolineato l’importanza storica del mandato del padre, al servizio del Paese e della democrazia, rimarcandone l’eredità istituzionale e politica. Si tratta di fatto di una strategia difensiva della casa reale per prendere le distanze dalla vicenda e non farsi risucchiare dallo scandalo: in precedenza Felipe VI aveva annunciato di voler rinunciare all’eredità paterna (cosa che peraltro non può fare essendo Juan Carlos ancora in vita) e di aver tagliato lo stipendio al re emerito. Sul fronte legale, a occuparsi delle indagini sulle presunte tangenti sarà la Procura della Corte suprema spagnola (solidamente conservatrice e monarchica, ma ciò significa che saranno gli interessi di Felipe a prevalere, non quella di Juan Carlos).

Rating 3.00 out of 5

Coronavirus, nel Regno Unito pronti due test che danno il risultato in 90 minuti

lunedì, Agosto 3rd, 2020

di Paola De Carolis

LONDRA – Due test veloci e di facile utilizzo sono l’arma sulla quale il Regno Unito punta per prevenire la temuta seconda ondata di Covid-19. Si tratta di due esami diversi – uno sulla saliva e l’altro su tampone nasale – che potrebbero fornire una più adeguata protezione in ambienti dove è impossibile rispettare il distanziamento sociale, come scuole, case di cura e ospedali. I due test sono in grado di fornire un risultato in 90 minuti.

Per John Bell, professore di medicina presso l’università di Oxford e coordinatore del programma governativo per la ricerca sui test sugli anticorpi, la notizia rappresenta un passo avanti per un ritorno verso la normalità. «Se pensiamo alle scuole – ha spiegato l’immunologo alla Bbc – la sicurezza è una priorità assoluta e l’unico modo per essere sicuri è fare test. Allo stesso modo questi sono test che potrebbero rappresentare una svolta non solo in contesti pubblici ma anche per società private, come aeroporti e linee aeree».

Con un comunicato Downing Street ha fatto oggi sapere che i due test verranno utilizzati già nei prossimi giorni. Quello sulla saliva, che si chiama LamPORE ed è stato ideato a prodotto dalla società Oxford Nanopore, è sensibile quanto il tampone attuale, ma è meno invasivo. Può essere analizzato sia in laboratorio sia in altri contesti grazie a due macchinari, il GridION, grande come un computer capace di studiare 15.000 tamponi al giorno, il MinION, che ha le dimensioni di un cellulare e può esaminare quotidianamente 2.000 test. 450.000 tamponi sulla saliva verranno utilizzati già dalla settimana prossima in strutture sanitarie, ha sottolineato Downing Street, e i risultati verranno forniti al sistema di tracciamento della sanità pubblica per un rapido isolamento dei positivi.

Rating 3.00 out of 5

SpaceX, ammaraggio perfetto nel Golfo del Messico. Musk festeggia un altro successo

lunedì, Agosto 3rd, 2020

E’ riuscito perfettamente l’ammaraggio nel Golfo del Messico della navicella Crew Dragon di Space X, che è rientrata sulla Terra riportando a casa gli astronauti Bob Behnken e Doug Hurley. La missione era partita lo scorso 30 maggio per la Stazione Spaziale Internazionale. La zona  dell’ammaraggio era presidiata da mezzi inviati dalla Nasa per il recupero. La navicella appare galleggiare in mare senza sbilanciamenti, il che significa che non dovrebbero esserci lesioni che potrebbero farla affondare complicando il recupero.

SpaceX Crew Dragon si è sganciata dalla Stazione spaziale internazionale (Iss) per fare il suo ritorno sulla Terra verso l’1.35. Robert Behnken e Douglas Hurley rappresentavano l’equipaggio di quello che è stato il primo veicolo spaziale costruito da un’azienda privata (la SpaceX di Elon Musk, il fondatore di Tesla) ad essersi agganciato alla Stazione Spaziale.

La partenza odierna era in dubbio a causa della tempesta tropicale Isaias, che minacciava di far saltare il volo perché avrebbe potuto interessare i siti predisposti per l’ammaraggio, lungo le coste della Florida, proprio nell’orario previsto per l’arrivo. Poi la Nasa ha dato il via libera dopo aver verificato che le condizioni meteo nella zona di “splashdown”, vicino a Pensacola, sarebbero state buone. La capsula ha tra l’altro effettuato l’ammaraggio esattamente nell’ora prevista, circa le 20.50 italiane.

Rating 3.00 out of 5

California, enorme incendio vicino a Los Angeles: 8 mila in fuga, «è fuori controllo»

domenica, Agosto 2nd, 2020
California, enorme incendio vicino a Los Angeles: 8 mila in fuga, «è fuori controllo»

Un vasto incendio sta bruciando i boschi della contea di Riverside, in California, un centinaio di chilometri a Est di Los Angeles.

Quasi 8mila persone sono state costrette a lasciare le loro case: in totale le case evacuate sono state oltre 2500.

Il rogo è cominciato venerdì 31 luglio nella città di Cherry Valley, e da allora il caldo secco e i venti lo hanno alimentato fino a renderlo potenzialmente pericoloso: ha già devastato almeno 6.000 ettari di vegetazione e almeno una casa.

Rating 3.00 out of 5

Vaccino Coronavirus, la Russia annuncia: «Vaccinazione di massa per ottobre». Ma è davvero possibile?

sabato, Agosto 1st, 2020

La Russia starebbe preparando una “vaccinazione di massa contro il coronavirus per ottobre”, dichiara il ministro della Salute del Paese, Mikhail Murashko, all’agenzia di stampa Interfax e specifica che il farmaco, prodotto dall’Istituto Gamaleya di Mosca (una struttura di ricerca statale), ha quasi completato la Fase 2 e sono in preparazione studi clinici sul vaccino e sui documenti che servono per registrarlo.

La corsa al vaccino

Murashko specifica che l’intenzione è quella di vaccinare per primi dottori e insegnanti in autunno in una campagna di immunizzazione definita “di massa”. Una fonte ha detto all’agenzia Reuters che la Russia sarebbe stato il primo Paese ad approvare il vaccino ad agosto. L’approvazione, però, significa poter somministrare il vaccino alla popolazione, cosa che si fa normalmente dopo aver concluso la Fase 3 di studio, cioè solo dopo aver testato l’efficacia del farmaco su migliaia di persone e la sua sicurezza tramite studi controllati e scientifici. Per questo le dichiarazioni in merito all’accelerazione russa hanno lasciato molti dubbi e perplessità. Solo quattro vaccini ufficialmente al mondo, su oltre 160, sono appena entrati o stanno entrando nella fase finale di sperimentazione umana, la Fase 3: AstraZeneca (azienda svedese a cui l’Italia ha prenotato 400 milioni di dosi di vaccino insieme ad altri Paesi europei), Moderna (che collabora con i National Institutes of Health Usa), BioNTech/Pfizer (accordo industriale Usa-Germania) e CanSino (società cinese).

Rating 3.00 out of 5

Coronavirus, in Spagna oltre 1.153 contagi: record dal 2 maggio

giovedì, Luglio 30th, 2020

I nuovi contagi da coronavirus in Spagna sono stati 1.153 nelle ultime 24 ore. Cinque i morti, secondo i dati del ministero della Salute iberico. E’ il numero più alto dal 2 maggio, quando furono registrati 1.178 nuovi positivi. La maggior parte dei nuovi contagi è stata confermata nelle comunità di Aragona, Catalogna e Madrid.

Altri 763 casi e 83 morti in Gb Altre 83 persone sono morte in Gran Bretagna, per un totale di 45.961 decessi dall’inizio della pandemia. Stando ai dati diffusi dalle autorità, nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 763 casi che portano a 301.455 il numero complessivo dei contagi. 

Rating 3.00 out of 5

Coronavirus: Spagna, Germania e i nuovi focolai. L’Europa in ansia

mercoledì, Luglio 29th, 2020

di Elisabetta Rosaspina

Viaggiare poco, viaggiare il meno possibile: dalla Germania alla Francia, dalla Gran Bretagna alla Spagna, la paura della seconda ondata di contagi spinge i governi a frenare la circolazione dei propri residenti all’estero e quindi il turismo internazionale, sprofondato in un passivo tre volte peggiore di quello provocato dalla crisi del 2008.

All’indice in Europa, Madrid reagisce. Sul fronte esterno contro i governi, in particolare di Londra, Parigi e Berlino, che hanno più o meno energicamente dissuaso i loro cittadini dal partire per la Spagna. E sul fronte interno contro gli indisciplinati che, soprattutto di notte, dimenticano le cautele anti Covid e si ritrovano in festosi e affollati «botellon», happening ad alta gradazione alcolica, nelle piazze o sulle spiagge. Chi beve per strada rischia ora multe fino a 15 mila euro. E Madrid ha ripristinato l’obbligo di mascherine anche all’aperto.

Ma i focolai di coronavirus divampati nelle ultime settimane in comunità autonome già provate come Catalogna, Aragona e Navarra, non giustificano, secondo il premier Pedro Sánchez, l’embargo turistico nei confronti di tutto il paese, isole comprese, decretato dalla Gran Bretagna, imitata da Belgio, Norvegia, Olanda e ora anche dalla Germania. Dove pure la situazione interna non è tranquillizzante. Due giorni fa un nuovo focolaio è stato individuato in un’azienda agricola della Baviera, vicino a Mamming, 174 lavoratori stagionali sono risultati positivi al coronavirus e 500 dipendenti sono finiti in quarantena. L’istituto tedesco di epidemiologia segnala una media quotidiana di 557 nuovi casi, mentre a metà luglio erano 350.

Rating 3.00 out of 5

Turchia, Erdogan partecipa alla prima preghiera del venerdì a Santa Sofia

sabato, Luglio 25th, 2020

dal nostro inviato MARCO ANSALDO

ISTANBUL – “Iste Dede, iste Torun”. Ecco il nonno, ecco il nipote. Il Sultano Mehmet II e Recep Tayyip Erdogan, il successore secondo la simbologia ottomana, reinterpretata. Perché la dedica appesa alle colonne di una moschea minore, che porta verso la grande struttura architettonica di Santa Sofia, è tutta per loro, tutta per lui. Per i sultani ottomani e per il leader che oggi si richiama a quel tempo.

Ecco perché centinaia di migliaia di fedeli musulmani, di ogni età, ma tanti giovani soprattutto, hanno attraversato già dalla notte le strade del cuore di Istanbul, per arrivare a Piazza Sultanahmet. A Santa Sofia, ora diventata moschea a tutti gli effetti dopo che tre imam e cinque muezzin hanno guidato la cerimonia accompagnandola con il canto.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.