Archive for the ‘Calabria’ Category

Coronavirus, mini “zona rossa” in un comune del Reggino

lunedì, Giugno 22nd, 2020

Una mini “zona rossa” è in vigore fino alle 14 del 26 giugno nei quartieri di Pietrenere, Tonnara e Scinà del comune di Palmi (Reggio Calabria). Lo ha disposto la governatrice Jole Santelli, dopo che è stato individuato un focolaio con 8 casi di contagiati dal Covid-19 derivante da 2 positivi rientrati in Calabria da altre regioni. L’ordinanza prevede “il divieto di allontanamento”, “limitando al massimo ogni spostamento”. 

Sono consentiti gli spostamenti ritenuti “essenziali” e sono sospese le attività commerciali e produttive, tranne quelle “essenziali”. E’ stato inoltre disposto il “potenziamento dell’attività di individuazione di eventuali altri soggetti positivi asintomatici” con l’effettuazione di test per “valutare la reale incidenza”.

Rating 3.00 out of 5

Gdf, 101 boss percepivano il reddito di cittadinanza: coinvolto anche il figlio del “Pablo Escobar” italiano

giovedì, Maggio 21st, 2020

Un’operazione condotta dalla guardia di finanza di Reggio Calabria ha permesso di scoprire che più di 101 boss e gregari delle principali cosche di ‘ndrangheta calabresi avevano richiesto e riscosso il reddito di cittadinanza. Tra questi c’è anche uno dei figli di quello che è stato definito il “Pablo Escobar italiano”, Roberto Pannunzi, detto “Bebè”.

Reddito di cittadinanza al figlio dell’Escobar italiano – Pannunzi è unanimemente considerato dagli investigatori italiani e statunitensi uno tra i più grandi broker mondiali di cocaina. Legato alla ‘ndrangheta calabrese, “Bebè” era noto per vantarsi di pesare i soldi anziché contarli. Il suo primogenito. Alessandro, sposato con la figlia di uno dei maggiori produttori mondiali colombiani di cocaina, è stato anche condannato in via definitiva per l’importazione di svariati quintali di stupefacenti in Italia. 

Le cosche coinvolte – Nella rete dei finanzieri sono finiti elementi di spicco delle cosche di Gioia Tauro e delle ‘ndrine reggine dei Tegano e Serraino, ma anche capibastone della Locride appartenenti ai Commisso-Rumbo-Figliomeni di Siderno, Cordì di Locri, Manno-Maiolo di Caulonia e D’Agostino di Canolo. Tutti sono stati segnalati all’Inps per l’avvio del procedimento di revoca dei benefici ottenuti e il recupero di somme già elargite per circa 516mila euro. 

Rating 3.00 out of 5

Ndrangheta, 65 arresti tra cui un consigliere di Fratelli d’Italia

martedì, Febbraio 25th, 2020

Di ALESSIA CANDITO

Gravitano nell’orbita di clan che hanno scritto di proprio pugno la storia della ‘ndrangheta e dall’Australia alla Calabria, passando per la Lombardia, si sono dimostrati in grado di dominare la vita economica e politica di intere comunità. E di mettere a libro paga politici e rappresentanti istituzionali, fra cui il neoeletto consigliere regionale di Fratelli d’Italia Domenico Creazzo, sindaco di Sant’Eufemia e vicepresidente del parco dell’Aspromonte, e un parlamentare per il quale è stata presentata richiesta di autorizzazione a procedere.

Sessantacinque persone, fra capi, gregari e uomini a disposizione del clan Alvaro, sono state arrestate questa mattina all’alba dagli agenti della Squadra Mobile di Reggio Calabria e del commissariato di Palmi. Su richiesta della procura antimafia guidata da Giovanni Bombardieri e per ordine del Tribunale in 53 sono finiti in carcere e 12 ai domiciliari, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, diversi reati in materia di armi e di sostanze stupefacenti, estorsioni, favoreggiamento reale, violenza privata, violazioni in materia elettorale, aggravati dal ricorso al metodo mafioso e dalla finalità di aver agevolato la ‘ndrangheta, nonché di scambio elettorale politico mafioso.

Rating 3.00 out of 5

Terremoto Cosenza, scossa di 4.4. Epicentro a Rende

lunedì, Febbraio 24th, 2020
L'epicentro del terremoto nel Cosentino (fonte Ingv)

Cosenza, 24 febbraio 2020 – Un terremoto di magnitudo 4.4 è stato registrato alle 17:02 di oggi nella provincia di Cosenza. L’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) segnala che l’epicentro è a 2 km da Rende, a ovest del capoluogo. I comuni più vicini sono Castrolibero, Marano Marchesato, Marano Principato. Il sisma è stato avvertito nettamente anche nelle province di Catanzaro e Vibo Valentia.

Tante le richieste di intervento ai vigili del fuoco: ancora non si ha notizia di eventuali feriti o danni a persone o cose. Molte persone, che si trovavano in casa o in esercizi commerciali, si sono precipitate in strada per la paura di altre scosse. In alcuni supermercati la merce esposta é caduta dagli scaffali. 

Rating 3.00 out of 5

Terremoto in Calabria, scossa di magnitudo 4 in provincia di Catanzaro

venerdì, Gennaio 17th, 2020

Roma, 17 gennaio 2020 – Paura nella notte in provincia di Catanzaro per una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 della scala Richter. Il sisma, con epicentro a 6 chilometri da Albi, è stato registrato a una profondità di 8 km alle ore 00.37.  Albi si trova a circa 20 chilometri da Catanzaro, nella zona della Presila.

La popolazione ha avvertito il terremoto, anche sulla costa ionica, ed in alcuni quartieri del capoluogo. In molti hanno telefonato ai centralini dei Vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. Non si registrano danni a persone o cose. 

I Vigili del fuoco e Carabinieri confermano che la scossa non ha provocato danni. I pompieri riferiscono di numerose le chiamate giunte al numero di emergenza 115. Sono in corso le verifiche anche da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro. Ad Albi, il centro maggiormente interessato dal sisma, le persone che abitano nei piani alti degli edifici sono state sorprese dalla scossa ancora a letto, e sono scese in strada in preda alla paura. 

Rating 3.00 out of 5

Arrestato magistrato: soldi per «aggiustare» le sentenze, sesso per diventare avvocate

mercoledì, Gennaio 15th, 2020

di Carlo Macrì

CATANZARO – Prestazioni sessuali, soldi, vacanze. Tutto questo in cambio di sentenze favorevoli. Il magistrato Marco Petrini, presidente della II sezione della Corte d’appello di Catanzaro, nonché presidente della commissione provinciale tributaria è stato arrestato con l’accusa di corruzione in atti giudiziari su ordine della procura di Salerno. Con lui sono finiti in manette altre sette persone, si tratta di Vincenzo Arcuri, Giuseppe Caligiuri, Marzia Tassone (avvocato del foro di Catanzaro), Luigi Falzetta, Emilio Santoro (ex dirigente dell’Azienda ospedaliera di Cosenza), Giuseppe Tursi Prato (ex consigliere regionale), Francesco Saraco (avvocato del foro di Locri, ai domiciliari). Nel corso della perquisizione in casa di Petrini i finanzieri hanno rinvenuto in una busta 7 mila euro in contanti.

L’inchiesta
Rating 3.00 out of 5

Ndrangheta, maxi blitz con oltre 300 arresti. Fermato ex parlamentare di Forza Italia

giovedì, Dicembre 19th, 2019

michele sasso

Una maxi operazione dei Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Vibo Valentia è in corso dalle prime luci dell’alba per l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Catanzaro su richiesta della Dda a carico di 334 persone. L’operazione ‘Rinascita-Scott’ ha disarticolato tutte le organizzazioni di ‘ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi.

Complessivamente sono 416 gli indagati, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, fittizia intestazione di beni, riciclaggio e altri reati aggravati dalle modalità mafiose. Pronto anche un provvedimento di sequestro beni per un valore di circa 15 milioni di euro. Politici, avvocati, commercialisti, funzionari infedeli dello Stato e massoni figurano tra gli arrestati della maxi operazione.

Rating 3.00 out of 5

Cosenza, il sindaco di Scalea arrestato per assenteismo

giovedì, Dicembre 12th, 2019

di ALESSIA CANDITO

Timbrava il cartellino e spariva, inventava missioni per conto dell’ufficio, godeva della copertura e dell’omertà dei colleghi dell’Asp. Per la procura di Paola, il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, eletto in una lista civica in area centrosinistra, era un “furbetto del cartellino” seriale ed organizzato, per questo i magistrati hanno chiesto e ottenuto per lui gli arresti domiciliari e la sospensione dell’esercizio di pubblico servizio. A farlo finire nei guai con una pesantissima accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato e falsa attestazione della presenza in servizio, non l’attività da amministratore, ma quella da dipendente dell’Asp, gestita in maniera assai “sportiva” e decisamente personale.

Arresto sindaco Scalea, la ministra Dadone: “Danno all’immagine terribile della pa, ma resto contraria a impronte digitali”

Rating 3.00 out of 5

Traffico di beni archeologici dalla Calabria, 23 misure cautelari

lunedì, Novembre 18th, 2019

Operazione dei carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale, diretta dalla Procura della Repubblica di Crotone, contro i presunti componenti di una holding criminale che gestiva un ingente traffico di beni archeologici. I reperti, provento di scavi clandestini in Calabria, venivano esportati illecitamente fuori dall’Italia. Eseguite 23 misure cautelari in Italia e all’estero.

Rating 3.00 out of 5

Gioia Tauro, sequestrata una tonnellata di cocaina

giovedì, Novembre 14th, 2019

GIOIA TAURO (Reggio Calabria) – Sequestro record di cocaina al porto di Gioia Tauro. Carabinieri e guardia di Finanza, con il supporto dei funzionari dell’Agenzia delle dogane e di funzionari Europol, hanno sequestrato 1.176 chili di stupefacente, nascosti in 144 imballi in un container refrigerato adibito al trasporto di banane. La droga è stata scoperta grazie alla scansione a raggi X effettuata sui container.

Il container, proveniente dal Sud America, era destinato secondo i documenti di viaggio in Germania. Si tratta di uno dei sequestri più ingenti mai effettuati sul territorio nazionale: la cocaina, purissima, una volta tagliata ed immessa sul mercato avrebbe fruttato ai trafficanti oltre 250 milioni di euro. Il bacino del Porto di Gioia Tauro si conferma strategico nelle rotte della droga: Guardia di finanza ed Agenzia delle Dogane solo negli ultimi 12 mesi hanno sequestrato oltre 2,5 tonnellate di cocaina.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.