Taiwan, incubo Hong Kong

Nel frattempo, l’esercito cinese ha annunciato la fine dei test militari, «completati con successo». Ma allo stesso tempo ha dichiarato che «monitorerà» i cambiamenti nella situazione sullo Stretto ed effettuerà «regolari esercitazioni». La conferma che si è entrati in un «new normal» in cui lo status quo è in ridiscussione. Ieri rilevati 10 navi e 36 jet militari intorno all’isola, di cui 17 oltre la linea mediana, il cui superamento si prevede possa diventare una routine come accaduto prima con le incursioni nello spazio di identificazione di difesa aerea. Entrambi non riconosciuti da Pechino, che progressivamente accorcia le distanze sullo Stretto.

LA STAMPA

Rating 3.00 out of 5

Pages: 1 2


No Comments so far.

Leave a Reply

Marquee Powered By Know How Media.