Salvini, l’aspirante ministro

In questi mesi, cercando una spiegazione al declino, il segretario del Carroccio ha fatto due calcoli: tre anni fa alle Europee prese il 34%, i sondaggi di qualche settimane dopo lo fecero arrivare quasi al 40%, mentre oggi le previsioni languono intorno al 14%, «se arrivassimo al 17% sarebbe un miracolo», diceva qualche giorno fa un fedelissimo in Transatlantico. Cos’è cambiato da allora a oggi? Molte cose, si dirà, ma Salvini ne individua una fra tutte: al Viminale aveva assunto l’immagine del politico che risolve i problemi, fermando i barconi a colpi di decreti. Senza ministero restano solo gli slogan. Analisti e politologi spiegano che dopo pandemia e guerra il tema dei migranti non preoccupa più di tanto gli italiani. Salvini però ha scelto di restare a Lampedusa anche oggi, nei momenti decisivi meglio cercare la zona di conforto.

LA STAMPA

Rating 3.00 out of 5

Pages: 1 2


No Comments so far.

Leave a Reply

Marquee Powered By Know How Media.