Super green pass, Salvini vede i governatori leghisti e si convince sulla stretta

di Cesare Zapperi

Fino a pochi giorni fa il leader si dichiarava contrarissimo a qualsiasi misura che limitasse la libertà. Poi aggiusta la linea, basata su una differenza di trattamento tra chi è vaccinato e chi no

desc img
Matteo Salvini con i governatori leghisti Attilio Fontana (Lombardia) e Luca Zaia (Veneto)

«Si lavora insieme con il governo con buonsenso per evitare chiusure, eccessive complicazioni per gli italiani e messaggi allarmistici». Usa toni felpati e dà indicazioni generiche Matteo Salvini dopo il vertice in videoconferenza con i presidenti di Regione leghisti (ci sono Attilio Fontana, Luca Zaia e Massimiliano Fedriga con il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, mentre sono assenti per impegni istituzionali Donatella Tesei e Christian Solinas). Parla di buonsenso, di provvedimenti restrittivi da evitare, il segretario leghista che solo fino a pochi giorni fa si dichiarava contrarissimo a qualsiasi misura che limitasse la libertà di chiunque. Ma la linea pragmatica dei governatori, basata su una differenza di trattamento tra chi è vaccinato e chi ha ritenuto di sottrarsi, era già passata nel tardo pomeriggio di lunedì, quando c’è stato il primo confronto con il governo. (Qui i dettagli del super green pass varato dal governo)

Salvini in precedenza aveva incontrato di persona Fontana e Zaia e sentito più volte al telefono Fedriga (anche nelle sue vesti di presidente della conferenza delle Regioni). Al leader che manifestava perplessità sulle restrizioni, i tre con modi e sfumature diversi avevano opposto il pragmatismo di chi ha il contatto diretto con i cittadini e le imprese. «Matteo, se non vogliamo chiudere tutto come l’anno scorso, dobbiamo fare un intervento selettivo», è il ragionamento dei governatori. Salvini ne aveva preso atto, spronando i suoi però a non andare oltre. Lo ha ribadito ieri mattina, invitandoli a non assecondare, come sottolinea la nota diffusa dopo la videoconferenza, «le chiusure» (intese quelle generalizzate), «eccessive complicazioni» e i «messaggi allarmistici».

Rating 3.00 out of 5

Pages: 1 2


No Comments so far.

Leave a Reply

Marquee Powered By Know How Media.