Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 26 gennaio: 10.593 nuovi casi e 541 morti

di Paola Caruso

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 26 gennaio: 10.593 nuovi casi e 541 morti

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 2.485.956 persone (compresi guariti e morti) hanno contratto il virus Sars-CoV-2: i nuovi casi sono 10.593, +0,4% rispetto al giorno prima (ieri erano +8.562). I decessi odierni sono 541, +0,6% (ieri erano +420), per un totale di 86.422 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono 1.917.117 complessivamente: 19.256 quelle uscite oggi dall’incubo Covid, +1% (ieri erano +15.787). E gli attuali positivi — i soggetti che adesso hanno il virus — risultano essere in totale 482.417 (sotto la soglia di 500 mila dal 23 gennaio), pari a -9.213 rispetto a ieri, -1,9% (ieri erano -7.648).

Più contagi in 24 ore rispetto a ieri. Succede ogni martedì per l’effetto di più tamponi (lunedì sono conteggiati i test domenicali, più bassi di quelli infrasettimanali). Nessuna impennata di casi, ma piuttosto un andamento altalenante che si osserva soprattutto all’inizio della settimana. Martedì scorso i nuovi contagiati sono stati +10.497 — simili a quelli di 7 giorni prima — e questo ci fa capire quanto lo scenario sia fermo, «congelato», come dicono gli esperti. «La suddivisione in zone ci lascerà in una situazione intermedia, con questo numero di casi abbastanza elevato, accompagnato da una mortalità non indifferente – ha detto il virologo Andrea Crisanti, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1 —. Dati sui decessi un po’ più bassi il vedremo tra un paio di settimane. Andremo avanti con le zone fino a che non ci sarà l’impatto del vaccino, quindi verso settembre-ottobre».

Rating 3.00 out of 5

Pages: 1 2


No Comments so far.

Leave a Reply

Marquee Powered By Know How Media.