Macron rassicura Conte: “Più vicino l’accordo per distribuire i migranti”

Francesca Paci

ROMA. L’accordo non è ancora scritto nero su bianco ma, al netto della resistenza di Parigi a equiparare i rifugiati ai migranti economici, il «quartetto dei volenterosi» conta di segnare un punto al vertice di Malta. La visita lampo del presidente francese Macron, giunto a Roma a meno di due settimane dall’insediamento dell’esecutivo giallo-rosso, conferma la volontà di ripartire, riallacciando quel filo con il premier Conte che si era interrotto durante la stagione penta-stellata, di cui pure lo stesso Conte era il frontman. Non casuale sarebbe a questo proposito la scelta di vedersi a Palazzo Chigi anziché all’Eliseo, un modo per tacitare l’accusa salviniana di un governo guidato all’estero.

«I rapporti con la Francia sono eccellenti» scandisce Conte al termine del primo faccia a faccia. Gli fa eco Macron evocando un’amicizia «indistruttibile» e confermando che «la Francia è d’accordo per un meccanismo europeo automatico di redistribuzione dei migranti ». Ma c’è di più. Secondo fonti vicine alla diplomazia, Parigi avrebbe assunto una linea più morbida e sarebbe in discussione un piano per redistribuire i migranti subito, al massimo entro 30 giorni dallo sbarco, e per identificarli solo successivamente. Di fatto, il superamento implicito del regolamento di Dublino nell’idea del primo approdo puntando poi a un coordinamento europeo sui rimpatri dei non aventi diritto.

Rating 3.00 out of 5

Pages: 1 2


No Comments so far.

Leave a Reply

Marquee Powered By Know How Media.