Archive for the ‘Ambiente’ Category

Clima, consumo di carne da dimezzare: che fine fa una filiera con milioni di addetti?

lunedì, Febbraio 17th, 2020

di Domenico Affinito e Milena Gabanelli

«Il danno ambientale al Pianeta è talmente grave da minacciare l’intero ecosistema e la salute delle persone, se non si intraprendono azioni urgenti». Questo è solo l’ultimo allarme lanciato dall’Onu nel 2019 con il sesto Global Environment Outlook. Colpa degli attuali modelli di produzione e consumo, che non sono più sostenibili: gli effetti li stiamo vedendo e toccando con mano. Qualcosa si sta muovendo nel settore energetico, nei micro tentativi di economia circolare, in una maggiore consapevolezza nei consumi. Ma non sono incisivi, perché il cambio di paradigma prevede la cancellazione o riduzione di interi settori, che se non accompagnati da una progettualità di transizione che garantisca l’occupazione, restano solo delle dichiarazioni d’intenti. Proviamo a focalizzarci sugli allevamenti intensivi, responsabili del 15% delle emissioni di gas serra riconducibili all’attività umana: anidride carbonica, metano, protossido di azoto. Vanno ridotti, ma di quanto? E qual è il punto di sostenibilità considerando anche l’aumento della popolazione mondiale?

Rating 3.00 out of 5

Tempesta Dennis “potenzialmente mortale”. Incubo in Gran Bretagna

domenica, Febbraio 16th, 2020

Londra, 16 febbraio 2020 – La tempesta Dennis che si sta abbattendo in queste ore sulla Gran Bretagna è stata definita dalle autorità “potenzialmente mortale” nel Galles del Sud e l’esercito è arruolato per aiutare a far fronte alle forti inondazioni e ai venti forti. L’agenzia meteorologica governativa ha emesso un raro avviso rosso per l’area, il primo emesso dal 2015, riguardo il rischio di “impatti significativi da inondazioni”.

Si cerca donna dispersa

Nel sud dell’Inghilterra sono in corso le ricerche di una giovane donna che poco dopo la mezzanotte di oggi era stata vista entrare nelle acque della spiaggia di Brighton e della quale non si hanno più notizie. La tempesta Dennis si abbatte in queste ore anche in quella zona e della donna, sui 20 anni, finora non è stata trovata traccia nonostante una vasta ricerca da parte della Guardia Costiera, della polizia e del personale assegnato al pattugliamento della spiaggia, riporta il Guardian. Due corpi sono stati recuperati dal mare in tempesta al largo della costa del sud dell’Inghilterra. Si presume che uno degli uomini fosse l’oggetto di una ricerca scatenata quando una nave gasiera ha riferito che uno dei membri del suo equipaggio non è stato rintracciato. L’ultima volta è stato visto diverse ore prima.

Rating 3.00 out of 5

Degrado choc a Roma: insetti sui cassonetti e spazzatura sugli alberi

giovedì, Febbraio 13th, 2020

Alessandra Benignetti

Dopo i topi che si rincorrono tra la spazzatura in viale Parioli, oggi a riaccendere i riflettori sul degrado in cui versano le strade della Capitale sono gli insetti che infestano i sacchi dell’immondizia ammassati su un cassonetto di via Treviso.

Siamo a pochi metri dal Policlinico Umberto I, e qui, secondo i residenti i bidoni non vengono igienizzati almeno da novembre, nonostante le decine di segnalazioni inoltrate all’Ama. Fino a che oggi chi è andato a buttare la spazzatura nel secchione che si trova all’angolo con via Baglivi ha dovuto assistere ad una scena raccapricciante. Le buste dell’immondizia invase da decine di piccole mosche. Per non sentire la puzza nauseabonda che proviene dagli scarti abbandonati da settimane bisogna turarsi il naso.

Il bidone è cosparso di un liquido marrone che cola dai sacchetti che contengono gli scarti organici ormai putrefatti, come mostrano le foto-denuncia pubblicate su Facebook da Luca Laurenti, attivista anti-degrado e portavoce dell’associazione Riprendiamoci Roma.

Rating 3.00 out of 5

Monte Bianco, crolla il seracco del ghiacciaio del Gendarme Rouge

giovedì, Febbraio 13th, 2020

I cambiamenti climatici non danno tregua alle grandi messe di ghiaccio del nostro pianeta. Nei giorni scorsi è crollato il seracco del ghiacciaio del Gendarme Rouge, nel massiccio del Monte Bianco. Si è trattato, come sottolinea la Fondazione Montagna Sicura, di un distacco principale al quale hanno fatto seguito una serie di cadute minori per un totale stimato di oltre 120mila metri cubi.

“La situazione era già stata segnalata – si legge in una nota – dalla Struttura regionale Assetto idrogeologico dei bacini montani che collabora con la Fondazione Montagna sicura. La Regione aveva informato subito il Comune e di conseguenza la Commissione locale valanghe di Courmayeur per l’eventualità di gestione di una criticità, dovuta al possibile crollo del seracco su pendii sottostanti”.

Rating 3.00 out of 5

Una rete piena di gamberi e plastica: ecco cosa si pesca ogni giorno nei nostri mari

mercoledì, Febbraio 12th, 2020

di Iacopo Gori – Video di Francesco Sena

Una rete piena di gamberi rossi. E di plastica. Succede nei mari bellissimi del Salento ma è la realtà quotidiana in qualunque altro mare italiano o mediterraneo. I dati del Wwf secondo cui «ogni anno nel mar Mediterraneo sono 570mila le tonnellate di plastica che finiscono in acqua, l’equivalente di 34mila bottigliette al minuto» sono una drammatica realtà documentata in maniera chiara anche con queste immagini.

«Ho rifatto a fine gennaio la stessa giornata di pesca sullo stesso peschereccio quattro anni dopo. E ho messo a confronto i video che ho fatto le due volte, sono immagini impressionanti (qui il video integrale). Il problema della plastica in mare è diventato spaventoso. C’è una ricerca che dice che se continueremo con questo tasso di emissioni di rifiuti in mare entro il 2050 la plastica sarà uguale alla biomassa della fauna ittica: nuoteremo in un mare fatto dal 50% di pesci e 50% di plastica» dice Francesco Sena, 30 anni, apneista salentino che, oltre a raggiungere 50 metri di profondità senza bombole, sa usare bene anche video e social (è un influencer, anche se non vuole essere definito così). Sicuramente un esperto e appassionato di mare che documenta in diretta lo stato dei nostri mari. Un uomo che passa oltre 250 giorni l’anno nel Mediterraneo.

Rating 3.00 out of 5

Gran parte Alto Adige al buio per un vasto black out. Terna: “Ripristinata la continuità del servizio”

martedì, Febbraio 11th, 2020

«In merito alle brevi disalimentazioni elettriche che hanno interessato oggi alcune zone dell’Alto Adige, in condizioni meteo caratterizzate da forti raffiche di vento, Terna, gestore della rete elettrica nazionale, fa sapere che i propri tecnici sono intervenuti tempestivamente, ripristinando la continuità del servizio di trasmissione dell’energia». Lo comunica Terna in una nota in merito ai blackout verificatisi in mattinata in tutto l’Alto Adige.

I forti venti che stanno soffiando a oltre 190 chilometri orari sulle vette dell’Alto Adige portati dalla tempesta Ciara, potrebbero, dunque, essere la causa dei due blackout registrati nella mattinata odierna in provincia di Bolzano. L’interruzione di corrente ha interessato il capoluogo altoatesino, la Bassa Atesina (Laives) e Merano. Dopo una prima interruzione di fornitura durata circa dieci minuti, la corrente poco dopo e’ nuovamente saltata per un periodo più breve. Il blackout ha mandato ancora di più in tilt la circolazione stradale in centro a Bolzano già pesantemente critica a seguito dalla chiusura della strada statale per il disgaggio della roccia nella zona del Virgolo. Diversi gli interventi per persone rimaste bloccate negli ascensori. Le cause dell’interruzione dell’alimentazione non sono ancora state rese note dal gestore di rete Edyna.

Rating 3.00 out of 5

Maltempo in Europa, la tempesta Ciara lascia senza luce 130mila abitazioni in Francia

lunedì, Febbraio 10th, 2020

La tempesta Ciara, che si sta abbattendo sul Nord Europa, ha lasciato senza luce 130mila abitazioni in Francia, provocando  anche la chiusura della Tour Eiffel. “A causa dei forti venti e come misura di sicurezza”. Disagi anche in Germania (dove la tempesta è stata rinominata Sabine): le autorità hanno sospeso la circolazione dei treni a lunga percorrenza in diversi Stati occidentali. 

New York-Londra in meno di 5 ore – Ma oltre ai disagi c’è anche un aspetto curioso. La tempesta Ciara e le sue forti correnti sull’Atlantico e il Nord Europa, infatti, hanno aiutato a battere per ben tre volte il record di velocità di voli commerciali tra New York e Londra, che hanno coperto la tratta in meno di 5 ore. 

Rating 3.00 out of 5

Artico, bolle di metano sotto il permafrost. “I ghiacci si sciolgono e liberano gas”

giovedì, Febbraio 6th, 2020

di MATTEO GRITTANI

DUE notizie: una buona e una cattiva. Quella cattiva è che circa un terzo del carbonio presente sul Pianeta, intrappolato nel Mar Glaciale Artico sotto forma di metano e CO2, è sul punto di liberarsi in atmosfera. Il permafrost si sta sciogliendo sotto l’effetto del riscaldamento globale e di conseguenza il metano intrappolato in bolle al suo interno fuoriesce, accrescendo ulteriormente l’effetto serra. La notizia buona è che questo fenomeno non è ancora rilevante a livello globale, ma rimane confinato. Almeno per ora. Un nuovo studio su Science Advances ci aiuta a capire meglio un evento fisico nato e cresciuto nell’ultimo decennio e con cui dovremo inevitabilmente fare i conti nella lotta al climate change.

Visualizza l'immagine su Twitter

Una bomba di carbonio pronta ad esplodere

“È vero, il metano comincia a fuoriuscire dai ghiacci dell’oceano Artico entrando in atmosfera – ammette Brett Thornton, del Dipartimento di Scienze Geologiche dell’Università di Stoccolma, coordinatore dello studio – tuttavia il rilascio avviene a ritmi non significativi per impensierirci davvero, per il momento”.

Rating 3.00 out of 5

Previsioni meteo, blitz polare e neve (ecco dove). Ma sarà un breve capitolo

martedì, Febbraio 4th, 2020

Roma – Una settimana folle dal punto di vista meteo, con sbalzi di temperatura molto forti. Fino a martedì pomeriggio (4 febbraio) il clima sarà decisamente primaverile su gran parte delle regioni, successivamente l’ingresso di venti più freddi dal Polo Nord – dicono gli esperti di previsioni del tempo – cambierà totalmente le carte in tavola. Ci sarà un crollo delle temperature anche di 10-12 gradi.

Temperature primaverili

IlMeteo.it comunica che la presenza dell’anticiclone africano al Centro Sud e di venti di Foehn al Nord Ovest (vento caldo di caduta dalle Alpi) farà schizzare le temperature massime oltre i 20 gradi, fino a 25 gradi sulle zone interne della Sicilia, 20-21 gradi in Puglia, Campania, Sardegna, fino a 18 gradi nel Lazio e in Toscana (come a Roma e Firenze). Qualche grado in meno invece dove ci sarà la presenza della nebbia, ovvero in Emilia, in Veneto e parte della Lombardia.

Oggi sono stati sfiorati i 20 gradi in Alto Adige, a Torino e Cuneo sono state raggiunte addirittura punte di 27°. Stessa temperatura anche in Sardegna nella zona di Capo Bellavista, sulla costa centro orientale. un record mai raggiunto nell’isola a febbraio – il precedente record era di 26 gradi.

Rating 3.00 out of 5

Previsioni meteo, domenica ancora pioggia. Ma resta un inverno anomalo

sabato, Gennaio 25th, 2020

Roma – Le previsioni meteo di domani, domenica 26 gennaio, certificano la chiusura di weekend all’insegna del cielo grigio e della pioggia. Tuttavia si scorgono già segnali di un tenue miglioramento, che dovrebbe fare da preludio al progressivo ritorno della stabilità dalla prossima settimana.

Il team de iLMeteo.it spiega che nella giornata di domenica “la perturbazione comincerà lentamente a perdere di energia”, anche se non a sufficienza per riportare il sereno. Al netto di una diffusa nuvolosità, le condizioni atmosferiche miglioreranno al Nord (con qualche schiarita a Ovest), mentre al Centro avremo ancora precipitazioni a carattere sparso, ma piuttosto deboli, su Marche, Toscana, Umbria e Lazio.

Al Sud il tempo sarà invece più capriccioso tra pomeriggio e sera, quando prenderanno corpo rovesci e temporali in Puglia centro meridionale e Basilicata. Sul basso Tirreno servirà invece l’ombrello per ripararsi dall’insorgere di piovaschi che bagneranno localmente sia la Campania che la Calabria.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.