Archive for the ‘GIUBILEO 2015 – 2016’ Category

Assoluzione per l’aborto, Rodari: “Il Papa vuole che nessuno si perda”

martedì, novembre 22nd, 2016

Papa Francesco rende definitiva la possibilità per i sacerdoti di assolvere madri e medici che hanno procurato aborto. Il commento del vaticanista di Repubblica Paolo Rodari: “Una decisione in linea con l’idea di Chiesa missionaria propria di Francesco: il Papa vuole riavvicinare ai sacramenti perché nessuno si perda”

Rating 3.00 out of 5

Giubileo, si chiude l’ultima Porta Santa. Massima sicurezza per la cerimonia a S.Pietro

domenica, novembre 20th, 2016

di PIERA MATTEUCCI

CITTA’ DEL VATICANO – Si chiudono i battenti dell’ultima Porta Santa e finisce il Giubileo Straordinario della Misericordia, iniziato ufficialmente l’8 dicembre scorso. Questa mattina Papa Francesco ha accostato la porta di bronzo del Consorti nella Basilica di San Pietro, l’ultima Porta Santa rimasta aperta nel mondo. Resterà chiuso fino al prossimo Giubileo ordinario, previsto per il 2025.

Giubileo, papa Francesco chiude la Porta santa in Vaticano

Per la prima volta nella storia, il Papa ha voluto che il Giubileo fosse davvero diffuso, celebrato in tutte le cattedrali del mondo. È per questo che, simbolicamente, ha potuto anticiparne l’apertura dalla cattedrale della martoriata Bangui, nel Centrafrica, il 29 novembre durante il suo viaggio apostolico.

Gli ultimi sono stati il cardine dell’Anno Santo: i carcerati, gli ammalati, gli esclusi, i disabili. L’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) ha fatto sapere che in questi mesi sono stati accolti oltre 50mila pellegrini disabili e malati. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Madre Teresa è santa: Papa Francesco pronuncia la formula di canonizzazione

domenica, settembre 4th, 2016

Il Papa pronuncia in latino la formula di canonizzazione e iscrive nell’albo dei santi madre Teresa di Calcutta, al secolo Gonxha Agnes Bojaxhiu (1910-1997). Papa Bergoglio ha letto la formula in latino e subito dopo c’è stato un applauso da parte dei fedeli.

Rating 3.00 out of 5

Un esercito in difesa di Padre Pio

mercoledì, febbraio 3rd, 2016

Un esercito di agenti per garantire sicurezza a un popolo di circa 70 mila pellegrini. Sono i fedeli attesi per oggi in occasione dell’esposizione delle spoglie di san Pio da Pieatralcina – e di san Leopoldo Mandic, sino a giovedì 11 febbraio. Saranno esposte presso la Basilica di San Lorenzo Fuori le Mura, accanto al Verano, e poi trasportate in Centro nella chiesa di San Salvatore in Lauro, accanto a via dei Coronari, dove si svolgeranno le cerimonie religiose e una veglia di preghiera. Dalle 19 di martedì e sino a domani, nell’area intorno alla basilica e al Verano è previsto lo sgombero di tutti i veicoli in sosta. Invece, venerdì ci sarà la traslazione, con una processione da via dei Coronari alla Basilica Vaticana, a San Pietro, dove le reliquie rimarranno fino a giovedì 11 febbraio. Entro le 13 del 5 febbraio e sino a cessate esigenze, sarà realizzato un transennamento temporaneo per il passaggio della processione lungo il percorso: via dei Vecchiarelli, piazza dei Coronari, vicolo del Curato, via del Banco di Santo Spirito, piazza di Ponte Sant’Angelo e attraversamento del Lungotevere (solo nella fase di attraversamento della processione), Ponte Sant’Angelo, lungotevere Vaticano, largo Giovanni XXIII, via della Conciliazione e Piazza Pio XII. Per motivi di sicurezza è stata disposta la chiusura della scuola Alberto Cadlolo in via della Rondinella 2 per giovedì venerdì e della scuola pontificia Pio IX, in via dei Cavalieri del Santo Sepolcro 1 ancora per dopodomani, in quanto entrambe collocate nell’area interessata allo svolgimento dell’evento (ordinanza del Commissario straordinario n.15 del 29 gennaio 2016). (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Giubileo, Capitale in affanno

venerdì, gennaio 8th, 2016

Altro che attrattiva per il commercio e le attività produttive. Ad un mese dall’inizio del Giubileo commercianti, albergatori, titolari di ristoranti e di locali lamentano addirittura un calo degli affari rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Segno che non solo il Giubileo non ha portato i tanto sperati guadagni per le attività, ma che l’allarme Isis e la paura degli attentati, che in qualche modo possono essere legati all’evento, ha fatto addirittura scappare i turisti. Così mentre gli albergatori parlano di un dicembre e di un inizio gennaio molto tiepidi sul fronte degli arrivi, i commercianti si sono aggrappati ormai soltanto ai saldi mentre i ristoranti, i bar e i locali dichiarano cali medi del 20% con punte del 40%. «Non possiamo certo sostenere che il Giubileo ad oggi abbia portato più arrivi e il ritorno economico per la città non sembra assolutamente paragonabile al Giubileo del 2000 – conferma Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma – ad oggi abbiamo la stessa occupazione delle camere alberghiere registrata a settembre, vale a dire circa il 70%. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Augias: “Questo Giubileo barcolla, per affluenza e per misericordia”

lunedì, dicembre 21st, 2015

Il Papa aveva detto accogliete tutti, ma le parrocchie non lo stanno facendo? Per Augias “I fedeli non hanno seguito quanto espresso dal Santo Padre, questo bisogna dirlo. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Giubileo, sette secoli di pellegrini e peccatori. E Roma tornò il centro del mondo

mercoledì, dicembre 9th, 2015

di FRANCO CARDINI

Roma, 9 dicembre 2015 – SIAMO un grande quotidiano d’informazione. Gli organi d’informazione, com’è noto, informano: altrimenti non si capisce che cosa ci stiano a fare. Ormai tutti parlano (per la maggior parte strabenissimo o stramalissimo) di papa Francesco: ma sono troppi quelli che danno l’impressione di non creder granché al fatto ch’egli creda in quello che dice. Gesù, la croce, il Paradiso, la Misericordia. Ovvia, siamo nel XXI secolo! Un conto è la pace, la solidarietà, la lotta contro la miseria e l’oppressione, tutte cose sacrosante; un altro la Chiesa, la sua tradizione, la sua potenza, sacrosante anch’esse. Ma per il resto, non scherziamo: è un gioco delle parti. Il giubileo, poi: roba da medioevo…

PROVIAMO un istante a girar la frittata e a guardar tutto come se fosse una cosa seria. Non c’è dubbio che molti mali vengono dalla disuguaglianza, dai pochi che hanno troppo e dai troppi che non hanno nulla. I saggi ebrei di due millenni e mezzo fa, secolo più secolo meno, provarono a riequilibrare periodicamente le cose con un esperimento. Ogni settimana, allo shabbat, ci si riposava: ebbene, che tutto Israele, quindi tutto il mondo, riposasse una volta ogni settimana di sette anni, quindi ogni mezzo secolo. In quell’anno, al suono del jobhel, il corno rituale d’ariete, tutti tornavano uguali per un anno: venivano rimessi i debiti, gli schiavi erano liberati, perfino la terra si riposava e se ne godevano i frutti spontanei senza lavorarla. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Il Giubileo della paura non fa il tutto esaurito

mercoledì, dicembre 9th, 2015
Rating 3.00 out of 5

Ecco perché ho voluto l’Anno Santo

martedì, dicembre 8th, 2015

di Papa Francesco*

C_A_WEB

Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre. Il mistero della fede cristiana sembra trovare in questa parola la sua sintesi. Essa è divenuta viva, visibile e ha raggiunto il suo culmine in Gesù di Nazareth. Il Padre, «ricco di misericordia», dopo aver rivelato il suo nome a Mosè come «Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà», non ha cessato di far conoscere in vari modi e in tanti momenti della storia la sua natura divina. Nella «pienezza del tempo», quando tutto era disposto secondo il suo piano di salvezza, Egli mandò suo Figlio nato dalla Vergine Maria per rivelare a noi in modo definitivo il suo amore. Chi vede Lui vede il Padre. Gesù di Nazareth con la sua parola, con i suoi gesti e con tutta la sua persona rivela la misericordia di Dio.

Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza. Misericordia: è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità. Misericordia: è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro. Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita. Misericordia: è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato. Ci sono momenti nei quali in modo ancora più forte siamo chiamati a tenere fisso lo sguardo sulla misericordia per diventare noi stessi segno efficace dell’agire del Padre. È per questo che ho indetto un Giubileo Straordinario della Misericordia come tempo favorevole per la Chiesa, perché renda più forte ed efficace la testimonianza dei credenti.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Giubileo decentrato e sobrio, nel tempo delle minacce

martedì, dicembre 8th, 2015

di Luigi Accattoli

Cinquantamila persone in piazza San Pietro all’inizio della messa, secondo la stima della Prefettura, un totale di centomila presenze – in piazza e in Basilica –nell’insieme della mattinata: è un risultato medio, non straordinario né deludente, che è di buon auspicio per lo svolgimento di questo Giubileo decentrato e sobrio, nel tempo delle minacce. Centomila presenze vere a San Pietro sono un buon numero. In altre occasioni le presenze sono state di più, fino alle trecentomila che furono stimate per grandi eventi degli ultimi vent’anni: per i funerali di Papa Wojtyla, quando sono stati fatti santi Padre Pio ed Escrivà de Balaguer, Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII. Quando è stata fatta beata Madre Teresa di Calcutta, nel 2002.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.