Archive for the ‘Campania’ Category

Napoli, polizia municipale nella proprietà del padre di Di Maio: sequestrate alcune aree

giovedì, Novembre 29th, 2018

Gli agenti della polizia municipale si sono presentati a Mariglianella (Napoli), in una proprietà di cui è comproprietario il padre del vicepremier Luigi Di Maio. Al suo interno sono state sequestrate alcune aree dove erano stati depositati rifiuti inerti. Alla vista dei giornalisti, diverse persone hanno invitato i cronisti ad allontanarsi al grido di “Di Maio è l’orgoglio della nostra nazione”.

Gli agenti della polizia municipale hanno verificato le costruzioni nel terreno di proprietà di Antonio Di Maio insieme ad alcuni tecnici. In mattinata si sono registrati momenti di tensione fra alcuni residenti della zona e i cronisti. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Un operaio denuncia: “Lavoravo in nero nell’azienda Di Maio”

lunedì, Novembre 26th, 2018
Jacopo Iacoboni

Un operaio edile di Pomigliano d’Arco ha denunciato ieri sera a Le Iene di aver lavorato per due anni in nero nell’impresa edile di Antonio Di Maio, il papà del vicepremier. L’operaio sostiene diverse altre cose molto gravi. Racconta di aver subito un infortunio sul lavoro a un dito, e di averlo segnalato ad Antonio Di Maio, il quale gli avrebbe risposto di «non dire che mi ero fatto male nel suo cantiere. Mi consigliò di dire che mi ero fatto male in casa». Luigi Di Maio ha risposto così, alla trasmissione: «Io non gestisco direttamente l’azienda. E tra il 2009 e il 2010 non ero socio. A me questa cosa non risulta ma il fatto è grave, verificherò». Poi, in stato di evidentissimo imbarazzo e difficoltà davanti all’inviato Filippo Roma, ha preso le distanze persino dal suo stesso padre: «Io e mio padre per anni non ci siamo neanche parlati. Non c’era stato un buon rapporto, per anni… Te lo dico proprio col cuore, Adesso è migliorato un po’».

La storia però rischia di essere uno scandalo. I fatti risalgono a un periodo antecedente di due anni a quello in cui l’attuale vicepremier è diventato proprietario al 50% dell’azienda di famiglia, nondimeno le circostanze – se vere – sarebbero di estrema gravità. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

I Campi Flegrei, il più pericoloso dei vulcani italiani, sono alla vigilia (in termini geologici) di una nuova, violentissima eruzione

venerdì, Novembre 16th, 2018

Luigi Bignami

La zona di Napoli. Nel cerchio a sinistra i Campi Flegrei, l’area interessata dalla riattivazione del sistema magmatico; in quello a destra, il Vesuvio. Elab. Google Maps

L’allarme a livello giallo per gli scienziati che era stato dato alcuni mesi orsono per il più pericoloso dei vulcani italiani, i Campi Flegrei, ha ragione di essere dopo uno studio realizzato da Francesca Forni, del Politecnico di Zurigo in Svizzera, e pubblicato su Science Advance.  Secondo tale ricerca infatti, i Campi Flegrei  sono alla vigilia di una nuova eruzione di grandi dimensioni. Sottolineiamo subito però, che il fenomeno deve essere visto in termini geologici e dunque il pericolo può anche non essere imminente.  Questa ricerca conferma quanto venne portato alla luce anche da uno studio realizzato da Giuseppe De Natale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che venne pubblicato l’anno scorso su Nature Communication.

Giuseppe De Natale. Facebook (altro…)
Rating 3.00 out of 5

Treni, incendio in galleria sulla Napoli-Salerno: 5 operai feriti

venerdì, Novembre 16th, 2018

Napoli, 16 novembre 2018 – Incendio in una galleria ferroviaria durante lavori di manutenzione con 5 operai feriti – uno sarebbe grave – e circolazione dei treni sospesa. L’esplosione di una bombola di gas ha innescato il rogo alle 2.35 di questa mattina nella galleria Santa Lucia, sulla linea Napoli-Salerno, nel tratto che va da Nocera Inferiore e il capoluogo salernitano.

Lo scoppio ha coinvolto un mezzo della ditta Salcef che opera per conto di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS). I cinque operai sono stati soccorsi dai medici del 118. Intervenuti anche i vigili del fuoco.

La circolazione dei treni tra Salerno e Bivio Santa Lucia è sospesa. I collegamenti regionali Salerno-Caserta sono garantiti da servizi sostitutivi con autobus. Autobus anche tra Salerno e Nocera Inferiore a integrazione del servizio metropolitano Salerno-Napoli Campi Flegrei. I treni Intercity percorrono l’itinerario alternativo via Cava de’ Tirreni. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Rifiuti a Napoli, la maggioranza gialloverde si spacca. Di Maio a Salvini: “Gli inceneritori non c’entrano una ceppa”

giovedì, Novembre 15th, 2018

di ROBERTO FUCCILLO

NAPOLI – Rifiuti a Napoli. La maggioranza gialloverde si spacca. Di Maio attacca Salvini. “Quando si viene in Campania e si parla di Terra dei Fuochi si dovrebbero tener presenti la storia e le difficoltà di questo popolo. La Terra dei Tuochi è un disastro legato ai rifiuti industriali (provenienti da tutta Italia) non a quelli domestici. Quindi gli inceneritori non c’entrano una beneamata ceppa e tra l’altro non sono nel contratto di Governo”. Lo scrive su Facebook il vicepremier del M5S che fa riferimento, senza citarlo, a quanto affermato da Matteo Salvini sui rifiuti in Campania. Il vicepremier leghista, infatti aveva proposto “termovalorizzatori in ogni provincia della Campania”.

E all’attacco di Di Maio, il leader della Lega replica: “Nel contratto di governo si parla di soluzione al problema dei rifiuti che o spariscono o evaporano o li mangiamo o li valorizziamo o li inceneriamo o li mettiamo in discarica. Quando acerra si ferma per la manutenzione a gennaio, io voglio che ci sia una soluzione per i napoletani e per i campani. Io sono per costruire e non per i ‘no’ perchè con i no non si va da nessuna parte”.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

A fuoco un impianto per rifiuti nel Casertano: “Un altro disastro ambientale”

venerdì, Novembre 2nd, 2018

Un incendio è divampato nello Stir di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), l’impianto di tritovagliatura e imballaggio dei rifiuti. Sul posto sei squadre dei vigili del fuoco di Caserta con il supporto di due squadre di Napoli e Benevento. Il rogo è all’interno di uno dei capannoni. I pompieri hanno fatto molta fatica per entrare a causa delle fiamme molto alte. Il timore è che la struttura possa crollare. Il primo novembre lo Stir era chiuso e ad accorgersi del rogo sono stati i guardiani. Quando sono arrivati sul posto i vigili del fuoco, l’incendio di rifiuti era già estes

Il sindaco: un altro disastro ambientale

«Sta bruciando l’impianto di rifiuti, un altro disastro ambientale. Una settimana fa era andato a fuoco lo stabilimento della Lea a Marcianise». Così, in un post su Facebook, il sindaco di Marcianise Antonello Velardi interviene sul rogo in corso allo Stir di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), dove stanno bruciando rifiuti di vario tipo all’interno di uno dei capannoni. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Pompei, l’ultima scoperta è eccezionale (e misteriosa)

venerdì, Ottobre 5th, 2018

La casa del giardino incantato. E’ l’ultima sensazionale scoperta fatta tra gli scavi di Pompei. Si tratta di un larario (il luogo dell’antica casa romana riservato al culto dei Lari) vegliato da beneauguranti serpenti, un pavone che fa capolino nel verde, fiere dorate che si battono contro un cinghiale nero come i mali del mondo. E poi ancora, cieli baluginanti di cinguettanti uccellini, un pozzo, una vasca colorata e il ritratto di un uomo-cane.

GUARDA IL VIDEO: Pompei, nel mistero del giardino incantato

Intervistato dall’Ansa, il direttore del Parco Archeologico, Massimo Osanna, spiega entusiasta che si tratta di “una stanza senza uguali, meravigliosa ed enigmatica da studiare a fondo”.

(Ansa)

QN.NET

Rating 3.00 out of 5

Scossa di terremoto di magnitudo 2,5 a Pozzuoli. Paura tra la gente: “Preceduta da un boato”

mercoledì, Settembre 19th, 2018

Due scosse di terremoto sono state avvertite dalla popolazione a Pozzuoli e nel circondario flegreo. La prima, accompagnata anche da un boato, alle 23,36 di magnitudo 2.5; la seconda qualche minuto dopo, di intensità inferiore.

L’ipocentro è stato a soli 2 chilometri di profondità, secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv); epicentro l’area tra la Solfatara e la zona Pisciarelli. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Crollo ponte a Genova, Mastella chiude il ‘Morandi’ di Benevento

sabato, Agosto 18th, 2018

Vista la relazione dell’ufficio tecnico comunale il sindaco di Benevento, Clemente Mastella ha deciso di emettere un’ordinanza con la quale stabilisce la chiusura al traffico leggero e pesante, in via precauzionale, del ponte “San Nicola”,  realizzato da Morandi nel 1955 a Benevento.

“So – dice il sindaco – che ci saranno dei disagi per i cittadini ma è anche vero che è meglio avere disagi che disgrazie, come avvenuto con il crollo del ponte a Genova”.

A pesare sulla decisione dell’ex guardasigilli “anche il fatto che negli uffici di Palazzo Mosti (sede del Comune, ndr) non ci sono tracce del progetto”.

L’opera fu progettata nel 1955 per collegare l’area di Capodimonte alla zona alta della città e l’infrastruttura rientra nelle prime costruzioni edificate seguendo l’idea del telaio precompresso, tecnica diversa da quella utilizzata per il viadotto di Genova. Da allora il ponte, lungo 121 metri, è divenuto sempre più un punto strategico di collegamento tra l’area industriale ed il centro, oltre che di accesso in città dallo svincolo del raccordo autostradale di Benevento. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Napoli, Ospedale del Mare: il primario Francesco Pignatelli chiude un reparto per un party

lunedì, Luglio 9th, 2018

Un importante reparto di un ospedale pubblico chiuso, con i pazienti ricoverati dimessi o spostati e quelli da ricoverare dirottati altrove, per consentire all’intero staff di partecipare alla festa per la nomina del primario. Denunciata dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, la vicenda trova conferma nel provvedimento di sospensione cautelativa del primario, disposta d’urgenza dalla direzione generale della Asl, e dall’apertura di una inchiesta interna che partirà formalmente stamattina con un’ispezione in reparto. Succede tutto all’Ospedale del Mare di Napoli, struttura nuovissima alla periferia della città che, quando andrà a regime, dovrebbe riuscire ad alleggerire l’enorme mole di lavoro che oggi grava sul Cardarelli, e servire un importante bacino d’utenza, tra periferia orientale e provincia.

Attualmente il pronto soccorso non è ancora operativo, ma i reparti sì, compreso quello di Chirurgia vascolare, dove di recente è stato nominato primario il dottor Francesco Pignatelli, 60 anni, medico di buona fama con alle spalle anche interventi molto importanti, e che in passato ha già ricoperto incarichi di responsabilità in un altro ospedale. Un professionista esperto, quindi, che però stavolta, se verrà confermato lo scenario emerso in queste ore, avrebbe piegato l’attività di un servizio pubblico di rilevanza potenzialmente vitale, al proprio interesse di avere l’intero staff del reparto presente alla festa organizzata la sera di venerdì scorso in un locale di Pozzuoli (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.