Archive for the ‘Spettacoli -Eventi -TV’ Category

Sanremo: possiamo dire che la prima puntata non è stata granché?

mercoledì, Febbraio 6th, 2019

di ERNESTO ASSANTE

Possiamo dire che non è granché? Questa prima puntata della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo non è stata proprio il massimo. Nessuna sorpresa, nessuna invenzione, niente che abbia fatto fare più di un vago sorriso. Ventiquattro canzoni in gara, più quelle gli ospiti, sono anche troppe, a dire il vero, persino per un solidissimo appassionato di musica, anche se il livello fosse stato migliore di quello che abbiamo ascoltato non sarebbe andata meglio.

Bisio e Virginia Raffaele non hanno di certo brillato per simpatia, imbrigliati in presentazioni per le quali gli autori hanno provato a scrivere delle cose originali, ma senza grandi risultati. Non sono stati né sorprendenti né entusiasmanti. Non li ha aiutati di certo il palco, che ha perso tutta la sua sacralità, certamente più ampio ma decisamente più simile a quello di un qualsiasi altro programma televisivo che vediamo nel corso dell’anno. L’orchestra ha più spazio, ma scompare nel nero profondo della scenografia e il fatto che sia tutta seduta in basso, senza “scale” laterali la rende uno sfondo e non una presenza.

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, al via il festival sovranista. “Ma qui non si parla di politica”

martedì, Febbraio 5th, 2019

alberto mattioli inviato a sanremo

La scenografia, almeno, mette tutti d’accordo. Ogni anno, l’Ariston sembra molto più ampio di quanto non sia. Per il Baglioni bis, però, in aggiunta ai soliti rutilanti effetti di luce ci sono anche le prime tre file di platea che si muovono e si aprono nel mezzo, tipo Mar Rosso. Solo che stavolta Mosè si chiama Claudio.

Per il resto, la prima conferenza stampa del Sanremone è scivolata via nel consolidato stile Rai, troncare e sopire, perché i regimi cambiano ma la tivù di Stato no. Adesso che sono servite ad aguzzare l’interesse e a ingannare l’attesa, il Festival cerca di dimenticare le polemiche e tornare a essere quella Davos della futilità che la maggioranza ama vedere e la minoranza adora detestare. In conferenza stampa è toccato alla direttrice di Rai 1, Teresa De Santis (una carriera arcitaliana, la sua, dal Manifesto alla Rai grilloleghista), iniziare una excusatio non petita sul tema che teneva ancora banco nella vigilia del dì di festa: il conflitto d’interessi di Baglioni e il cast pieno di amici del suo amico e manager, Ferdinando Salzano. «La nostra produzione musicale e culturale vive anche di contiguità: attraverso rapporti amicali si possono ottenere artisti che altrimenti non si sarebbero avuti», assicura De Santis che riceve anche un mazzo di rose da Baglioni per far pace dopo screzi che in realtà, giurano, «non ci sono mai stati».

Rating 3.00 out of 5

Baglioni stupisce ancora All’Ariston i suoi ballerini

lunedì, Febbraio 4th, 2019

luca dondoni sanremo

Un Festival di Sanremo con il corpo di ballo non s’era mai visto. Quest’anno ci sarà, Claudio Baglioni l’ha voluto per dare un tocco di novità a una kermesse della quale è direttore artistico per la seconda volta, o forse perché se n’è innamorato nel suo tour «Al Centro» che aveva debuttato all’Arena di Verona il 14 settembre dell’anno scorso. Così come per lo spettacolo live il coreografo sarà Giuliano Peparini, già direttore artistico di svariate edizioni del serale di Amici.

Peparini dirigerà trentanove ballerini e performer che si muoveranno sul palco dell’Ariston durante le esibizioni di Baglioni, che ribalta così una decisione che sembrava definitiva: «Per il mio secondo Festival – aveva detto qualche settimana fa – non canterò o riproporrò canzoni mie, mi metterò solo a disposizione dei super ospiti duettando con loro sulle loro canzoni o su classici del canzoniere italiano».

LEGGI ANCHE Loredana Bertè: “L’ultimo Sanremo, chiudo un cerchio cominciato qui 40 anni fa”

Rating 3.00 out of 5

Reddito di cittadinanza, Crozza: “Navigator assunti col colloquio: sarà il festival dei raccomandator”

mercoledì, Gennaio 30th, 2019

Durante la copertina di Che fuori tempo che fa, in onda su Rai Uno, Maurizio Crozza ha commentato l’approvazione del decreto sul reddito di cittadinanza dopo la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “

Rating 3.00 out of 5

Rai nella bufera, paga 30mila euro a Grillo

lunedì, Gennaio 28th, 2019

di ELENA G. POLIDORI

Roma, 28 gennaio 2019 – Quando si dice l’importanza di avere un direttore di rete Rai per amico. È infatti grazie a Carlo Freccero, direttore di Raidue ed ex consigliere d’amministrazione della tv pubblica in quota M5S, se Beppe Grillo, oggi garante o ‘elevato’ del Movimento, tornerà in Rai in prima serata. Lo farà con un programma, C’è Grillo (in onda stasera su Raidue alle 21,15), una ‘summa’ dei quarant’anni di carriera nel mondo dello spettacolo, per il quale percepirà 30mila euro a titolo di diritti di sfruttamento dell’immagine. Denaro che, in prima battuta, finirà in tasca al suo storico manager, la ‘Marangoni spettacoli’, che decurtato il suo compenso darà il resto al comico fondatore del M5S. 

Rating 3.00 out of 5

Giorno della Memoria, lʼItalia non dimentica: ecco tutte le iniziative

domenica, Gennaio 27th, 2019

L’Italia non dimentica e, in occasione della Giornata della Memoria, ricorrenza internazionale che celebra il 27 gennaio di ogni anno le vittime dell’Olocausto, tutte le città del nostro Paese lo dimostreranno attraverso incontri, mostre e commemorazioni. Filo conduttore, come è stato ricordato dal presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, Francesco Minisci, che proprio in questi giorni ha accompagnato un gruppo di studenti nella loro visita ad Auschwitz, la necessità di “rimanere vigili e attenti di fronte all’odio e alle discriminazioni di ogni natura, da rigettare in ogni loro forma”.

Giorno della memoria: le leggi razziali in Italia
Rating 3.00 out of 5

Migranti, adesso Cacciari manda a quel paese Bonafede in tv

venerdì, Gennaio 25th, 2019

Il ministro Alfonso Bonafede e il filosofo Massimo Cacciari hanno avuto una discussione televisiva – abbastanza accesa – sui migranti e sulla gestione dei fenomeni migratori.

L’ex sindaco di Venezia non è nuovo a questo genere di sfoghi: la sinistra – specie quella intellettualista – non condivide la “linea dura” promossa da Matteo Salvini tanto che, una delle ultime volte che è apparso in pubblico, Cacciari aveva chiesto al governo di vergognarsi. In quel caso, il suo interlocutore era stato il ministro Giulia Bongiorno.

Rating 3.00 out of 5

Crozza: “Di Battista dichiara guerra alla Francia e poi se ne va in India. Questo Paese non è un albergo”

mercoledì, Gennaio 23rd, 2019

“Dice che la tav è una stronzata, che tu [Fazio ndr] hai la coda di paglia, dichiara guerra alla Francia e poidice ‘Basta, vado in India’: Oh ciccio, questo Paese non è un albergo. I cinque stelle siete voi non noi”. Così Maurizio Crozza in apertura di Che fuori che tempo che fa. Nel corso dell’intervento il comico non risparmia nemmeno il vicepremier Luigi Di Maio e la sua idea dei Navigator.

Rating 3.00 out of 5

Di Battista-Fazio: battibecco in diretta a «Che tempo che fa: «Non abbia la coda di paglia»

lunedì, Gennaio 21st, 2019
«Che tempo che fa», il conduttore: «Se vuole avercela con me faccia pure, non è originale» | LaPresse – CorriereTv
Botta e risposta tra Fazio e Di Battista a “Che tempo che fa”: il pentastellato di ritorno dal Sud America ospite su Rai uno punzecchia il conduttore che replica: “Se vuole avercela con me faccia pure, ma non è originale”. Dibba risponde: “Fazio, non abbia la coda di paglia”. Il padrone di casa, allora, replica una volta per tutte: “Rispondo a me e al mio pubblico per la lealtà che gli devo”.  Questo video contiene contributi www.raiplay.it
Rating 3.00 out of 5

“Sanremo io non lo guardo”: 63 luoghi comuni in 100 secondi, l’esperimento dello scrittore Massini

sabato, Gennaio 19th, 2019

“Faremo un esperimento ‘scientifico’ per il bene di tutti: stiperemo in 100 secondi una tale quantità di luoghi comuni che – si spera – ne usciate talmente saturati da non usarli mai più”. A Piazza Pulita lo scrittore Stefano Massini racconta l’outlet della frase fatta più trita e ritrita. 

Video: La7

Rating 4.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.