Archive for the ‘Spettacoli -Eventi -TV’ Category

Sanremo 2019, la furia di Ultimo contro i giornalisti

domenica, Febbraio 10th, 2019

Scoppia la polemica in sala stampa. Dopo la chiusura di Sanremo, Ultimo si è presentato in conferenza stampa. Quando ha fatto i complimenti al vincitore Mahmood, chiamandolo “ragazzo”, si è beccato i rimbrotti dei giornalisti e ha tuonato: “Voi giornalisti avete questa settimana per sentirvi importanti. E rompete il ca**o”. E ha aggiunto: “Io non ho mai avuto la pretesa di venire qui e vincere, a differenza di quello che avete detto voi: tirandomela. Io mi sono grattato, ma non è servita a niente. La mia vittoria e quella di tanti altri artisti è sicuramente dopo il festival. La mia vittoria sono i live, la gente che mi vuole, che si riconosce in quello che scrivo. C’avete sempre qualcosa da dire, ma non provo rancore”.

Rating 3.00 out of 5

Mahmood vince il Festival di Sanremo, sul podio Ultimo e Il Volo

domenica, Febbraio 10th, 2019

alberto mattioli inviato a sanremo

Il Sanremone finisce in gloria, dando un nuovo significato alla parola «noia». Come sarebbe andata a finire, lo si era già capito dopo cinque minuti. Nel consueto numero di apertura con il balletto (ottimo e abbondante, al solito), Claudio Baglioni in smoking bianco da gelataio canta la sua vecchia hit, «E adesso la pubblicità». Uno dei versi recita: «E adesso è un quasi un secolo di noia». Beh, sembra proprio una profezia. «Nessuno è perfetto», dice poi Claudio magno nell’omelia iniziale, dove mette il cappello sul Sanremone che verrà e che forse farà lui o forse no, ma che dovrà continuare «nel solco della musica al centro» e nella difesa della gloriosa canzonetta italiana, e così via (anzi, così sia).

Rating 3.00 out of 5

Si alza il sipario sul Carnevale di Viareggio, il carro di Jovanotti apre la sfilata

sabato, Febbraio 9th, 2019
Carnevale di Viareggio 2019

Viareggio, 9 febbraio 2019 – Si è aperta questo pomeriggio con la cerimonia dell’alzabandiera, mezz’ora in anticipo rispetto all’orario tradizionale delle 16, l’edizione 2019 del Carnevale di Viareggio, quest’anno dedicata alle donne. A fare da madrina alla cerimonia di inaugurazione è stata Carla Fracci, icona internazionale della danza e rappresentante del talento italiano nel mondo, a cui domani mattina sarà consegnato il premio Ondina d’oro, riconoscimento che il Carnevale di Viareggio assegna ogni anno ad un personaggio femminile del mondo della cultura e dello spettacolo.

Ad aprire la sfilata il carro, fuori concorso, dedicato a Jovanotti come omaggio all’artista che ha scelto Viareggio per una delle date (il 30 luglio) e per il gran finale del ‘Jova beach party’ (il 31 agosto).

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, la quarta serata è dei duetti. Con Ligabue l’Ariston è rock, Anastasio canta gli “sdraiati”

sabato, Febbraio 9th, 2019

dalla nostra inviata ALESSANDRA VITALI

E’ la serata dei duetti, “sintesi della ricerca dell’armonia” attraverso l’arte della musica e della canzone. Claudio Baglioni introduce il penultimo appuntamento, protagonisti 56 artisti, ventiquattro in gara e 32 ospiti ad affiancare i cantanti, “che ci daranno visione del loro talento e della loro passione”. Acqua dalla luna è il brano scelto da Baglioni per aprire la serata, un solo supersopite, Ligabue, presto sul palco, e un altro ospite a sorpresa: Anastasio, il vincitore dell’ultima edizione di X Factor. Entra in gioco la Giuria d’onore, che vota per il miglior duetto ed è composta da Mauro Pagani (presidente), il regista Ferzan Ozpetek, la conduttrice Camila Raznovich, le attrici Claudia Pandolfi e Elena Sofia Ricci, il giornalista Beppe Severgnini, la conduttrice tv Serena Dandini e lo chef Joe Bastianich. A fine serata la spuntano su tutti gli altri Motta (Dov’è l’Italia) con Nada.

Sanremo, le pagelle della quarta serata

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, show con Vanoni, si balla con Tozzi e Raf. E Serena Rossi. “E’ ora di chiedere scusa a Mia Martini”

venerdì, Febbraio 8th, 2019

dalla nostra inviata ALESSANDRA VITALI

Terza serata del festival, in pista la seconda metà dei cantanti e tanti ospiti

Terzo appuntamento con il festival, “anche stasera siamo vivi e siamo qui” dice Claudio Baglioni che apre lo spettacolo con Viva l’Inghilterra poi presenta “The Queen e The King, Virginia Raffaele e Claudio Biso”. Giro di boa per il Baglioni bis, superato lo scoglio del debutto e archiviata la seconda serata. In scena altri dodici cantanti e parecchi ospiti. Apre la gara Mahmood, Venditti celebra i quarant’anni di Sotto il segno dei pesci, Ornella Vanoni si “vendica” dell’imitazione di Virginia Raffaele, Raf e Umberto Tozzi fanno ballare l’Ariston, e Serena Rossi ricorda Mia Martini: “E’ ora di chiederle scusa”.

La scaletta
Ecco, in ordine di uscita, i dodici sul palco:
Mahmood Soldi
Enrico Nigiotti Nonno Hollywood
Anna Tatangelo Le nostre anime di notte
Ultimo I tuoi particolari
Francesco Renga Aspetto che torni
Irama La ragazza con il cuore di latta
Patty Pravo con Briga Un po’ come la vita
Simone Cristicchi Abbi cura di me
Boomdabash Per un milione
Motta Dov’è l’Italia
Zen Circus L’amore è una dittatura
Nino D’Angelo e Livio Cori Un’altra luce

Rating 3.00 out of 5

Meno musica, più show Con Virginia il festival decolla

giovedì, Febbraio 7th, 2019

Laura Rio

Se la prima serata era stata appesantita dalla lunga carrellata dei 24 brani in gara, quella di ieri si è alleggerita grazie all’ascolto della metà delle canzoni e allo spazio maggiore dato allo spettacolo e infatti i tre conduttori si sono mostrati molto più sciolti, sbarazzini e divertiti.

Virginia Raffaele che al debutto era parsa un po’ impacciata, tesa, non a suo agio nel ruolo di conduttrice, lei abituata a fare ridere con le imitazioni, ha potuto mostrare tutto il suo potenziale e la bravura anche senza ore di trucco e di maschere. E infatti ha inscenato un simpatico omaggio alla musica lirica infilata in un enorme abito di color rubino e dopo uno sketch sulle note della celebre Habanera, ha accennato fischiettando le arie de La regina della notte di Mozart, di Morricone e del Ponte sul fiume Kwai.

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, dodici in gara. Mannoia e Mengoni incantano l’Ariston, standing ovation per Loredana Bertè

giovedì, Febbraio 7th, 2019

dalla nostra inviata ALESSANDRA VITALI

Seconda serata del festival, sul palco metà dei cantanti. Fra gli ospiti Riccardo Cocciante, Michelle Hunziker, la cantante romana e il vincitore dell’edizione 2013

Baglioni, canzone, via. Il direttore artistico apre il secondo appuntamento del festival con Noi no, 12 cantanti in gara in una serata che punta soprattutto sugli ospiti, il pubblico dell’Ariston più in piedi che seduto, standing ovation per Fiorella Mannoia, per Marco Mengoni, per Loredana Bertè. Serata di sicuro più breve rispetto alla prima ma anche più difficile dopo la flessione degli ascolti rispetto ai risultati della prima serata 2018.

Rating 3.00 out of 5

Sanremo: possiamo dire che la prima puntata non è stata granché?

mercoledì, Febbraio 6th, 2019

di ERNESTO ASSANTE

Possiamo dire che non è granché? Questa prima puntata della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo non è stata proprio il massimo. Nessuna sorpresa, nessuna invenzione, niente che abbia fatto fare più di un vago sorriso. Ventiquattro canzoni in gara, più quelle gli ospiti, sono anche troppe, a dire il vero, persino per un solidissimo appassionato di musica, anche se il livello fosse stato migliore di quello che abbiamo ascoltato non sarebbe andata meglio.

Bisio e Virginia Raffaele non hanno di certo brillato per simpatia, imbrigliati in presentazioni per le quali gli autori hanno provato a scrivere delle cose originali, ma senza grandi risultati. Non sono stati né sorprendenti né entusiasmanti. Non li ha aiutati di certo il palco, che ha perso tutta la sua sacralità, certamente più ampio ma decisamente più simile a quello di un qualsiasi altro programma televisivo che vediamo nel corso dell’anno. L’orchestra ha più spazio, ma scompare nel nero profondo della scenografia e il fatto che sia tutta seduta in basso, senza “scale” laterali la rende uno sfondo e non una presenza.

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, al via il festival sovranista. “Ma qui non si parla di politica”

martedì, Febbraio 5th, 2019

alberto mattioli inviato a sanremo

La scenografia, almeno, mette tutti d’accordo. Ogni anno, l’Ariston sembra molto più ampio di quanto non sia. Per il Baglioni bis, però, in aggiunta ai soliti rutilanti effetti di luce ci sono anche le prime tre file di platea che si muovono e si aprono nel mezzo, tipo Mar Rosso. Solo che stavolta Mosè si chiama Claudio.

Per il resto, la prima conferenza stampa del Sanremone è scivolata via nel consolidato stile Rai, troncare e sopire, perché i regimi cambiano ma la tivù di Stato no. Adesso che sono servite ad aguzzare l’interesse e a ingannare l’attesa, il Festival cerca di dimenticare le polemiche e tornare a essere quella Davos della futilità che la maggioranza ama vedere e la minoranza adora detestare. In conferenza stampa è toccato alla direttrice di Rai 1, Teresa De Santis (una carriera arcitaliana, la sua, dal Manifesto alla Rai grilloleghista), iniziare una excusatio non petita sul tema che teneva ancora banco nella vigilia del dì di festa: il conflitto d’interessi di Baglioni e il cast pieno di amici del suo amico e manager, Ferdinando Salzano. «La nostra produzione musicale e culturale vive anche di contiguità: attraverso rapporti amicali si possono ottenere artisti che altrimenti non si sarebbero avuti», assicura De Santis che riceve anche un mazzo di rose da Baglioni per far pace dopo screzi che in realtà, giurano, «non ci sono mai stati».

Rating 3.00 out of 5

Baglioni stupisce ancora All’Ariston i suoi ballerini

lunedì, Febbraio 4th, 2019

luca dondoni sanremo

Un Festival di Sanremo con il corpo di ballo non s’era mai visto. Quest’anno ci sarà, Claudio Baglioni l’ha voluto per dare un tocco di novità a una kermesse della quale è direttore artistico per la seconda volta, o forse perché se n’è innamorato nel suo tour «Al Centro» che aveva debuttato all’Arena di Verona il 14 settembre dell’anno scorso. Così come per lo spettacolo live il coreografo sarà Giuliano Peparini, già direttore artistico di svariate edizioni del serale di Amici.

Peparini dirigerà trentanove ballerini e performer che si muoveranno sul palco dell’Ariston durante le esibizioni di Baglioni, che ribalta così una decisione che sembrava definitiva: «Per il mio secondo Festival – aveva detto qualche settimana fa – non canterò o riproporrò canzoni mie, mi metterò solo a disposizione dei super ospiti duettando con loro sulle loro canzoni o su classici del canzoniere italiano».

LEGGI ANCHE Loredana Bertè: “L’ultimo Sanremo, chiudo un cerchio cominciato qui 40 anni fa”

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.