Archive for the ‘Spettacoli -Eventi -TV’ Category

Mediaset, Facebook condannato per la pubblicazione di link a contenuti protetti: è la prima volta in Italia

mercoledì, Febbraio 20th, 2019

Ancora un passo avanti nella protezione dei contenuti prodotti dagli editori. Per la prima volta in Italia, Facebook è stato condannato dal Tribunale di Roma per violazione del diritto d’autore e per diffamazione, illeciti commessi ospitando link non autorizzati sulle pagine della propria piattaforma. La svolta nella giurisprudenza italiana a tutela del copyright nasce da una causa avviata da Mediaset, dai risvolti delicati per il precedente che crea.

I fatti, in sintesi. Nel 2012, utenti anonimi aprono una pagina Facebook dedicata a un cartoon trasmesso da Italia Uno, “Kilari”. Alcuni link della pagina conducevano da un lato a contenuti tutelati da diritto d’autore illecitamente caricati su YouTube, dall’altro a pesanti insulti e commenti denigratori indirizzati all’interprete della sigla della serie animata.

Nonostante numerose diffide, Facebook ha scelto negli anni di non rimuovere i contenuti e i link incriminati costringendo Mediaset a ricorrere alla magistratura. E ora, con sentenza n. 3512/2019 del Tribunale di Roma, i giudici hanno condannato Facebook sia per diffamazione sia per violazione del diritto di autore.

Rating 3.00 out of 5

“Ha invocato Satana a Sanremo”. Scoppia la polemica su Virginia Raffaele

martedì, Febbraio 12th, 2019

Luca Romano

Non si spengono le polemiche su Sanremo. L’edizione del 2019 della kermesse canora italiana si è conclusa da poco, ma la fiammella delle controversie non si è spenta.

Anzi: rischia di riaccendersi più impetuosa che mai. Ultimo motivo del contendere è uno degli interventi di Virginia Raffaele dal palco. Durante una delle sue performance tra una canzone e l’altra, infatti, la comica ha intonato la canzone “Mamma” di Beniamino Gigli fingendosi un grammofono rotto. Sketch che ha raccolto il plauso di tutti, ma che ora finisce al centro di una bufera. Il motivo? La Raffaele sembra pronunciare per cinque volte la parola “Satana” (guarda qui il video).

Rating 3.00 out of 5

“Basta con la propaganda pro-migranti”: la puntata di Montalbano divide. Anche Salvini twitta

martedì, Febbraio 12th, 2019

La puntata si è aperta fulminea: “Ancora con questa storia che i terroristi dell’Isis arrivano con i barconi?”. E il commissario Montalbano – in questa prima puntata della nuova serie, intitolata Dall’altra parte del filo – ha subito messo in chiaro la sua posizione sui migranti. Una puntata che ha fatto già discutere, ma ora che è andata in onda ha scatenato il dibattito su Twitter. Tra chi critica duramente il tema ‘politico’ della puntata, chi lo collega ovviamente alle ultime polemiche sul festival di Sanremo, chi ironizza chiamando in causa Salvini e chi apprezza l’umanità del commissario più amato dagli italiani.

grazia900 @65emmegi

😉

“Ancora co’ ‘ sta storia che i terroristi dell’isis arrivano con i barconi” #Montalbano diglielo tu

Speciale: tutto su Il commissario Montalbano

Rating 3.00 out of 5

Televoto contro élite, Sanremo si spacca: le giurie ribaltano la volontà popolare

lunedì, Febbraio 11th, 2019

luca dondoni sanremo

Ancora una volta il Festival è riuscito a colpire il bersaglio confermando quella che è la sua missione dal 1951: raccontarci, attraverso le canzoni, i cambiamenti del Paese. Ma quella di sabato è stata una notte diversa dalle altre: deflagrante come può essere solo con una platea che coinvolge uno spettatore televisivo su due è esploso il conflitto tra volontà popolare e potere delle élite. Lo specchio di ciò che accade nelle diatribe e negli scambi di cortesie fra le varie fazioni politiche o, addirittura, fra gli alleati di chi governa il Paese? Senz’altro. Con la vittoria della canzone «Soldi» di Mahmood, un ragazzo italiano nato e cresciuto al Gratosoglio, Milano, che in molti vorrebbero straniero a casa sua, le polemiche infiammano i social network ma testimoniano la rivoluzione ormai in corso.

L’analisi finale con lo scorporo dei voti espressi dalle tre giurie, Televoto, D’Onore e Sala Stampa, ha sottolineato la differenza fra ciò che piace alla gente che non si occupa a tempo pieno di musica e coloro che per mestiere la ascoltano tutti i giorni. Sia la giuria della Sala Stampa che quella d’Onore hanno votato allo stesso modo con Mahmood al primo posto, Ultimo al secondo e il Volo al terzo. Ebbene, per il Televoto le posizioni erano esattamente ribaltate. Per i telespettatori Ultimo avrebbe vinto il Festival, i tre ragazzi de Il Volo sarebbero arrivati secondi e Mahmood al terzo.

Rating 3.00 out of 5

Sanremo 2019, la furia di Ultimo contro i giornalisti

domenica, Febbraio 10th, 2019

Scoppia la polemica in sala stampa. Dopo la chiusura di Sanremo, Ultimo si è presentato in conferenza stampa. Quando ha fatto i complimenti al vincitore Mahmood, chiamandolo “ragazzo”, si è beccato i rimbrotti dei giornalisti e ha tuonato: “Voi giornalisti avete questa settimana per sentirvi importanti. E rompete il ca**o”. E ha aggiunto: “Io non ho mai avuto la pretesa di venire qui e vincere, a differenza di quello che avete detto voi: tirandomela. Io mi sono grattato, ma non è servita a niente. La mia vittoria e quella di tanti altri artisti è sicuramente dopo il festival. La mia vittoria sono i live, la gente che mi vuole, che si riconosce in quello che scrivo. C’avete sempre qualcosa da dire, ma non provo rancore”.

Rating 3.00 out of 5

Mahmood vince il Festival di Sanremo, sul podio Ultimo e Il Volo

domenica, Febbraio 10th, 2019

alberto mattioli inviato a sanremo

Il Sanremone finisce in gloria, dando un nuovo significato alla parola «noia». Come sarebbe andata a finire, lo si era già capito dopo cinque minuti. Nel consueto numero di apertura con il balletto (ottimo e abbondante, al solito), Claudio Baglioni in smoking bianco da gelataio canta la sua vecchia hit, «E adesso la pubblicità». Uno dei versi recita: «E adesso è un quasi un secolo di noia». Beh, sembra proprio una profezia. «Nessuno è perfetto», dice poi Claudio magno nell’omelia iniziale, dove mette il cappello sul Sanremone che verrà e che forse farà lui o forse no, ma che dovrà continuare «nel solco della musica al centro» e nella difesa della gloriosa canzonetta italiana, e così via (anzi, così sia).

Rating 3.00 out of 5

Si alza il sipario sul Carnevale di Viareggio, il carro di Jovanotti apre la sfilata

sabato, Febbraio 9th, 2019
Carnevale di Viareggio 2019

Viareggio, 9 febbraio 2019 – Si è aperta questo pomeriggio con la cerimonia dell’alzabandiera, mezz’ora in anticipo rispetto all’orario tradizionale delle 16, l’edizione 2019 del Carnevale di Viareggio, quest’anno dedicata alle donne. A fare da madrina alla cerimonia di inaugurazione è stata Carla Fracci, icona internazionale della danza e rappresentante del talento italiano nel mondo, a cui domani mattina sarà consegnato il premio Ondina d’oro, riconoscimento che il Carnevale di Viareggio assegna ogni anno ad un personaggio femminile del mondo della cultura e dello spettacolo.

Ad aprire la sfilata il carro, fuori concorso, dedicato a Jovanotti come omaggio all’artista che ha scelto Viareggio per una delle date (il 30 luglio) e per il gran finale del ‘Jova beach party’ (il 31 agosto).

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, la quarta serata è dei duetti. Con Ligabue l’Ariston è rock, Anastasio canta gli “sdraiati”

sabato, Febbraio 9th, 2019

dalla nostra inviata ALESSANDRA VITALI

E’ la serata dei duetti, “sintesi della ricerca dell’armonia” attraverso l’arte della musica e della canzone. Claudio Baglioni introduce il penultimo appuntamento, protagonisti 56 artisti, ventiquattro in gara e 32 ospiti ad affiancare i cantanti, “che ci daranno visione del loro talento e della loro passione”. Acqua dalla luna è il brano scelto da Baglioni per aprire la serata, un solo supersopite, Ligabue, presto sul palco, e un altro ospite a sorpresa: Anastasio, il vincitore dell’ultima edizione di X Factor. Entra in gioco la Giuria d’onore, che vota per il miglior duetto ed è composta da Mauro Pagani (presidente), il regista Ferzan Ozpetek, la conduttrice Camila Raznovich, le attrici Claudia Pandolfi e Elena Sofia Ricci, il giornalista Beppe Severgnini, la conduttrice tv Serena Dandini e lo chef Joe Bastianich. A fine serata la spuntano su tutti gli altri Motta (Dov’è l’Italia) con Nada.

Sanremo, le pagelle della quarta serata

Rating 3.00 out of 5

Sanremo, show con Vanoni, si balla con Tozzi e Raf. E Serena Rossi. “E’ ora di chiedere scusa a Mia Martini”

venerdì, Febbraio 8th, 2019

dalla nostra inviata ALESSANDRA VITALI

Terza serata del festival, in pista la seconda metà dei cantanti e tanti ospiti

Terzo appuntamento con il festival, “anche stasera siamo vivi e siamo qui” dice Claudio Baglioni che apre lo spettacolo con Viva l’Inghilterra poi presenta “The Queen e The King, Virginia Raffaele e Claudio Biso”. Giro di boa per il Baglioni bis, superato lo scoglio del debutto e archiviata la seconda serata. In scena altri dodici cantanti e parecchi ospiti. Apre la gara Mahmood, Venditti celebra i quarant’anni di Sotto il segno dei pesci, Ornella Vanoni si “vendica” dell’imitazione di Virginia Raffaele, Raf e Umberto Tozzi fanno ballare l’Ariston, e Serena Rossi ricorda Mia Martini: “E’ ora di chiederle scusa”.

La scaletta
Ecco, in ordine di uscita, i dodici sul palco:
Mahmood Soldi
Enrico Nigiotti Nonno Hollywood
Anna Tatangelo Le nostre anime di notte
Ultimo I tuoi particolari
Francesco Renga Aspetto che torni
Irama La ragazza con il cuore di latta
Patty Pravo con Briga Un po’ come la vita
Simone Cristicchi Abbi cura di me
Boomdabash Per un milione
Motta Dov’è l’Italia
Zen Circus L’amore è una dittatura
Nino D’Angelo e Livio Cori Un’altra luce

Rating 3.00 out of 5

Meno musica, più show Con Virginia il festival decolla

giovedì, Febbraio 7th, 2019

Laura Rio

Se la prima serata era stata appesantita dalla lunga carrellata dei 24 brani in gara, quella di ieri si è alleggerita grazie all’ascolto della metà delle canzoni e allo spazio maggiore dato allo spettacolo e infatti i tre conduttori si sono mostrati molto più sciolti, sbarazzini e divertiti.

Virginia Raffaele che al debutto era parsa un po’ impacciata, tesa, non a suo agio nel ruolo di conduttrice, lei abituata a fare ridere con le imitazioni, ha potuto mostrare tutto il suo potenziale e la bravura anche senza ore di trucco e di maschere. E infatti ha inscenato un simpatico omaggio alla musica lirica infilata in un enorme abito di color rubino e dopo uno sketch sulle note della celebre Habanera, ha accennato fischiettando le arie de La regina della notte di Mozart, di Morricone e del Ponte sul fiume Kwai.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.