Archive for the ‘Puglia’ Category

Porto di Bari snodo per jihadisti, Salah passato due volte da qui. Polizia: “Lavoriamo in condizioni disastrose”

sabato, novembre 21st, 2015

di

Dalle banchine del porto di Bari è passato due volte, l’1 e il 5 agosto scorsi, Salah Abdeslam, l’uomo più ricercato d’Europa dopo gli attentati di Parigi. Una terra di confine calpestata nel novembre di sette anni fa anche da Raphael Marcel Frederic Gendron e Bassam Ayachi: arrestati dalla polizia e poi liberati dopo due sentenze della Corte d’appello, il primo è morto da combattente in Siria nel 2013 e il secondo imbraccia ancora il fucile tra le fila l’Isis dopo essere stato l’ideologo della moschea di Molenbeek, il quartier generale dei terroristi. Il capoluogo pugliese, dunque, come snodo per l’ingresso e l’uscita di jihadisti e aspiranti foreign fighters. Un fatto noto da anni, supportato da diverse segnalazioni dell’intelligence, alle quali non è però seguito un adeguato incremento del personale a disposizione. Almeno secondo il sindacato di polizia Coisp: “Lavoriamo in condizioni disastrose, figlie di anni di tagli drastici – spiega il segretario regionale Cosimo Lavecchia a ilfattoquotidiano.it – Siamo sotto i livelli standard d’organico e mezzi, sia alla polizia di frontiera che nella Digos”. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Incidente all’Ilva, muore un operaio. Indetto uno sciopero immediato

martedì, novembre 17th, 2015

di

Nuovo incidente mortale all’Ilva di Taranto. La vittima è un operaio di 48 anni, Cosimo Martucci, di Massafra, comune a pochi chilometri dal capoluogo. L’uomo, dipendente dell’impresa appaltatrice «Pitrelli», era alla guida di un autoarticolato e stamattina era
giunto nell’Ilva trasportando delle tubazioni.

Secondo una prima ricostruzione, Martucci avrebbe posizionato il mezzo nelle immediate vicinanze di una gru, poi sarebbe sceso dalla cabina di guida sostando davanti al pianale. A questo punto una condotta è venuta giù investendolo e schiacciandolo. Pare che altre persone presenti sul piazzale abbiano visto che la condotta stava rotolando, urlando anche verso Martucci, ma non c’è stato niente da fare. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Puglia, Emiliano vara il reddito di dignità: 600 euro al mese per 60mila cittadini. “Lo chiede il Papa”

mercoledì, novembre 11th, 2015

di LELLO PARISE

Si chiama Red, l’acronimo del reddito di dignità. «Una pietra miliare del programma di governo», come rimarca il governatore pugliese Michele Emiliano, prende forma a sei mesi di distanza dall’apertura delle urne. «Non è una misura assistenziale», avverte lo stesso Emiliano, che dopo avere presentato il disegno di legge approvato dalla giunta non rinuncia al tweet per metà orgoglioso e per metà malizioso: «Beppe Grillo, lo confesso, mi ha chiesto di dimostrare ai suoi la differenza tra il dire e il fare. Spero di esserci riuscito». Il messaggio è chiaro: «Stiamo facendo una cosa di sinistra».L’impegno (economico) è di tutto rispetto: 70 milioni di euro all’anno per cinque anni. Totale: 350 milioni. C’è solo una regione che ci aveva provato prima della Puglia: il Friuli Venezia Giulia. Ma da quelle parti per tre anni investono 10 milioni, non uno di più. L’impresa è ciclopica, o quasi. Nemmeno il rivoluzionario gentile Nichi Vendola aveva mai immaginato di avventurarsi, anima, corpo e quattrini, in un’operazione del genere. Questa «ha la piena copertura finanziaria», racconta soddisfatto Emiliano. Deciso a non cancellare con il classico colpo di spugna le politiche giovanili, costruite dall’esecutivo del leader di Sel in un paio di legislature e che adesso potrebbero essere messe in cantina. Solo perché la coperta è corta e non sarebbe possibile riempire le tasche di tutti. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Lecce, ergastolano ruba la pistola: spara in ospedale e fugge su un’auto rubata

venerdì, novembre 6th, 2015
Rating 3.00 out of 5

Brindisi, ubriaco al volante travolge due giovani sul marciapiedi, muore un diciottenne

domenica, novembre 1st, 2015

di SONIA GIOIA

BRINDISI – Camminavano sul marciapiede, nei pressi della Lega Navale, quando un’auto li ha investiti in pieno: un 18enne è morto, l’amica, una sedicenne, è rimasta ferita in modo grave ed è ricoverata al Perrino di Brindisi. Giovanissimo anche il conducente della vettura, una Suzuki Space, P.F. 19 anni, risultato positivo all’alcoltest. Secondo le ricostruzioni degli uomini della Stradale intervenuti sul posto, avrebbe perso il controllo dell’auto travolgendo i due ragazzi. La vittima è Andrea De Nigris, uno studente che viveva nel quartiere Casale, avrebbe compiuto 19 anni il 30 novembre.La tragedia si è consumata alle tre del mattino. I due ragazzi rientravano a casa a piedi dopo aver trascorso la serata di Halloween con gli amici. La passeggiata sulla strada del ritorno, poi la tragedia. La Suzuki è sopraggiunta a tutta velocità, l’automobilista ha perso il controllo dell’auto in curva, schiantandosi sul marciapiede dove camminavano i due ragazzi e investendoli.

E’ stato lo stesso conducente dell’auto a chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti della questura di Brindisi, i vigili del fuoco e gli uomini della Stradale. Per il 18enne non c’è stato nulla da fare, è morto praticamente sul colpo, mentre la ragazza è stata portata in ospedale. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Raffaele Sollecito ha ricevuto 66 mila euro dalla Regione Puglia per una start up che commemora i defunti

venerdì, ottobre 30th, 2015

Raffaele Sollecito, assolto in via definitiva per l’omicidio di Meredith Kercher, ha ricevuto 66 mila euro dalla Regione Puglia per creare una start up sui morti. Lo dice lui stesso durante un’intervista al “Corriere della sera”. “Ho vinto – dice – un bando della Regione Puglia per le nuove iniziative di impresa, riservato agli under 35 disoccupati. Avevo i requisiti. Me l’hanno comunicato dopo la sentenza di Cassazione. Mi danno 66 mila euro per tre anni, la metà a fondo perduto. Ho progettato un portale online con una App, una sorta di social network che nasce anche per la commemorazione dei defunti”.

All’intervista con la giornalista del Corriere, Sollecito si presenta a bordo della Porsche del suo avvocato. E approfondisce la questione della start up. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Omicidio Meredith, Sollecito e la nuova vita dopo l’assoluzione: «Lavoro, gioco a rugby, sogno i figli»

venerdì, ottobre 30th, 2015

di Elvira Serra, inviata a Giovinazzo

Appuntamento al McDonald’s di Bisceglie, arriva in Porsche nera. «È dell’avvocato, un amico di famiglia: me l’ha prestata perché la mia 500 Abarth truccata è in officina». Si avvicina piano. Camicia a scacchi, giubbotto da aviatore, capelli raccolti in una coda: Raffaele Sollecito sa che sarà scansionato ai raggi X e la prima impressione, con quell’auto lì, è di perplesso stupore. «Prendiamo la sua, va bene? Le dispiace darmi uno strappo dal commercialista? Poi andiamo a Giovinazzo, dove sono nato».

Comincia così, senza alcun rimpianto per il bolide lasciato nel parcheggio incustodito («È assicurato contro furto e incendio») la giornata con l’ex studente di ingegneria informatica più famoso d’Italia, condannato nel 2008 con Amanda Knox per l’omicidio a Perugia di Meredith Kercher, assolto in Appello nel 2011, di nuovo condannato nel 2014 dopo l’annullamento della sentenza di secondo grado e assolto in via definitiva dalla Cassazione il 27 marzo del 2015 «per non aver commesso il fatto». «Un caso giudiziario incredibile e grottesco», continua a definirlo lui, che nel libro appena pubblicato con Longanesi, Un passo fuori dalla notte, racconta la sua storia.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Marina militare, due arresti per le tangenti a Taranto

mercoledì, ottobre 28th, 2015

Due ufficiali della Marina militare sono stati arrestati a Roma e ad Ancona dai carabinieri di Taranto per concorso nel reato di concussione nell’ambito di appalti gestiti dalle Forze Armate. Ai due è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Taranto Pompeo Carriere su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone. È anche in atto l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo per equivalente per un importo complessivo di 500 mila euro.

In carcere sono finiti il capitano di corvetta Alessandro Dore, ora in servizio presso il Comando Scuole della Marina Militare di Ancona, e il capitano di fregata Giovanni Caso, attualmente in servizio presso l’Ufficio Centrale del Bilancio e degli Affari Internazionali del ministero della Difesa. I provvedimenti di sequestro sono a carico di 10 indagati: 8 ufficiali (compresi i due arrestati), un sottufficiale ed un dipendente civile della Marina Militare.

L’ammissione di responsabilità

I due arrestati rispondono per presunti illeciti commessi quando erano in servizio al quarto Reparto della Direzione di Commissariato di Taranto della Marina Militare (Maricommi). Le misure cautelari nascono dall’indagine dei militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taranto e del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo provinciale, che aveva già portato ad altri otto arresti. Durante gli interrogatori di garanzia, a quanto si è appreso, ci sono state importanti ammissioni di responsabilità, in particolare da parte di un indagato che, nel fornire ulteriori nomi di imprenditori costretti a pagare tangenti, supportò quanto già appurato nella prima fase dell’indagine. Il sistema ideato, secondo l’accusa, faceva sì che gli imprenditori concussi fossero vittime di un sistema di tangenti che in alcuni casi si trasferiva da un comandante all’altro. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Bari, 28enne incensurato ucciso con due colpi di pistola esplosi da vicino

martedì, ottobre 27th, 2015

– Agguato mortale lunedì sera a Bari. Giuseppe Sciannimanico, agente immobiliare incensurato di 28 anni, è stato colpito al torace e alla testa da due colpi di pistola calibro 9 esplosi da distanza ravvicinata. Inutile la corsa in ospedale: il giovane è morto al Policlinico di Bari. “Sono esterrefatto, non si capisce la matrice”, commenta il sindaco Antonio Decaro. Il killer, usando un nome falso, aveva preso un appuntamento con lui tramite l’agenzia.

Giovane incensurato ucciso a Baridi Rossella Grandolfo

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Si ribalta un tir sulla statale 16 Traffico in tilt all’altezza di Palese

giovedì, ottobre 22nd, 2015

Bari – Traffico in tilt sin dalle prime ore di questa mattina sulla tangenziale di Bari all’altezza di Palese. Un tir che procedeva verso Bari si è ribaltato per ragioni ancora da accertare. Probabilmente a causare l’incidente è stata la pioggia abbondante che ha reso la visibilità scarsa e la strada pericolosa. Il conducente, secondo le prime informazioni, non ha riportato ferite gravi. La circolazione è rimasta bloccata per ore, numerosi i disagi per gli automobilisti che hanno scelto percorsi alternativi. Disagi anche per chi doveva raggiungere l’aeroporto di Bari-Palese. Al momento la circolazione procede ancora a rilento.

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.