Archive for the ‘Puglia’ Category

Gasdotto Tap, respinto il ricorso della Regione Puglia: via libera ai lavori tra gli ulivi del Salento

giovedì, aprile 20th, 2017

di CHIARA SPAGNOLO

E’ arrivata a 24 ore dalla discussione la sentenza del Tar Lazio che consente a Tap di riprendere gli espianti degli ulivi nel cantiere di Melendugno. Respinto il ricorso della Regione Puglia, che chiedeva la sospensione dei lavori paventando un pericolo di danno permanente all’uliveto nell’incertezza del quadro autorizzativo sia in relazione allo spostamento dei 211 alberi dal tracciato sia dell’assoggettabilità a Via (la Valutazione di impatto ambientale) del progetto di microtunnel.Gli interventi di espianto, cominciati il 17 marzo, erano stati fermati con decreto cautelare del Tar il 6 aprile, nel pieno delle manifestazioni di protesta di attivisti, cittadini e amministratori salentini. I lavori potranno ricominciare nelle prossime ore. Attivisti, cittadini e amministratori salentini – che da 35 giorni presidiano il cantiere – sono intenzionati a continuare a manifestare contrarietà rispetto a tali interventi. Nell’area presidiata dalla polizia, a più riprese si sono susseguiti scontri e manifestazioni di protesta. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Gasdotto Tap, il Tar ferma il cantiere: accolta la richiesta di sospensiva della Regione Puglia

giovedì, aprile 6th, 2017

di CHIARA SPAGNOLO

LECCE – Il fronte anti-gasdotto grida vittoria: Il Tar Lazio ha accolto la richiesta di sospensiva avanzata dalla Regione Puglia rispetto alla nota con cui il ministero dell’Ambiente aveva di fatto dato il via libera all’espianto degli ulivi dal cantiere di San Basilio. La notizia è stata diffusa dal sindaco di Melendugno, Marco Potì, dietro comunicazione della stessa Regione. Secondo l’interpretazione delle due amministrazioni (regionale e comunale), tale pronuncia significa che i lavori sono sospesi fino all’udienza di merito, fissata per il 18 aprile.

Gasdotto Tap, in Salento i bambini bloccano i camion cantando l’inno d’Italia

Rating 3.00 out of 5

San Severo, spari contro i mezzi della polizia

domenica, marzo 5th, 2017

Una utilitaria con a bordo una sola persona, percorre piazza della Costituzione, nei pressi della stazione ferroviaria di San Severo; poi, con il motore acceso, si ferma ed esplode alcuni colpi di pistola contro un automezzo del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce e uno del Reparto Mobile della polizia, e riprende la corsa. (altro…)

Rating 3.00 out of 5

Condannato per una parola fraintesa viene assolto dopo 20 anni di carcere

giovedì, febbraio 23rd, 2017
di Michele Pennetti

BARI – «Ho sentito Angelo stamattina, appena uscito dal carcere di Catanzaro. Era ancora sotto choc, come se fosse in preda a una piccola crisi di panico. Comprensibile, dopo 21 anni passati ingiustamente in cella». Parola di Salvatore Maggio, l’avvocato tarantino che ha portato avanti (e vinto) la battaglia di Angelo Massaro, 51enne di Fragagnano, Comune a una quindicina di chilometri di Taranto, assolto dalla Corte d’Appello di Catanzaro «per non aver commesso il fatto» dall’omicidio di Lorenzo Fersurella, ucciso nell’ottobre del 1995, e dal reato di occultamento di cadavere. L’uomo era stato condannato in via definitiva a 30 anni di reclusione (per cumulo di pene). Poi, però, la Corte di Cassazione aveva accolto la richiesta di revisione del processo avanzata proprio dall’avvocato Salvatore Maggio.

Il blog su cui scriveva Angelo Massaro
Il blog su cui scriveva Angelo Massaro
L’appello dei Radicali e le lettere al blog

La storia di Angelo Massaro, arrestato sulla base di una intercettazione telefonica e di una dichiarazione di un collaboratore di giustizia che sosteneva di aver appreso da altri del presunto coinvolgimento dell’uomo nel delitto, era stata oggetto anche di una interrogazione parlamentare dei Radicali. Massaro, arrestato il 15 maggio 1996, è stato in carcere a Foggia, Carinola (Caserta), Taranto, Melfi e Catanzaro.

(altro…)

Rating 3.00 out of 5

Bari, decine di arresti per mafia: armi da guerra nell’arsenale del clan emergente della Murgia

giovedì, gennaio 12th, 2017

Decine di arresti, sequestri di droga e armi, anche da guerra in una maxi operazione, denominata ‘Kairos’, che coinvolge oltre 200 militari del nucleo investigativo del comando provinciale di Bari

Capi ed affiliati del clan emergente Nuzzi, attivo nelle Murge, sono stati oggetto di una indagine coordinata dalla direzione distrettuale Antimafia del capoluogo pugliese. Le accuse contro gli arrestati sono di associazione di tipo mafioso, detenzione e porto di armi, anche da guerra ed esplosivi, traffico di sostanze stupefacenti, omicidio, tentato omicidio, estorsione e danneggiamento. (altro…)

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.