Archive for the ‘Lombardia’ Category

Fondi sauditi per il Teatro alla Scala a Milano, il governatore Fontana: sovrintendente Pereira da licenziamento

domenica, Marzo 17th, 2019

Il comportamento del sovrintendente del Teatro alla Scala a Milano, Alexander Pereira, che avrebbe accettato fondi sauditi (3,1 milioni di euro) prima della riunione del cda, “provocherebbe il suo licenziamento”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, precisando la sua estraneità alla vicenda. “Pereira non mi ha consegnato alcuna documentazione che facesse riferimento al versamento di tre milioni da lui ricevuto dai sauditi”, ha affermato.

“Il signor Alexander Pereira – ha detto il governatore in un comunicato – non mi ha consegnato alcuna documentazione che facesse riferimento al versamento di tre milioni da lui ricevuto dai Sauditi. Ne ha fatto cenno per la prima e unica volta, e quasi involontariamente (“…forse adesso dovrò rimandare indietro i soldi”), durante la conversazione avvenuta nel mio ufficio il pomeriggio dell’8 marzo scorso. Nonostante la sorpresa e l’irritazione, ho ritenuto di non rendere pubblica in quel momento tale informazione, per rispetto della principale istituzione musicale del Paese e per tenere fede alla consegna del silenzio fino alla seduta del cda scaligero”.

Rating 3.00 out of 5

Furti e truffe, licenziati dieci dipendenti Ikea nel Milanese

giovedì, Marzo 14th, 2019

Sostituivano le etichette di lampadari, piumoni e mobili con altre relative a oggetti del costo di pochi euro. Dieci dipendenti dell’Ikea di Corsico (Milano), tra cui un dirigente, sono stati licenziati con l’accusa di furto e truffa. Altri ventidue subiranno invece sanzioni disciplinari con la sospensione dal lavoro e dallo stipendio fino a dieci giorni.

Lettere di licenziamento – Le dieci lettere di licenziamento sono partite una decina di giorni fa. Lettera disciplinare, invece per altri 22 dipendenti al termine di una indagine interna effettuata dal gruppo svedese: per loro sono previste sanzioni disciplinari e sospensione dal lavoro e dallo stipendio fino a 10 giorni. Si tratta di personale impiegato nel reparto “Recovery” dello store di Corsico, dove vengono messi in vendita a prezzi scontati mobili e oggettistica che è stata in esposizione.

Rating 3.00 out of 5

‘Ndrangheta in Lombardia, blitz contro i clan: 19 arresti

lunedì, Marzo 11th, 2019

MILANO. Operazione anti ‘ndrangheta in Lombardia. Dalle prime ore di oggi, i Carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Bergamo stanno eseguendo 19 provvedimenti cautelari emessi nei confronti di un’organizzazione che operante in Lombardia. Gli arresti sono in corso in diverse località lombarde e calabresi.

Rating 3.00 out of 5

Baby gang a Milano: 9 arresti e 5 fermi per le aggressioni della ‘paranza’ nella movida all’Arco della Pace

mercoledì, Marzo 6th, 2019

Nonostante l’età, si sono dimostrati capaci di agire con un’efferatezza sprezzante di ogni legalità e di qualsiasi rispetto per le vittime”: 9 minorenni sono stati arrestati e 5 maggiorenni sono stati fermati dai carabinieri con l’accusa di rapina aggravata e lesioni nell’ambito di un’indagine su una ventina di episodi avvenuti tra giugno 2017 e aprile 2018 nella zona dell’Arco della Pace, uno dei ritrovi della movida di Milano. L’indagine, coordinata dalla Procura dei Minorenni di Milano e svolta dai militari della stazione di Porta Sempione, è partita nel febbraio scorso ed è stata chiamata ‘Paranzà in riferimento alla violenza degli adolescenti descritta nel libro di Roberto Saviano ‘La paranza dei bambini’.

Rating 3.00 out of 5

Tutto quello che c’è da sapere su Area B: parte a Milano la più grande Ztl d’Italia

lunedì, Febbraio 25th, 2019

di LUCIA TIRONI

Ci siamo: dalle 7.30 di lunedì 25 febbraio, scatta la nuova maxi Ztl di Milano, Area B. Gran parte del territorio cittadino, per un’estensione di 128,29 chilometri quadrati – in cui vive quasi il 98% della popolazione residente – si chiude ai mezzi più inquinanti, diventando la Low emission zone più grande d’Italia e la seconda d’Europa dopo Bruxelles. Il provvedimento però avrà un’introduzione graduale, che di anno in anno si farà sempre più restrittiva, fino ad arrivare al 2030 quando Milano diventerà diesel free, ovvero tutti i mezzi diesel saranno vietati.

Ztl, i nuovi divieti a Milano

Da lunedì 25 febbraio scatta il primo step di Area B che prevede il divieto di ingresso in città e la circolazione per le seguenti classi di veicoli: benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2 e 3, moto a due tempi euro 0, 1 e veicoli ingombranti superiori a 12 metri. Il divieto è valido da lunedì a venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, festivi esclusi. Il secondo step scatterà il prossimo primo ottobre e riguarderà lo stop ai diesel euro 4 (che sono già vietati in Area C dal 2017) e moto e ciclomotori a gasolio euro 0 e 1.

LA MAPPA DEI VARCHI DI ACCESSO AD AREA B

Rating 3.00 out of 5

Processo Maugeri, la Cassazione conferma la condanna per lʼex governatore Formigoni

venerdì, Febbraio 22nd, 2019

E’ stato condannato a 5 anni e 6 mesi, con un leggero sconto di pena per prescrizione, l’ex governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, accusato di corruzione nel processo Maugeri-San Raffaele. Lo ha deciso la Cassazione, che ha respinto anche gli altri ricorsi dei coimputati. In appello Formigoni era stato condannato a 7 anni e 6 mesi di carcere.

I giudici hanno abbassato la pena rispetto ai 7 anni e 6 mesi inflitti in primo grado perché hanno preso atto che una parte delle accuse, in particolare quelle relative al San Raffaele, erano prescritte. La Cassazione ha respinto poi il ricorso degli altri imputati mentre ha ritenuto inammissibile quello proposto dai legali dell’unica donna sotto accusa, Carla Dites, che nei precedenti gradi di giudizio era stata assolta. I giudici hanno anche confermato la condanna a 7 anni e 7 mesi per Costantino Passerino, ex direttore generale della Fondazione Maugeri, e a 3 anni e 4 mesi per l’imprenditore Carlo Farina.

Rating 3.00 out of 5

Lodi, tamponamenti a catena sull’A1 a causa della nebbia: 15 feriti

giovedì, Febbraio 21st, 2019

21 febbraio 2019

Sono almeno dieci i tamponamenti che si sono verificati questa mattina lungo l’A1 a causa della nebbia causando il ferimento di 15 persone portate in vari ospedali, tra cui Piacenza, Codogno e Lodi. L’autostrada è stata chiusa fino alle 12 circa “nel tratto compreso tra Milano sud e il Basso Lodigiano in direzione di Bologna – precisa la Società Autostrade – per consentire le operazioni di soccorso.

Lodi, tamponamenti a catena sull'A1 a causa della nebbia: 15 feriti

  Operazioni che in realtà sono molto difficili da organizzare: ambulanze e vigili del fuoco, infatti, hanno faticato a raggiungere i luoghi degli incidenti e, a causa della nebbia, non è stato possibile neppure utilizzare l’elisoccorso. Per agevolare l’arrivo dei soccorritori era stato chiuso anche il tratto compreso tra il bivio con la complanare di Piacenza e Lodi in direzione di Milano.

Il primo incidente si sarebbe verificato intorno alle 8.20 vicino al casello di Casalpusterlengo. Qui è rimasto ferito un uomo di 49 anni. Pochi minuti più tardi un 34enne è rimasto coinvolto in un altro tamponamento pochi chilometri più a sud. Cinque minuti più tardi un 43enne e un’altra persona sono rimasti contusi in un terzo tamponamento. L’ultimo incidente è avvenuto alcuni chilometri prima del casello di Casalpusterlengo. In tutto sono stati coinvolti una dozzina di mezzi, compreso un tir.

Rating 3.00 out of 5

Truffa su diamanti, indagate 5 banche: scatta maxi sequestro da oltre 700 milioni di euro

mercoledì, Febbraio 20th, 2019

Beni per un valore di oltre 700 milioni di euro sono stati sequestrati dal Nucleo di polizia economico finanziaria della GdF di Milano nell’ambito di un’inchiesta su una presunta truffa nella vendita di diamanti a investitori e risparmiatori. Nell’indagine risultano indagate anche cinque banche: Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti. Indagato anche il direttore generale di Banco Bpm Maurizio Faroni.

A Faroni vengono contestate le accuse di concorso in truffa, autoriciclaggio e ostacolo all’esercizio delle funzioni di vigilanza. Nell’indagine, inoltre, sono indagati anche altri dirigenti di Banco Bpm, oltre a responsabili delle due società IDB e DPI che vendevano i preziosi agli investitori.

L’inchiesta è aperta da tempo e riguarda fatti tra il 2012 e il 2016. Il sequestro è stato eseguito a carico di 7 persone indagate e di 7 enti indagati, ossia le 5 banche e le due società Intermarket Diamond Business spa (IDB) e Diamond Private Investment spa (DPI), per le ipotesi di reato di truffa aggravata e autoriciclaggio. Nell’inchiesta, che vede quasi una settantina di indagati in totale, è contestato anche il reato di corruzione tra privati.

Rating 3.00 out of 5

Milano, alloggi popolari in ostaggio degli abusivi: “Ci occupano case e cantine”

sabato, Febbraio 16th, 2019

Marianna Di PiazzaFabio Franchini

A un tiro di schioppo dalla metro “Lilla” di Segesta, c’è via Bernardo Zamagna, che sbuca in Piazzale Selinunte, centro di quel quadrilatero di fatiscenti case popolari che è ormai diventato il quartiere arabo di Milano, e volto (molto) poco attraente della zona di San Siro.

Qui, al civico 4, da diverso tempo decine di extracomunitari abusivi hanno occupato alcuni appartamenti e le cantine del caseggiato, trasformandole in un vero e proprio dormitorio.

Una situazione critica in una fetta di Milano difficile in cui l’integrazione è pressoché impossibile: via Carlo Dolci, via Paravia, via Civitali e via Ricciarelli delimitano appunto un quadrato in cui proliferano degrado, rifiuti, criminalità e spaccio di droga. I pochi residenti italiani che abbiamo incontrato hanno paura. E anche per timore di subire ritorsioni hanno preferito non comparire in video.

Appena mettiamo piede nel cortile dello stabile, incrociamo degli operai: sono al lavoro per conto dell’Aler, e stanno montando le porte di ferro alle cantine, sgomberate più volte dalle forze dell’ordine meneghine. (Guarda il video)

Rating 3.00 out of 5

Milano, incendio in un palazzo: 31 evacuati, ferito vigile del fuoco

martedì, Gennaio 29th, 2019

Incendio nella notte in un palazzo di Milano. Le fiamme si sono sviluppate nelle cantine dello stabile, verso le 2, e un fumo molto denso è salito a tutti i piani rendendo necessaria l’evacuazione degli appartamenti: sono state evacuate 31 persone, alcune delle quali portate per accertamenti in ospedale, nessuna in gravi condizioni. Un vigile del fuoco, durante le operazioni di spegnimento, ha riportato una distorsione muscolare.

TGCOM

Rating 3.00 out of 5
Marquee Powered By Know How Media.